www.AnimeClick.it
Quotidiano di informazione su anime, manga e fansub italiano

CSS Drop Down Menu by PureCSSMenu.com

Log Horizon
Locandina Log Horizon



Titolo Originale: Log Horizon
Titolo Inglese: Log Horizon
Formato: Serie TV
Anno: 2013
Episodi: 25
Disponibilità: Fansub
Valutazione: 7,091 (media 7,143, basata su 7 recensioni)
Opinioni episodi: 761 Episodi promossi 153 Episodi rimandati 35 Episodi bocciati
Genere: Fantasy, Azione, Commedia, Gioco, Combattimento, Avventura, Sentimentale
Siti Consigliati: Anidb
Nazionalità: Giappone
Lista Anime: Per utilizzare la lista anime devi registrati.
Nelle liste come: 142 in visione, 183 completato, 6 in pausa, 14 sospeso, 1 da rivedere, 121 da vedere.
Tags: Log Horizon
Riconoscimenti: 2° Miglior Storia e sceneggiatura (2013)2° Miglior OPENING - Database (Man With a Mission) (2013)2° Premio Personaggio Moe (Akatsuki) (2013)3° Miglior Personaggio maschile (Nyanta) (2013)nomination Miglior Serie TV (2013)
Immagini: 35 (Gallery) (by Melany)

Questa scheda ha errori? Aiutaci a correggerli.

30,000 videogiocatori rimangono intrappolati nel gioco fantasy Elder Tale. Il protagonista, Shiroe, tenta di sopravvivere insieme al suo amico Naotsugu e alla bella assassina Akatsuki, in questo mondo fantastico di magia e di spada che ora rappresenta loro realtà quotidiana.

Per favore spendete 5 minuti per darci una mano, se siete registrati potrete anche guadagnare dai 3 ai 10 punti utente. Le recensioni sono moderate, leggete il vademecum del recensore per non rischiare di vedervela disattivata. Mi raccomando, leggetelo ;-)

Utente:     Episodi Visti:     Voto:

Recensione (almeno 500 caratteri):

E-Mail (facoltativo):
L'E-Mail non sarà pubblicato, serve solo per contattarvi.

Inserisci il testo nell'immagine:
Log Horizon 7,091 out of 10 based on 7 ratings. 7 user reviews.

Screenshot 1 di Log Horizon
Screenshot 2 di Log Horizon
Screenshot 3 di Log Horizon
Screenshot 4 di Log Horizon
Screenshot 5 di Log Horizon
Screenshot 6 di Log Horizon
Screenshot 7 di Log Horizon
Screenshot 8 di Log Horizon
Screenshot 9 di Log Horizon
Screenshot 10 di Log Horizon
Screenshot 11 di Log Horizon
Screenshot 12 di Log Horizon
Screenshot 13 di Log Horizon
Screenshot 14 di Log Horizon
Screenshot 15 di Log Horizon
Screenshot 16 di Log Horizon
Screenshot 17 di Log Horizon
Screenshot 18 di Log Horizon
Screenshot 19 di Log Horizon
Screenshot 20 di Log Horizon
Screenshot 21 di Log Horizon
Screenshot 22 di Log Horizon
Screenshot 23 di Log Horizon
Screenshot 24 di Log Horizon
Screenshot 25 di Log Horizon
Screenshot 26 di Log Horizon
Screenshot 27 di Log Horizon
Screenshot 28 di Log Horizon
Screenshot 29 di Log Horizon
Screenshot 30 di Log Horizon
Screenshot 31 di Log Horizon
Screenshot 32 di Log Horizon
Screenshot 33 di Log Horizon
Screenshot 34 di Log Horizon
Screenshot 35 di Log Horizon

Mizuri
Per l'anime Log Horizon
Serie TV di genere Fantasy / Azione / Commedia / Gioco / Combattimento / Avventura / Sentimentale
Episodi Visti: 25 su 25 --- Voto: 8

L'anime di Log Horizon è tratto da una serie di light novel scritte da Mamare Touno, ed è ancora in corso.

Trama: l'incipit è piuttosto classico per il genere, i giocatori di un famoso MMORPG, Elder Tale, rimangono bloccati nel gioco senza possibilità di tornare alla vita reale e la storia narra delle vicissitudini di un gruppo sempre più ampio di gamers che devono adattarsi al nuovo stile di vita che si ritrovano ad affrontare.

Opening: la canzone della sigla d'apertura è alquanto singolare essendo il metal un genere abbastanza infrequente nelle opening, ma passato lo sbigottimento dei primi istanti non ci vuole molto a rendersi conto che è semplicemente fantastica, trasmette una grande energia e le animazioni sono molto dinamiche, cosa che si addice perfettamente al genere della serie.

Ammetto che le prime puntate non mi hanno particolarmente entusiasmata, mi sembrava che le situazioni fossero un po' campate per aria. Facendo un esempio: i due primi personaggi che incontriamo, Shiroe e Naotsugu, non sembrano minimamente preoccupati della situazione in cui si trovano, ossia nell'impossibilità di sloggare dal gioco online. Ovviamente con ciò non intendo dire che avrei voluto che si disperassero, però almeno mostrare un minimo di preoccupazione mi sembra una reazione normale se accadesse davvero una cosa del genere. E invece no, si danno subito da fare come se nulla fosse.
La comparsa di un personaggio che per tutta la serie non mi è piaciuto (l'unico a dire la verità) non ha aiutato i miei sentimenti di perplessitudine per le prime puntate, sto parlando di Akatsuki, la ragazza ninja che, grata a Shiroe per averla aiutata, decide di diventare la sua guardia del corpo e lo segue come un cagnolino per tutta la serie. Questa ragazza ha una personalità per nulla interessante, le uniche cose che fa sono seguire gli ordini di Shiroe e prendere a ginocchiate Naotsugu quando fa il maniaco, e anche se verso la fine inizia ad emergere un minimo di carattere comunque non mi ha convinta.
Assieme a lei altri due personaggi fondamentali sono i già citati Shiroe e Naotsugu, il primo è un geniale ma antisociale stratega, che preferisce lavorare nell'ombra per il bene comune piuttosto che farsi apprezzare dal pubblico per il suo operato; nel corso della serie maturerà rendendosi conto che avere degli amici vicino è una cosa molto importante. Il secondo, Naotsugu, è un vecchio amico di Shiroe ed è un tipo molto socievole e simpatico, con la pecca di essere un vero pervertito.

Nel corso della storia vengono ad aggiungersi altri personaggi che, chi più e chi meno, assumono una certa importanza, di seguito elenco quelli che ho trovato più interessanti. Gli inesperti gemelli Tohya e Minori, i quali vengono presi sotto l'ala protettrice di Shiroe che gli insegna i fondamentali del gioco. Mi è piaciuta soprattutto lei, Minori, che è il personaggio l'evoluzione psicologica più marcata di qualsiasi altro personaggio, passando da timida e insicura a membro portante del suo gruppo di battaglia. Un altro personaggio che mi è piaciuto molto è Rundelhouse, così sbruffone all'inizio ma che alla fine non si può fare a meno di amare. Uno dei personaggi più caratteristici della serie è Nyanta, un uomo-gatto che è sia un abile spadaccino sia un eccellente cuoco, a volte si ritrova a coprire il ruolo padre per i personaggi più giovani per la sua gentilezza e saggezza da uomo di mezza età, quale probabilmente è. Non si può non parlare della Guild Master più pigra che ci sia, Maryele, capricciosa, pigra e volubile, ma che al momento giusto riesce a fidarsi dei suoi compagni e a portare a termine con successo difficili missioni; ad affiancarla c'è la sua contabile, Henrietta, che con l'abilità di una vera economista e il suo sangue freddo (tranne quando molesta Akatsuki) è parte del trio dei "diabolici occhialuti" (di cui Shiroe fa da padrone). Spenderei quattro parole anche su Krusty, affascinante capo della D. D. D., una gilda molto grande, nonché terzo membro del gruppo dei "diabolici occhialuti"; di lui non si sa molto, solo che quando combatte assume un'espressione fra l'ebbro e il folle, e che è un ottimo diplomatico fuori dal campo di battaglia, si è accennato alla possibilità che nel profondo covi un senso di solitudine, ma in questa prima serie non viene approfondito.
Ultima ma non meno importante è la principessa Raynesia, la quale non è una giocatrice del videogame, ma fa parte degli NPG, che nel gioco vengono chiamati "Abitanti della Terra", il discorso che viene fatto attorno a questi ultimi è molto interessante e mi ha affascinata molto. Tornando alla principessa, ella è dapprima una ragazza-ornamento molto svogliata, ma che grazie a Krusty riesce a diventare più risoluta e sicura di sé, pur rimanendo la pigrona che è in realtà.

L'apice della storia secondo me viene toccato durante vicenda dei Goblin, in cui ci sono dei colpi di scena assolutamente fantastici (anche se non del tutto inaspettati, qua e là gli indizi vengono dati) e il pathos della fine della saga è a dir poco struggente.

Una cosa che ho molto apprezzato della storia è che non è né troppo seriosa, ma nemmeno troppo demenziale, il tutto è bilanciato bene, senza stonare, ci sono stati momenti in cui mi sono davvero divertita e altri in cui ero vicina alle lacrime.

Per concludere dico che questo anime è stato davvero una sorpresa, perché io non ho mai giocato a un MMORPG, infatti all'inizio ho faticato ad assimilare il "linguaggio tecnico" del gioco, però Log Horizon mi ha fatto venire un pochino voglia di provarci. Sul genere "videogiochi online" avevo solo visto Sword Art Online, di cui ho apprezzato solo la parte più legata al risolvere le missioni del gioco piuttosto che le vicende ridicole di due terzi della serie. Ho trovato in Log Horizon quello che mi era mancato in SAO.

Consiglio la serie a tutti gli amanti del genere e a chi in generale ama le storie in cui si intrecciano avventura e sentimento. L'anime risulta incompleto, ma è già stata annunciata una seconda stagione a partire da ottobre 2014, non posso che gioirne perché alla fine vengono dati input molto interessanti.




Filtra con voto 1Filtra con voto 2
Filtra con voto 3Filtra con voto 4
Filtra con voto 5Filtra con voto 6
Filtra con voto 7Filtra con voto 8
Filtra con voto 9Filtra con voto 10


Mike89
Per l'anime Log Horizon
Serie TV di genere Fantasy / Azione / Commedia / Gioco / Combattimento / Avventura / Sentimentale
Episodi Visti: 25 su 25 --- Voto: 8

L'incipit della trama non può certo dirsi originale, parte dei giocatori del mmorpg "Elder Tale" si ritrovano in carne ed ossa dentro al gioco senza sapere bene come e non possono uscire. La parte irritante di ciò non è tanto l'idea poco originale ma la reazione della gente alla situazione, nessun isterismo di massa, niente, in qualche minuto tutti o quasi accettano la situazione e vivono più o meno felici e contenti. "Elder Tale" poi è un normalissimo gioco per pc e ci si gioca con monitor, mouse e tastiera, niente congegni per la realtà virtuale o simili. Anche la più fervida immaginazione fatica a trovare una spiegazione plausibile per questo misterioso "effetto Jumanji".
Nonostante questa introduzione poco promettente però, la trama evolve in maniera molto interessante distaccandosi totalmente da quella di anime apparentemente simili. Ho apprezzato molto l'attenzione ad argomenti come: il rapporto tra i giocatori e gli npc (ovvero i personaggi umani/umanoidi non giocatori), l'organizzazione politico/sociale che regola la vita dei giocatori e l'utilizzo di meccaniche di combattimento abbastanza fedeli a quelle dei veri mmorpg.
Non posso che parlare bene anche della caratterizzazione dei personaggi, alcuni più altri meno stereotipati, rimangono però tutti sempre fedeli al proprio carattere, cosa che dovrebbe essere scontata ma non lo è.
Non me ne intendo molto di grafica e animazione quindi l'unica cosa che posso dire a riguardo è che mi è piaciuta, le azioni mi sembrano fluide, i volti non sono fatti con lo stampino e le ambientazioni sono sufficientemente differenziate e suggestive. Il comparto sonoro non mi ha impressionato né in positivo né in negativo.
In conclusione, è stata una visione molto piacevole e mi sento di consigliarla a tutti. So che è già prevista una seconda stagione e non posso che aspettarla con impazienza perché contrariamente ad altre produzioni "annacquate", il mondo di Log Horizon ha ancora molto potenziale.





npepataecozz
Per l'anime Log Horizon
Serie TV di genere Fantasy / Azione / Commedia / Gioco / Combattimento / Avventura / Sentimentale
Episodi Visti: 25 su 25 --- Voto: 5

E' cosa risaputa che chi segue il mondo degli anime, nella maggior parte dei casi, è anche un grande appassionato di videogiochi; io stesso sono una delle prove di quanto detto. Per questo motivo, la realizzazione di un titolo come Sword art online non può e non deve essere considerato come un evento legato al solo genio degli autori: l'unico loro merito fu quello di cogliere per primi le grandi potenzialità commerciali di un anime che fondesse le due passioni in un unico prodotto. Non so dire se ciò ha determinato la nascita di un nuovo genere; fatto sta che poco dopo l'enorme successo ottenuto con Sword art online, è stato già dato alla luce un secondo titolo dello stesso tipo : Log Horizon.
Personalmente giudico Sword art online un anime davvero superbo nella sua prima metà ma davvero molto brutto nella sua seconda metà; per questo i presupposti per creare un prodotto migliore, adatto a catturare tutti coloro a cui piacerebbe, almeno per una volta nella vita, vestire realmente i panni del proprio alter ego virtuale c'erano tutti. E' riuscito Log Horizon a ottenere il risultato sperato? A giudicare dai giudizi dell'utenza sembrerebbe di sì; a mio parere, invece, assolutamente no.
Dividerò la mia analisi in due parti: nella prima analizzerò la sceneggiatura dell'anime, cercando di valutarne la validità ed esprimendo il mio personale grado di soddisfazione; nella seconda invece parlerò di Elder Tale, ossia il gioco in cui i diversi personaggi restano intrappolati e che costituisce la coreografia all'interno della quale si svolgono gli eventi.
La trama. A seguito di un avvenimento non ben precisato definito come "l'apocalisse" circa trentamila giocatori restano intrappolati in un MMORPG, ossia in un videogioco online in cui si gioca in cooperativa con altri giocatori, chiamato Elder tale. La trama, in particolare, segue le vicende di Shiroe e dei suoi compagni e dei loro tentativi di porre fine all'anarchia dilagante e istituire un nuovo ordine fatto di pace e tolleranza nel nuovo mondo in cui sono costretti a vivere.
Diciamola tutta, la sceneggiatura di Log Horizon è scarna, irrealistica e, per lunghi tratti, noiosissima. Un filo conduttore vero e proprio non esiste, i personaggi non hanno un fine ultimo da perseguire ma cercano semplicemente di risolvere i problemi contingenti per poi tirare a campare. Ma la pecca più evidente, e lo dico da videogiocatore che ha cercato di immedesimarsi in questo tipo di situazione, è che quasi mai i vari protagonisti fanno accenno al mondo reale ed al modo in cui farvi ritorno, ma accettano passivamente la situazione e si rassegnano a vivere lì con i pro ed i contro che ne derivano. Questo è assolutamente irrealistico: dovrebbe essere la loro prima preoccupazione e la grande speranza che guida le loro azioni, invece in merito nè pongono domande nè cercano risposte. Ritengo questo totalmente assurdo e ciò mina alla base l'intera credibilità della trama.
Il gioco. Elder tale è, a mio avviso, la parte migliore di questo anime. le dinamiche dei MMORPG vengono spiegate molto meglio che in Sword art online e più di una volta mi son trovato a sorridere compiaciuto di fronte a spiegazioni di cose che faccio abitualmente quando gioco. Viene spiegato, ad esempio, che i dungeon vanno attraversati in party in cui ogni membro deve svolgere un suo ruolo specifico pena la morte; questo è un aspetto non marginale perchè impedisce l'introduzione di mitici eroi solitari, che vanno a sconfiggere potentissimi mostri da soli. Questo ed altri non sono aspetti di secondo piano perchè rendono Elder tale molto più realistico in quanto gioco. A cercare il pelo nell'uovo le razze non vengono ben definite, forse ci sono un pò troppe classi e sicuramente alcune skill secondarie decisamente improbabili (tipo la domestica). Ma si tratta di elementi marginali.
Tirando le somme una pessima sceneggiatura che si poggia su un apparato coreografico che, al contrario, è molto buono. Un vero peccato, ma il mio giudizio è, seppur moderatamente, negativo: la trama doveva puntare meno sul moe e presentare situazioni più realistiche. Congegnata in questo modo viene a cadere proprio il presupposto su cui dovrebbe basarsi: il fatto che si tratta di videogiocatori rimasti intrappolati nel gioco è qui assolutamente irrilevante, se si fosse tolta questa premessa non sarebbe cambiato quasi nulla nella narrazione. Ma allora perchè mettercela?





Haru glory
Per l'anime Log Horizon
Serie TV di genere Fantasy / Azione / Commedia / Gioco / Combattimento / Avventura / Sentimentale
Episodi Visti: 25 su 25 --- Voto: 8

Quando ho sentito per la prima volta di Log Horizon, dopo aver letto che la trama si incentrava su fatti ambientati in in gioco online, dove sono stati virtualmente intrappolati i giocatori, ho pensato immediatamente a un prodotto puramente commerciale, volto a sfruttare l'ondata di notorietà del ben più blasonato "Sword Art Online", perché quando in una serie l'idea di base è praticamente identica a quella della light novel più venduta al mondo il confronto è inevitabile, quindi poniamoci la fatidica domanda, si sentiva davvero la necessità di un altro SAO? Devo dire che la risposta è più complicata e meno scontata del previsto, quindi prenderò la domanda come pretesto per la recensione, premettendo che ho letto solo una piccola parte delle rispettive novel e che trovo i videogames MMORPG una perdita di tempo.
Questa serie animata di 25 episodi andata in onda durante l'autunno 2013 e l'inverno 2014 ricalca fedelmente quanto avviene nei primi 5 volumi del romanzo scritto da Mamare Touno, conosciuto anche per la sua altra opera "Maoyū Maō Yūsha". Cominciando delle tematiche trattate, Log Horizon appare subito come meno drammatico, ad esempio non si lotta strenuamente per rimanere in vita ma invece per avere un hamburger saporito; il lato delle meccaniche di gioco che in SAO viene solo accennato qui è più approfondito. L'ambientazione è praticamente la stessa di Aincrad, varie città popolate da gamer intrappolati mischiati con NPC, qui chiamati abitanti della terra e che talvolta diventano anche protagonisti; i personaggi si muovono sempre in un mondo vastissimo popolato da orde di mostri combattendoli principalmente in gruppi. Per quanto riguarda gli interpreti animati Log Horizon la vince su tutti i fronti, in quanto protagonista Shiroe batte Kirito perché suppure forse meno eroico appare decisamente più intelligente e carismatico. Riuscito anche il restante gruppo di comprimari, comprende il fighissimo Nyanta, la coprotagonista kawaii Akatsuki ha quel pizzico di moe che non guasta ed infine Naotsugu, che pur restando il più triste e scontato della gilda, nonostante non faccia ridere quanto dovrebbe un maniaco simile, si salva grazie ad alcune gag.
Sul piano tecnico come suo solito Satelight non si spreca, purtroppo si ha sempre l'impressione che le animazioni siano fatte al risparmio. Il character design è piuttosto moscio per essere una produzione del 2014. Il comparto audio invece mi è piaciuto con colonne sonore azzeccate e opening ed ending decisamente valide, altro fatto che denota il risparmio nella produzione sono le sigle identiche per tutte le puntate quando lo standard per anime del genere è cambiarle ogni 3 mesi. La progressione narrativa è ottima nei primi due terzi della serie, parte in cui rivela anche un ottimo slancio narrativo pieno di validi spunti per lo sviluppo della storia, narrazione che però si arena per alcune puntate prima dell'ultimo episodio dove finalmente vengono trattati temi non opzionabili in un contesto simile e trascurati fin troppo come il parallelismo tra vita digitale e reale, e il modo nel quale le due sono connesse. Sono combattuto riguardo il voto perché se nella maggior parte degli episodi è da 8 in alcuni non va molto oltre la sufficienza, e la sensazione di superficialità riguardo alcune questioni è imbarazzante rapportata alla validità del resto della sceneggiatura, facendo le proporzioni il voto sarebbe circa 7,5 ma non potendo dare mezzi punti per questa volta arrotondo per eccesso sperando il seguito non deluda, il mezzo punto spero di poterglielo restituire pienamente in favore nella seconda serie, già annunciata e programmata per l'autunno, e che spero risolva i difetti che affliggono questa serie.
Consiglio Log Horizon a chi cerca un'avventura e dove all'azione sia affiancato una componente riflessiva, in cui sui sentimentalismi prevalgano ragionamenti di tipo gestionale.





M3talD3v!lG3ar
Per l'anime Log Horizon
Serie TV di genere Fantasy / Azione / Commedia / Gioco / Combattimento / Avventura / Sentimentale
Episodi Visti: 25 su 25 --- Voto: 5

Mi sono ri-avvicinato, dopo una momentanea pausa, a Log Horizon per via del clamore con cui molti lo hanno accolto, definendolo "lo Sword Art Online fatto bene", ma bisogna dire che avevo iniziato io stesso a guardarlo facendomi molte aspettative, essendo, da videogiocatore, indubbiamente interessato a questo tipo di ambientazione. Invece per me si è trattato di una delle più deludenti visioni dell'anno, decisamente distante dal modello di anime che personalmente definirei 'ben fatto'. Più che una recensione, questa vuole essere anche una sorta di sfogo, per la leggerezza col quale si è spesso osato paragonare questo titolo con l'altro che ho accennato (SAO), attribuendo meriti esorbitanti al primo, che a conti fatti non risulta realizzato tanto meglio; ancora peggiori sono poi commenti del tipo: "è il plagio di SAO" - sì, come se i due titoli fossero stati i primi a presentare un incipit del genere in una serie animata, per contendersi da soli i riflettori. Ebbene voglio aprire questa critica azzardando io stesso un piccolo confronto fra il trashissimo, ma fortunato anime della A1 Pictures, e il meno deludente, ma comunque insufficiente, prodotto di Satelight, premettendo che non m'interessa minimamente tirare in ballo le light novel, com'è giusto che sia. Nello specifico voglio guardare alle premesse: quasi mi duole ammettere di essere rimasto più convinto da quelle di SAO. In quest'ultimo, innanzitutto, i protagonisti sono immediatamente coinvolti in una situazione che potrebbe essere loro fatale non solo nel videogioco, ma anche nella vita reale, fatto che rende il soggetto più intrigante e l'atmosfera indubbiamente più tesa. L'immediata reazione dei giocatori è lecita: dapprima smarrimento, poi una tremenda paura. Ebbene un'emozione come la paura sembra proprio non fare mai capolino in modo convincente nella psicologia dei protagonisti di LH: qualcuno ribatterà, facendo notare che dopotutto, Shirou e compagni non hanno una spada di Damocle che gli penda sulla testa, un ultimatum, né alcun idea di cosa dover fare per liberarsi da quella strana situazione; al che io replicherò: okay, va bene "pensare positivo" finché si è vivi, ma non dimentichiamo che LH viene riconosciuto immediatamente dai loro utenti come il comunissimo mmorpg al quale si connettevano col pc da casa, e non esiste dunque alcun 'NerveGear' in grado di creare un mondo interamente virtuale in cui poter mettere piede; perciò cos'abbiamo? Da una parte, esseri umani intrappolati in un'interfaccia virtuale di nuova generazione da poco messa sul mercato, consci del rischio di non tornare mai più a vivere le loro vite, se non di porvi addirittura termine; dall'altra, esseri umani che, senza l'ausilio di alcun congegno, vengono trasportati in carne ed ossa (in seguito si parlerà di 'anima' fatto che riduce ancora l'attendibilità) in un NORMALE videogioco, e che nonostante tutto rimangono indifferenti (e non uso questo termine 'tanto per dire') perché, tanto, non sono ancora giunte notizie brutte e cattive che facciano seriamente temere per la propria vita. Mai sentito nessuno che abbia esclamato, o pensato una volta "Voglio tornare a casa". Allora, cos'è più credibile?
Ovviamente sappiamo quanto SAO si renda ridicolo col trascorrere degli episodi, tanto da farci vedere i vari Kirito e Asuna intenti a perdere tempo e amoreggiare pur essendo consapevoli della tragicità dei fatti in cui sono invischiati, ma ribadisco che stavo mettendo a confronto le introduzioni. Non che, a dire il vero, le cose in LH si decidano a migliorare col prosieguo: ho dovuto aspettare 14 episodi, quattordici, perché finalmente si portasse all'attenzione il tema del rapporto fra mondo reale ed Elder Tale (e questo neanche su intenzione iniziale del protagonista!), ma poi? Il nulla di fatto, si è tutti ritornati alla spensieratissima routine di videogiocatori, che in teoria, non sarebbe poi tanto male, no? Chi se ne frega della propria casa, degli amici, della propria salute, della propria famiglia, dei propositi per il futuro e così via, quando si possono castare incantesimi, completare le quest, ripulire i dungeon, perfino resuscitare, per un arco di tempo indeterminato, in una dimensione di cui neanche si conosce un tubo? Chi se ne frega dell'ipotesi di risvegliarsi un giorno all'altro da questo 'sogno', e ritrovarsi in un ospizio, di non ritornare mai più a vedere la luce del sole, di vivere una vita fittizia, magari manovrati da qualcuno, in un corpo che non è il proprio? Eh già, chiunque vorrebbe diventare il proprio avatar, e trascorrere in quelle sembianze il resto dei propri giorni, specie se è quello di un gatto: sai che bello poter avere la coda, miagolare, lavarsi con la lingua. Peccato che manchi la razza Gnomo, avrei proprio voluto gustare la reazione compiaciuta degli alter ego: "Oh, che bello, a scuola ero capitano della squadra di basket, ma ho sempre sognato di usare una sedia per poter raggiungere il gabinetto!". Ora si potrebbe benissimo tirare fuori la scusa della sospensione dell'incredulità, dell'opera di fantasia e via dicendo, ma allora perché non aggrapparsi ad'essa anche con SAO, invece di far credere che esso fosse infinitamente meno verosimile?
Va be', in fondo i personaggi, che di più stereotipati non potevano inventarne, sono resi 'simpatici' da gag di rara ingenuità ripetute fino allo sfinimento, e soprattutto mancano le solite evitabili e forzate parentesi sentiment... Oh, sono arrivate anche quelle: dunque ben quattro femminucce, avrebbero una cotta per il non certo irresistibile Shirou, senza dimenticare che parliamo sempre di avatar. Ma si sa, l'aspetto esteriore non conta, e l'avranno pensato anche animatori e disegnatori. Infatti a completare una caratterizzazione scarna per ogni personaggio ci pensa un'evidente mancanza di fantasia e di cura del dettaglio, che si ripercuote non di meno nella regia generale di Ishihira (Fairy Tail, fate un po' voi), statica e obsoleta perfino nelle fasi di combattimento. Neanche l'accompagnamento musicale si salva dall'anonimato: Takanashi non sembra proprio lo stesso compositore ascoltato in Genji, Naruto, o Mononoke, e le track di questo LH sembrano riciclate da prodotti fantasy di bassa lega. Incommentabile poi l'amore 'morboso' manifestato dalle folle nei confronti della sigla d'apertura, che oltre ad essere animata da cani e a presentare un orrendo typesetting dei credits, spero non venga mai ascoltata neanche per sbaglio dal povero De la Rocha.
Riassumo dunque i motivi chiave della mia bocciatura: guardare Log Horizon è stato come aspettare perennemente ed invano che si iniziasse a 'fare sul serio', ma in una sceneggiatura composta da quelle che posso solo considerare sottotrame, è stato impossibile individuare delle basi solide, un pretesto per accettare così com'erano gli eventi. Mi ha a dir poco infastidito l'atteggiamento di dimenticanza nei confronti di quello che dovrebbe essere il perno di tutta la trama. Insomma non possono adescarmi con un incipit così invitante, e poi tralasciare, per ben 24 episodi di 25, la trattazione di un fondamentale quesito di fondo, ovvero: "Come diavolo si esce da qui?". Ma diamine, non è che pretendo di vedere un'opera drammatica, ma questi personaggi non potevano farli fingere, almeno per una scena, non di più, di essere preoccupati per se stessi e i propri cari? Poi però, alla buonora, li vedo manifestare un leggero timore di perdere la 'memoria del mondo reale': ma perché, non l'avevano già fatto? Mi è parso proprio che l'intrigante setting da gioco di ruolo online con persone reali intrappolate al suo interno, abbia funzionato come pretesto per instaurare curiosità, per poi rifilare un banale intreccio narrativo degno di un kodomo, altro che shonen.
Oltre a fuorviarmi, LH è riuscito appieno a lasciarmi fino alla fine a bocca asciutta, o almeno c'è riuscita questa prima serie che, chiudendosi in una maniera simile, cioè lasciando tutti i chiarimenti in sospeso, s'è dimostrata essere solo e soltanto una vasta introduzione alle meccaniche del mondo di gioco. E in quanto introduzione, si tratta di un lavoro incompleto, perciò minato nelle fondamenta. Sarò contento di apprezzare il sequel se mi darà - si spera - delle spiegazioni credibili.





AngeloidMaster
Per l'anime Log Horizon
Serie TV di genere Fantasy / Azione / Commedia / Gioco / Combattimento / Avventura / Sentimentale
Episodi Visti: 19 su 25 --- Voto: 8

Per chi cercasse un anime simile a SAO ma decisamente migliore, io mi sento di consigliare questo anime: Log Horizon. Anche questa è una storia dove alcuni giocatori di MMORPG rimangono intrappolati in quello che sembra essere il mondo di un videogame chiamato Elder Tale, ma perché ciò sia accaduto, non è dato saperlo.
Sebbene il primo impatto possa portare a dire "Questo è un plagio di Sword Art Online", ben presto ci si accorge che sotto alcuni punti di vista Log Horizon è molto più gradevole del suo predecessore. Sebbene il chara design non sia ai livelli di SAO ed i personaggi risultino abbastanza stereotipati e sfoggino reazioni umane poco plausibili, Log Horizon ha comunque altri punti di forza.
In questo anime l'elemento MMORPG è predominante, le "features" del gioco Elder Tale vengono spiegate in modo dettagliato nello svilupparsi della serie ed il gergo e le strategie adottate durante gli scontri appartengono realmente al mondo dei MMORPG. In SAO al contrario, il tutto si riduceva ad un semplice e sbrigativo: "Tutti hanno le spade e non c'è la magia". Gli appassionati del MMORPG apprezzeranno di certo.
I protagonisti di questo anime, se muoiono possono ritornare in vita (non senza conseguenze però, come si scopre più avanti) può sembrare una cosa banale e zuppa di buonismo, ma a mio parere è meglio così: SAO era incentrato sul dramma e la tragedia, se il personaggio moriva, moriva anche il suo corpo reale e magari a qualcuno questa drammaticità è piaciuta ma a me, non proprio. In SAO era sempre presente un'atmosfera da "Chi è il prossimo a morire?" Che a mio parere, rendeva impossibile seguire la serie con animo spensierato, affezionarsi ai personaggi e riduceva drasticamente le opportunità di inserire dello humor. Suvvia! Io guardo gli anime per divertirmi, mica per avvilirmi! Ma qui è questione di gusti.
La trama è un altro punto di forza di Log Horizon. Essa si sviluppa in un crescendo continuo e senza cali: sembra davvero che gli sceneggiatori siano riusciti a fare un buon lavoro qui. A dire il vero, anche SAO aveva un ottima trama nella sua drammaticità ma quando a metà serie SAO diventa ALO, la trama dell'anime subisce una virata a dir poco stravolgente, lasciando lo spettatore (o almeno così è capitato a me) totalmente spiazzato. Comunque, al momento, la trama di Log Horizon procede costante e lineare senza perdere colpi e senza cambiamenti scioccanti, spero che continui così fino alla fine.
Per concludere aggiungo che anche la soundtrack della serie non è affatto male: la opening e la ending sono molto piacevoli e rimangono impresse nella mente mentre i brani di sottofondo, sono sempre adeguati all'atmosfera del momento.
Il mio personale giudizio finale è che Log Horizon sia una serie da guardare e magari, vale anche la pena sperare in una seconda stagione.





Izaya_Orihara
Per l'anime Log Horizon
Serie TV di genere Fantasy / Azione / Commedia / Gioco / Combattimento / Avventura / Sentimentale
Episodi Visti: 25 su 25 --- Voto: 8

Log Horizon fin dai primi trailer è stato definito "il nuovo Sword Art Online" vista l'incredibile ma soltanto apparente somiglianza tra i due. Soltanto apparente perché già dai primi episodi Log Horizon si è rivelato tutt'altro che SAO: detto in parole povere, posso dire che Log Horizon ha ciò di fondamentale e prezioso che SAO non ha: personaggi ben caratterizzati e una trama solida e coerente. Sì, non scartate la visione di questa serie solo perché all'apparenza simile a SAO o in caso contrario, se ne foste amanti, non iniziatela con l'intento di vedere un nuovo SAO pieno di combattimenti, incoerenza e tanto ma tanto amore, perché ne rimarreste probabilmente delusi. Ecco, questo è Log Horizon, serie della stagione autunnale del 2013, che è riuscita ad accaparrarsi la sua bella fetta degli spettatori proprio per l'apparenta somiglianza con il tanto discusso titolo Sword Art Online.

Iniziamo subito col dire che Log Horizon, a differenza di Sword Art Online, ha un iper dettaglio verso l'mmorpg pazzesco. Infatti, non usa questo genere solo come ambientazione, ma ne cura ogni caratteristica, e sembra quasi di giocarci. Sicuramente i giocatori di mmorpg (come me) lo apprezzeranno, più di come hanno apprezzato SAO che oltre all'ambientazione e qualche caratteristica di base non ha niente di mmorpg.
Difatti, oltre le apparenze, Log Horizon riesce a dare ogni spiegazione e non lasciare nulla al caso e i contenuti della serie piano piano vengono a galla. Credo, anzi, sostengo, che la serie possa fare, grazie a questa incredibile abilità nel dettaglio e nella descrizione, infiniti episodi senza annoiare lo spettatore. Ma lasciamo perdere Sword Art Online e parliamo solo ed unicamente di Log Horizon, perché la somiglianza tra le due serie c'è, ma non sono le uniche nel loro genere (la somiglianza sta solo ed unicamente nell'incipit di base), e quindi sarebbe opportuno citare qualche altro titolo del medesimo genere, e finiremmo non più a parlare di Log Horizon ma a fare una distinzione con altri titoli.

Un'altra caratteristica molto importante e che lascia stupiti è l'incredibile cura verso i personaggi. Fa nulla che questi siano anche una ventina, tutti sono molto curati e non vengono mai trascurati, che siano personaggi primari o personaggi secondari, anzi, gli sono dedicati anche episodi interi per far sì che emerga la loro caratterizzazione e non siano messi lì tanto per fare la bella presenza. Oltretutto, non sempre risultano degli stereotipi, ma un minimo d'originalità ce l'hanno. Per me la visione della serie vale già solo per il miglior personaggio, ovvero il protagonista Shiroe, uno stratega mago, il diavolo occhialuto, che riesce sempre a risolvere la situazione facilmente; lui preferisce la battaglia psicologica alla battaglia combattuta, dove ha sempre la meglio, e il suo peggior nemico è "un'idiota". Il suo personaggio non è qualcosa di innovativo, di strateghi geni, seppur raramente, ne troviamo in altre serie, ma sta a pennello in una serie come questa, che tratta tematiche da mmorpg, al posto di un ragazzino super figo che va combattendo di qua e di là, ogni volta ricevendo il suo power up quotidiano.

Il finale della serie lascia sperare bene per una magnifica seconda serie che è già stata annunciata, facendo salire l'hype agli amanti di questa serie vista l'enorme dose di dubbi e prospettive che questo ultimo episodio ha lasciato. L'animazione è buona, seppur non raggiunge mai vette eccellenti; di certo non è il miglior comparto. Il comparto sonoro è davvero ottimo invece: l'opening è qualcosa di rallegrante e frenetica e sicuramente sarà difficile scordarla, mentre l'ending è molto carina. Le OST sono sempre coinvolgenti e ben inserite. Lo stile dei personaggi è carino, o quantomeno originale. Infine, do un 8 pieno a questo serie, ma è un potenziale 9 in quanto devono essere spiegate molte altre cose e quindi non me la sento di dare un voto eccessivamente alto per qualcosa di non concluso. Devo dire che la serie è quanto di più scorrevole che io abbia mai visto.




Se ti piace questo anime ti consigliamo di guardare
14 sugg: Sword Art Online
6 sugg: Accel World
3 sugg: Hunter x Hunter (2011)
3 sugg: BTOOOM!
1 sugg: C - The Money of Soul and Possibility Control
1 sugg: Gantz
1 sugg: Summer Wars
1 sugg: Dragon Drive
1 sugg: .hack//Roots

Anime collegati: Log Horizon
Serie TV: Log Horizon
Serie TV: Log Horizon 2

Manga collegati: Log Horizon
in corso: Log Horizon (Novel)
in corso: Log Horizon

Se hai dei suggerimenti e vuoi esprimerli, ti chiediamo di registrarti e utilizzare la tua Lista Anime.
Grazie :-)
Elenco degli episodi
Ep 01:
L'Apocalisse
25"
Visualizza episodi fansubbati
53 Episodio promosso 29 Episodio rimandato 4 Episodio bocciato
Ep 02:
La battaglia di Loka
25"
Visualizza episodi fansubbati
43 Episodio promosso 17 Episodio rimandato 1 Episodio bocciato
Ep 03:
Le profondità di Palm
25"
Visualizza episodi fansubbati
36 Episodio promosso 12 Episodio rimandato 3 Episodio bocciato
Ep 04:
La fuga
25"
Visualizza episodi fansubbati
47 Episodio promosso 4 Episodio rimandato 2 Episodio bocciato
Ep 05:
Il ritorno ad Akiba
25"
Visualizza episodi fansubbati
34 Episodio promosso 11 Episodio rimandato 1 Episodio bocciato
Ep 06:
Determinazione
25"
Visualizza episodi fansubbati
40 Episodio promosso 1 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 07:
Crescent Moon
25"
Visualizza episodi fansubbati
34 Episodio promosso 3 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 08:
Il cattivo con gli occhiali
25"
Visualizza episodi fansubbati
31 Episodio promosso 3 Episodio rimandato 1 Episodio bocciato
Ep 09:
La conferenza della tavola rotonda
25"
Visualizza episodi fansubbati
30 Episodio promosso 3 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 10:
Prendilo con le tue mani
25"
Visualizza episodi fansubbati
32 Episodio promosso 4 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 11:
L'invito da Eastal
25"
Visualizza episodi fansubbati
22 Episodio promosso 5 Episodio rimandato 2 Episodio bocciato
Ep 12:
La Foresta di Lagranda
25"
Visualizza episodi fansubbati
28 Episodio promosso 3 Episodio rimandato 1 Episodio bocciato
Ep 13:
Scudo e libertà
25"
Visualizza episodi fansubbati
25 Episodio promosso 4 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 14:
World Fraction
25"
Visualizza episodi fansubbati
32 Episodio promosso 1 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 15:
L'attacco
25"
Visualizza episodi fansubbati
30 Episodio promosso 2 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 16:
Il ritorno del Re Goblin
25"
Visualizza episodi fansubbati
28 Episodio promosso 3 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 17:
La codarda e pigra principessa
25"
Visualizza episodi fansubbati
22 Episodio promosso 3 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 18:
Corpo di spedizione
25"
Visualizza episodi fansubbati
25 Episodio promosso 2 Episodio rimandato 2 Episodio bocciato
Ep 19:
All'inseguimento
25"
Visualizza episodi fansubbati
35 Episodio promosso 0 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 20:
Il contratto
25"
Visualizza episodi fansubbati
33 Episodio promosso 0 Episodio rimandato 1 Episodio bocciato
Ep 21:
Noi due dovremmo danzare
25"
Visualizza episodi fansubbati
24 Episodio promosso 6 Episodio rimandato 2 Episodio bocciato
Ep 22:
La rondine e lo storno
25"
Visualizza episodi fansubbati
12 Episodio promosso 14 Episodio rimandato 7 Episodio bocciato
Ep 23:
L'apprendista dello stregone
25"
Visualizza episodi fansubbati
23 Episodio promosso 8 Episodio rimandato 1 Episodio bocciato
Ep 24:
Caos
25"
Visualizza episodi fansubbati
19 Episodio promosso 8 Episodio rimandato 3 Episodio bocciato
Ep 25:
Il Festival della Bilancia
25"
Visualizza episodi fansubbati
23 Episodio promosso 7 Episodio rimandato 4 Episodio bocciato

Manca un episodio?
Aggiorna il numero di episodi correggendo questa scheda,
poi verificheremo e lo aggiungeremo quanto prima possibile.
Personaggi
Shiroe
Shiroe
Takuma Terashima
(Doppiatore originale)
Naotsugu
Naotsugu
Tomoaki Maeno
(Doppiatore originale)
Akatsuki
Akatsuki
Emiri Katō
(Doppiatore originale)
Nyanta
Nyanta
Jōji Nakata
(Doppiatore originale)
Serara
Serara
Misaki Kuno
(Doppiatore originale)
Minori
Minori
Nao Tamura
(Doppiatore originale)
Touya
Touya
Daiki Yamashita
(Doppiatore originale)
Rundelhaus
Rundelhaus
Tetsuya Kakihara
(Doppiatore originale)
Isuzu
Isuzu
Eriko Matsui
(Doppiatore originale)
Henrietta
Henrietta
Ayahi Takagaki
(Doppiatore originale)
Maryell
Maryell
Yumi Hara
(Doppiatore originale)
Krusty
Krusty
Takahiro Sakurai
(Doppiatore originale)
Shouryuu
Shouryuu
Ryōta Ousaka
(Doppiatore originale)
Hien
Hien
Shōhei Kajikawa
(Doppiatore originale)
Lenessia Elarte Cowen
Lenessia Elarte Cowen
Mariya Ise
(Doppiatore originale)
Regan
Regan
Keiji Fujiwara
(Doppiatore originale)
Titolo ExtraPrezzoCasa editrice
Motore di ricerca interno al sito.
Cerca nel sito:
 
Non riusciamo a capire chi sei!
Inserisci i tuoi dati di accesso:



Non sei registrato?

Registrati!








Ricordati di me