Volevo proporre una discussione dopo aver visto anche one punch man. Ritengo che Archer e Saitama siano dei personaggi simili e, al tempo stesso, opposti. Entrambi vogliono essere eroi ed entrambi si impegnano. Entrambi sono persone normali. Entrambi diventano eroi. Ma mentre Archer per soddisfare il suo ideale viene tradito e perde ogni interesse per il mondo per il disgusto che prova nei confronti del suo se così possiamo definirlo "fallimento", Saitama perde ogni interesse proprio perché è troppo forte. Se quindi da un lato abbiamo uno che è alla continua ricerca di più potenza per raggiungere il suo obiettivo che è potrà mai raggiungere, l'altro ne ha anche troppa di potenza. Saitama è annoiato proprio perché vince troppo facilmente. Un altro punto in comune è il fatto che (Saitama ci arriva un po' dopo) nessuno dei due vuole essere ringraziato per quello che fa. Entrambi fanno le loro azioni di nascosto ed entrambi un po' ci rimettono anche quando sono risolutivi (basti pensare che archer è morto per essere stato accusato ingiustamente). Entrambi sono profondamente soli, ma, mentre Saitama è solo perché così vuole lui, infatti Genos lo segue e cerca di aiutarlo, Archer è solo un po' perché se l'è cercata ma un po' perché nessuno è stato mai in grado di capire quello che voleva solo essere d'aiuto agli altri. Non so, secondo me i due personaggi hanno dei collegamenti e voi che ne pensate?