Advertisement

www.AnimeClick.it
Informazione su anime, manga e fansub
Facebook YouTube Twitter Instagram Tumblr RSS Notizie RSS Fansub Translate in English
CSS Drop Down Menu by PureCSSMenu.com

Nagi no Asukara
Locandina Nagi no Asukara



Titolo Originale: Nagi no Asukara
Titolo Inglese: Nagi-Asu: A Lull in the Sea
Formato: Serie TV
Anno: 2013
Episodi: 26
Disponibilità: Fansub
Valutazione: 8,067 (media 8,455, basata su 11 recensioni)
Opinioni episodi: 1128 Episodi promossi 131 Episodi rimandati 24 Episodi bocciati
Genere: Scolastico, Fantasy, Fantastico, Slice of Life, Sentimentale, Drammatico
Siti Consigliati: Anidb
Nazionalità: Giappone
Lista Anime: Per utilizzare la lista anime devi registrati.
Nelle liste come: 85 in visione, 249 completato, 13 in pausa, 19 sospeso, 3 da rivedere, 191 da vedere.
Tags: Nagi no Asukara
Riconoscimenti: 2° Miglior comparto visivo (2013)nomination Miglior ENDING - Aqua Terrarium (Nagi Yanagi) (2013)
Immagini: 31 (Gallery) (by ReiRan->--@)

Questa scheda ha errori? Aiutaci a correggerli.

La storia narra dell'incontro e della nascita dell'amicizia tra un ragazzo, Tsugumu Kihara, e un gruppetto di quattro ragazzi. Questi ultimi però appartengono al ramo della razza umana che vive nelle profondità marine. Un tempo infatti l'umanità viveva sul fondo del mare grazie alla benedizione e ai doni del dio degli oceani. Alcuni umani però si staccarono per migrare sulla terraferma. Il tempo passò fino a che le due popolazioni dimenticarono l'una l'esistenza dell'altra.

Per favore spendete 5 minuti per darci una mano, se siete registrati potrete anche guadagnare dai 3 ai 10 punti utente. Le recensioni sono moderate, leggete il vademecum del recensore per non rischiare di vedervela disattivata. Mi raccomando, leggetelo ;-)

Utente:     Episodi Visti:     Voto:

Recensione (almeno 500 caratteri):

E-Mail (facoltativo):
L'E-Mail non sarà pubblicato, serve solo per contattarvi.

Inserisci il testo nell'immagine:
Nagi no Asukara 8,067 out of 10 based on 11 ratings. 11 user reviews.

Screenshot 1 di Nagi no Asukara
Screenshot 2 di Nagi no Asukara
Screenshot 3 di Nagi no Asukara
Screenshot 4 di Nagi no Asukara
Screenshot 5 di Nagi no Asukara
Screenshot 6 di Nagi no Asukara
Screenshot 7 di Nagi no Asukara
Screenshot 8 di Nagi no Asukara
Screenshot 9 di Nagi no Asukara
Screenshot 10 di Nagi no Asukara
Screenshot 11 di Nagi no Asukara
Screenshot 12 di Nagi no Asukara
Screenshot 13 di Nagi no Asukara
Screenshot 14 di Nagi no Asukara
Screenshot 15 di Nagi no Asukara
Screenshot 16 di Nagi no Asukara
Screenshot 17 di Nagi no Asukara
Screenshot 18 di Nagi no Asukara
Screenshot 19 di Nagi no Asukara
Screenshot 20 di Nagi no Asukara
Screenshot 21 di Nagi no Asukara
Screenshot 22 di Nagi no Asukara
Screenshot 23 di Nagi no Asukara
Screenshot 24 di Nagi no Asukara
Screenshot 25 di Nagi no Asukara
Screenshot 26 di Nagi no Asukara
Screenshot 27 di Nagi no Asukara
Screenshot 28 di Nagi no Asukara
Screenshot 29 di Nagi no Asukara
Screenshot 30 di Nagi no Asukara
Screenshot 31 di Nagi no Asukara

ladynera
Per l'anime Nagi no Asukara
Serie TV di genere Scolastico / Fantasy / Fantastico / Slice of Life / Sentimentale / Drammatico
Episodi Visti: 26 su 26 --- Voto: 9

Il colore del mare. Il colore della terra. Il colore del vento. Il colore del cuore. Il tuo colore. ~Earth color of a calm~

Nagi no Asukara è una serie composta da 26 episodi, di genere fantasy-sentimentale, prodotta dalla P.A. Works (Hanasaku Iroha, Tari Tari) e andata in onda sugli schermi nipponici nella stagione autunnale 2013. Vi è un adattamento manga, disegnato da Risō Maeda.

Il mare è sempre stato al centro di numerosi racconti, ha ispirato uomini e donne con la sua infinita bellezza; tremendo e violento, placido e sereno, culla della vita, madre dal grembo fertile; foriero di speranze e sogni.
Protagonista anche di innumerevoli leggende, una tra queste ha ispirato Hans Christian Andersen nel suo La Sirenetta; da non confondere con la storia Disney (la mia opera preferita in assoluto dello studio). La Sirenetta di Andersen si discosta completamente nell'epilogo, più tetro e maturo. In Giappone il racconto è molto famoso ed è alla base di numerose storie tra cui Ponyo sulla scogliera.

In Nagi no Asakura come ne La Sirenetta troviamo temi simili tra cui: il cambiamento, e l'abbandono della propria casa per amore, questo non può che colpirmi favorevolmente.
Nagi però, pur trattando degli "abitanti del mare" si discosterà in parte dalla visione classica che abbiamo di esso, infatti non tratterà di sirene ma piuttosto di esseri umani abitanti in un villaggio marino, Shioshishio, dotati di uno speciale corion donatogli dal dio del mare, che gli permette di respirare sott'acqua e resistere alle basse temperature. Non c'è dato sapere se esistano altri villaggi oltre a quello dove abitano i protagonisti, sappiamo solo che questi abitanti del mare hanno un peso notevole sulla vita di chi sta sulla terra ferma.
In questa storia si intrecceranno le vite di quattro giovani ragazzi del mare e un abitante della terra. Inizieremo con la conoscenza di Manaka: ragazza di buon cuore, dalla lacrimuccia facile; verrà pescata da Tsumugu, un ragazzo dal carattere forte e taciturno, abitante di Oshiooshi: un villaggio di pescatori, centro della storia insieme a Shioshishio.
Insieme a Manaka, per frequentare la scuola media Mihama, dopo la chiusura del loro istituto Nami, risaliranno in superficie anche la sua migliore amica: la dolce e posata Chisaki; l'irascibile e testardo Hikari ed il suo migliore amico Kaname, un ragazzo calmo e maturo.
L'incipit è molto riduttivo, non rende affatto giustizia alla grandezza reale della storia, che abbraccerà molti più personaggi.

Snocciolata un po' la trama, come accennato prima faremo la conoscenza di tanti altri personaggi tra cui Miuna, e Sayu (una delle mie preferite), Uroko: una scaglia del Dio del mare; e molti altri abitanti di entrambi i villaggi. Questo contribuirà a creare un intrico di sentimenti e relazioni; se avete frequentato un gruppo compatto saprete che le storie alla Dawson Creek sono dietro l'angolo! Ma qui tutto è magico, tutto è intriso di una poesia dolce e leggera, profuma di mare, e come questo è mutevole, intenso e profondo, quasi volubile.
I personaggi sono tutti destinati a fare i conti con i propri sentimenti, con le proprie paure, questo li porterà ad una maturazione considerevole rendendo la storia introspettiva e intensa; hanno più o meno tutti un ottima caratterizzazione ed uno spessore notevole. Perfino chi sembrava superficiale troverà il suo "perché di esistere" con l'andare avanti degli episodi.
La trama si evolve in maniera inaspettata grazie ai tanti colpi di scena; spesso risulterà spiazzante e sarà motivo di commozione e di grandi riflessioni. I momenti magici segnano la storia quanto quelli tristi.

Parlando di magia, la grafica eccellente di Nagi, tra le migliori dell'intero 2013, ci regalerà sfondi mozzafiato e scene idilliache. Il chara è molto tenero, mi piace come animano le diverse espressioni facciali tra cui i tanti tremolii dovuti alla tendenza a piagnucolare delle protagoniste, per non parlare degli immensi occhioni color acquamarina.
Anche il sonoro è degno di nota, non solo le OST melodiose ed emozionanti ma anche le sigle d'apertura e chiusura, tra le migliori che ho avuto il piacere di sentire in questa stagione; a partire dalle opening, cantate entrambe da Ray: Lull ~Soshite Bokura wa~ e Ebb and Flow; per finire con le ending cantate da Nagi Yanagi: Aqua Terrarium e Mitsuba no Musubime; tutte bellissime!

Veniamo un attimo ai difetti che mi portano a non assegnare un 10 pieno: purtroppo, sopratutto verso la seconda metà della serie, si avrà un cospicuo calo di interesse dovuto al tergiversare ed al soffermarsi in situazioni statiche lasciando languire un po' la trama. Avrà difficoltà a risollevarsi ma ciononostante riuscirà a coinvolgere grazie alla sempre ottima grafica (che in parte sovviene alle altre pecche) e sopratutto all'immensa mole di sentimenti che impregnano l'intera storia.
Il finale riesce comunque a distinguersi volgendo in un ottimo epilogo, lasciando una vena di tristezza e malinconia per la fine di una storia cosi bella, chissà se mai avremo il piacere di un sequel, ci sono tante cose di cui mi piacerebbe vedere lo sviluppo futuro.

Per concludere, non posso fare a meno di consigliare questa serie perché merita davvero tanto, una delle migliori nel suo genere che abbia avuto il piacere di vedere; imperdibile per chi ama il mare, i sentimenti e per chi non teme di aprire il cuore ad essi.




Filtra con voto 1Filtra con voto 2
Filtra con voto 3Filtra con voto 4
Filtra con voto 5Filtra con voto 6
Filtra con voto 7Filtra con voto 8
Filtra con voto 9Filtra con voto 10


Rygar
Per l'anime Nagi no Asukara
Serie TV di genere Scolastico / Fantasy / Fantastico / Slice of Life / Sentimentale / Drammatico
Episodi Visti: 26 su 26 --- Voto: 8

Con l'uscita del ventiseiesimo ed ultimo episodio si conclude così anche l'ultima opera dell'ottima stagione autunnale 2013, una stagione costellata da una serie di titoli d'alto livello che hanno dimostrato come sia ancora possibile realizzare dei grandi prodotti anche in tempi recentissimi. Nagi no Asukara è uno di questi prodotti, capace di attirare un'ampia fascia di spettatori col suo comparto tecnico interessante e con una storia semplice, seppur molto valida.

Nagi no Asukara è un'opera della stagione autunnale 2013 composta da 26 episodi di durata canonica. L'opera nasce come serie d'animazione, la quale ha dato origine a due manga (uno tradizionale ed uno yonkoma) nello stesso anno.

Trama: l'intera opera è ambientata in un mondo ipotetico. Nella fattispecie, è presa in considerazione un'area minuscola di tale mondo, suddivisa tra mare e superficie. Si narra che un tempo l'umanità vivesse esclusivamente nel fondo del mare, e che in seguito una parte di essa decise di esplorare la superficie per vivervi stabilmente. Avvenne di fatto una scissione in due civiltà distinte. La civiltà della superficie perse l'ENA (ossia la loro tipica pelle a squame) e la capacità di respirare sott'acqua, in compenso acquisì la capacità di vivere in superficie senza il pericolo di disidratazione. Il popolo del mare, sotto l'egida di Uroko, una scaglia del Dio del mare, per evitare la drastica riduzione dei suoi abitanti, proibì alla sua gente di avere dei figli col popolo della superficie. La storia si focalizza principalmente su quattro ragazzi del mare che giungono in superficie come studenti delle medie, i quali dovranno apprendere come relazionarsi coi propri compagni di superficie, comprendere le usanze, la mentalità e il modo di comportamento. Lo sviluppo di una forte componente mistica e sentimentale è il cardine della serie.

Grafica: Tutto appare molto bello e ben fatto, sebbene uno sguardo più attento potrebbe trovare qualche difetto. Le ambientazioni non sono variegate ma sono realizzate molto bene, con un'attenzione quasi esagerata sulle colorazioni e sui fattori di usura temporale, quale ruggine e salsedine (in certi frangenti ci si domanda come certi cartelli possano arrugginirsi o perdere i colori), l'attenzione per i dettagli è discreta (si nota come spesso alcune strutture paiano abbozzate o approssimative), tuttavia la vivacità dei colori e l'astuzia dei giochi di luce sa mitigare tali carenze. Le animazioni sono semplici e fluide. Il character design è molto bello. Mecha design bizzarro (non esistono veicoli a motore che non siano a 3 ruote o treni che non sia un localino di metà anni 50).

Sonoro: il giudizio sul comparto sonoro è più che positivo. Ottime le opening e le ending, molto dolci, delicate e gradevoli. Ottimi OST, i quali forniscono la giusta enfasi nelle varie situazioni che devono affrontare i protagonisti. Buoni gli effetti sonori, molto appropriati. Ottimo doppiaggio.

Personaggi: non è facile realizzare un'opera complessa come Nagi utilizzando dei ragazzini come protagonisti. Si può affermare che in Nagi ci sia riusciti per metà, poiché molte delle forzature sentimentali e di scelte che non reputo vincenti siano dovute alla caratterizzazione di questi ragazzi, sicuramente buona, ma spesso estremizzata, tanto che certe situazioni si protraggono oltre il dovuto e certi risultati si ottengono "a fatica" e non senza un minimo di disappunto, nonostante una discreta evoluzione caratteriale di parte di essi, un discreto fattore introspettivo ed una buona interazione.

Sceneggiatura: la gestione temporale non è sempre lineare, poiché è presente un salto temporale di 5 anni e un discreto numero di flashback che necessitano una discreta attenzione da parte dello spettatore per ricollegare i vari eventi. Il ritmo s'attesta su livelli medi. Qualche minima scena d'azione è presente (soprattutto durante le festività delle barche). Il fanservice è pressoché inesistente. I dialoghi sono mediamente buoni.

Finale: un buon finale per una buona serie. Avrei preferito qualcosa di meno prevedibile, tutto sommato non ci si può lamentare. L'episodio finale risulta esauriente e risolutivo a livello di spiegazioni e piuttosto esplicativo (se non addirittura ermetico) a livello sentimentale.

In sintesi: Nagi è al netto dei difetti, un buon prodotto. Quest'opera ha sicuramente fatto parlare di sé in positivo e la sua fama è meritata. Data la natura dell'opera chiunque può guardarla senza problemi, in particolare gli amanti delle opere scolastiche sentimentali.





leo_messi_91
Per l'anime Nagi no Asukara
Serie TV di genere Scolastico / Fantasy / Fantastico / Slice of Life / Sentimentale / Drammatico
Episodi Visti: 26 su 26 --- Voto: 9

"L'amore assomiglia al mare."

Solitamente non sono propenso a guardare serie anime a sfondo sentimentale o scolastico, ma dopo il consiglio di un'amica mi sono avvicinato a questa opera. L'anime in questione è "Nagi no Asukara", uno degli anime migliori della stagione autunnale del 2013.
Nagi no Asukara è un serie iniziata nell'ottobre 2013, prodotta dallo studio P.A. Works e diretta da Toshiya Shinohara. Conta un totale di 26 episodi.

La trama tratta delle vicende quotidiane e sentimentali di un gruppo di ragazzi provenienti da un villaggio situato in fondo al mare, Shioshishio. Il gruppo, formato da 2 ragazze e 2 ragazzi, dopo la chiusura del loro istituto, sarà costretto a frequentare la scuola media Mihama, situata sulla superficie. Grazie a questo espediente, i nostri ragazzi dovranno confrontarsi con la diversa e per loro dura realtà della superficie. Un incontro casuale tra Manaka (una delle ragazze provenienti dal mare) e Tsumugu (un abitante della superficie) sembra dare inizio ad una lunga serie di eventi e di rivalità amorose. In verità, questo evento sancirà anche l'inizio una grande amicizia tra abitanti di popoli molto vicini, ma allo stesso tempo molto distanti.

Dal punto di vista tecnico, è da elogiare il lavoro dello studio di animazione. Le animazione sono di altissima qualità, come la regia che raggiunge picchi eccezionali durante le fasi concitanti dell'azione. Il character design, realizzato dall'illustratore giapponese Buriki, è dai tratti chibi e moe. I personaggi hanno grandi occhioni ed espressioni dolci. Personalmente mi piace e lo trovo anche adatto al contesto e alle tematiche sentimentali dell anime.
Graficamente parlando, ho apprezzato in modo particolare l'immensità ed il blu del mare.
Le musiche si sposano perfettamente con le varie situazioni della storia, e si crea un insieme perfetto di dolcezza e di divertimento. Apprezzabili sono anche le sigle opening ed ending della serie, soprattutto la seconda Opening.

La caratterizzazione dei personaggi è buona ma non eccezionale. Alcuni personaggi sono caratterizzati magnificamente (vedi Tsumugu e Kaname) ma altri sono odiosi a causa della loro superficialità (vedi Manaka). Questo è dettato forse dalla visione ossessiva e compulsiva che questi ragazzi di 14 anni hanno verso l'amore. C'è da dire che molto probabilmente ognuno di noi può immedesimarsi in uno dei personaggi, visto che chiunque nella vita ha fatto i conti con problematiche amorose. Personalmente mi ritrovo nel personaggio di Kaname, un ragazzo intelligente, calmo e maturo, che si preoccupa della ragazza di cui è innamorato.
Curati molto bene sono i rapporti interpersonali tra gli abitanti della superficie e del mare. Sembra quasi una citazione contro il razzismo, o meglio, all'abbattimento di ogni sorta di barriera razzista.

In conclusione, questo è un anime che consiglio caldamente a tutti coloro che cercano una storia toccante e graficamente ottima. Non è certo priva di difetti... ma l'evoluzione della trama vi terrà in ansia per tutta la durata dei 26 episodi. Il finale, anche se troppo buonista e prevedibile, è apprezzabile. Le varie situazioni e le spiegazioni mi hanno fatto accettare in modo tranquillo l'epilogo, e devo dire che ne sono soddisfatto.
Guardatelo, non ve ne pentirete!





kaicupcake
Per l'anime Nagi no Asukara
Serie TV di genere Scolastico / Fantasy / Fantastico / Slice of Life / Sentimentale / Drammatico
Episodi Visti: 26 su 26 --- Voto: 8

"Nagi no Asukara" è un anime che si sviluppa su due fronti: da un lato si concentra sul rapporto di amicizia/amore dei protagonisti, dall'altro sulla contrapposizione tra il mondo sottomarino della città di Shioshishio e la terraferma. Dunque direi che parliamo di un anime che riporta al "classico" argomento dei rapporti interpersonali, ma che li inserisce al contempo all'interno di una trama originale e che mi ha personalmente sorpresa.

I background marini sono affascinanti e ben fatti e lo stesso vale per i paesaggi della città sulla terraferma, rappresentata come un tipico paesino portuale. Il character design è a mio parere ottimo; i visi sono disegnati con lineamenti particolarmente dolci, ma direi che si addicono ai personaggi principali i quali sono ancora quattordicenni.
Dal punto di vista comportamentale i personaggi sono ben concepiti, il protagonista, Hikari Sakishima, è un ragazzino ottimista, pieno di vitalità e ostinato, che sin dal primo episodio si dimostrerà innamorato della timida e adorabile Manaka Mukaido, sua amica d'infanzia. Nel gruppo di amici troverete anche Chisaki Hiradaira, particolarmente matura per la sua età e molto affezionata a Manaka, e Kaname Isaki, il personaggio che probabilmente emerge di meno nel gruppo poichè particolarmente docile. A completare il gruppo ci sarà Tsugumu Kihara, abitante della terraferma, affascinato dal mare , freddo e tendenzialmente difficile da comprendere.

Il mio voto per questo anime è 8 poichè non credo di aver trovato difetti o qualcosa che non mi piacesse particolarmente, ma non si tratta comunque di un capolavoro, ma di un anime leggero e originale, che dunque consiglio!





mayedda
Per l'anime Nagi no Asukara
Serie TV di genere Scolastico / Fantasy / Fantastico / Slice of Life / Sentimentale / Drammatico
Episodi Visti: 26 su 26 --- Voto: 9

Nagi no asukara è una vera e propria sorpresa. Scettica sul guardare una serie anime sul fantasy, ho dovuto rimpiangere tutte le volte che ne ho rimandato la visione.

Il mare, in un modo o nell'altro è stato sempre magico agli umani, perchée essendo creature terrestri, non potremmo mai viverci, e proprio per questo racchiude infiniti significati. Eppure malgrado ciò, noi, semplici umanoidi del mondo terreno, siamo composti quasi per la totalità da acqua, nasciamo nell'acqua e moriamo invece sulla terra, un connubio perfetto tra acqua e e terra. Nagi no asukara inizia proprio con la presentazione di quattro ragazzi abitanti di Shioshishio, villaggio marino popolato da esseri umani dotati della capacità di vivere nell'acqua ma, grazie al dio del mare, possono vivere anche fuori dall'acqua, al patto che si idratino di tanto in tanto in acqua e sale. Intrighi amorosi e sentimenti contrastanti tipici di chi sa voler bene e vuole vicino a se le persone che sono a lui preziose, sono in continuo evolversi nell'anime. Ma non è solo il racconto di quattro ragazzi che uscendo di tanto in tanto dall'oceano, creano qualche situazione interessante con quelli della superficie, è molto, molto di più.

Vengono fatte diverse riflessioni fra cui quella sulla diversità della specie, ed è forte la frase che dice Hikari; "noi non siamo pesci e loro non sono maiali", è un chiaro e semplice messaggio che vuole far ricordare a chiunque che siamo tutti uguali e che pertanto non sta a nessuno giudicare. D'altro canto questi ragazzi poco più che quattordicenni, insegnano anche agli adulti questo messaggio. Vengono affrontati i sentimenti, in quantità tale che forse nemmeno l'oceano riesce a contenerli e riuscire a riassumerli in poche righe, per questo la recensione è veramente difficile. Amore, amicizia e tanti altri sentimenti che vengono mischiati, e riavvolti in continuazione. A far prova che quelle emozioni sono tutte vere anche quando passa il tempo, è che, invece di essere distrutti, sono al contrario rinnovati e intensificati, constatando che anche i cambiamenti sono utili all'animo.
Tra le chiare differenze tra mare e terra vi sono poi assonanze. Il fuoco sacro nel mare, che rappresenta la necessità per l'umanità acquatica della terraferma, e ancora la neve salata in superficie che è il simbolo del bisogno continuo dell'umanità terrestre dello stesso mare, visto che dalla neve rinasce ogni cosa grazie al lungo letargo invernale, così come è successo agli abitanti di Shioshishio. Tutto ciò a voler riaffermare puntata dopo puntata che l'inesistenza dell'uno negherebbe l'esistenza stesso dell'altro.

In tutta la serie c'è una atmosfera mistica, un po' dovuta al al mare e le sue profondità, e un po' grazie anche alla presenza delle divinità, e delle storie, raccontate e tramandate di generazione in generazione.
I colori freddi del bianco, del blu marino e la luce in cui sono avvolti questi personaggi, contribuiscono a creare quella magia, in particolare gli occhi degli abitanti di Shioshishio blu come quelli del mare dotati di una profondità che colpisce e cattura l'attenzione, sono limpidi e puliti come l'aria che sta in superficie. I paesaggio ricoperto di neve salata, è spettacolare, sia fuori che dentro l'acqua. Ci si perde poi a guardare la particolarità degli sfondi. Già nel mare troviamo i branchi di pesci che scorrazzano nelle case, e via via che si guardano le puntate, le case e le vie di Shioshishio divengono familiari. Nella superficie ci si perde tra le cucine particolarmente dettagliate e la ruggine che inevitabilmente ricopre ogni cosa. Anche le espressioni dei personaggi si differenziano; molto belle quelle in cui le protagoniste stanno per piangere e il modo in cui gli hanno disegnato le lacrime.
Opening e ending veramente eccezionali, al punto che vengono ascoltate ad ogni puntata, anche le musiche di sottofondo sono speciali, permettono di catturare l'attenzione e rendono ancora più unica quella sensazione di magia.

Finale che scioglie tutti i nodi e che segna, visto che poi a questi ragazzi ci si affeziona in un modo o nell'altro. Avendomi fatto commuovere, e sorridere allo stesso tempo e per tutti i giudizi positivi che ho già elencato qui sopra, sono del parere che merita un bel voto.





MattyPiranha
Per l'anime Nagi no Asukara
Serie TV di genere Scolastico / Fantasy / Fantastico / Slice of Life / Sentimentale / Drammatico
Episodi Visti: 26 su 26 --- Voto: 8

Finalmente mi appresto a parlare di Nagi no Asukara, ultimo anime concluso della stagione autunnale 2013. Già dai primi episodi avevo capito che questa sarebbe stata una serie validissima e tutti i 26 episodi che la componevano non hanno fatto altro che affermare questa mia piccola previsione. Gli argomenti che tratta questo anime sono tantissimi quindi inizio subito con la trama.

Il mondo è diviso tra mondo in superficie e mondo sottomarino, in quest'ultimo vivono i protagonisti di quest'opera ovvero quattro ragazzi che frequentano la stessa scuola che si trova però nella superficie e vivono la loro vita come qualsiasi altro ragazzo della loro età. Tra i quattro il primo che ci verrà presentato sarà Hikari che vive con il padre e con la sorella, ma tra poco vedremo i personaggi principali più nel dettaglio. Sta di fatto che mentre questi ragazzi vivono la loro vita spensierata, nonostante qualche presa in giro dai compagni di classe della superficie, un giorno vedono la sorella di Hikari baciarsi con un uomo della superficie e ciò suscita una grossa sorpresa da parte di tutti perché è contro le regole l'unione tra due persone che non appartengono alla stessa "terra". Presto la voce si diffonde in tutta la zona sommersa e da qui in poi possiamo dire che la storia si sviluppa del tutto. Oltre a quest'amore nasceranno forti emozioni tra i vari ragazzi della serie fino a crearsi degli incroci amorosi un po' complessi ma che comunque non rovinano certo l'opera nel suo complesso. L'anime si sviluppa in due parti, nella prima vediamo i ragazzi nella loro adolescenza e vediamo anche i primi sviluppi della storia, nella seconda parte vedremo alcuni di questi ragazzi crescere e naturalmente vedremo il continuo della storia fino alla fine seguendo la serie capirete perché ho scritto "alcuni ragazzi".

Passando ai personaggi possiamo dire ognuno dei quattro ragazzi ha le proprie caratteristiche: Hikari è un ragazzo un po' scontroso ma allo stesso tempo molto dolce e aiuta sempre tutti (un classico) poi abbiamo l'amico Kaname che è un ragazzo sempre col sorrisino stampato in faccia ma che in realtà spesso è triste per un amore non ricambiato. Poi abbiamo le due ragazze, la prima tra queste è Manaka che è una ragazza molto carina che trasmette dolcezza da tutti i pori ma che è anche molto impacciata (un classico anche questo) e infine abbiamo Chisaki che è una ragazza che non sembra avere chissà quali aspetti caratteriali che la caratterizzano ma che comunque avrà un ruolo di punta nella storia. Altro personaggio da tenere presente è Tsumugu che è un ragazzo della superficie dall'aria molto neutra che subito legherà con gli altri personaggi. Ce ne sono tanti altri ma descriverli tutti sarebbe troppo lungo e forse anche noioso.

Uno dei primi argomenti che salta all'occhio guardando questa serie è quello del razzismo che c'è tra abitanti marini e abitanti della superficie, un odio quasi infondato che non permette alla sorella di Hikari e al suo compagno di avere un rapporto come quello di qualsiasi coppia e i 4 ragazzi cercheranno in qualche modo di placare questo razzismo che sta impedendo alla sorella di vivere la sua vita felicemente. Poi un'altro tema che troviamo in tutta la serie è quello dell'amore che come ho già detto prima forma degli intrecci che ben presto impareremo anche noi e che avranno un evolversi durante le puntate.

La storia è abbastanza originale nel suo insieme e ci terrà incollati allo schermo del PC incuriositi dallo sviluppo della storia che non sarà mai monotona e saremo anche meravigliati dai disegni che sono quasi ottimi e ci verrà anche spontaneo affezionarci a tutti i personaggi. Il finale è tutto sommato buono e sarà un buon culmine per tutti gli sviluppi sentimentali dei personaggi.

Detto ciò finisco col dire che Nagi no Asukara è un opera validissima che consiglio a tutti e che saprà intrattenervi e emozionarvi. Magari qualche volta ci saranno dei colpi di scena che potranno mettervi in confusione ma state pur certi che tutto verrà compreso meglio e ogni episodio tira l'altro!





Eversor
Per l'anime Nagi no Asukara
Serie TV di genere Scolastico / Fantasy / Fantastico / Slice of Life / Sentimentale / Drammatico
Episodi Visti: 26 su 26 --- Voto: 9

Inizio recensione: wow... fine recensione. Basterebbe un'esclamazione per descrivere un anime che, sono felice di dirlo, entra prepotentemente nell'albo d'oro delle opere da me viste. Concordi o meno, rimarrà per sempre l'incredibile piacere che son riuscito a percepire durante la visione di "Nagi no Asukara". Una sorta di quiete, malinconia e tristezza, un po' come ascoltare la sciabordare delle onde del mare, maestose, ma allo stesso tempo sconsolate, nel loro imperituro movimento.
Quest'anime è uscito nel 2013 e racchiude al suo interno moltissime tematiche differenti, tanto da non capire se si tratta di genere sentimentale, slice of life, fantasy, sovrannaturale o chissà ancora quante altre categorie. Una cosa è certa: è fantastico da tutti i punti di vista e, sembra quasi paradossale, sarebbe consigliata la visione dell'opera prima di intraprendere questa recensione. Non a causa di spoiler (quelli li evito, tranquilli!), ma perché io stesso fatico a comunicare appieno ciò che mi ha trasmesso.

Tutto inizia in una pacifica giornata di sole, tra l'acqua tiepida e il lento sussurrare delle onde. Eh? Vero, mi son dimenticato di riferirvi che i nostri quattro protagonisti fanno parte di una razza umana particolare, dotata di Ena, una sorta di membrana protettiva che permette agli esseri viventi di vivere sott'acqua, respirare e parlare anche a molti metri di profondità. Tuttavia, nonostante la comodità dell'Ena, non tutti hanno deciso di vivere in questo modo e, fin dai tempi più antichi, la civiltà si è divisa tra abitanti della terra e abitanti del mare. Una divisione non solo fisica, ma anche culturale, che, come si potrà vedere, sembra molto profonda.
Hikari, Manaka, Chisaki e Kaname sono costretti a frequentare una scuola in superficie, poiché quella che frequentavano sotto al mare ha chiuso. Così, un po' imbronciati, decidono di vivere insieme questa nuova avventura, non sapendo però che ciò porterà a incredibili cambiamenti, non solo nel loro piccolo gruppo, ma anche nei due paesi interessati: quello subacqueo e quello di superficie. Neanche il tempo di emergere che Manaka, la più sbadata del gruppo, viene letteralmente pescata e, una volta tirata a galla, fa un incontro tutto particolare: vede Tsumugu, un terrestre verso cui, come sembra da subito, comprende di provare un'attrazione tutta particolare. Così inizia la vera storia, con un semplice sguardo, un'occhiata, un incontro del tutto casuale che segnerà la vita dei nostri "eroi". Perché? Perché la vita è fatta d'amore e odio, gentilezza e rancore e, come appare chiaro, questi sentimenti non sono estranei neanche a quattro giovani creature provenienti dal mare. Hikari, in particolare, è una vera bomba di passioni, in quanto non solo prova forti sentimenti verso Manaka, ma, vedendola da subito così affiatata con il nuovo arrivato, incomincerà a provare rancore verso il misterioso Tsumugu.
Certo, può essere doloroso, ma la vita continua, nonostante tutte le delusioni, gli amori incompresi o mal ricambiati (anche se in quel piccolo gruppo di ragazzi tali intrecci sembrano essere particolarmente contorti). E poi, come scopriranno presto, c'è qualcosa di molto più grave in arrivo, un pericolo che può coinvolgere tutta l'umanità e che di fatto muterà le loro esistenze, facendoli ballare in preda alla tempesta... gli abitanti del mare dovranno andare in letargo, per chissà quanti anni, per chissà quanto tempo.

Non dico altro, anche se, in effetti, ho detto ben poco. Tuttavia penso che rivelarvi anche solo un altro capello di quest'anime, vorrebbe dire rovinarvi tutto. Meglio fermarsi qui, dunque, meglio analizzare altre cose. Innanzitutto i protagonisti: sono quattro, ma, in realtà, saranno molti di più, perché la storia si complica e ognuno di loro avrà legami con altre persone, che a loro volta avranno attenzioni per altra gente, così da creare un fitta rete di emozioni, affetti, delusioni, sentimenti. I protagonisti sono incredibilmente ben realizzati, studiati in ogni piccolo anfratto del loro animo, quasi fosse un mare di passioni che deve essere scoperto, navigato ed esplorato. Tuttavia, nonostante tutte queste "perlustrazioni", alla fine ci sarà sempre qualcosa di nuovo, una sorpresa, una rivelazione inattesa.
Penso che sia questo il bello di "Nagi no Asukara", cioè il fatto di non essere prevedibile, di stupire in continuazione e sorprendere con tutti quegli intrecci amorosi. Proprio l'amore è il tema principale, ma non un sentimentalismo esasperato e nemmeno stereotipato, come invece succede in molti slice of life o anime sentimentali, bensì un sentimento reale, concreto, che fa innamorare pure noi. Sono ragazzi, ma gli eventi li faranno cambiare, nonostante la loro reticenza. E come il tempo che passa e si trasforma, così anche i loro sentimenti mutano, cambiano, si intrecciano e si accavallano. Ci sono triangoli amorosi, vero, ma la loro drammaticità li distingue da tutti quei battibecchi romantici tipici delle commedie da quattro soldi.
Senza contare poi che il fattore "sovrannaturale" rende il tutto ancora più emozionante, non facendoci mai capire cosa possa succedere. La realtà non è quella ordinaria dei nostri giorni, ma si avvicina molto e ciò crea un forte legame tra l'osservatore e i vari studenti. All'inizio si tifa per una ragazza (forza Chisaki!), poi però cambia qualcosa e tutte le nostre aspettative sembrano crollare, per poi riemergere... diverse, ma più belle e brillanti.

Non voglio dilungarmi troppo, dunque passerò al piano tecnico, affermando che anche la grafica e i disegni sono di una sconvolgente bellezza. Come non innamorarsi dei bei faccini di Manaka, Chisaki o Miuna? Come non stupirsi di fronte a quegli occhi così belli? Un blu intenso, talmente profondi da rischiare di perdersi dentro di essi. Occhi che rivelano segreti nascosti e passioni recondite. I colori sono ottimi e sprizzano energia nei momenti giusti, smorzandosi non appena la situazione si fa più drammatica e triste.
Le musiche sono semplicemente fantastiche e anche il doppiaggio è veramente ben fatto.

Concludo qui, ma non vi consiglio la visione di "Nagi no Asukara"... ve la ordino! Fidatevi e non rimarrete delusi. Sono ventisei puntate, vero, ma volano come se fossero dieci e, nonostante la chiara bipartizione, all'incirca verso l'episodio 13, la seconda sezione non delude, anzi, sembra quasi rincarare la dose, per poi esplodere in un finale da batticuore. Non credo che ci sarà mai una seconda stagione, perché, di fatto, la storia finisce, ma non mi dispiacerebbe continuare a vivere con loro, con Hikari e i suoi problemi di cuore, con Chisaki e suoi dubbi sul domani, con Manaka e la sua allegria, con Kaname e la sua spensieratezza, e con Miuna e la sua dolcezza e affidabilità.

Voto finale: 9 e mezzo (solo perché la perfezione assoluta non esiste)





Alexander
Per l'anime Nagi no Asukara
Serie TV di genere Scolastico / Fantasy / Fantastico / Slice of Life / Sentimentale / Drammatico
Episodi Visti: 22 su 26 --- Voto: 6

...e la palma di anime più sopravvalutato del 2013 va senza alcun dubbio a "Nagi no Asukara"!
L'unica cosa che mi sento di salvare di quest'anime è la veste grafica da 10 e lode e gli stupendi scorci che è talvolta in grado di regalare (perché, io dico, perché simili bellezze vengono sprecate per anime così inutili, quando a storie veramente meritevoli come "Shinsekai Yori" tocca accontentarsi di animazioni che a tratti sembrano venire dagli anni '70? Non c'è un tasto per fare copia-incolla?).

Come definire "Nagi no Asukara"? Più o meno come la versione anime adolescenziale subacquea di "Beautiful". La maggioranza dell'anime verte sui vari triangoli/pentagoni/icosaedri/ipercubi (non so, ci vorrebbe un esperto in teoria dei grafi per rappresentare accuratamente il tutto) amorosi, mentre gli altri argomenti potenzialmente molto interessanti come il setting subacqueo, le differenze culturali tra gli abitanti del mare e quelli della superficie, e gli effetti psicologici del "salto temporale" dovuto al letargo vengono trattati a tempo perso, e quando viene fatto è per lo più in funzione delle suddette "problematiche" sentimentali.
Dico subito di non essere mai stato un amante degli anime di genere sentimentale, e men che meno di quelli basati su rivalità/gelosie e diatribe amorose di adolescenti in piena tempesta ormonale, quindi potrei essere di parte, nondimeno credo che le forzature nei rapporti tra i personaggi vadano ben al di là di semplici considerazioni soggettive. Ma è possibile che nello stesso momento, in un gruppo di amici per lo più adolescenti, non ce ne sia uno che non rimanga invischiato in qualche relazione sentimentale con qualcuno? Che non ce ne sia uno con un briciolo di ragione e di buon senso (Kaname, ma che cosa fai? Mi sembravi l'unico con la testa sulle spalle!)? Che qualsiasi scusa, non importa quanto stupida, sia buona per farli litigare e/o mettere a piangere (Sayu, se crescere ti ha fatto quest'effetto, forse era meglio se rimanevi loli!)?
A proposito di pianti... nel caso abbiate intenzione di addentrarvi nella visione di quest'anime, non dimenticate di munirvi (oltre che di un cuscino su cui dormire) di un buon ombrello per ripararvi dalla pioggia di lacrime che i vari personaggi vi riverseranno addosso in quasi ogni episodio: in tutta sincerità, dei ventidue episodi visti finora non mi sembra di ricordarne più di un paio senza che ci fosse qualche pianto... ho visto spargere più litri di lacrime in quest'anime che di sangue in "Elfen Lied"!

C'è parecchio da ridire anche sul setting; io ci ho messo un bel po' a capire che parte dell'anime fosse ambientato sott'acqua. La prima cosa che mi sono chiesto è: "Ma perché ci sono pesci che svolazzano per aria?" La fisica più elementare è un'opinione in "Nagi no Asukara": sott'acqua si riesce a vedere alla perfezione come attraverso l'aria, talvolta anche a svariati metri di distanza, non esiste la minima traccia di inquinamento, sporcizia o pulviscolo; l'acqua non oppone la minima resistenza al moto di oggetti e persone, che possono camminare e correre tranquillamente come sulla terraferma (salvo, talvolta, spiccare il volo come avessero la capacita di volare); l'acqua non interagisce in alcun modo con gli altri liquidi, bevande di vario genere restano ben confinate nei loro recipienti e possono essere bevute normalmente, e quando un personaggio piange perfino le lacrime hanno contorni netti e ben definiti e addirittura... cadono a terra (ah già, non esiste neanche la spinta di Archimede)!

Se mi allargo a dare un generoso 6 è in parte perché non l'ho visto fino alla fine e in parte perché, come già accennato, il sentimentale non è proprio il mio genere, il che potrebbe aver influenzato negativamente il mio giudizio. Tutto ciò che posso garantirvi è che si tratta di un anime ampiamente sopravvalutato e con ben pochi meriti a parte quelli puramente visivi; sicuramente anche in questi periodi bui c'è qualche anime di grande valore, ma "Nagi no Asukara" non è uno di questi.





Oasis
Per l'anime Nagi no Asukara
Serie TV di genere Scolastico / Fantasy / Fantastico / Slice of Life / Sentimentale / Drammatico
Episodi Visti: 26 su 26 --- Voto: 9

Elogio alla lentezza, componente necessaria per metabolizzare i sentimenti disciolti nella superficie calma del mare, il vero protagonista di "Nagi no Asukara". Il mare dunque, declinato nei personaggi che ne abitano i fondali e specchiato nella diffidenza timorosa di 'quelli della superficie'. Legami che si saldano tra i colori di un mondo inventato e reso spettacolare da una delle migliori grafiche made in P.A. Works.

"Nagi no Asukara" narra le vicende di un gruppo di ragazzi che, sostanzialmente, non vogliono cambiare, poiché felici del loro piccolo universo così come è. Ma nulla è eterno e tutto è mutabile, soprattutto quando è il mondo intero a modificarsi con effetti drastici.
Il paradosso, filtrato di volta in volta dallo sguardo dei personaggi principali, è che per accedere a una nuova normalità, per raggiungere i propri obiettivi, tutti i protagonisti dovranno superare la loro avversione per il nuovo e il diverso. Instaureranno così rapporti che inizialmente apparivano impensabili, e finanche il delicato convivere tra vicini, del mare e della superficie, darà alla luce una nuova realtà.

Di "Nagi Asukara" ho apprezzato l'originalità e la complessità di un tema che, accanto alle vicende personali di un classico slice of life, offre spunti su una visione più globale: l'ambiente, le difficoltà economiche, i pregiudizi sociali, il difficile rapporto tra l'età adolescenziale e quella adulta, e infine il misticismo tipicamente shintoista, con una più che degna riproposizione in chiave narrativa delle classiche tradizioni cerimoniali giapponesi.
Uno sguardo a 360° non in contrasto con gli obiettivi della storia, che anzi ne viene arricchita in chiave, oserei dire, più matura, nonostante l'uso non indifferente di elementi fantastici.

Reputo "Nagi Asukara" uno dei migliori prodotti delle ultime stagioni dell'animazione nipponica, a testimonianza, nonostante i dubbi seminati da molti, che quest'industria è ben lungi dall'aver esaurito la sua carica propulsiva e innovativa.





_Protector_
Per l'anime Nagi no Asukara
Serie TV di genere Scolastico / Fantasy / Fantastico / Slice of Life / Sentimentale / Drammatico
Episodi Visti: 26 su 26 --- Voto: 9

Ho trovato la storia molto interessante, nonostante la cosa di base (due popoli simili che vivono divisi e disprezzandosi) sia stata già usata altre volte in altre opere. I disegni sono molto armoniosi, specie le ambientazioni subacquee, veramente fantastiche: pur essendo frutto della fantasia, mi facevano pensare che delle città subacquee potessero essere davvero così.
Le musiche all'interno dell'anime sono una più bella dell'altra, molto azzeccate con le scene, stupende anche opening ed ending.

Inizialmente ho temuto seriamente che fosse una copia di "Shinsekai Yori", del quale non mi era piaciuto assolutamente il fatto che tutti amassero tutti per motivi futili. Fortunatamente "Nagi no Asukara" non segue quella strada e mostra sentimenti di amicizia e di amore innocenti. I sentimenti provati dai personaggi sono ben rappresentati (paura di perdere le persone che si amano, paura di non essere accettati, gelosia, amore, orgoglio, tutti espressi veramente bene) e più volte mi è capitato di pensare: "Se fossi stato io al suo posto avrei reagito allo stesso modo". Mi immedesimavo talmente bene nella storia da sentire sulla mia pelle quello che potevano provare i protagonisti, questo grazie all'ottima caratterizzazione di ciascun personaggio.
Non mi capitava più da molto tempo di finire di andare a dormire a orari improponibili, perché appena finivo un episodio non riuscivo ad aspettare il giorno dopo per sapere come continuava e mi arrendevo solo quando il sonno prendeva il sopravvento. Un anime di questo genere, capace di trasmettere queste emozioni, capace di farti bramare l'episodio successivo, non può essere che un capolavoro. Veramente un ottimo anime.
Ho apprezzato moltissimo che non l'abbiano riempito di quell'inutile fanservice che ormai si vede in ogni anime, perché la forza della trama e dei personaggi era tale da non avere bisogno di appoggi di alcun tipo per essere apprezzato. Consigliatissimo!

Spoiler L'unico appunto che posso fare è che nel finale speravo nel tanto agognato bacio. Spoiler





Haru glory
Per l'anime Nagi no Asukara
Serie TV di genere Scolastico / Fantasy / Fantastico / Slice of Life / Sentimentale / Drammatico
Episodi Visti: 26 su 26 --- Voto: 9

Ottimo periodo per P.A. Works, dopo alcune serie poco azzeccate negli scorsi anni, come ad esempio "Another" e "RDG: Red Data Girl", nell'estate 2013 anima il riuscitissimo "Uchōten Kazoku", opera che a mio parere ottiene il titolo di miglior produzione dello studio dai tempi di "Angel Beats", titolo che però sarà destinato a durare poco poiché nella stagione successiva gli viene sottratto da una serie ancor più fantastica, dopo questo prologo posso finalmente cominciare ad analizzare Nagi no Asukara. Si tratta di una serie di 26 episodi a soggetto originale, che con pochi semplici ingredienti riesce a far breccia nelle emozioni di chiunque la guardi, tra le sue armi principali c'è una qualità grafica impressionante, un time-skip tra i meglio riusciti che la storia dell'animazione ricordi, un character design azzeccatissimo ed infine una valangata di moe sufficiente a far impallidire "K-on".
Senza dilungarmi troppo sulla trama, questo anime è la storia di un gruppo di ragazzi che vive in un villaggio marino (sirenetta style) alle prese con i propri sentimenti e complesse storie d'amore, ancor più ostacolate da differenze etniche e pregiudizi. I protagonisti sono generalmente validi, in particolare mi hanno colpito: Hikari, ben caratterizzato e con un comportamento coerente per tutta la trama; Chisaki senza dubbio miglior personaggio femminile; Miuna, dolcissima e determinata, Tsumugu forse non sarà il più carismatico delle storia ma ha un suo perché. Un po' sottotono il resto del cast, ad esempio da Manaka era lecito aspettarsi di meglio, Kaname è ridicolo e talvolta persino posticcio, e Sayu per quanto carina non riesce ad essere concreta quanto dovrebbe.
Merita una appunto la somiglianza con le opere di Makoto Shinkai, su diversi fronti, prima di tutto le tematiche trattate sono sempre i rapporti tra innamorati rapportati al tempo e allo spazio, inoltre lo stile grafico con fondali panoramici mozzafiato e a dir poco poetici è piuttosto simile.
Davvero un ottima serie, con uno sviluppo narrativo ben programmato ed un finale come si deve, imperdibile per chiunque ami le storie toccanti e le ambientazioni marittime, ma che potenzialmente può piacere a chiunque, astenersi solo se allergici al moe.




Se ti piace questo anime ti consigliamo di guardare
8 sugg: Shinsekai Yori - From the new World
3 sugg: Kokoro Connect
3 sugg: Sakurasou no Pet na Kanojo
2 sugg: Kanon (2006)
2 sugg: Clannad
2 sugg: Nisekoi
2 sugg: Angel Beats!
2 sugg: AnoHana - Ancora non conosciamo il nome del fiore che abbiamo visto quel giorno
2 sugg: Suisei no Gargantia
1 sugg: A un passo da te
1 sugg: Sankarea
1 sugg: Tari Tari
1 sugg: Golden Time
1 sugg: Air - TV
1 sugg: Zero no Tsukaima F
1 sugg: Zero no Tsukaima - Princess no Rondo
1 sugg: Zero no Tsukaima - Futatsuki no Kishi
1 sugg: Zero no Tsukaima
1 sugg: Chuunibyou demo Koi ga Shitai!
1 sugg: Lovely Complex
1 sugg: Toradora!
1 sugg: Kokoro Connect - Michi Random
1 sugg: Kyoukai no Kanata
1 sugg: Bokura ga Ita
1 sugg: Kimi ga Nozomu Eien
1 sugg: 07-Ghost
1 sugg: Nadia - Il mistero della pietra azzurra
1 sugg: Hanasaku iroha
1 sugg: Eureka Seven

Anime collegati: Nagi no Asukara
Serie TV: Nagi no Asukara

Manga collegati: Nagi no Asukara
in corso: Nagi no Asukara

Se hai dei suggerimenti e vuoi esprimerli, ti chiediamo di registrarti e utilizzare la tua Lista Anime.
Grazie :-)
Elenco degli episodi
Ep 01:
Tra il mare e la terra
24"
Visualizza episodi fansubbati
82 Episodio promosso 11 Episodio rimandato 4 Episodio bocciato
Ep 02:
Una fredda membrana
24"
Visualizza episodi fansubbati
61 Episodio promosso 2 Episodio rimandato 2 Episodio bocciato
Ep 03:
La tradizione del mare
24"
Visualizza episodi fansubbati
56 Episodio promosso 3 Episodio rimandato 1 Episodio bocciato
Ep 04:
Perché siamo amici
24"
Visualizza episodi fansubbati
43 Episodio promosso 5 Episodio rimandato 2 Episodio bocciato
Ep 05:
Ascolta, nudibranco
24"
Visualizza episodi fansubbati
43 Episodio promosso 3 Episodio rimandato 3 Episodio bocciato
Ep 06:
Oltre il vortice solare
24"
Visualizza episodi fansubbati
38 Episodio promosso 9 Episodio rimandato 3 Episodio bocciato
Ep 07:
La cerimonia delle barche è a rischio
24"
Visualizza episodi fansubbati
41 Episodio promosso 1 Episodio rimandato 2 Episodio bocciato
Ep 08:
Oltre i sentimenti incerti
24"
Visualizza episodi fansubbati
38 Episodio promosso 5 Episodio rimandato 1 Episodio bocciato
Ep 09:
Calore sconosciuto
24"
Visualizza episodi fansubbati
40 Episodio promosso 2 Episodio rimandato 2 Episodio bocciato
Ep 10:
La neve calda continua a cadere
24"
Visualizza episodi fansubbati
36 Episodio promosso 5 Episodio rimandato 1 Episodio bocciato
Ep 11:
Tempi che cambiano
24"
Visualizza episodi fansubbati
35 Episodio promosso 5 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 12:
Voglio essere gentile
24"
Visualizza episodi fansubbati
43 Episodio promosso 1 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 13:
Dita irraggiungibili
24"
Visualizza episodi fansubbati
44 Episodio promosso 2 Episodio rimandato 2 Episodio bocciato
Ep 14:
Il giorno della promessa
24"
Visualizza episodi fansubbati
54 Episodio promosso 1 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 15:
Il protettore dei sorrisi
24"
Visualizza episodi fansubbati
52 Episodio promosso 1 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 16:
I sussurri delle onde lontane
24"
Visualizza episodi fansubbati
46 Episodio promosso 4 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 17:
Il duo di malate
24"
Visualizza episodi fansubbati
41 Episodio promosso 4 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 18:
Shioshishio
24"
Visualizza episodi fansubbati
42 Episodio promosso 3 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 19:
La sperdutella perduta...
24"
Visualizza episodi fansubbati
32 Episodio promosso 11 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 20:
La bella addormentata
24"
Visualizza episodi fansubbati
34 Episodio promosso 11 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 21:
Il messagero dal fondale
24"
Visualizza episodi fansubbati
34 Episodio promosso 10 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 22:
Ciò che è andato perduto
24"
Visualizza episodi fansubbati
42 Episodio promosso 3 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 23:
A chi appartengono questi sentimenti?
24"
Visualizza episodi fansubbati
36 Episodio promosso 7 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 24:
Detriti
24"
Visualizza episodi fansubbati
37 Episodio promosso 5 Episodio rimandato 1 Episodio bocciato
Ep 25:
L'amore assomiglia al mare
24"
Visualizza episodi fansubbati
36 Episodio promosso 10 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 26:
Il colore del mare. Il colore della terra. Il colore del vento. Il colore del cuore. Il tuo colore. ~Earth color of a calm~
24"
Visualizza episodi fansubbati
42 Episodio promosso 7 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato

Manca un episodio?
Aggiorna il numero di episodi correggendo questa scheda,
poi verificheremo e lo aggiungeremo quanto prima possibile.
Staff
Animazioni: P.A. Works
Regista: Toshiya Shinohara
Character design: Yuriko Ishii
Character design: Buriki
Sceneggiatura: Mari Okada
Chief Animation Director: Yuriko Ishii
Direttore della fotografia: Yukiyo Kajiwara
Direttore artistico: Kazuki Higashiji
Effetti 3D: Yōhei Hirata
Produzione del suono: Magic Capsule
Direttore del suono: Jin Aketagawa
Produzione musiche: Geneon Universal Entertainment Japan
Produzione: Animax
Produzione: ASCII Media Works
Produzione: Showgate
Produzione: Rondo Robe
Opening (lull ~Soshite Bokura wa~): Ray
Ending (Aqua Terrarium): Nagi Yanagi
Personaggi
Manaka Mukaido
Manaka Mukaido
Kana Hanazawa
(Doppiatore originale)
Hikari Sakishima
Hikari Sakishima
Natsuki Hanae
(Doppiatore originale)
Chisaki Hiradaira
Chisaki Hiradaira
Ai Kayano
(Doppiatore originale)
Kaname Isaki
Kaname Isaki
Ryota Oosaka
(Doppiatore originale)
Tsumugu Kihara
Tsumugu Kihara
Kaito Ishikawa
(Doppiatore originale)
Isamu Kihara
Isamu Kihara
Motomu Kiyokawa
(Doppiatore originale)
Tomoru Sakishima
Tomoru Sakishima
Masuo Amada
(Doppiatore originale)
Akari Sakishima
Akari Sakishima
Kaori Nazuka
(Doppiatore originale)
Itaru Shiodome
Itaru Shiodome
Junji Majima
(Doppiatore originale)
Miuna Shiodome
Miuna Shiodome
Mikako Komatsu
(Doppiatore originale)
Sayu Hisanuma
Sayu Hisanuma
Kaori Ishihara
(Doppiatore originale)
Uroko-sama
Uroko-sama
Kōsuke Toriumi
(Doppiatore originale)
Tannin no Sensei
Tannin no Sensei
Hironori Saito
(Doppiatore originale)
Jun Sayama
Jun Sayama
Yoshitsugu Matsuoka
(Doppiatore originale)
Takashi Egawa
Takashi Egawa
Kengo Kawanishi
(Doppiatore originale)
Titolo ExtraPrezzoCasa editrice
Motore di ricerca interno al sito.
Cerca nel sito:
 
Non riusciamo a capire chi sei!
Inserisci i tuoi dati di accesso:



Non sei registrato?

Registrati!








Ricordati di me


Le schede Anime e Manga di AnimeClick.it.
Visita le seguenti schede Anime e Manga:

Forum Lista Anime Flash News

Sito Partners