Optimus Prime Pechino

A Pechino in Cina è stato costruito un Optimus Prime a grandezza naturale davanti allo Stadio Olimpico “Nido d’Uccello”, simbolo delle Olimpiadi cinesi tenutesi nel 2008. Il robot è alto 10 metri, pesa 6 tonnellate ed è interamente composto da materiali di scarto, in maggior parte auto recuperate dagli sfasciacarrozze, per un totale di ben 10.108 componenti, che sono stati portati sul luogo da cinque camion.

La Cina vuole competere col Giappone anche nel campo dei mega robot?
Fatto sta che l’anno scorso è stato costruito un Gundam gigante a Tokyo e un mega Gigantor/Super Robot a Kobe, mentre quest’anno sono stati inaugurati un altro Gundam a Shizuoka e un Evangelion nel parco divertimenti nipponico Fuji-Q HighLand. La coincidenza è sospetta.
Ma forse si tratta solo dell’ennesima iniziativa inserita in un progetto di sensibilizzazione ecologica verso il riciclaggio, che coinvolge tutto il Green Dream Park (a nord-ovest dello stadio) già teatro di altre iniziative “verdi”, come ad esempio un enorme sofà fatto di carta riciclata.


Optimus Prime “ecologico”:



Il “robottone” in questione è particolarmente fedele all’originale dell’ultima saga cinematografica di Trasformers, così il 3D passa dal grande schermo alla realtà: un mito, per ogni appassionato, da guardare e toccare con mano.
Chi non ne vorrebbe uno in giardino? Beh, sicuramente l’ha pensato un operoso padre cinese, che per regalo al figlio non si è limitato ad acquistare un modellino, ma ha costruito un “modellone” alto circa 3 metri nel giardino di casa. Ma sì, il bambino era tutta una scusa...


Un Optimus Prime in giardino:




Quello di Pechino non è il primo Optimus in scala reale: la provincia dello Yunnan ne vanta uno altrettanto imponente, ma ispirato alla storica versione animata di Transformers.


Optimus Prime Yunnan