logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
Hatake Rufy

Episodi visti: 13/11 --- Voto 5
Zombie-Loan è un anime che mi ha subito incuriosito per via della trama e del genere, ma dopo averlo concluso posso dire "meno male" che non mi sono fatto grandi aspettative. L'anime ha una durata di tredici episodi e secondo il mio parere è assolutamente mediocre.

La trama vede protagonista una studentessa di nome Kita Michiru, che si accorge di avere un dono, ovvero quello di poter vedere un anello nero intorno al collo di alcune persone, che rappresenta la vita delle persone: più tende al nero e più la fine è vicina. Il problema è che, dopo la morte, queste persone vagano ancora su questa terra come zombie, e per questo esistono i cacciatori di zombie, offerti dall'agenzia Zombie-Loan; quest'agenzia permette a due ragazzi, tramite un contratto, di vagare come non-morti dopo un incidente, e di cacciare zombie in cambio di parcelle. Akatsuki Chika e Tachibana Shito sono il motivo per cui la protagonista si infila in questo pasticcio.
Lo sviluppo della trama mi ha inizialmente subito colpito, regalando tanta azione e sfoderando subito tanti particolari interessanti di questa ambientazione, però col passare delle puntate il tutto diventa sempre più monotono e pesante, quasi decadendo verso il basso. Gli episodi si caricano di troppe scene dedicate alle parole e meno ai fatti, usando qualche scena d'azione nel finale giusto per movimentare la puntata, ma personalmente l'ho trovata odiosa e poco coinvolgente; non mancano gli eventi che trasmettono un po' di emotività, ma non abbastanza purtroppo per motivare e intrattenere più di tanto.
I personaggi sono almeno ben caratterizzati e permettono qualche momento di riflessione, accompagnata da varie gag che strappano qualche sorriso. La protagonista è praticamente inutile, e odiosa in certe situazioni, la solita protagonista che occupa un ruolo mediocre, anche se il suo dono è prezioso per i due cacciatori di zombie.

La grafica è accettabile, con animazioni nella norma, ma vengono meno i disegni, che non mi sono piaciuti, mentre il comparto sonoro mi ha convinto, con un buon doppiaggio e una buona colonna sonora, evidenziando soprattutto una opening che mi è piaciuta molto.

In conclusione, quest'anime poteva rendersi molto più interessante, ma purtroppo il proprio sviluppo è praticamente mediocre, se non meno. Ne consiglio comunque la visione, in quanto penso che abbia dei buoni aspetti, che qualcun'altro premierà più di me.

Voto finale: 5


 0
Nyx

Episodi visti: 11/11 --- Voto 6
"Zombie-Loan", a dispetto del nome, si presenta come un'opera relativamente tranquilla senza scene eccessivamente forti o spaventose, seppur sono da rimarcare un paio di episodi con un ottimo sviluppo anche a livello di azione e di incisività dei personaggi comprimari nonché dei mostri. Frequenti sono le scenette ridicole o risibili; come già accennato, non si tratta di un'opera horror "pura", le atmosfere vengono dunque spesso e volentieri addolcite e tenute volontariamente entro certi limiti. Tecnicamente siamo davanti a un buon prodotto.

La versione animata di "Zombie-Loan" è una versione ridotta e incompleta rispetto alla controparte cartacea, coprirà più o meno la metà dell'arco narrativo del fumetto, ma quella che omette è una corposa fase che nel manga non mi piacque affatto, diventando indicibilmente caotica e sconclusionata, facendomi addirittura passare completamente la voglia di continuarne la lettura; non tutti i mali vengono dunque per nuocere, tuttavia risulta sin troppo evidente la mancanza di un finale vero e proprio, e questo è assolutamente da rimarcare sin da subito onde tenere alla larga coloro che (come me) detestano le opere incomplete, lasciate tali spesso in attesa di uno sviluppo futuro del manga e altrettanto spesso restando comunque orfane della fase conclusiva per qualsivoglia ragione, soprattutto a seguito di un successo commerciale al di sotto delle aspettative.

Essenzialmente, cosa mancherebbe a quest'opera per essere ritenuta realmente apprezzabile?
Ricapitolando brevemente quanto sopra accennato: senza ombra di dubbio manca un finale qualsiasi. Ai tempi della realizzazione di quest'anime il manga era ancora in corso e dunque si è preferito lasciarlo aperto, ma, al contrario di come spesso avviene, in questo caso non si è neanche tentato di chiudere il racconto con qualcosa di accennato, troppe cose rimangono ancora inspiegate e il tutto perde profondità; la troncatura risulta davvero troppo evidente, dando quasi la sgradevole sensazione di aver perso tempo guardando qualcosa di brutalmente incompiuto. A onor di cronaca va detto che la serie prosegue con due OAV successivi (detesto tale modus operandi), ma questo non deve influenzare il giudizio della serie animata (che rimane spoglia) a prescindere dal livello dei suddetti OAV. A seguire, avrei gradito l'eliminazione di qualche gag comica eccessivamente sciocchina e abbastanza fuori luogo, si sarebbe potuto creare un'opera un pochino più seriosa e dunque maggiormente interessante anche per un pubblico un po' più grandicello.

Potrei definire quest'anime come un'occasione sprecata, era sulla buona strada per migliorare (non di poco) quanto offerto nel manga, ma, in questo modo, vi è riuscito solo in parte.


 1
GSorre

Episodi visti: 11/11 --- Voto 7
Storia interessante e originale, non per il tema zombie che ormai è presente in molti anime, ma perché i nostri protagonisti non sono né super eroi né super malvagi, ma dei semplici zombie che compiono missioni per guadagnare denaro che gli servirà per pagare il debito con l'azienda "Zombie Loan", che offre delle vite in prestito in cambio di un'ingente somma di denaro.

Da sottolineare, oltre l'innovativa trama, sono le musiche, che sono sempre azzeccate; l'opening è davvero fantastica.
I disegni non sono di certo il punto forte di quest'anime - non sono eccezionali ma sanno comunque essere gradevoli -, dato che si basa principalmente su una trama innovativa, una colonna sonora molto bella e moltissime gag che incolleranno allo schermo gli amanti di questo genere.
L'unica cosa che mi ha lasciato l'amaro in bocca è stato il finale, che lascia ancora molti dubbi ed è per questo che spero vivamente in una seconda serie.

Come voto finale vorrei dargli un 8, ma, a causa di disegni non eccezionali e un finale che non mi è piaciuto, si becca un 7, che è comunque un ottimo voto.


 1
falcus92

Episodi visti: 13/11 --- Voto 7
Zombie, ricco di parti emozionanti e intrecci particolari, questo è il riassunto di 'Zombie-Loan', un altro anime che vede protagonisti degli zombie. Sarà che mi affascina questo genere, sarà che comunque mi è sembrato un buon lavoro, sarà che ho ritenuto i protagonisti troppo fighi sono stato incollato al computer per vedere questi 13 episodi che comunque indicherebbero una probabile seconda serie. Ora bisogna capire tutto questo problema degli episodi, all'inizio erano 11 ma poi successivamente ne sono stati rilasciati altri due pertanto la serie è composta da 13 episodi a prescindere.

La storia è anche abbastanza interessante e originale. Michiru è una giovane studentessa timida, accondiscendete e semplice. Non viene considerata molto dalle sue compagne che anzi sembra che la sfruttino. Infatti Michiru è incaricata di andare ad acquistare il cibo per il pranzo a tutte le compagne.
Un giorno ritornando con tutto quel mangiare si scontra con Chika che, con l'ausilio di Shito, solleva la ragazza e l'aiuta a raccogliere il cibo. Ritornando a mensa però Michiru si sente male e sviene. Questo perché ha un particolare potere: vede i cerchi intorno al collo. Questi indicano, in base a quanto è scuro, quanto la morte sia vicina per una persona. Michiru ha visto che Shito e Chika hanno dei cerchi neri. Per una serie di circostanze vede che i due si stavano scambiando le loro mani e viene a scoprire che sono degli zombie. Degli zombie che, visto che non sono morti poiché hanno fatto un contratto con "l'aldilà", devono pagare il loro debito (la non morte) uccidendo altri zombie e per farlo lavorano in una compagnia Z-loan che li ricompensa a ogni uccisione di un mostro.

Come si può evincere la storia è interessante. Zombie che si scambiano le mani per potere evocare le loro armi, una ragazza con occhi particolari, cerchi nei colli, debiti per essere stati salvati. Il tutto colpisce lo spettatore che nei primi duee episodi si vede ricoperto da milioni di informazioni che pian piano verranno chiarite. Il cavallo di battaglia di questa serie è sicuramente ciò che ho appena elencato che rende il tutto originale e intrigante. Oserei dire che tutta la questione del debito è particolare. Quando una persona muore e ha forti sentimenti legati alla vita può stipulare un contratto con un traghettatore per avere una seconda possibilità pagando un debito ed essendo uno zombie. Sembra però quasi una truffa visto che i prezzi per potere affrontare ciò sono elevatissimi e gli zombie non hanno tutto questo valore se non sono quelli più particolari.

Bisogna dire che i personaggi, purtroppo, sono abbastanza stereotipati. La tipa bipolare, il figo che ha dentro di sé segreti, il ragazzo impulsivo e volgare con il cuore buono, l'amico intelligentone annoiato della vita. L'unica interessante è la segretaria della Z-loan che, quando ha fatto parlare quelle mani a mo' di ventriloquo, mi ha fatto capire quanto fosse pazza. Proprio questo è un altro elemento da trattare. Nonostante la pessima caratterizzazione sono da sottolineare le gag che risultano carine e interessanti. Senza di esse quest'anime sarebbe stato inguardabile visto che risulterebbe troppo serio e pesante.

Da sottolineare sono anche la OST e il disegno. Le musiche sono sempre azzeccate, l'pening poi mi è piaciuta particolarmente. I sottofondi comunque si amalgamavano perfettamente alle situazioni e alle parole dei personaggi. I disegni comunque lasciano un po' a desiderare. Non tanto i visi ma quanto le proporzioni. Chika ha delle braccia che gli arrivano a terra e Shito delle gambe troppo lunghe. Se tutto ciò avesse un motivo (come con Sanji di 'One piece') allora potrei accettarlo, ma questo è proprio un problema a livello tecnico che va sottolineato perché l'ho trovato fastidioso.
Lo consiglio agli amanti dello Zzombie-moe. Se avete amato "Sankarea", "Boku wa Zombie desu ka" e compagnia bella allora quest'anime fa sempre per voi. A me personalmente 'sto genere zombie intriga.


 0
Hariken

Episodi visti: 11/11 --- Voto 7
Avendo letto il manga, reputo quest'anime meno bello della sua controparte cartacea, ma questo mi capita spesso. Sicuramente è una storia che merita di più di un 7, ma ritengo che i personaggi siano poco caratterizzati: Chika, ad esempio, viene fatto sembrare il solito bravo ragazzo un po' casinista modello Naruto, mentre la sua psicologia è decisamente più complicata e non lo si può definire "buono" al 100%.
Idem come sopra per Shito, che passa per il Sasuke della situazione, quando in realtà il suo non è solo un modo di comportarsi, ma proprio un problema che si porta avanti da sempre, ovvero quello di non essere in grado di avere dei rapporti "umani".

Nel complesso mi è piaciuto, peccato l'abbiano interrotto sul più bello lasciandoci con un finale piuttosto simpatico ma discutibilmente appagante, poiché lascia in sospeso ancora troppe domande.

Mary

 0
Mary

Episodi visti: 11/11 --- Voto 7
Devo ammettere che i disegni sono molto carino e curato, ma ai personaggi manca un po' di carisma e una parte psicologica ben dettagliata. Ho trovato l'anime decisamente interessante, ma io che sono una romanticona che non disdegna le storie horror e di misteri, non potevo dare più di 7 vedendo che nella storia ci sono pochissime scene "love" e a tratti anche un po' noiose. Decisamente speravo fosse un tantino meglio, comunque lo consiglio agli amanti dell'horror non troppo cruenti e senza troppe scene di sangue.


 0
Pauzz85

Episodi visti: 11/11 --- Voto 7
Carino come anime, anche se non subito mi ha fatto buona impressione. Ha dei personaggi "smilzi", e non muscolosi come quelli degli Shonen, né ci sono armi gigantesche, o personaggi vestiti in modo "vistoso". Eppure, sembra concepito comunque come Shonen, data l'abbondanza di combattimenti e scene comiche.

Chika e Shito sono due ragazzi morti per un incidente, e resuscitati come zombie, nonostante conservino la propria intelligenza, e non vadano in putrefazione, come gli zombie dei film. Durante l'incidente, ognuno di loro ha perso una mano, e per errore ognuno di loro ha ricevuto la mano dell'altro. Un disguido non indifferente, dato che gli zombie di questo anime possono materializzare un'arma utilizzando la propria mano. Quindi, nonostante i due non si sopportino, saranno costretti a rimanere sempre insieme per potersi scambiare la mano in caso di combattimento (e comunque per un periodo limitato, pena la putrefazione della mano).
Chika e Shito lavorano come cacciatori di taglie per saldare un debito in denaro. E le loro "prede" sono zombi malvagi, che si nutrono di carne umana. Coinvolgeranno sin da subito una timida ragazza con il dono di individuare gli zombi malvagi che si nascondono tra la gente comune.

L'anime ha scene horror e combattimenti insolitamente sanguinari. Nei tipici combattimenti di un anime le ferite sanguinano abbondantemente, ma solo per qualche istante, poi il personaggio combatte come se nulla fosse (o quasi). Le ferite in Zombie Loan restano aperte, inzuppano i vestiti, sono veramente gravi come sembrano. Una cosa che fa un po' impressione ai più sensibili, come me. Si parla di tendini recisi per far smettere di correre l'avversario, addirittura qualcuno perde un arto e continua il combattimento.
Nel complesso, si guarda volentieri, è carino.


 0
jou95

Episodi visti: 11/11 --- Voto 10
Questo anime anche se è corto è tra i miei preferiti in assoluto. I disegni sono fatti bene e anche la trama non è male. In alcuni episodi devo dire di averlo trovato un po' noioso, ma dopo recupera subito. Mi dispiace che sia corto e vorrei che ci fosse un'altra serie. Comunque lo consiglio a tutti, sia ai ragazzi che alle ragazze. Alcune puntate sono comiche e fanno ridere molto. Quindi si merita un bel dieci.


 0
M3talD3v!lG3ar

Episodi visti: 11/11 --- Voto 6
Shito Tachibana ed Akatsuki Chika sono sue studenti misteriosi; la loro identità non è mai stata svelata a nessuno, ma alcune sconvolgenti voci sul loro passato circolano nella scuola che essi frequentano. Quasi per caso, la sedicenne Michiru Kita si ritrova al loro fianco in un'assurda "caccia agli zombie", dopo aver scoperto di essere in grado di individuare i non-morti mischiati agli umani, grazie agli occhi degli shinigami.
In breve, questo è l'incipit di "Zombie Loan", anime prodotto anche dalla celebre Square Enix, trasmesso su TV Asahi nel 2007, adattato dall'omonimo manga del 2003... una produzione che non passa certo inosservata, ma che probabilmente, in occasione di un progetto di più larghe vedute, avrebbe potuto evidenziarsi maggiormente.
Effettivamente "Zombie Loan" tutto sembra tranne un anime banale: soprattutto in quanto a stile. In questa dote il prodotto eccelle, dimostrandosi molto particolare, al punto da incuriosire fin dal primo istante. A colpire è senza dubbio la singolare contrapposizione di toni molto differenti dei contenuti. Da un lato, impregnate di atmosfere horror ed elementi soprannaturali; dall'altro, caratterizzate da una tradizionale comicità demenziale e da un disegno accostabile ai generi più svariati quali fantasy/commedia/azione e altro ancora, le forme d'espressione emergenti appaiono molteplici e soprattutto ben curate.
Non si possono ignorare le ottime rappresentazioni dei personaggi, bizzarri e carismatici quanto basta ad assecondare un character design piuttosto consueto, ma è grazie all'ambientazione (prevalentemente dark) e alla colonna sonora, che il titolo merita definitivamente considerazione: decisamente curati entrambi i fattori.
Col passare del tempo, comunque, la necessità di sviluppi eclatanti, o quantomeno più validi, si inizia a sentire parecchio, e la trama finisce per stufare, concludendosi senza particolari espedienti; anzi: la vicenda sembra ancora aperta, il che lascia supporre una continuazione.
Il proseguimento della serie si compie con il rilascio, nel 2008 di due OAV.
In conclusione: idea particolare ma purtroppo non sfruttata bene.


 1
merlo50

Episodi visti: 11/11 --- Voto 8
Storia interessante e abbastanza originale, non tanto per il tema (zombie e mostri vari si sono visti spesso) quanto per il modo con cui è trattato: i protagonisti non sono eroi positivi e negativi, ma personaggi normali (se così si possono definire dei morti viventi), ben caratterizzati psicologicamente e che fanno ciò che fanno non per altruismo o crudeltà, ma semplicemente per i soldi. Aggiungo che, a differenza di molte serie del genere, qui manca del tutto qualunque intreccio sentimentale, quindi la trama si può concentrare completamente sul tema centrale, cioè la caccia agli zombie, cosa che è un vantaggio per lo svolgimento della trama. Mi aspetto una seconda serie perché il finale è molto aperto, sperando che sia all'altezza della prima.

†~Follettina~†™

 1
†~Follettina~†™

Episodi visti: 11/11 --- Voto 7
Ecco un altro capolavoro delle Peach-Pit: Zombie-Loan!
Zombie-Loan è la storia di Michiru Kita, una ragazza un po' depressiva che "accontenta sempre il prossimo", una sorta di schiava in pratica XD.
Michiru potremmo dire che dà davvero poca importanza alla sua vita sebbene non voglia morire...
Incontrerà, come scherzo del destino Chika e Shito, rispettivamente denominati come "B" e "A ". In realtà i due ragazzi sono degli Zombie, che attraverso un lavoro part-time cercano di ritornare in vita.
La prima volta che Michiru incontra i due ragazzi è all'interno della scuola, dove la ragazza inciampa nel braccio di Chika :P
La seconda volta che li vede Michiru scopre involontariamente il segreto dei due ragazzi, ovvero che sono due Zombie.
I due all'inizio pensano di ucciderla, ma in seguito scoprendo che Michiru possiede "gli Occhi degli Shinigami"(occhi che permettono di vedere al collo delle persone in via di morte un anello), decidono di lasciarla in vita in modo da facilitare il loro lavoro.
Michiru non avendo molta scelta decide di collaborare, e i tre diventeranno in un certo senso "amici" (tanto che Chika denominerà Michiru scoiattolo XD).
Zombie-Loan è un misto di avventura e "horror", ed è davvero interessante, anche per via degli ambienti e delle musiche. :)
Presenta idee innovative: Chika e Shito sono costretti a fare insieme il lavoro part-time per tornare in vita anche se si odiano, dal momento che ognuno di loro possiede un braccio dell'altro.
I disegni sono discreti e reputo che quelli del manga siano migliori.
La storia si conclude con un punto interrogativo e per questo credo che in Giappone faranno una seconda serie su quest'anime (serie probabilmente presente sul manga).
Voto: 7. Spero di poterlo alzare in seguito a una seconda serie (devono farla! XD), avrei voluto dare di più ma undici episodi sono un po' pochini...
Consigliato a chi essendo un fan delle Peach-Pit adora un po' tutti i vari generi.
Guardatelo, questo anime merita davvero :D

kolo

 0
kolo

Episodi visti: 12/11 --- Voto 10
E' un anime molto bello. I disegni sono accattivanti e la storia è molto particolare. Soprattutto gli zombi non sono degli esseri che mugolano e camminano barcollando: questo è un grosso punto a favore! Man mano che la storia prosegue i personaggi vengono approfonditi mantenendo l'interesse dello spettatore alto. Ritengo che sia un buon prodotto che invito tutti a guardare.

Serpico

 0
Serpico

Episodi visti: 1/11 --- Voto 6
Una puntata è un po poco per fare recensioni. Brevemente, ci sono due ragazzi morti ma vivi - zombie, ma coscienti - che fanno parte di una società - la Z-Load, appunto - che uccide gli zombie cattivi, stupidi al punto giusto. Questi due si rendono conto che una loro compagna di scuola, una ragazzina-orfana-negletta-schiavizzata dai compagni, e miope, quand'è senza occhiali riesce a vedere i morti - ha gli occhi dello shimigami, gli dicono: mai sentito parlare? - e diventa per loro una pedina essenziale per il loro mestiere. In prospettiva vi sono altri personaggi, cacciatori della stessa società. che appariranno, e restano in sottofondo sia la vera natura dei due protagonisti maschili che le ragioni del trauma che impediscono alla ragazza di accettare un simile lavoro. Design agile e convenzionale, animazione sufficiente, poca azione e un po di humor, una serie abbastanza ordinaria. Il mix scolaretta timida e complessata in mezzo a mostri e compagni crudeli e determinati sembra però accattivante e fa meritare una chance a questo recentissimo anime - premetto che non ho letto il manga. Voto:6, tendente al rialzo