logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
Hanna

Episodi visti: 10/10 --- Voto 8
Trama: Rahzel è una giovane maga di quattordici anni che viene cacciata di casa dal padre per compiere un viaggio, il cui fine però non è ben chiaro nell'anime o almeno il padre non ne accenna il motivo. Appena iniziato il viaggio, mentre tenta di racimolare soldi, la giovane si imbatte in Alzeid, un ragazzo albino e molto abile con la pistola. I due decidono così di iniziare a viaggiare insieme; poco dopo si aggiungerà al gruppo anche Hitten, un altro ragazzo molto muscoloso la cui mano destra si trasforma in una spada. Di città in città i tre viaggiatori si imbatteranno in avventure nuove e al contempo pericolose che man mano porteranno lo spettatore a scoprire sempre più del passato dei tre protagonisti.

Grafica: le ambientazioni sono varie ma medio-discrete, non presentano alcuna connotazione caratteristica del luogo e per di più non c'è mai un'ampia inquadratura che ne permetta una pseudo identificazione geografica. Altrettanto insoddisfacente è la resa dei personaggi, non tanto dei secondari quanto dei protagonisti: Alzeid, per esempio, in molte scene sembra quasi uno schizzo, il volto appena accennato e poco particolareggiato.

Opinione personale: Sebbene come detto i protagonisti non siano esteticamente soddisfacenti, la loro caratterizzazione psicologica è molto buona ed interessante. In generale posso dire che l'anime tocca dei temi di notevole peso in maniera leggera ma al contempo profonda; questo perchè la narrazione è molto attiva e pimpante e, senza dar spazio a piagnistei o crisi esistenziali, affronta e parla di tematiche come l'abbandono, l'omicidio, l'aborto, la vigliaccheria, l'ossessione ecc.
La conflittualità presente in ogni essere umano è rappresentata da Alzeid e Hitten: il primo scontroso, riservato, riflessivo mentre il secondo simpatico, impulsivo, ironico ma allo stesso tempo molto furbo. A fungere da anello di congiunzione fra i due è proprio la giovane donzella con il suo carattere esplosivo.
Non trovo grandi lacune nella storia, eccetto il momento finale dove il tizio con i capelli rossi sembra far intendere che ci sia un continuo, anche se così non è poi effettivamente stato. Infatti, la grandissima pecca di quest'anime è la sua durata, si può rappresentare una storia del genere in 10 puntate?! Assolutamente irritante.

Nonostante le mie considerazioni assegno un 8 perchè l'atmosfera mi ha particolarmente colpito. Consiglio di guardarlo è leggero, serio e coinvolgente! Certo speravo che la relazione fra i tre andasse un pò più a fondo ma, la cosa in parte positiva che molto viene anche lasciato all'immaginazione dello spettatore.


 0
sissinight2499

Episodi visti: 10/10 --- Voto 9
Personalmente quest'anime lo amo, il rapporto che c'è tra i tre è un qualcosa di stupendo, è il mio anime preferito. Razhel non è la solita protagonista shoujo, tutta calma e gentile, anzi, ha un carattere deciso, competitivo, frizzante, e finalmente vedo un protagonista con dei difetti. Ogni personaggio è molto dettagliato e anche ben disegnato, anche se si nota qualche piccola pecca nei personaggi maschili.
"Hatenkou Yuugi" è un anime validissimo che consiglio sia a maschi sia a femmine. Bisogna dire però che 10 episodi sono pochi, ma sono tutti concentrati di comicità, a volte un po' horror, amicizia, alleanza, nemici diversi dal solito e avventura. Questa è l'essenza di "Hatenkou Yuugi".
Un altro aspetto positivo è che Razhel è molto variabile nel vestire: in ogni puntata cambia acconciatura e vestiti, e questo possiamo dire la rende... un essere umano normale. Inoltre a ogni personaggio viene attribuito un piccolo passato, che ci fa capire l'evoluzione del carattere del personaggio e capire perché è così.
L'unica pecca di quest'anime è che alla fine dei 10 episodi si resta con l'amaro in bocca in quanto

<b>*SPOILER*</b> a fine puntata, il padre biologico di Razhel viene ucciso da un uomo misterioso e l'ultima frase che esce dalla sua bocca è: "Razhel, il vero gioco comincia ora", e la scena ti lascia un piccolo mistero irrisolto, dato che il manga in Italia non è ancora uscito.
Nonostante però l'anime sia formato da episodi autoconclusivi, la storia segue un filo logico e lo spettatore non si annoia per niente e capisce perfettamente quello che sta succedendo.
Se cercate il classico shoujo con triangoli amorosi, non ve lo consiglio assolutamente, ma se volete una storia che si affaccia sull'avventura e sul fantasy, con qualche tocco di allegria, beh, quest'anime fa al caso vostro.


 1
VerbenaBK

Episodi visti: 9/10 --- Voto 8
Trama
Rahzel è una giovane maga di 14 anni, un giorno il padre, per farle fare delle nuove esperienze, la caccia letteralmente di casa. Rahzel decide allora che per intraprendere il suo nuovo viaggio avrà bisogno di due compagni, è così sin dal primo episodio le troviamo affiancati due ragazzi, Alzeid, un albino in cerca di vendetta, e Hittan, che non si capisce bene che scopo abbia nella vita.
E' così che incomincia il viaggio dei tre protagonisti che non risparmia mai di colpi di scena.

Considerazioni personali
Com'è stato detto prima di me, è vero, il passato dei personaggi presenta alcune lacune, ma in fondo, ai fini dell'anime che stiamo guardando, ciò non ci interessa molto, dato che, nei momenti in cui viene citato il passato di uno dei personaggi, riusciamo comunque a capire qualcosa attraverso flashback o discussioni con altri personaggi.
Probabilmente, inoltre, fatta eccezione per Rahzel, l'anime non sembrerà disegnato particolarmente bene e in un certo senso possiamo comunque notare una minima difficoltà nel disegnare personaggi maschili piuttosto che femminili.
Nonostante questi due piccoli difetti, trovo Hatenkou Yuugi però un anime di alto livello, che riesce a racchiudere situazioni romantiche, d'avventura, di magia e che mantiene comunque un filo logico per il percorso della storia.

Inoltre una cosa che ho particolarmente apprezzato è stata la presenza costante di un messaggio al fondo di ogni vicenda. Prima di vedere quest'anime consideravo quasi fastidiosi gli anime con una costante morale di sottofondo, come se gli autori non volessero fare altro che dare buoni insegnamenti e fare i finti perbenisti, ma nonostante questo non ho trovato assolutamente fastidiosa la presenza di un messaggio in ogni puntata, anzi.
Inoltre, la trama, la trovo decisamente particolare e diversa dai soliti standard; il disegno è brillante e le voci non sono affatto male.
Sfortunatamente non posso commentare il finale dato che non l'ho trovato.

Unica pecca di quest'anime, oltre a quei piccolissimi difetti accennati a inizio recensione, sono le poche puntate; è difficile affezionarsi tanto a un anime di dieci puntate come a uno di 25 magari. Nonostante questo però le vicende sono sempre interessanti, nella storia non ci sono mai punti morti e questo permette comunque d'instaurare un 'bel rapporto' con quest'anime.
Con la speranza che venga fatta una seconda serie gli assegno il voto di 8.

A_chan95

 0
A_chan95

Episodi visti: 10/10 --- Voto 8
Hatenkou Yuugi è un anime gradevole e abbastanza ben fatto. La trama non è complessa, anzi, parla di Kuesta, ragazza Razhel, che viene "buttata fuori di casa" dal padre che le dice di viaggiare. Per caso incontra Alzeid (non so se scrivo giusti i nomi), un ladro, e gli propone di viaggiare con lei per rendere la sua vita piena di divertimento e mistero.
La maggior parte degli episodi raccontano le avventure di Razhel, Alzeid e Hittan. Il rapporto tra i tre è molto divertente, e una cosa che mi è piaciuta molto è che la protagonista in ogni episodio cambia abito e pettinatura, è una cosa molto originale!
I punti più negativi sono due: Non viene raccontato molto del passato dei protagonisti , sopratutto di Alzeid, ed il finale è aperto. Da questo comunque si intuisce che ci sarà una seconda serie, son abbastanza fiduciosa!
In conclusione io assegno un 8 e lo consiglio a chi vuole vedere una storia divertente e avventurosa. Lo consiglio anche alle appassionate di storie d'amore perché non manca nemmeno quello.


 0
Valelian

Episodi visti: 10/10 --- Voto 9
La prima cosa che mi ha colpito di questo anime, sono stati gli occhi della protagonista, Raizhel e il suo attaccamento al suo orsacchiotto, che porta dappertutto. La grafica è gradevole e, anche se non si completa in questi 10 episodi la trama anche.
Raizhel, è una ragazza di quattordici anni, per di più maga, e che sa a badare a se stessa, che viene buttata fuori casa dopo un certo discorso fatto col padre, dove lui le chiedeva se lei volesse vedere il mondo. L'unico suo rimpianto è non aver mangiato i suoi piatti preferiti!
<b>
Attenzione :: Spoiler!
</b>
Ma soprattutto mi ha colpito la sua reazione nel sapere che Alzeid è un ladro. Lo guarda, e gli dice "Che sguardo noioso! e, puntandogli le mani a mo' di pistola lo punta come compagno.
<b>[FINE SPOILER]</b>
L'unica cosa, ma, come ha fatto a incontrare il suo secondo compagno di viaggio? Ce lo ritroviamo in mezzo alla storia, senza nemmeno sapere perchè si è unito a loro.
Comunque ci sono molti salti nella trama, si ritorna indietro molto spesso per capire meglio i personaggi e i loro caratteri e anche questo è apprezzabile, visto che maggiori misteri mi hanno spinto a finire immediatamente l'anime per capire cosa succedeva.
Rimango dell'idea che l'anime poteva essere migliore. 10 episodi, sono troppo pochi, avrebbero potuto essere approfondito. Come dire? Avrebbero potuto approfondire i caratteri dei personaggi, il mondo potrebbe essere stato più definito e i motivi di tutti più chiari. Anche se credo che sia un buon anime con possibilità, se magari lo approfondissero di più e in questa speranza gli do 9

N@N@

 0
N@N@

Episodi visti: 10/10 --- Voto 8
Grafica buona, disegni buoni, anche se a volte potevano essere curati meglio nei dettagli, musica anonima.
Di certo lascia l'amaro in bocca, per quanto la serie sia corta, e di sicuro, la trama poteva essere sviluppata meglio.
Credo che i personaggi abbiano caratteri abbastanza definiti, e riescono a conquistarti già dal primo episodio.
Certo, ci sono delle cose che sono inverosimili, come nel primo episodio, quando Rahzel convince Alzeido ad unirsi a lei.
Se io fossi stata al posto di Alzeido, le avrei sparato già sessanta volte!
L'ultimo episodio fa capire che ci sarà una seconda serie, ed è forse proprio per questo che i dettagli della trama non sono approfonditi.
Io credo che sia un anime piacevole, e sarei molto contenta se uscisse la seconda serie ^^


 0
Melody078

Episodi visti: 10/10 --- Voto 8
Ho trovato questo anime molto interessante. Inizialmente l'ho preso per il character design particolare ma poi ho continuato a guardarlo perchè la storia è davvero interessante. Ci sono frequenti flashback che ci spiegano i vari rapporti fra i personaggi e il loro carattere, il loro percorso per arrivare fin lì. La trama può sembrare banale ma in realtà io l'ho trovata in vari punti anche abbastanza emozionante ed originale.
Razhel da un giorno all'altro viene cacciata di casa, spinta dal padre ad iniziare un viaggio per fare esperienza. Decisa e molto caparbia sceglie due compagni di viaggio, il bello e dannato (Alzeid) con cui stringerà un rapporto più vicino all'amore, e Baroqueheat, simpatico, atletico, muscoloso. In realtà la nascita di questo trio non si capisce bene come avvenga ma ci troviamo a conti fatti già dal primo episodio nel vivo della storia.
I dieci episodi, quasi tutti autoconclusivi, trattano di argomenti anche scottanti, sovrannaturali e non. I disegni sono belli ed il doppiaggio molto buono. Non mancano gag divertenti, non nego che mi sia esplosa una risata qui e lì (ed anche qualche lacrimuccia). Il look di Razhel è davvero da sbavo, molto lolita, pieno di pizzi, gonnelline, ed anche le sue pettinature sono davvero kawaii. Alla fine si comprende benissimo che ci sarà un seguito (non vedo l'ora) quindi aspettando le altre avventure del trio mi sento di dare a questo anime un otto pieno sperando che la seconda serie non mi deluda.


 0
Naco

Episodi visti: 10/10 --- Voto 6
Questa serie è una di quelle per cui vale l'esclamazione: "Peccato, se... Sarebbe potuta essere migliore".
Perché, in effetti, in potenza questa serie ha tutte le premesse necessarie per poter risultare carina. Invece, purtroppo, queste premesse vengono per lo più disattese. Di questo si potrebbe incolpare il numero esiguo degli episodi, e non dico che questo non sia vero; d'altra parte, visto il finale, presumo che presto ci sarà una seconda serie che potrebbe portare qualche spiegazione in più ad una trama che finora non ha detto niente.
I personaggi si muovono in modo confuso in un mondo confuso: lentamente, noi spettatori apprendiamo pezzi del passato dei personaggi - la vera storia di Rahzel, l'odio che Alzeido prova verso non si capisce ancora bene chi - ma che non sono necessari a far luce sulla loro storia completa. Baroqueheat, per esempio, è un personaggio che fa parte del trio dei protagonisti, ma non si capisce bene né come ci sia arrivato né perché; in compenso si viene a sapere solo a fine serie che conosceva Alzeido da molto tempo.
I personaggi, poi, non crescono: sì, a fine episodio pare che abbiano donato un insegnamento al coprotagonista di turno, ma loro non pare imparino niente: sembrano i classici eroi che sanno tutto e capiscono tutto; solo a fine serie sembra che Alzeido mostri qualche segno di cambiamento, ma le poche premesse sul suo passato e la poca introspezione generale ce lo fanno prendere come un dato di fatto che non ci lascia niente.
I disegni, poi, per quanto carini, li trovo piuttosto anonimi, e vale lo stesso per le musiche.
Insomma: non è brutta come serie, ma non mi ha lasciato assolutamente niente di particolare per cui consigliarla a qualcun altro.

Haru/Nagi

 0
Haru/Nagi

Episodi visti: 10/10 --- Voto 7
E' stato il character design della protagonista ad avermi spinta a scaricare il primo episodio di questa serie: sfido chiunque a rimanere impassibile di fronte a un taglio e un colore degli occhi così particolari e intriganti. E ora che ho visto tutte e 10 le puntate, devo dire che non me ne sono affatto pentita! Ma andiamo con ordine...
"Ehi, Rahzel, non ti piacerebbe scoprire il mondo? Penso che affrontare un viaggio e allenarti un po' sarebbe l'ideale": è sentendosi rivolgere queste parole che, una mattina, Rahzel Anadis viene buttata fuori di casa dal padre. Tuttavia questa tanto repentina quanto stramba decisione non getta nella disperazione la nostra eroina, il cui unico rammarico è quello di non aver fatto una colazione abbondante e di essersi sforzata di mangiare perfino le pietanze che non le piacciono, cosa di cui avrebbe fatto volentieri a meno, se avesse immaginato che cosa l'aspettava. Decisa a prendere in parola il padre, nonché a divertirsi il più possibile (meglio ancora se in compagnia), Rahzel si introduce in un vicolo stretto e buio, dove si imbatte in un ladro intento a puntare una pistola contro la testa del suo malcapitato bersaglio. La vittima sfrutta l'intrusione della ragazza e la conseguente distrazione del rapinatore per scappare, ma nonostante si veda puntata addosso l'arma del ladro, questo non impedisce a Rahzel di individuare nel ragazzo che ha davanti, un albino, il suo potenziale compagno di viaggio: giovane, di bell'aspetto, che impugna una pistola in pieno giorno, violento, arrogante, e dall'espressione che lascia trasparire superiorità e, allo stesso tempo, una noia mortale. Puntando giocosamente le mani a mo' di pistola verso il ragazzo (il cui nome è Alzeid), Rahzel lo "designa" come suo compagno di avventure, promettendogli che renderà questa vita dannatamente noiosa molto più interessante e ricca di mistero.
E così i due iniziano il loro viaggio insieme, assumendosi gli incarichi più insoliti per sbarcare il lunario: nello specifico, il primo episodio vede i nostri due protagonisti intenti a liberare una foresta dalla presenza del fantasma di una ragazza che vi è morta anni addietro mentre aspettava il ragazzo che amava, e che da allora continua ad attendere il suo arrivo. Sempre durante il primo episodio, faremo la conoscenza del terzo e ultimo membro di questa insolita combriccola: Baroqueheat, un muscoloso ragazzo con un tatuaggio a forma di farfalla sul dorso della mano destra, che dimostra fin da subito una grande devozione nei confronti di Rahzel, da lui chiamata affettuosamente Rahzel-chan (a differenza di Alzeid, che si rivolge alla ragazza chiamandola sempre "baka onna" ossia "stupida donna"! XD).

Onestamente, per quanto abbia trovato questo anime abbastanza piacevole da seguire, nell'insieme mi aspettavo qualcosa in più. I caratteri dei personaggi sono ben delineati, ma spesso e volentieri la trama manca di originalità: fatta eccezione per le ultime tre puntate, tutto il resto della serie consta di episodi incentrati quasi esclusivamente sui "casi" che Rahzel, Alzeid e Baroqueheat devono risolvere, a scapito dell'evoluzione interiore dei personaggi e del loro passato, che a parer mio meritavano molto più spazio. E' anche vero che 10 episodi sono troppo pochi per poter dare un senso alla storia, infatti alcune questioni vengono lasciate irrisolte (prima fra tutte, quella relativa al passato di Alzeid).
Ciò che mi fa ben sperare è il finale (piuttosto aperto) che lascia intendere che verrà realizzato un seguito, nel quale mi auguro verranno trattati tutti i punti della storia lasciati in sospeso e che il susseguirsi degli avvenimenti sia meno frettoloso.
Nonostante questi difetti, non mi sento di dare un giudizio negativo ad Hatenkou Yuugi perché dopotutto ho trovato i personaggi davvero molto gradevoli, a cominciare da Rahzel: per una come me, che detesta con tutte le sue forze le classiche protagoniste degli shoujo dal carattere insulso a cui basta solo sentirsi sfiorare da un ragazzo per balbettare e arrossire, Rahzel è veramente una boccata d'aria fresca! Trovo molto originale la scelta di farle cambiare acconciatura e abbigliamento ad ogni puntata (anche perché ciò la rende ancora più carina *__*), inoltre ho letteralmente adorato l'evoluzione del suo rapporto con Alzeid, che col tempo si affeziona sempre di più alla "baka onna", anche se ha un modo tutto suo di dimostrarlo; quanto a Baroqueheat, è un personaggio veramente simpatico: la sua presenza di spirito, oltre a dare un tocco di vitalità alla storia, è riuscita a strapparmi più volte un sorriso. ^__^
Quanto alle musiche, ho particolarmente apprezzato la opening "Heartbreaking Romance", che è stato amore al primo ascolto, ma mi è piaciuta molto pure la Ending "Te no Naka no Eien".
Infine, spezzo una lancia a favore di Sanae Kobayashi, la doppiatrice di Rahzel: ammetto di non aver mai avuto un'alta considerazione di lei da quando l'ho sentita nei panni di Allen Walker in D.Gray-Man (che a parer mio ha reso troppo bambinesco ç_ç), e neppure nella prima puntata di Hatenkou Yuugi era riuscita a convincermi, ma ascoltandola nei restanti episodi è riuscita a farmi cambiare idea: ho molto apprezzato sia la sua voce che la sua espressività. Dovrebbe doppiare delle ragazze più spesso, altro che ragazzi!! <_<''
(E' curioso constatare che anche i doppiatori di Alzeid e Baroqueheat hanno prestato la loro voce a personaggi di D.Gray-Man, ovvero a Yu Kanda e a Bak Chan.. *_*)

In conclusione, vorrei dare ad Hatenkou Yuugi un 6,5 ma opterò per un 7 sulla fiducia, sperando di poter vedere presto una seconda serie.