Advertisement

www.AnimeClick.it
Informazione su anime, manga e fansub
Facebook YouTube Twitter Instagram Tumblr RSS Notizie RSS Fansub Translate in English
CSS Drop Down Menu by PureCSSMenu.com

Strike the Blood
Locandina Strike the Blood



Titolo Originale: Strike the Blood
Titolo Inglese: Strike the Blood
Formato: Serie TV
Anno: 2013
Episodi: 24
Disponibilità: Fansub
Valutazione: 6,333 (media 6,000, basata su 8 recensioni)
Opinioni episodi: 289 Episodi promossi 106 Episodi rimandati 19 Episodi bocciati
Genere: Azione, Scolastico, Fantasy, Soprannaturale, Superpoteri, Ecchi, Demoni, Harem, Sentimentale
Siti Consigliati: Anidb
Nazionalità: Giappone
Lista Anime: Per utilizzare la lista anime devi registrati.
Nelle liste come: 75 in visione, 219 completato, 10 in pausa, 34 sospeso, 140 da vedere.
Tags: Strike the Blood
Immagini: 28 (Gallery) (by Melany)

Questa scheda ha errori? Aiutaci a correggerli.

Il fantasy d’azione, ad ambientazione scolastica, si incentra su Kojou Akatsuki, il vampiro più potente al mondo, la sua esistenza sembrava più legata ad antiche leggende, che alla realtà. Il protagonista se la dovrà vedere con Yukina Hiramegi, la ragazza ha il compito di vigilare sull’eventuale comparsa di vampiri, e se necessario, deve dare loro la caccia, fino ad eliminarli.

Per favore spendete 5 minuti per darci una mano, se siete registrati potrete anche guadagnare dai 3 ai 10 punti utente. Le recensioni sono moderate, leggete il vademecum del recensore per non rischiare di vedervela disattivata. Mi raccomando, leggetelo ;-)

Utente:     Episodi Visti:     Voto:

Recensione (almeno 500 caratteri):

E-Mail (facoltativo):
L'E-Mail non sarà pubblicato, serve solo per contattarvi.

Inserisci il testo nell'immagine:
Strike the Blood 6,333 out of 10 based on 8 ratings. 8 user reviews.

Screenshot 1 di Strike the Blood
Screenshot 2 di Strike the Blood
Screenshot 3 di Strike the Blood
Screenshot 4 di Strike the Blood
Screenshot 5 di Strike the Blood
Screenshot 6 di Strike the Blood
Screenshot 7 di Strike the Blood
Screenshot 8 di Strike the Blood
Screenshot 9 di Strike the Blood
Screenshot 10 di Strike the Blood
Screenshot 11 di Strike the Blood
Screenshot 12 di Strike the Blood
Screenshot 13 di Strike the Blood
Screenshot 14 di Strike the Blood
Screenshot 15 di Strike the Blood
Screenshot 16 di Strike the Blood
Screenshot 17 di Strike the Blood
Screenshot 18 di Strike the Blood
Screenshot 19 di Strike the Blood
Screenshot 20 di Strike the Blood
Screenshot 21 di Strike the Blood
Screenshot 22 di Strike the Blood
Screenshot 23 di Strike the Blood
Screenshot 24 di Strike the Blood
Screenshot 25 di Strike the Blood
Screenshot 26 di Strike the Blood
Screenshot 27 di Strike the Blood
Screenshot 28 di Strike the Blood

LaMelina
Per l'anime Strike the Blood
Serie TV di genere Azione / Scolastico / Fantasy / Soprannaturale / Superpoteri / Ecchi / Demoni / Harem / Sentimentale
Episodi Visti: 24 su 24 --- Voto: 5

Travolto dal destino e dalla sete di sangue che contraddistingue la sua specie, il vampiro più forte al mondo, ricordato dalle leggende come il Quarto Progenitore, si ritrova coinvolto in disastri di natura sempre diversa che colpiscono l'isola Itogami, altrimenti conosciuta come il Distretto Demoniaco. Akatsuki Kojou, questo il nome del discendente di Dracula protagonista di Strike The Blood, possiede un potere talmente immane da richiedere da parte dell'associazione del Re Leone, un ente impegnato nella difesa della pace tra uomini e demoni, una speciale supervisione. E' così che nella vita del vampiro piomba Himeragi Yukina con la sua arma Sekkarou, una sciamana in gamba che ha il compito di osservare, controllare e, in caso di pericolo, ammazzare il succhiasangue che le è stato affidato in custodia.

La narrazione parte da questo plot di base per articolarsi, man mano che si procede con i ventiquattro episodi, in archi narrativi a sé stanti. Ogni tot di puntate cambia il nemico (streghe, alchimisti, omuncoli, ecc.), Kojou attinge al suo harem come riserva di sangue, rilascia un nuovo famiglio e sconfigge l'avversario, dimostrando di essere realmente il vampiro più forte del mondo. Non tutte le saghe sono riuscite, in particolare le due finali sembrano frettolose e meno articolate rispetto alle prime; inoltre molte conclusioni appaiono scontate. L'anime ha un'ottima mescolanza d'azione, fantasy e romanticismo, supportata da un chara design pulito, accattivante e scene di combattimento ben realizzate. Il problema di fondo è l'eccessivo fanservice, che se da un lato cattura il pubblico maschile, dall'altro allontana le ragazze attratte dalla trama e dal chara. Qualcuno deve ancora spiegarmi com'è che tutte ronzano vicino a quel buono a nulla di Kojou, nemmeno fossero falene intorno a un lampione! E nel mentre si spogliano, lo baciano, cercano di sedurlo, di offrirgli il loro sangue, di imbastire una threesome con lui, di piazzargli il seno addosso o di coinvolgerlo in situazioni piccanti al limite del reale!

I personaggi di Strike The Blood sono privi di spessore, a partire dalla coppia di protagonisti: se da un lato abbiamo Kojou, un vampiro che alla minima mutanda perde sangue dal naso, che ha bisogno che gli venga spiegato più volte com'è che si combatte o cos'è che deve fare, e che ricalca lo stereotipo dell'eroe figo che non capisce un tubo di quello che gli capita intorno e nemmeno si accorge di fare strage di cuori; dall'altro non andiamo meglio, perché Yukina è l'apoteosi dell'indecenza, una ragazza che la dignità non sa nemmeno dov'è di casa e che dietro finti rossori, incavolature da tsundere e qualche "Hentai!", pensa di cavarsela e uscirsene pulita da un'immagine che la vede completamente in balia dell'uomo, sottomessa al ruolo di donatrice di sangue, 'sputtanando' tutto il buon senso che una donna dovrebbe avere quando si rapporta a un "animale". Nonostante dovesse aiutare Kojou a gestire il suo potere limitandolo, Yukina non fa altro che innescare il rilascio di quasi tutti i famigli, che sono l'espressione della forza di un vampiro, scoprendo il collo e lasciando che il suo caro Akatsuki senpai succhi il sangue necessario alla stipulazione di un contratto con uno spirito. Praticamente fa l'opposto di quello che le era stato richiesto, mandando a quel paese l'intera strategia di contenimento!
Gli unici personaggi che si salvano sono Natsuki, la strega professoressa che prende per il naso Kojou, e Asagi, l'unica donna in tutto l'anime che riesce ad essere femminile e non volgare, romantica e non prostituta, intraprendente, affidabile, gentile - me la sarei sposata subito! Ovviamente chi sceglierà Kojou si capisce fin dalla prima puntata, quindi il mio tifare per la coppia non canonica è stato l'ennesimo errore con questa serie, perché mi ha procurato ancor più nervoso. Molti personaggi secondari, poi, non si capisce nemmeno perché sono o dove sono, dato che non ci viene spiegato precisamente il loro ruolo, da dove provengono, chi servono, cosa ci fanno lì.

Nella stagione autunnale 2013 mi sono lasciata abbindolare da un bel po' di anime, attratta dal chara design pulito e dal misto di fantasy e azione che mi offrivano: Strike The Blood rientra pienamente in quelle serie che la prossima volta dovrò evitare! D'altronde per me resta ancora un mistero com'è che sono riuscita a tirare avanti per ventiquattro episodi senza decidere di darmi all'altro sesso o chiuderla prima della fine con un anime che non mi stava trasmettendo nulla, se non rabbia. Essendo indirizzato prettamente al genere maschile, con un'enorme dose di fanservice e una trama che ricalca le linee classiche degli harem, in certi momenti ho trovato la visione soffocante, e più di una volta ho pensato di dropparlo, mandando a quel paese il mio principio del "non droppo mai". Nonostante ciò, non nego mi siano piaciuti la struttura per archi narrativi, il chara design, l'OST, il buon mix di combattimenti, slice of life, elemento magico e mistery fusi insieme, e il fatto che l'anime in sé ricalca bene quelli che sono i canoni del suo genere, presentandosi come un buon esempio nella sua categoria. E' per questo motivo che non lo boccio del tutto, ma lo rimando con un 5. Poiché il finale ha lasciato più o meno intendere un possibile continuo, non sono convinta guarderò una seconda serie se mai ci sarà. Non penso infatti ci possano essere margini di miglioramento, o significherà snaturare un anime che nel suo genere ci sguazza beato.




Filtra con voto 1Filtra con voto 2
Filtra con voto 3Filtra con voto 4
Filtra con voto 5Filtra con voto 6
Filtra con voto 7Filtra con voto 8
Filtra con voto 9Filtra con voto 10


Giuseppes93
Per l'anime Strike the Blood
Serie TV di genere Azione / Scolastico / Fantasy / Soprannaturale / Superpoteri / Ecchi / Demoni / Harem / Sentimentale
Episodi Visti: 12 su 24 --- Voto: 2

"Strike the Blood" è un anime del 2013 di ventiquattro episodi, realizzato dagli studi Silver Link e Connect.
Premetto che sono solito realizzare una recensione solamente a visione ultimata di un anime, tuttavia, dopo aver visto fino al dodicesimo episodio dell'anime, alla notizia che sarebbe durato ben ventiquattro episodi, ho rischiato veramente l'infarto. Non ce l'ho fatta. Mi sono arreso.

Da dove iniziare? Dalla "trama"?
L'anime è ambientato in una realtà alternativa (anche se con numerosi rimandi al mondo reale) e in particolare su un'isola di nome Itogami, in cui coesistono uomini e creature demoniache varie. Il protagonista è un ragazzo di nome Akatsuki Kojou, il quale si scoprirà essere il più potente vampiro del mondo, conosciuto anche come "Quarto Progenitore". Presto incontrerà una ragazza di nome Yukina Himeragi, una "sciamana spadaccina" facente parte di una Organizzazione con il compito di tenere sotto controllo il nostro pericoloso uomo.
La storia è narrata in più capitoli, ognuno costituito da quattro-cinque episodi, che vedono in genere i nostri eroi combattere contro il cattivo di turno. Questa struttura narrativa di certo non giova alla comprensione della trama e a un suo normale sviluppo, dato che quattro-cinque episodi non sono di certo sufficienti (o comunque in questo caso non lo sono) a inquadrare e descrivere dignitosamente i vari antagonisti e la storia alla base del dato capitolo. Per ognuno di essi, peraltro, l'esito è scontato: Kojou, come si è detto, è un vampiro immortale, quindi qualsiasi nemico non potrà nulla contro di lui, e, nella maggior parte dei casi, non dovrà neanche combattere, dato che ci penserà la fidata Yukina a sconfiggere i cattivoni per lui.

Ma passi anche uno sviluppo assurdo della trama, ciò che più ha creato disgusto nel sottoscritto in quest'anime sono i personaggi: tutte le ragazze che il nostro protagonista incontrerà, infatti, inizialmente lo odieranno a morte o addirittura cercheranno di ucciderlo, ma puntualmente tutte (e dico tutte) finiranno ai suoi piedi in un crescendo di fanservice e cattivo gusto veramente insopportabile.

Il lato tecnico è nella norma, e il solo fattore che salvo della serie sono le sigle di apertura e chiusura, che però, capite bene, non costituiscono una valida motivazione per giustificare la visione di un anime.

Sconsiglio quindi caldamente la visione a chiunque si professi amante degli anime: questa qui è un'opera veramente indegna di essere guardata da chicchessia, e mi auguro io stesso di dimenticarla in fretta.





Rygar
Per l'anime Strike the Blood
Serie TV di genere Azione / Scolastico / Fantasy / Soprannaturale / Superpoteri / Ecchi / Demoni / Harem / Sentimentale
Episodi Visti: 24 su 24 --- Voto: 9

Con ogni probabilità, "Strike the Blood" è una delle serie che ho maggiormente apprezzato nell'ottima stagione autunnale 2013. Una serie che mi ha stupito positivamente per la notevole mole d'azione, per i combattimenti splendidamente realizzati e per la mole di rivelazioni ed evoluzioni nella trama che hanno saputo mantenere alto il mio interesse.

"Strike the Blood" è una serie della stagione autunnale 2013 composta da ventiquattro episodi di durata canonica. L'opera trae origine dall'omonima light novel del 2011, la quale ha dato origine a un manga nel 2012.

Trama: si narra che il più potente tra i vampiri detenga il titolo di "Quarto Progenitore", un individuo tale da dominare ben dodici famigli e possedere poteri tali da scatenare devastazione e calamità naturali. Il Quarto Progenitore si manifesta in Giappone, precisamente nell'isola artificiale di Itogami, luogo creato apposta per gestire le varie creature non umane in relativa pace e armonia. Tale isola è alimentata da una potente forma di energia magica. Il Quarto Progenitore altri non è che Kojō Akatsuki, un apparentemente normale studente liceale, il quale rischia di perdere la ragione alla vista del sangue (e di altre situazioni stimolanti, come il collo nudo di una ragazza). Il ragazzo non sa in che modo ha ottenuto il titolo di Quarto Progenitore, poiché ogni volta che tenta di ricordare l'accaduto è colpito da violenti attacchi di emicrania. Affinché il Quarto Progenitore non si scateni e rechi devastazione, l'Organizzazione del Re Leone invia una sciamana guerriera, Yukino Himeragi, col ruolo d'osservatrice. Yukino possiede Sekkarō, un'arma in grado di poter contrastare i poteri vampireschi di Kojō. Da questo punto avrà inizio una serie di eventi tali da risvegliare gradualmente i poteri del Quarto Progenitore e coinvolgere gli altri abitanti dell'isola (e non solo).

Grafica: dovendo trovare un difetto in questa serie, lo sottolineerei sul comparto grafico. Le ambientazioni non sono molto varie (poiché quasi tutta la serie è ambientata nell'isola artificiale di Itogami), tuttavia sono realizzate ottimamente, con una grande attenzione per il dettaglio. Eccelse le animazioni, dotate di rapidità e una grande fluidità, le quali massimizzano ed esaltano ogni scena d'azione. Bellissimo il character design, il quale riceve notevoli opere di cosmesi rispetto al manga e alle illustrazioni presenti nella light novel. Ottimo il monster design. Il difetto grafico risiede nel fatto che spesso vi è una sfocatura globale, la quale separa le linee, i profili, le ombreggiature; gli stessi colori paiono distaccati dal loro contesto naturale, creando uno sgradevole effetto di bassa risoluzione. Ignoro se tale effetto sia voluto o se sia dovuto a limitazioni grafiche, tuttavia attendo il Blu-ray per accertarmi di tale difetto.

Sonoro: davvero splendido. Forse si è investito di più sul comparto sonoro che su quello grafico. Le opening sono un concentrato energico di dinamismo, splendidi gli arrangiamenti. Le ending tendono a essere più dolci, ma ugualmente ben realizzate. Le OST sono magnifiche, ed enfatizzano splendidamente le varie scene d'azione, così come le parti più dolci e delicate della serie. Ottimi gli effetti sonori. Doppiaggio pressoché perfetto.

Personaggi: ottimi e ben fatti. Ottima la loro caratterizzazione, approfondito e ben sviluppato il fattore introspettivo (nonostante sia una serie d'azione); è presente anche un buon fattore evolutivo di ciascun personaggio (sia in termini di maturazione individuale, sia in termini di abilità nel combattimento), l'interazione non può che essere eccellente.

Sceneggiatura: "Strike the Blood" presenta una struttura composita, costituita da una serie di archi narrativi che nascono e si concludono all'interno della serie. In tal modo si massimizza la fruibilità e la chiarezza narrativa, così da focalizzare maggiormente l'attenzione dello spettatore su ciascuna saga piuttosto che su una visione globale dell'opera. La gestione temporale risulta lineare e progressiva, in un crescendo di avvenimenti e saghe. Ciascun episodio sembra ripercorrere uno schema narrativo ricorrente. La prima parte è dedicata alla componente di vita quotidiana/sentimentale/scolastica con alcuni elementi ecchi. Terminata tale parte (solitamente breve) ci si fionda sull'elemento scatenante delle scene d'azione e dei combattimenti. Il ritmo s'attesta su livelli medio/veloci. Sono presenti rari flashback e flashforward. Le scene di azione sono abbondanti, così come sono presenti diversi combattimenti in cui non manca la violenza e la morte, mai inappropriate e gratuite. È presente un discreto quantitativo di fanservice (mai esagerato o fastidioso). I dialoghi s'attestano su ottimi livelli.

Finale: occorre spendere qualche parola sugli ultimi due archi narrativi (composti rispettivamente da tre e due episodi), i quali sono più brevi rispetto agli archi narrativi precedenti (solitamente composti da quattro episodi ciascuno). Ciò dà un senso di "compressione" rispetto ai ritmi leggermente più distesi delle saghe precedenti, ragion per cui avvengono molti più fatti rispetto al solito e tutto pare più frenetico. Non che questo sia un male di per sé, tuttavia è percepibile una differenza di gestione degli avvenimenti, e questo può non piacere. In ogni caso la conclusione dell'ultimo arco narrativo è molto bella, in particolar modo ciò che accade dopo l'ending sembra preannunciare importanti sviluppi per un'eventuale seconda serie.

In sintesi, "Strike the Blood" è un più che degno rappresentante dell'ottima stagione autunnale 2013. Un'opera fresca, intrigante, coinvolgente, piacevolissima e dal notevole quantitativo di azione e colpi di scena che sa cogliere l'attenzione dello spettatore e la sa mantenere alta fino alla fine, offrendo azione e dinamismo. Mi sarebbe piaciuto un formato da ventisei episodi (così da approfondire meglio gli ultimi due archi narrativi), tuttavia non è possibile incolpare la serie per questo. Confido in una seconda stagione. Consigliata a chiunque ami le serie d'azione con combattimenti d'alto livello e non si scandalizza per la presenza di elementi di natura ecchi.





Andrylodra
Per l'anime Strike the Blood
Serie TV di genere Azione / Scolastico / Fantasy / Soprannaturale / Superpoteri / Ecchi / Demoni / Harem / Sentimentale
Episodi Visti: 12 su 24 --- Voto: 10

Personalmente, adoro quest'anime. Non capisco sinceramente perché le recensioni che trovo spesso su questo genere di anime, l'ecchi, siano sempre troppo negative. A mio parere, nonostante il genere in sé non sia molto apprezzato dalla massa, ogni volta che vedo questo tipo di anime mi diverto sia per la storia, sia anche per le situazioni assurde in cui si trovano i personaggi. Ecco perché vorrei invitare a non fare una recensione di parte a questo tipo di anime: prima di guardare un anime, bisognerebbe prima di tutto sapere di che genere è, e se lo apprezziamo o lo odiamo. Non si può semplicemente rovinare il giudizio di quest'anime poiché c'è solo fanservice: il genere è ecchi, non mira affatto a dare un senso serio o una spiegazione profonda, mira a far divertire il pubblico.

Tornando all'anime, il protagonista, Koujo, normale liceale che vive su un'isola adatta alla vita coi demoni, diviene il Quarto Progenitore, il vampiro più potente su tutta la Terra. In un mondo ormai abituato alla coesistenza coi demoni, il nostro eroe dovrà proteggere quest'isola dalle irruzioni di vari nemici affiancato da Yukina, una sciamana guerriera incaricata di sorvegliarlo.

I personaggi sono molto ben curati sia nel dettaglio che nella mentalità: come ogni anime del genere, il protagonista è circondato da ragazze che, prima nemiche, finiranno poi per innamorarsi o comunque affezionarsi al protagonista. Forse l'unica pecca è il numero elevato di ragazze che si verrà a creare, dato che Koujo possiede quattordici famigli e, per risvegliarli, serve una ragazza diversa per ognuno.
La grafica è molto ben fatta e moderna, ricca di dettagli, niente da dire.

Concludendo, consiglio vivamente l'anime agli amanti del genere, in quanto è molto bello e prende davvero tanto, se lo si sa apprezzare.





Eversor
Per l'anime Strike the Blood
Serie TV di genere Azione / Scolastico / Fantasy / Soprannaturale / Superpoteri / Ecchi / Demoni / Harem / Sentimentale
Episodi Visti: 24 su 24 --- Voto: 8

Anime del 2013, realizzato da Gakuto Mikumo (lo stesso di "Asura Cryin' "), racchiude in sé le caratteristiche di un fantasy, di un'opera harem/scolastico/soprannaturale/azione/ecchi... insomma, una sorta di antologia, in cui i vari stili trovano una fusione neanche tanto mal riuscita.
Tutto ruota attorno a Kojou Akatsuki, vampiro e successore del Quarto Progenitore, nonché timido ragazzo delle superiori che tutto desiderava fuorché essere coinvolto in strane vicende sovrannaturali. Già nel primo episodio incontrerà Yukina Himeragi, inviata in città per ucciderlo, ma ben presto troppo emotivamente coinvolta per continuare la sua missione. Rimarrà comunque vicino a Kojou, ma per "analizzarlo" e "tenerlo d'occhio", non certo per danneggiarlo fisicamente.
Interessante notare come nelle varie mini-saghe (circa tre quarti di ognuno degli episodi) il giovane vampiro si troverà ad affrontare difficoltà sempre nuove a fianco di giovani fanciulle dagli strani poteri e tutte sentimentalmente legate a Kojou. Quest'ultimo non solo sfrutterà il loro aiuto, ma, grazie al suo potere (succhiando il sangue delle ragazze è in grado di liberare potentissimi famigli), sarà in grado di superare nemici sempre nuovi.

Non mi dilungo ora nel narrare tutte le vicende, non solo per le pagine e pagine che dovrei scrivere nel compiere tale impresa, ma anche per risparmiarvi possibili colpi di scena e così permettervi di gustare al meglio un anime che, nonostante i forti caratteri harem, non delude nemmeno per le scene di combattimento. Ovviamente quest'ultimo elemento deve essere preso in considerazione nel corso della mia valutazione: molti potrebbero non apprezzare l'eccessivo numero di ragazze che gira intorno a Kojou, ma questo fa parte di ogni commedia harem che si rispetti. Così come non si può criticare una tragedia teatrale per la fine triste e drammatica, così, nell'analizzare tal genere di commedie, bisogna tenere in considerazione la possibile presenza di doppi sensi e via dicendo.
Tralasciando, dunque, questo possibile elemento di dibattito, mi concentrerei maggiormente sulla caratterizzazione dei vari personaggi. Questi, pur mantenendo la struttura della categoria "harem", non risultano affatto "piatti", in quanto mostrano una propria personalità e delle motivazioni abbastanza sensate alla base delle loro azioni.

La grafica è di ottima qualità (anche se, in effetti, peggiora lievemente nel corso delle puntate) e ho apprezzato decisamente l'opening e l'ending. Ovviamente "l'abito non fa il monaco", ma i disegni chiari, dai colori limpidi, costituiscono una caratteristica non trascurabile nella valutazione finale.
Mi son dimenticato di dirlo prima, ma il finale (senza spoiler), che rimane aperto per una possibile seconda serie, fa aumentare di un buon punto il mio giudizio. Le ultime puntate risultano leggermente accelerate rispetto l'andamento generale del resto dell'anime, ma ciò viene compensato dal colpo di scena che lascia letteralmente basiti e con il desiderio fortissimo, quasi fosse una crisi d'astinenza, di conoscere come andranno a finire le avventure di Kojou Akatsuki e Yukina Himeragi.

In conclusione consiglio vivamente a tutti la visione di "Strike the Blood", non solo per le scene d'azione, certamente appassionanti e coinvolgenti, ma anche per i numerosi momenti di divertimento e svago, che i protagonisti dell'anime vivranno nel corso delle loro giornate. Personalmente apprezzo quando si cerca di unire la normale vita scolastica al mistero e alla magia. Anche gli eroi, se di giovane età, vanno a scuola, e questa non è che l'altra faccia della moneta (solitamente è quella che fa più ridere).

Voto finale: 8





ShadowNight
Per l'anime Strike the Blood
Serie TV di genere Azione / Scolastico / Fantasy / Soprannaturale / Superpoteri / Ecchi / Demoni / Harem / Sentimentale
Episodi Visti: 24 su 24 --- Voto: 3

"Strike the Blood" è una serie della stagione autunnale 2013 composta da ventiquattro episodi.

Innanzitutto prendiamo in considerazione i personaggi: Kojo è un vampiro, il quarto progenitore che è diventato immortale con poteri illimitati, così - questa parola è quella che caratterizza la storia nel modo migliore, perché non ci viene detto niente ma niente su come acquisisce questi poteri, avremo solo una parte dedicata. Yukina forse è il personaggio meglio caratterizzato, con più sfaccettature (e ne ha poche) della serie, è una sciamano guerriera che dovrebbe eliminare il vampiro se diventasse pericoloso, ma sorprendentemente è una ragazza con traumi infantili e il vampiro fa breccia nel suo cuore più velocemente del tempo che serve per andare in bagno. Le altre ragazze della storia di cui il nostro protagonista è accerchiato sono tutte piatte come il seno di Natsuki-chan; pensavo che Asagi fosse diversa, ma anche lei si rivelerà una ragazza super-iper intelligente che si innamora del cretino del protagonista di turno.

La grafica diventerà peggiore ogni episodio che passa, le uniche parti in cui il viso di una persona non avrà un occhio più in alto dell'altro sarà quando si farà qualcosa di ecchi... beh, allora il massimo dell'impegno, perché questo anime non parla di un vampiro che protegge la sua città, ma di un vampiro che va a caccia di ragazze facili.

I combattimenti durano meno di una frazione di secondo e si passa dalla parte in cui sta perdendo alla parte in cui insulta i nemici o li chiama vecchi. Come riuscirà mai a vincere? Facendo cose sconce ovviamente. Non ho niente contro l'ecchi, ma per me va bene solo una scenetta ogni dieci o sette minuti, giusto per riattivare l'attenzione di noi maschi, ma non tutto l'episodio.

In sostanza, se volete un anime pieno di combattimenti appassionanti con villain ben caratterizzati come quelli di "Naruto" (l'unica cosa buona di "Naruto") allora guardatevi qualcos'altro, se invece volete un ecchi con tante belle scolarette con la gonna volante allora guardatevi "To love Ru", perché "Strike The Blood" è lontano anni luce.





Nyx
Per l'anime Strike the Blood
Serie TV di genere Azione / Scolastico / Fantasy / Soprannaturale / Superpoteri / Ecchi / Demoni / Harem / Sentimentale
Episodi Visti: 24 su 24 --- Voto: 7

"Strike the Blood" è un anime appartenente a più categorie, ma quelle che probabilmente lo rappresentano al meglio sono "harem" e "azione". La trama gira intorno a un neo vampiro, un giovane "qualunque" diventato capostipite senza neanche realmente volerlo, quasi per errore. Si tratta di un personaggio che, strada facendo, impareremo a conoscere e apprezzare meglio, ma essenzialmente può contare su di una caratterizzazione stereotipata, abbastanza piatta, abbastanza insulsa, nulla di nuovo, nulla degno di nota. La maturazione del protagonista toccherà quasi unicamente il piano della forza fisica. "Strike the Blood" può contare su diversi personaggi interessanti e intriganti, ma neanche la co-protagonista può essere annoverata tra essi, risultando più o meno con gli stessi limiti caratterizzativi del personaggio principale... Dio li fa e poi li accoppia!
Nonostante il protagonista sia un vampiro si può pacificamente affermare che l'opera non abbia proprio nulla da spartire con le "vere" serie a tema vampiresco e questo purtroppo significa anche affermare che non potrà contare su certe affascinanti e cupe atmosfere; Akatsuki Kojou, questo il nome del protagonista, del vampiro ha solo la vaga tendenza a mordere sul collo le svariate donzelle che lo circonderanno, ma lo farà con il loro consenso, come forma "cautelativa"... seguendo l'opera capirete meglio cosa intendo. In ogni caso non si comporta affatto come un tipico vampiro, gli stessi scontri sembrano essere incentrati sulle azioni di un supereroe o di un mago anziché di un succhiasangue, sembra di assistere a un anime fantasy con barriere magiche, super poteri, succubi e homunculus. Le fasi di azione sono altalenanti, talvolta destano particolare interesse, talvolta sembrano più banali, qualche volta inizieranno coi migliori presupposti e verranno sviluppate in modo insufficiente, ed è un peccato. Tecnicamente l'opera è nella norma, i disegni sono puliti e vivaci ma nulla di particolarmente curato. La colonna sonora, specie nelle fasi iniziali, è invece qualcosa di particolarmente mediocre, da videogame di seconda fascia, ed è un peccato ascoltando la bellezza della prima opening, composta dallo stesso gruppo che curò la splendida sigla di testa di "Highschool of the Dead".

"Strike the Blood", nell'insieme, è stata per me una piacevole sorpresa, con alti e bassi e potenzialità maggiori di quelle messe in campo, ma ero partito con più di qualche dubbio su questa serie e mi son trovato invece a seguirla abbastanza piacevolmente, senza eccessivo coinvolgimento ma anche senza annoiarmi mai. Si tratta di un anime d'azione con componente ecchi e harem, nulla che richieda particolare profondità narrativa.
Parecchie critiche immotivate sono giunte a quest'opera per via della componente ecchi e del fanservice, e parliamo di critiche realmente immotivate tenendo in considerazione il genere di appartenenza dell'opera stessa, nonché la presenza di scenette erotiche definibili molto soft e inserite in modo tutt'altro che asfissiante. Si tratta comunque di un ecchi, e qualcuno sembra esserselo colpevolmente dimenticato, penalizzando eccessivamente il giudizio complessivo solo per questa ragione, quando, in vero, in un ecchi che si rispetti è lecito aspettarsi scene notevolmente più spinte di quanto in "Strike The Blood" proprio non accada.

Il finale lascia presagire una possibile seconda serie che, se ben congegnata, potrebbe dar vita a qualcosa di particolarmente interessante, visti gli sviluppi conclusivi; se dovesse finire in questo modo avremmo comunque un finale assolutamente accettabile, ma mancherebbero alcune risposte e determinati approfondimenti che personalmente riterrei assolutamente doverosi.





belvedere
Per l'anime Strike the Blood
Serie TV di genere Azione / Scolastico / Fantasy / Soprannaturale / Superpoteri / Ecchi / Demoni / Harem / Sentimentale
Episodi Visti: 24 su 24 --- Voto: 4

Questo anime è un classico esempio di come, mancando la trama, il resto non conta. Indubbiamente piacerà a chi ha visto pochi anime o ha usufruito di ventiquattro episodi di tempo da perdere. Scrivo da perdere, poiché dubito che sia un anime i cui personaggi resteranno a futura memoria come base per ulteriori character. Questa mia opinione si basa anche sul fatto che essendo la trama strutturata in vari archi narrativi c'era tutto il tempo di correggere il tiro. Va detto che essendo la saga basata su dei romanzi può essere che il vincolo di trasposizione animata fosse capestro. A suo merito riconosco che musica, combattimenti ed ecchi siano tecnicamente efficienti, per cui la salsa avrebbe potuto bollire ancora a lungo. Riconosco inoltre che la fluidità dell'azione con colpi di scena di alcuni archi narrativi è efficiente. Il problema sussiste nel valutare l'intera opera che, essendo una macedonia di fanservice (e non mi riferisco solo all'ecchi), non riesce ad avere un'anima. Essendo il protagonista un vampiro mi sembra quasi un paradosso.




Se ti piace questo anime ti consigliamo di guardare
6 sugg: Tokyo Ravens
5 sugg: Hataraku Maou-sama!
3 sugg: Blood Lad
3 sugg: A Certain Magical Index
2 sugg: Shakugan no Shana
1 sugg: High School DXD
1 sugg: Black Bullet
1 sugg: Akame ga Kill!
1 sugg: Tokyo Ghoul
1 sugg: Tokyo ESP
1 sugg: Chaos;Head
1 sugg: Mahou Sensou
1 sugg: 11eyes
1 sugg: Unbreakable Machine-Doll
1 sugg: Vampire Knight
1 sugg: The Qwaser of Stigmata
1 sugg: Sekirei - Pure Engagement
1 sugg: Sekirei
1 sugg: Buso Renkin
1 sugg: Ao no Exorcist
1 sugg: Dance in the Vampire Bund
1 sugg: Itsuka tenma no kuro usagi
1 sugg: Blood+
1 sugg: Kami-sama no Inai Nichiyoubi
1 sugg: Hidan no Aria
1 sugg: Fate/Zero
1 sugg: Angel Beats!

Anime collegati: Strike the Blood
Serie TV: Strike the Blood

Manga collegati: Strike the Blood
in corso: Strike the Blood (Novel)
in corso: Strike the Blood

Se hai dei suggerimenti e vuoi esprimerli, ti chiediamo di registrarti e utilizzare la tua Lista Anime.
Grazie :-)
Elenco degli episodi
Ep 01:
Il braccio destro del Santo I
25"
Visualizza episodi fansubbati
31 Episodio promosso 17 Episodio rimandato 4 Episodio bocciato
Ep 02:
Il braccio destro del Santo II
25"
Visualizza episodi fansubbati
18 Episodio promosso 10 Episodio rimandato 3 Episodio bocciato
Ep 03:
Il braccio destro del Santo III
25"
Visualizza episodi fansubbati
19 Episodio promosso 10 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 04:
Il braccio destro del Santo IV
25"
Visualizza episodi fansubbati
20 Episodio promosso 4 Episodio rimandato 1 Episodio bocciato
Ep 05:
Il messaggero del regno dei signori della guerra I
25"
Visualizza episodi fansubbati
9 Episodio promosso 13 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 06:
Il messaggero del regno dei signori della guerra II
25"
Visualizza episodi fansubbati
14 Episodio promosso 3 Episodio rimandato 2 Episodio bocciato
Ep 07:
Il messaggero del regno dei signori della guerra III
25"
Visualizza episodi fansubbati
13 Episodio promosso 4 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 08:
Il messaggero del regno dei signori della guerra IV
25"
Visualizza episodi fansubbati
12 Episodio promosso 4 Episodio rimandato 2 Episodio bocciato
Ep 09:
Il Fuoco dell'Angelo I
25"
Visualizza episodi fansubbati
11 Episodio promosso 4 Episodio rimandato 2 Episodio bocciato
Ep 10:
Il Fuoco dell'Angelo II
25"
Visualizza episodi fansubbati
11 Episodio promosso 4 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 11:
Il Fuoco dell'Angelo III
25"
Visualizza episodi fansubbati
9 Episodio promosso 2 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 12:
Il Fuoco dell'Angelo IV
25"
Visualizza episodi fansubbati
12 Episodio promosso 5 Episodio rimandato 1 Episodio bocciato
Ep 13:
Il Labirinto della Strega Blu I
25"
Visualizza episodi fansubbati
12 Episodio promosso 0 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 14:
Il Labirinto della Strega Blu II
25"
Visualizza episodi fansubbati
9 Episodio promosso 1 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 15:
Il Labirinto della Strega Blu III
25"
Visualizza episodi fansubbati
12 Episodio promosso 1 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 16:
Una festa per gli osservatori
25"
Visualizza episodi fansubbati
11 Episodio promosso 1 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 17:
Una festa per gli osservatori II
25"
Visualizza episodi fansubbati
10 Episodio promosso 1 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 18:
Una festa per gli osservatori III
25"
Visualizza episodi fansubbati
6 Episodio promosso 3 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 19:
Una festa per gli osservatori IV
25"
Visualizza episodi fansubbati
10 Episodio promosso 1 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 20:
Il ritorno dell'alchimista
25"
Visualizza episodi fansubbati
9 Episodio promosso 2 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 21:
Il ritorno dell'alchimista II
25"
Visualizza episodi fansubbati
9 Episodio promosso 2 Episodio rimandato 0 Episodio bocciato
Ep 22:
Il ritorno dell'alchimista III
25"
Visualizza episodi fansubbati
5 Episodio promosso 6 Episodio rimandato 1 Episodio bocciato
Ep 23:
L'impero del crepuscolo
25"
Visualizza episodi fansubbati
6 Episodio promosso 3 Episodio rimandato 2 Episodio bocciato
Ep 24:
L'impero del crepuscolo II
25"
Visualizza episodi fansubbati
11 Episodio promosso 5 Episodio rimandato 1 Episodio bocciato

Manca un episodio?
Aggiorna il numero di episodi correggendo questa scheda,
poi verificheremo e lo aggiungeremo quanto prima possibile.
Staff
Animazioni: Silver Link
Character Design: Keiichi Sano
Composizione della Serie: Hiroyuki Yoshino
Regia: Hideyo Yamamoto
Soggetto originale: Gakuto Mikumo
Personaggi
Kojou Akatsuki
Kojou Akatsuki
Yoshimasa Hosoya
(Doppiatore originale)
Yukina Himeragi
Yukina Himeragi
Risa Taneda
(Doppiatore originale)
Asagi Aiba
Asagi Aiba
Asami Seto
(Doppiatore originale)
Sayaka Kirasaka
Sayaka Kirasaka
Ikumi Hayama
(Doppiatrice originale)
Natsuki Minamiya
Natsuki Minamiya
Hisako Kanemoto
(Doppiatore originale)
La Folia Rihavein
La Folia Rihavein
Saori Oonishi
(Doppiatore originale)
Reina Akatsuki
Reina Akatsuki
Kana Asumi
(Doppiatore originale)
Motoki Yaze
Motoki Yaze
Ryota Oosaka
(Doppiatore originale)
Nagisa Akatsuki
Nagisa Akatsuki
Rina Hidaka
(Doppiatore originale)
Mimori Akatsuki
Mimori Akatsuki
Sanae Kobayashi
(Doppiatore originale)
Gigliola Ghirardi
Gigliola Ghirardi
Yōko Hikasa
(Doppiatore originale)
Beatrice Basler
Beatrice Basler
Satomi Arai
(Doppiatore originale)
Titolo ExtraPrezzoCasa editrice
Motore di ricerca interno al sito.
Cerca nel sito:
 
Non riusciamo a capire chi sei!
Inserisci i tuoi dati di accesso:



Non sei registrato?

Registrati!








Ricordati di me


Le schede Anime e Manga di AnimeClick.it.
Visita le seguenti schede Anime e Manga:

Forum Lista Anime Flash News

Sito Partners