logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
Fakinat

Episodi visti: 26/26 --- Voto 4
Spazio, Mecha, profezie, superpoteri e la reputazione di una grande serie, ottimi ingredienti, peccato che il risultato abbia portato un’unica reazione: sbadigliare.

Trama
La storia segue un binario molto definito e banale, se vi aspettate colpi di scena o rivelazioni da mozzare il fiato dovrete aspettare il prossimo show che guarderete. Il che di per sé non è per forza un difetto, ma andando ad aggiungere i personaggi, di cui parlerò dopo, la lentezza nello svolgimento e le inconsistenze della storia stessa, il risultato è una trama estremamente noiosa da seguire.
Molte delle informazioni sul background del mondo sono fornite nell’intro della maggioranza degli episodi, cosa che rende la narrazione pesante e lenta. Spesso poi queste informazioni sono estremamente generiche o non combaciano con quanto poi viene detto/fatto nella storia.
Si potrebbe plaudire la serie per il messaggio che vuole trasmettere, pace e la necessità comunicare con gli altri per crescere insieme, ma lo fa in un modo così semplicistico e banale da renderlo trito e adatto ad una serie per bambini, non certamente per un pubblico più maturo.

Personaggi
I personaggi sono sì diversi e ben differenziati, ma sono tutti stereotipati e senza alcuna sfumatura. Questa loro piattezza li rende estremamente noiosi e permette di prevedere le loro azioni e reazioni in ogni episodio.

Animazione
Non molto da dire, per uno show del 2007 è nella media, rimane costante per tutta la serie, ma il design dei personaggi è molto blando, senza grandi peculiarità.

Musica
Sufficienza per averci provato? La colonna sonora aspira a dare un tono epico alla serie, orchestra e crescendi non si risparmiano, ma alla fine è molto poco memorabile.

Opening e Ending
La musica dell’OP non è male, mentre l’animazione è sostanzialmente una mini Preview con la presentazione dei personaggi principali. L’ED invece è un lento pezzo di pianoforte e voce con un’animazione ripetuta. Entrambe saltabili dopo averle viste la prima volta.

Conclusioni
Visto la fama di questo show mi aspettavo per lo meno che raggiungesse la sufficienza, ma la mancanza di un qualunque elemento memorabile, la lentezza e ovvietà della trama unita a personaggi noiosi, non lo porta oltre le 4 stelle su 10. Per chi come me è approdato alla serie attratto dal tag “mecha” vi è inoltre l’ulteriore dispiacere che questi non hanno alcuna parte nello show, sono solo presenti come elemento estetico. Unica nota positiva della serie è nel cast del doppiaggio inglese: Monica Rial dà la voce alle gemelle, sempre un grosso più per me.
Unica ragione che posso trovare per guardare questo show è voler spuntare la casella di visto su una serie, per ragioni che a me sfuggono, molto popolare. Considerando che nella stessa stagione venivano trasmessi "Bokurano" e soprattutto "Gurren Lagan" non riesco proprio a capacitarmi della fama di "Heroic Age"…

Data la bocciatura voglio argomentare meglio le maggiori inconsistenze che portano la serie ampiamente sotto la sufficienza. Di seguito quindi dei minori spoiler, non di fatti specifici ma di come è strutturata la storia ed il suo svolgimento. Ripeto quindi, minori spoiler a seguire:
- Age è o non è il nodos più forte? Nelle mini narrazioni all’inizio degli episodi viene detto che Age possiede il più forte dei cinque ultimi nodos, a compensare la debolezza dell’umanità contro le tribù d’argento e bronzo. Nel corso della storia però tutti i personaggi che hanno conoscenza dei nodos, compreso Age, indicano Yuty, della tribù d’argento come il più forte. Lo svolgimento stesso della storia conferma quanto dicono i personaggi.
- La guerra tra la tribù d’argento e l’umanità come, dove, quando e soprattutto perché? Nell’ultima parte della storia si arriva a scoprire cosa ha portato allo scontro la tribù di argento ha abbandonato le emozioni e quindi vede gli umani che sono guidati da queste come un pericolo. Questa spiegazione però fa acqua da ogni parte. Possibile che l’umanità sia l’unica specie le cui emozioni sono un rischio? Il fatto che la tribù d’oro avesse riconosciuto l’umanità come la tribù di ferro perché non ha valore con la tribù d’argento che venera la tribù d’oro? All’inizio della storia l’umanità ha perso la Terra ed è stata spinta a nascondersi in un angolo di universo, si presume che questo processo abbia preso parecchio tempo, possibile che in questo tempo nessuna delle due parti abbia provato a negoziare o anche solo a parlare con l’altra? Possibile che dopo decenni e più di guerra gli umani non sappiano nulla delle tribù di argento e bronzo?
- Prome, la “regina” della tribù d’argento. Prome è l’unica della tribù d’argento che possiede emozioni. Quando introdotta viene fatto intendere che lei è un’anomalia, necessaria, ma pur sempre spostata all’esterno della tribù d’argento. Improvvisamente però, quando viene a contatto con i protagonisti essa diventa la figura centrale di tutta la sua tribù. Se le emozioni sono una cosa così negativa da doverle eliminare, perché improvvisamente ed immediatamente la tribù d’argento si mette ad ascoltare una persona dotata di emozioni?
Queste sono solo alcune delle maggiori inconsistenze, ci sarebbe ancora da parlare dei poteri degli umani (perché le gemelle e Iolaus hanno poteri diversi dagli altri?), del personaggio di Nilval (zero fanservice in tutta la serie tranne per le sue scollature), dei fratelli della principessa, ma mi dilungherei troppo.


 1
Tacchan

Episodi visti: 26/26 --- Voto 9
Heroic Age è una serie TV che ormai ha sulla spalle qualche anno, essendo del 2007, ma li porta davvero bene. Più che dal punto di vista tecnico, dove lo stacco non si nota, avevo intuito che non si trattasse di una serie recente dal tipo di narrazione e sceneggiatura che propone, poco in linea con i prodotti che ho visto negli ultimi anni. Se pensate di penalizzarla per questo motivo, sarebbe un azzardo, in quanto se amate la fantascienza merita assolutamente di essere vista. Mi ha ricordato in qualche modo l'universo della serie TV di Stargate, per una serie di analogia sulle razze e in particolare gli Antichi, che tanto mi ricordano la Tribù dell'Oro di Heroic Age.

Le vicende raccontano le vicende della Tribù del Ferro, ovvero gli umani, che intraprendono un lungo viaggio per cercare il loro salvatore, come predetto dalla Tribù dell'Oro, in grado di sconfiggere la Tribù dell'Argento e la Tribù del Bronzo, più avanzate tecnologicamente e che hanno già espropriato la razza umana del loro pianeta natale, la Terra. La leggende in realtà è un po' più articolata: la Tribù dell'Oro manda un messaggio nell'universo per invitare chi è in grado di varcare lo spazio, rispondono la Tribù dell'Argento, la Tribù degli Eroi e la Tribù del Bronzo. Poco prima che la tribù dell'Oro decidesse di andarsene, dopo che la stessa Tribù dell'Oro fermasse la Tribù degli Eroi che stava avendo il sopravvento sulle altre, risponde al messaggio anche la Tribù del Ferro, ovvero gli umani, i più arretrati e gli ultimi a entrare nello spazio. La Tribù dell'Oro, prima di andarsene, punisce i 5 sopravvissuti della Tribù degli Eroi, rei di avere scatenato una guerra, e ne fa reincarnare 4 all'interno di tribù sotto il controllo della Tribù dell'Argento, e uno, il più potente, nella tribù del Ferro. Tutti hanno dei vincoli, dei contratti, che sono costretti a rispettare e che giocheranno un ruolo fondamentale nella trama. Il depositario del sangue eroico umano si chiama Age e il suo retaggio, come quello degli altri "eroi", gli permette di trasformarsi in un potentissimo essere, che ricorda un mecha.

L'universo creato in Heroic Age ha il suo fascino, è ben strutturato e sembra essere impostato proprio per riuscire a passare un messaggio adulto. Non si tratta di una serie leggera dove qualche mecha se la da di santa ragione, preferisce un taglio diverso, tra problemi filosofici ed esistenziali. Non manca nemmeno la parte militare, con qualche intrigo politico, ma il fine dell'opera sembra essere in primis mostrare come la razza umana debba maturare e come altrettanto sia necessario facciano le altre popolazioni dell'universo, che mirano a raggiungere l'illuminazione della Tribù dell'Oro, tramite una strada che prevede guerre e distruzioni. E' inoltre proposto il contrasto tra razionalità e sentimenti, vista la natura della Tribù dell'Argento, mentre viene presentata la natura ingenua e genuina di Age, forse il più saggio di tutti.
Age è un personaggio di poche parole ma veramente carismatico, con un carattere lineare e semplice, ma che fa di queste caratteristiche il suo miglior pregio. A guidarlo c'è Dianeira, sicuramente la più illuminata tra gli umani, un'altra figura molto carismatica e ben resa dell'anime, sebbene in certi casi si dimostri un po' timorosa e lenta nel prendere il controllo della situazione, cosa che porta a un gran numero di perdite evitabili. Tra i comprimari emergono alcuni personaggi veramente interessanti, mentre gli antagonisti che hanno spazio sono gli altri 4 Nodos (che è come sono denominati i possessori del "sangue" eroico) e 2 o 3 componenti della Tribù del'Argento.
Il ritmo narrativo è nel complesso pregevole, gli scontri non sempre sono appassionanti come potrebbero, alla fine non ci si sbilancia mai o non vengono prese decisione drastiche sul futuro dei protagonisti, arrivando a conclusioni che possono sembrare un po' buoniste o perlomeno eccessivamente ottimiste. Non mancano gli scontri tra navi spaziali, con formazioni e manovre evasive di vario tipo, ma che di fatto di rado sono determinanti vista l'immensa potenza dei Nodos, in grado da soli di fare la differenza. Spesso la struttura è quello di un inseguimento: i nostri eroi scappano da un nemico non affrontabile e sono sempre al limite, difesi, e non sempre, da Age. Poi le cose cambiano un po', ma non sono certamente gli scontri e le battaglie a farmi proseguire nella trama, piuttosto la curiosità di saperne di più sulla Tribù dell'Oro e sul come i contratti potevano essere soddisfatti in un progetto più ampio di quello vista dagli umani e dalla Tribù dell'Argento.

Heoirc Age mi è piaciuto molto, sebbene manchi di un po' di mordente e pathos, compensa il tutto con un'ambientazione e una trama diversa dal solito, dal fatto che non prende facili scorciatoie e propone una trama e una sceneggiatura adulte. Il quadro finale è gratificante, aveva una storia da raccontare e lo fa molto bene, manca tuttavia di un po' di coraggio, avrebbe potuto osare un po' di più.


 1
kayb

Episodi visti: 26/26 --- Voto 9
Ho trovato quest'anime veramente molto bello sotto tutti i punti di vista. La trama è interessante, ed è anche abbastanza scorrevole senza troppi salti temporali e sotto trame complicate e riesce a catturare l'interesse nel seguire la serie. C'è un po di tutto mistero, battaglie, pacificazioni, il mondo da salvare e il romanticismo. Cosa si vuole di più? Tra l'altro tutto è ben dosato.

Il disegno è molto curato sia quello dei personaggi (principali e non), sia quello dell' Argonaut. Il Nodoss di Age è sicuramente il più curato ma trovo che anche gli altri siano ben fatti. Le battaglie tra i Nodosa sono molto belle così come gli scontri con le astronavi della tribù dell'argento.
L'ambientazione è adatta alla trama e ben curata.

Le musiche mi sono piaciute molto sia le sigle che i sottofondi che erano adatte ai vari momenti dell'anime.

La caratterizzazione di Age e Deianiera sono molto accurate così come quelle dei coprotagonisti .I personaggi evolvono insieme al proseguo della trama e vengono svelati i misteri che portano al finale. Trovo che siano personaggi che è facile amare.

L'unico neo trovo sia la Tribù del Bronzo, queste specie di larve, bruchi o quel che sono non mi sono piaciute per niente, va bene che dovevano avere solo la funzione di truppe sacrificabili però.
Mi è piaciuto molto invece il fatto che Age non sia il solito ragazzino insicuro, capitato lì per caso ma l'unico che durante tutta la trama è sempre sicuro di ciò che fa.
Molto belle sono le storie d'amore e il finale è stato molto toccante.


 1
HaL9000

Episodi visti: 26/26 --- Voto 6
Credo che questa serie abbia rappresentato un'occasione sprecata. Viste le premesse e l'idea di fondo, poteva nascere un ottimo lavoro; tra l'altro, e qui mi sbilancio, penso che essa sia di stampo vagamente (e sottolineo la parola vagamente) "evangeliano". Anche in questo caso si parla di palingenesi e di nuovi mondi da creare e da rinnovare. Peccato che il tutto sia stato buttato in un frullatore e miscelato insieme in malo modo.

Per questo motivo non ho trovato questo lavoro convincente fino in fondo, anche se l'anime non manca di certo di aspetti qualitativi positivi. Per esempio, la realizzazione tecnica è buona, e la caratterizzazione dei personaggi idem. Peccato solo per alcune banalità e ingenuità che squalificano il lavoro di fondo degli sceneggiatori: si poteva fare di meglio. Giudizio finale: guardabile.


 2
macigno

Episodi visti: 26/26 --- Voto 9
Incominciamo con un pò di storia: molto tempo fa, in una galassia molto lontana esisteva una razza che si faceva chiamare la tribù dell'oro. Questa civiltà era molto avanzata sia nella tecnologia sia nel modo di vivere, in più aveva anche il dono di prevedere gli eventi futuri. In uno dei loro viaggi stellari arrivarono in una galassia e da lì inviarono un messaggio nello spazio che invitava tutte quelle civiltà che ne avevano la possibilità di ricevere il loro invito.
Le risposte non si fecero aspettare e pian piano cominciarono ad arrivare altre tribù, si presentarono in tre, una civiltà che fu chiamata la tribù dell'argento, un'altra del bronzo, e un popolo di guerrieri giganti che venne chiamata la tribù degli eroi. Quando la tribù dell'oro decise di abbandonare quella galassia, si presentò una quarta civiltà, non evoluta come le prime tre ma che lo stesso intraprese il viaggio per raggiungere coloro che inviarono l'invito. La tribù dorata attribuì loro il nome di tribù del ferro, ma purtroppo, data la loro scarsa tecnologia, l'unico ad arrivare vivo fu un neonato, che venne preso in custodia dalla tribù dell'oro e allevato.
Quando finalmente la Tribù dell'oro andò via da quella galassia, la tribù dell'argento si sentì tradita e dichiarò guerra alla tribù del ferro ritenendoli una razza inferiore, e da qui nascono le avventure del popolo del ferro per cercare di salvare la propria razza dall'estinzione.
L'unica speranza per gli umani era un salvatore che la tribù dorata lasciò loro in eredità e da qui una nave spaziale chiamata Argonaut parte per un viaggio alla ricerca di questa persona destinata alla salvezza del genere umano.

Un bell'anime, di mio posso dire che mi ha tenuto attaccato al monitor senza farmi annoiare. Il personaggio di AGE è veramente simpatico e sempre sicuro di quello che fa, rimanendo sempre umile nei confronti degli altri. Trovo la storia molto bella e ben equilibrata, con un buon equilibrio di mistero sulla trama che fino alla fine ti lascia con il fiato sospeso, perché pensi di avere capito qualcosa ma invece poi ti accorgi di non averci capito niente.
A me ha ricorda un po' le peripezie di "Battlestar Galactica" o "Star Trek", ma posso dire che non mi è dispiaciuto perché ogni episodio dei 26 finali mi ha lasciato soddisfatto della scelta fatta di seguire quest'anime.
Niente da dire per i disegni che mi sono piaciuti molto specialmente i nodos, molto ben definiti in particolare Belcross, l'eroe che risiede nell'occhio di Age.
Anche le musiche mi sono piaciute molto, per concludere posso consigliarlo a tutti gli amanti del genere mecha e dei viaggi nello spazio.


 1
Io, Lui, L' Altr

Episodi visti: 26/26 --- Voto 8
"Heroic Age" è una serie prodotta nel 2007 dallo studio studio Xebec. Nello stesso anno è stato realizzato un manga che presenta la stessa storia ma dal punto di vista di un altro personaggio, ovvero Iolaus.

Storia
"Molto, molto tempo fa. All'estremità di questo universo c'era un popolo che si faceva chiamare la Tribù dell'Oro. Loro che avevano creato i pianeti ed avevano il potere di prevedere il futuro avevano inviato un appello agli altri popoli ancora primitivi. 'Venite. Dai pianeti su cui siete nati, venite in questo universo.' Tre popoli risposero alla loro chiamata. La Tribù dell'Oro gli diede il nome di Tribù dell'Argento, Tribù del Bronzo e Tribù degli Eroi. In seguito, quando la Tribù dell'Oro decise di lasciare questo universo per un altro, apparve un altro popolo che aveva appena risposto alla sua chiamata. Il quarto popolo che aveva raggiunto lo spazio con le proprie capacità era il genere umano. La Tribù dell'Oro lo chiamò Tribù del Ferro."

Questo è l'antefatto di "Heroic Age", narrato all'inizio della serie. La storia, tuttavia, si svolge in un universo in cui la Tribù d'Oro è scomparsa ormai da secoli, la Tribù degli Eroi è stata annientata quasi completamente da una guerra e la Tribù del Ferro cerca di sopravvivere al conflitto in corso con la Tribù dell'Argento e la Tribù del Bronzo. Ultima speranza del genere umano è la missione dell'Argonaut e della principessa Dianeira, in cerca del Nodoss, il dono lasciato dalla Tribù dell'Oro.
Dopo un lungo viaggio, l'Argonaut troverà, grazie alla guida di Dianeira, su un pianeta devastato, il Nodoss, un ragazzo umano di nome Age, che ospita al suo interno Belcross, uno dei cinque superstiti della Tribù degli Eroi.
Comincia, da quel momento, la vera storia di "Heroic Age", una storia che, per quanto sia povera di colpi di scena particolarmente eclatanti, mantiene uno sviluppo avvincente, in grado di concatenare abilmente i vari episodi e di alternare sapientemente momenti d'azione a momenti di tranquillità.
Il finale, nonostante sia annunciato, rimane sorprendente e in particolare gli ultimi cinque minuti dell'ultimo episodio: che succedesse quel che è successo era piuttosto scontato, ma che succedesse in questo modo era al di là di ogni previsione.

Personaggi
In questo campo la prima cosa che si nota è la straordinaria semplicità di Age, una semplicità che però sarebbe sbagliato definire infantile.
Subito dopo l'"occhio" cade su Dianeira, la protagonista femminile della serie. Caratterizzata da una modestia che si potrebbe definire eccessiva, nel corso della storia attraverserà un cambiamento profondo, aiutata non solo da Age ma anche da tutti i membri dell'equipaggio dell'Argonaut.
Gli altri personaggi hanno una caratterizzazione un po' inferiore, ma comunque molto buona. Le figure di rilievo di entrambe le fazioni del conflitto mostreranno le varie sfaccettature delle parti in gioco, evitando a ogni Tribù ruoli quali quello di "buono assoluto" o "cattivo assoluto", donando a tutta la storia e all'intrecciarsi delle storie dei vari personaggi un tono molto più realistico.
Realizzati molto bene sono anche gli antagonisti, in particolare la storia relativa a due di loro risulta addirittura più interessante del particolare rapporto che si instaura tra Age e Dianeira.

Audio e colonna sonora
Colpisce subito l'opening, di qualità notevole. L'ending è nella media, mentre le musiche di sottofondo sono perfette all'atmosfera del momento, curate in maniera più che ottima, costituiscono da sole un piccolo gioiello.

Disegni e animazioni
Dal punto di vista grafico la serie è più che piacevole: ambienti particolari, ombre ben realizzate, animazioni curate, interfacce dei comandi ed effetti speciali ottimi.
In particolare, durante alcuni momenti particolarmente importanti si avranno immagini o brevi sequenze di immagini molto suggestive o spettacolari.

Apprezzamento personale
Come una scala. Sempre più alto, fino alla fine.
Voto complessivo: 8,5
Se vi piacciono le storie di fantascienza, allora non potete perdervi "Heroic Age". Se però cercate un anime di genere mecha rimarrete delusi, dato che, per quanto presenti, non sono proprio al centro della scena.
Più in generale, è consigliato a chi cerca una serie di molto sopra la media.

Elam

 1
Elam

Episodi visti: 26/26 --- Voto 8
Nonostante gli elementi ispirati ad altre serie si sprechino e siano già stati citati (io per esempio ho trovato alcune similitudini con il gioco della Blizzard Starcraft) devo dire che il filo rosso che lega tutti gli elementi della serie è cucito con arte.
Sono molto soddisfatto della visione di questo anime, le battaglie spaziali sono molto epiche e la colonna sonora (pur non variando troppo dal tema) ben aiuta ad immergersi nella narrazione.
L'anime sarebbe rimasto in piedi anche senza "Belcross e i suoi fratelli", anzi ne avrebbe guadagnato se la storia fosse rimasta tutta sul binario dell'espansione della razza umana nella galassia e non vi fossero stati questi super esseri e gli alieni insettoidi della tribù del bronzo..mi pare che sia un'idea già troppo sfruttata.
Gli do un bel 8 per il divertimento e il filo rosso che lega il tutto, peccato appunto per le troppe similitudini e peccato anche il character design di Nilval, la comandante tettona, davvero fuori luogo per questa serie.


 2
Horus

Episodi visti: 26/26 --- Voto 8
Heroic Age è una serie anime del 2007 composta da 26 episodi e realizzata dallo Studio Xebec ( To Love Ru, Shuffle!, Love Hina ecc… ).

Credo che il miglior modo per introdurre la trama di Heroic Age sia citare il discorso iniziale che segna l’avvio dell’anime: “Lontano, molto lontano, in un tempo remoto, vi era un gruppo di persone che si faceva chiamare la Tribù Dorata. Creando i corpi celesti, loro, che avevano il dono della preveggenza, chiamarono a raccolta le altre tribù ancora primitive. “Venite” dissero, “Dai pianeti in cui siete nati in questo Universo.” Tre tribù risposero a quest’appello. La Tribù Dorata le chiamò rispettivamente: la Tribù d’Argento, la Tribù di Bronzo e la Tribù degli Eroi. In seguito quando la Tribù dorata decise di abbandonare questo Universo per un altro, un’altra tribù rispose all’appello. Una quarta Tribù che decise di entrare a far parte dell’Universo solo con le proprie forze, gli esseri umani. La Tribù Dorata gli diede il nome di Tribù del Ferro.”

La citazione l’ho fatta in primo luogo perché mi pare in grado di chiarire in modo semplice e diretto le basi su cui si sviluppa la trama e, in secondo luogo, devo ammettere che mi è piaciuta in modo particolare, anche grazie all’evocativo accompagnamento visivo.

Ad ogni modo questo è l’antefatto di una storia che si svolge molto tempo dopo in un Universo in guerra, in cui la tribù del Ferro combatte strenuamente contro la Tribù d’Argento e la Tribù di Bronzo per continuare a esistere. Unica speranza per l’umanità è il viaggio intrapreso dall’Argonaut ,guidata dalla principessa Dianeira, per trovare il leggendario nodoss, il dono lasciato dalla Tribù Dorata a quella del Ferro, l’eroe destinato a concedere all’umanità un futuro. Con la scoperta di Age e Bellcross, il nodoss, la ricerca ha fine, ma è al contempo l’inizio della storia vera e propria, un’ affascinante narrazione che si dipana nei ‘restanti’ 25 episodi.

Inserire quest’anime nel genere mecha è in parte erroneo, i mecha sono presenti, ma hanno un ruolo trascurabile. Al contrario l’aspetto fantascientifico e a tratti fantasy è nettamente preponderante. Pur in presenza di molti combattimenti, il ruolo principale tocca all’aspetto narrativo, alla storia e ai sottili fili del destino che muovono i protagonisti verso un futuro a loro ignoto. Non trascurabile infine è anche l’aspetto relativo alle relazioni che legano i personaggi.

I personaggi di Heroic Age mi sono piaciuti molto a partire proprio da Age. Una volta tanto non c’è né il super eroe né l’eroe complessato, Age è di una semplicità disarmante e forse proprio questo lo rende oltre modo simpatico. Deineira ricorda in modo impressionante Lacus Clyne di Gundam Seed, a ben vedere anche a livello fisico la somiglianza è netta; questa similitudine tuttavia non si presenta come aspetto negativo, sia perché riprende in pieno i tratti positivi della bella Lacus, sia per l’inserimento di alcuni elementi differenzianti. Nel complesso il cast è più ampio, ma spesso comunque ci si limita a una caratterizzazione sommaria, sufficiente ai fini della storia ma ovviamente non adatta per fare chissà quale ragionamento sulla psiche dei vari personaggi, tuttavia non è questo lo scopo di Heroic Age, quindi non mi sembra il caso di catalogarlo come un difetto.

I disegni sono evidentemente ispirati a Gundam Seed e su questo c’è poco da dire, già detto del confronto Lacus/Deineira, basti fare un paragone tra Aneesha e Lunamaria Hawke. Ora a me personalmente la grafica di Gundam Seed è piaciuta molto, quindi dal mio punto di vista questa scelta, magari non originale, si presenta come un pregio. La colonna sonora è curata in modo straordinario a partire dalla bellissima sigla d’aperta “gravitation”; più in generale le musiche sono coinvolgenti e perfettamente capaci di interpretare, rafforzandola, l’atmosfera in cui sono inserite. Un complimento lo vorrei fare anche ai subbers italiani ( Animelab Fansub ) perché, considerando come la trama spesso sia propensa a infittirsi e complicarsi, hanno fatto un ottimo lavoro.

In chiusura direi che Heroic Age è un ottimo anime da vedere e uno dei pregi che mi sento di dover sottolineare è l’originalità della storia, anche se l’antefatto a dire il vero sembra ricordare vagamente Starcraft . Non vi è né il tentativo di realizzare l’ennesimo clone di Evangelion né una delle tante scialbe serie di combattimento in cui si combatte e basta, anzi, come detto, spesso le battaglie assumono il ruolo di sfondo a favore di una storia molto curata, piena di buoni spunti e in grado di suscitare una certa curiosità nello spettatore. Insomma spesso si dice “È una bella storia”, nel caso di specie credo quest’affermazione sia quanto mai giusta.



 1
ShinichiMechazawa

Episodi visti: 26/26 --- Voto 8
L'unico vero difetto imputabile a Heroic Age e' quello di essere uscito nello stesso anno di Gurren Lagann e Code Geass, finendo irrimediabilmente schiacciato in mezzo ai due succitati colossi. Ed e' un peccato che non abbia ricevuto la fama che merita, perche' anche Heroic Age e' un ottimo prodotto sci-fi.

Quello che convince maggiormente e' il continuo rimando alla mitologia greca, cosi' come la sensazione che nessuna delle parti coinvolte nel conflitto puo' interamente ascriversi alla categoria dei cattivi, mostrando molteplici sfaccettature delle personalita' dei vari personaggi. Un'ultima considerazione va all'ottimo comparto tecnico: Heroic Age e' visivamente impressionante, e vanno menzionate le incredibili scene di battaglia, schermaglie che finiscono per coinvolgere interi pianeti!

Una bella e significativa saga spaziale, da riscoprire.


 2
Electric_Dragon

Episodi visti: 26/26 --- Voto 9
Heroic Age è un anime davvero bello, che colpisce per le sue musiche ispirate, per le sue animazioni e per la sua profondità. Benché ad una prima occhiata possa sembrare un semplice, seppur ben fatto, anime fantascientifico costituito da lunghe battaglie spaziali, ho la sensazione di non aver compreso tutti i messaggi che contiene. Alcuni sono ovvi, ma altri sono più sottintesi. Di sicuro non è una storia leggera che scorre via in poche visioni. Ci vuole un po' d'attenzione per seguirlo e comprenderlo, ma sono certo che ne valga la pena. I personaggi sono ben riusciti, anche se in generale i realizzatori hanno lasciato molto alla sensibilità dello spettatore. C'è poco di palese o di immediatamente chiaro, certe situazioni non vengono spiegate e si lasciano all'interpretazione di chi guarda. Questo comunque senza mai rovinare la visione o rendere la storia incomprensibile. Ci sono momenti di tensione, colpi di scena, scelte difficili e battaglie cruente, ma anche situazioni che coinvolgono in maniera più diretta i sentimenti dei personaggi, il tutto condito con musiche che, come ho detto, regalano allo spettatore momenti di meraviglia e anche di commozione.
Personaggio quasi divino quello della principessa Deianeira, che oltre a sfoggiare poteri psichici non indifferenti è caratterizzata da una sensibilità e da una bontà che in altre circostanze a qualcuno avrebbero potuto far storcere il naso. In Heroic Age, invece, queste sue caratteristiche sono un faro nell'oscurità, e si finisce quasi per attendere con più ansia gli interventi di lei, piuttosto che quelli degli invincibili Age e Bellcross.
Questi ultimi sviluppano una potenza in combattimento quasi inaudita. Prima di vederli in azione mi aspettavo che possedessero una grande forza, ma di sicuro non credevo che fosse così tanta. Figurarsi poi che può succedere quando i Nodoss a scontrarsi sono ben quattro!
Le sezioni relative alle battaglie spaziali tra flotte di astronavi, sempre di gigantesche proporzioni, sono molto ben realizzate e risultano coinvolgenti al punto giusto e mai noiose (almeno dal mio punto di vista), anche se ce ne sono davvero molte.
L'unica vera incognita è questa: com'è possibile che la stessa madre abbia partorito la Principessa Deianeira e quei due babbuini dei suoi fratelli, Atlantis e Mereagros? Me lo sto chiedendo ancora adesso.
Il finale può in qualche modo risultare ambiguo, ma dopo averci pensato a lungo sono giunto alla conclusione che delle due interpretazioni possibili solo una ha davvero senso. A voi decidere quale! :D
Insomma, davvero una bella epopea spaziale! Heroic Age vi piacerà, ne sono sicuro, e anche se non vi dovesse piacere, sono certo che tra le sue tante qualità ce ne sarà sicuramente una per cui sarà valso la pena guardarlo! 9!!


 1
hideki20

Episodi visti: 26/26 --- Voto 7
L'anime nel complesso è carino, ma alcune scene non si possono vedere per quanto sono banali... ma a compensare tutto ciò c'è la trama che a dir poco strepitosa.
Le idee tecnologiche introdotte sono molto affascinanti, sopratutto come vengono riprodotte.

Personalmente penso che quest'anime poteva essere realizzato anche con meno episodi.

Da vedere se si è particolarmente fan del genere mecha.


 1
Pain

Episodi visti: 26/26 --- Voto 6
Inutile perdermi nella trama, vado subito al sodo. Do esclusivamente la sufficienza perché le animazioni sono ben fatte e curate nel dettaglio ma per quanto concerne gli sviluppi della trama non vedo nessun colpo di scena inaspettato che faccia balzare dal divano o dalla sedia lo spettatore. Il nemico fa sempre affidamento su quella sorta di alveari che vengono spazzati via con tanta facilità da Age. Anche lo scontro con i Noddoss non è particolarmente spettacolare a mio avviso. E' scontata la cosa, l'anime si chiama Heroic Age e quindi è lui che pesta gli altri. Mi è piaciuto il discorso iniziale sulle tribù e sui vari patti che i Nodoss hanno stipulato. L'idea dell'anime non era male ma poteva essere sviluppata meglio e magari con più episodi (curando l'aspetto dei combattimenti). Non ho visto gli episodi con particolare interesse anche perché di solito, quando una cosa piace, non si vede l'ora di sapere cosa accada dopo (negli episodi successivi). Con questo titolo non è successo. Per chi volesse guardarlo, può anche farlo, ma non aspettatevi cose eccelse.

Koji_77

 1
Koji_77

Episodi visti: 26/26 --- Voto 9
Lontano, molto lontano, in un tempo remoto vi era un gruppo di persone che si faceva chiamare La Tribù Dorata.
Creando i corpi celesti, loro che avevano il dono della preveggenza, chiamarono a raccolata le altre tribù ancora primitive.
"Venite", dissero, "Dai pianeti dove siete nati, in questo universo".
Tre tribù risposerò al loro appello. La tribù dorata li chiamò rispettivamente: La tribù d'argento, La tribu di bronzo e la tribù degli eroi.
In seguito quando la tribù dorata decise di abbandonare questo universo per un altro, un'altra tribù rispose all'appello, gli esseri umani e la tribù dorata gli diede nome: la tribù del ferro.

Questo è il pezzo inizile del primo episodio di questa bellissima serie, come dice Matte nella sua recenzione si è rivelata una piacevole sorpresa, della serie non giudicare mai troppo subito all'inizio... ^___^
La tribù dorata è partita per un altro universo senza, apparentemente, lasciare traccia e la tribù d'argento non se ne capacita...
Ovviamente la cosa che più si vorrebbe è il potere della tribù dorata in quanto potere superiore. La storia non è soltanto combattimenti giochi di potere, mecha, fantascienza, Azione abbiamo anche un forte sentimentalismo ben caratterizzato tra i personaggi e ben rappresentata la "rivalità" tra le tribù.
Insomma è una serie che offre aspetti di vario genere con una buona sceneggiatura mai scontata può vantare un ottima regia.

Molto in proposito è stato detto da Matte e gli altri per cui non sarò ripetitivo...
Chara molto buono, mecha molto buono, caratterizzazione dei personaggi molto buona, sigle molto belle, colonna sonora ottima, animazioni e scontri ottimi.
Molto bella la storia in se certo siamo considerati, noi essere umani, come al solito la minaccia dell'universo da parte delle altre tribù perchè la nostra indole è quella di farci la guerra e di "regnare" sugli altri, ma avremo pane per i nostri denti perchè siamo la trobù meno forte in questo anime, specialmente come tecnologia.
Però l'eredità della tribù dorata, belcross il nostro nodoss, ci aiuterà nell'opera di sopravvivenza e... non posso dirvi altro se non guardare la serie ^__^

Però una cosa va detta il discorso delle vie stellari ecc mi è davvero piaciuto

E' consigliata a tutti dai sentimentali agli amanti di mecha e così via, il tutto è mixtao in maniera veramente opportuna.

Mi è piaciuto anche il finale mi stava per scappare la lacrimuccia :-)

Grazie a nostri fansub che ci danno queste possibilità (quando non vi ringrazio non è perchè me ne sono dimanticato ma perchè non vorrei essere monotono ;))

Il vostro Koji

Gisaku75

 1
Gisaku75

Episodi visti: 26/26 --- Voto 9
Semplicemente Magnifico. Pochi personaggi ma ben caratterizzati, niente fanservice, una storia abbastanza lineare ma ben raccontata, e scene di battaglia così grandiose da mozzare il fiato. Heroic Age è un piccolo gioiello che unisce la potenza epica della mitologia greca alla spettacolarità della migliore fantascenza. Paragonabile alla recente serie americana Battelstar Galactica e al meglio di Star Trek, una serie da non perdere per tutti gli amanti di SciFi.

RiCk

 1
RiCk

Episodi visti: 26/26 --- Voto 9
Questo anime mi è veramente piaciuto! All'inizio avevo storto un po' il naso a causa del character design un po' diverso dal solito canone ma dopo poco ci si fa anche l'abitudine...
Vi consiglio di vedervelo tutto anche perchè, superato il classico "buco" delle 5-6 puntate centrali... la parte finale è veramente spettacolare!
La musiche sono molto azzeccate e molto belle, sopratutto è ottima l'introduzione delle prime puntate.
Unica pecca... leggermete la fine, ma comunque nulla di triste, lascia solo un pochino di domande e un po' l'amaro in bocca.
Consigliato!

Mauro

 1
Mauro

Episodi visti: 4/26 --- Voto 7
L'anime comincia con il recupero di un ragazzino dai poteri straordinari che deve salvare la razza degli umani (tecnologicamente avanzata ma che soccombe contro le altre razze presenti..per una recensione approfondita vedere la precedente di Matte). Comunque come dicevo sembra il solito anime con i soliti elementi e la trama senza colpi avvincenti: ma dal quarto episodio cominciano ad entrare in scena gli altri nodos (esseri della razza d'argento come il protagonista ) che comniciano a rendere interessante la storia. Per il momento sembra avviato ad essere una serie "carina", mentre per vedere se sarà un capolavoro direi di attendere qualche episodio...

Matte

 2
Matte

Episodi visti: 2/26 --- Voto 7
e fu così che Athrun Zara, dopo aver distrutto Genesis e Messiah con l'aiuto di Kira Yamato, protestò con il regista Fukuda per ottenere più spazio, e fu dirottato a ri-salvare il mondo in Soukyou no Fafner - e questa volta senza Kira Yamato a rompere le scatole. Ora, dopo qualche anno, visto che - da contratto, il mondo va salvato un'altra volta, Athrun dovrà intervenire - sotto le vesti di Age, per salvare l'umanità da tre bellicose razze aliene...

OK, torno serio...

Heroic Age è una storia SciFi di quelle che piacciono a me: mecha design curatissimo, azione quanto basta, ed un minimo di dialoghi e riflessione, con qualche mistero di sottofondo a mantenere la curiosità...
La storia riprende l'inizio della Teogonia di Esiodo, in chiave fantascientifica: i popoli dell'Età dell'Oro (la tribù d'Oro), signori dell'Universo da sempre, hanno deciso di chiamare a sé tutti i popoli che essi stessi hanno disseminato nell'universo (venite pargoli?). Da principio rispondono tre popoli: i primi, più simili alla stirpe d'oro, ma privi di buona parte dei loro poteri, vengono battezzati "La tribù d'Argento". La seconda, dotati di grandi poteri, ma violentissimi, prendono il nome di "Tribù di Bronzo". I terzi a rispondere sono un popolo di guerrieri formidabili: in grado di spazzar via una flotta della TRibù di Bronzo a mani nude, di distruggere le loro astronavi con un sol pugno... insomma, dei veri mostri. A loro viene dato il nome di Tribù degli Eroi.

Molti anni dopo, quando i Golden Ones si sono ormai rotti le scatole di aspettare nuovi arrivi, ecco comparire la quarta tribù. La tribù di Ferro - l'umanità. Essi intercettano per caso la più antica nave coloniale umana, troppo tardi per salvare l'equipaggio - a parte un bambino. Che essi adottano ed allevano... grazie all'incontro con il bambino, che essi chiamano Age, essi capiscono che nessuna delle prime tre tribù potrà sostituili - ma che l'umanità, se correttamente guidata, potrà ereditare sia i loro poteri che il loro ruolo. PEr farlo, han bisogno di una guida - e sarà il bambino, cui viene imposto il nome di Age e cui è consegnato (almeno, in teoria) tutto il sapere dei Golden Ones.
Inoltre, per permettergli di proteggere sé stesso e gli uomini, gli viene consegnato il potere dell'ultimo dei Nodoss, i più potenti guerrieri della Tribù degli Eroi.
Infine, prima di smammare, i Golden inviano un messaggio agli umani, così sintetizzabile: ragazzi miei, se non volete sparire dall'universo, schiacciati dalle altre 3 tribù, dovete (a) ritrovare questo ragazzino, che abbiamo reso in grado di aiutare voi e la vostra missione;(b) completare dodici fatiche... e visto che l'idra di Lerna e Cerbero sono andati in pensione, abbiamo congegnato 12 fatiche tutte nuove, tutte per voi... siamo simpatici, vero????

La storia ha inizio quando il nostro Age, vero e proprio Conan future boy di un pianeta alieno, viene recuperato da una spedizione guidata dalla principessa Deianira (AH che nome idiota! ma informarsi su quanta sfiga ha menato ad Ercole la signora????), iniziando infine il viaggio...

commento più serio... HA (a proposito, se non l'aveste ancora capito, il titolo è un gioco di parole... Heroic Age = era degli eroi. Ma anche Eroico Age, il protagonista, ma anche Age degli Eroici, visto che il ragazzo possiede il potere della citata tribù... ma Age è un gioco di parole a sua volta: HERAcles, ercole AGE...) è una serie apparentemente ben disegnata, e discretamente scritta. Dopo 2 episodi sbilanciarsi è inappropriato: ma può essere una piacevole sorpresa. Solo un dettaglio non mi è piaciuto per niente.
Troppe citazioni da altre opere, molte delle quali san di scopiazzatura.
La scena iniziale di Age che recupera il pranzo, e dello stesso che corre con questo sulle spalle è copiata pari pari da Conan Future Boy.
Il Nodoss è uguale sputato all'EVA 01 (tenetelo lontano dalla Longinus Spear, please!)...
Age sembra Goku appena uscito da una beauty farm, salvo - tagliati i capelli, trasformarsi in Athrun Zara prima di aver frequentato un liceo svizzero... e via così.
Ripeto: io mi aspetto molto. Ma temo anche l'effetto "tavanata galattica", giusto per restare in tema.
Intanto, io gli darei un bel 7... da rivedere intorno al 10° episodio.

Matte