logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 1
ryo79

Episodi visti: 1/1 --- Voto 7
Tratto dall'omonimo manga di Masamune Shirow (Ghost in the Shell, Dominion Tank Police), Appleseed è ambientato in un futuro dove la Terra fatica a riprendersi dall'ultimo conflitto mondiale. I sopravvissuti vengono riuniti a Olympus, una città interamente controllata dal computer Gaia e gestita da bioroidi. Però sotto quest'atmosfera idilliaca non tutto è come sembra. Alcuni esseri umani non riescono ad adattarsi a questa pace forzata e si sentono come in gabbia. E' il caso della moglie di Karon, un collega di Deunan e Briareos, che si suicida dopo pochi mesi dal loro arrivo in città.

Karon, nel tentativo di opporsi a questo sistema di controllo che ha ucciso sua moglie, si allea col noto terrorista A.J. Sebastian e assieme pianificano un attentato, con lo scopo di danneggiare il governo di Olympus sottraendogli uno dei suoi maggiori segreti militari: il progetto dei cannoni multipiede. Per far questo non esiteranno a coinvolgere la povera Hitomi, che nasconde la chiave per immobilizzare il computer della città. Deunan e Briareos, già da giorni sulle tracce di Sebastian, faranno di tutto per salvare la loro amica e con lei l'intera città di Olympus.

L'OAV dura poco più di un'ora, ha una trama semplice ma abbastanza coinvolgente, che sfrutta l'alternarsi di scene d'azione e parti introspettive. Le animazioni sono di buon livello (si tratta pur sempre di un anime degli anni ottanta) con dei disegni che si avvicinano molto al tratto di Shirow. Molto bello il mecha design che riproduce fedelmente i cyborg e le armor suit inventate dal mangaka. Ottima anche la rappresentazione della futuristica città di Olympus. Un piccolo classico consigliato particolarmente ai fan di Shirow e agli amanti del cyberpunk.

Utente5795

 0
Utente5795

Episodi visti: 1/1 --- Voto 5
"Appleseed" è un malriuscito tentativo di dare una degna trasposizione animata all'omonimo manga di Masamune Shirow, il celebre creatore di Ghost in the Shell. Nonostante siano presenti temi importanti come la distopia, il valore dell'esistenza umana e il rapporto uomo-macchina, nell'anime si punta troppo sull'azione e sull'intreccio delle vicende, rendendo questo mediometraggio un prodotto commerciale e privo di spessore.

La trama non è particolarmente elaborata, ma per un anime di genere post-apocalittico è l'ideale, mentre la sceneggiatura è maledettamente frettolosa, specialmente nella prima parte. Come ho già detto, viene dato troppo peso all'azione hi-tec, allo scontro fisico, cosa che si riflette sia nei personaggi che nelle vicende, entrambi analizzati molto superficialmente. Anche i dialoghi non brillano, rivelandosi piuttosto routinari. Nella seconda parte c'è un minimo di profondità in più, ma ciò non basta a risollevare il risultato complessivo, che si può tranquillamente riassumere nell'espressione "tanto fumo e poco arrosto".

L'animazione è stata prodotta dalla Gainax, infatti si possono notare alcune analogie tra "Appleseed" e "Gunbuster" per quanto riguarda il mecha e il character desing. Nonostante la partecipazione di uno studio d'animazione così importante e avanguardistico, "Appleseed" delude anche nella veste grafica, non sempre efficace e spesso datata. Stesso discorso può essere fatto per la colonna sonora, anche se qualche brano buono c'è.

Magari può interessare a chi ama la fantascienza post-apocalittica o le opere di Masamune Shirow, ma sono dell'idea che questo OAV possa essere evitato senza indugi, a meno che ciò che si cerca non sia un prodotto senz'anima.


 0
__Setsuna__

Episodi visti: 1/1 --- Voto 8
La fine degli anni '80 è stato un periodo veramente ricco di titoli fantascientifici e, nonostante ciò, Appleseed è un OAV che si difende molto bene rispetto alla concorrenza, grazie a un buon mix di azione e cyberpunk che riesce a incollare lo spettatore allo schermo per l'intera durata dell'episodio.

La trama ruota attorno a Deunan Knutze e al suo compagno androide Briareos, entrambi membri della squadra SWAT. I due vivono nella città di Olympus, vera e propria utopia di "città modello" all'interno della quale i pochi umani rimasti convivono con i cosiddetti Bioroid, ovvero persone create artificialmente nel tentativo di creare una società priva di violenza e quindi del tutto pacifica. A contrastare tutto ciò entrano in scena un gruppo di rivoltosi, i quali rivendicando i propri diritti di libero arbitrio tentano di realizzare un colpo di stato al fine di tornare a vivere una vita non più piatta, monotona e senza alcuna ispirazione come quella dei Bioroid.

Le ambientazioni mostrano un futuro prossimo dove, a seguito di un terzo conflitto mondiale, la tecnologia è ovviamente molto avanzata, sia in campo militare, dove le persone hanno la possibilità di utilizzare diversi mecha per vari scopi, sia nel campo della biotecnologia. Le numerose scene d'azione sono alternate a piccoli sprazzi filosofici che rendono la storia decisamente appassionante e ben curata.

Tecnicamente parlando, siamo di fronte a un titolo abbastanza curato, con buone animazioni e un character design nella media degli anni di produzione. Il comparto sonoro è ottimo, con musiche decisamente frizzanti, che donano molta carica allo spettatore e rendono bene lo stile trattato. Per quanto riguarda l'edizione Yamato, posso dire che l'audio è stato curato bene, grazie a una rimasterizzazione in DTS che fa abbastanza il suo dovere, anche provenendo da una traccia stereo. Un po' minore è invece la cura del video, che non brilla per chiarezza e pulizia d'immagine: a mio avviso si poteva fare di meglio.

In definitiva, Appleseed è un titolo che può essere apprezzato da chiunque abbia un pizzico di passione per l'action/fantascienza e cerchi più che altro una storia movimentata e abbastanza semplice, che non s'immerga in grandi disquisizioni filosofiche.


 0
M3talD3v!lG3ar

Episodi visti: 1/1 --- Voto 5
Nel 1985 il mitico Masamune Shirow (Ghost In The Shell, Dominion) inventa una storia (una delle prime) dalla trama densa, ambientata in futuro ambiguo, destatrice di tanta ammirazione anche negli anni a seguire.
Il 1988 è l'anno dell'adattamento animato dell'opera, la cui regia viene affidata a Kazuyoshi Katayama.
Gli elementi del film sono validi, ma accusano spesso la mancanza di una migliore simbiosi tra gli stessi, che genera risultati non sempre all'altezza.
Il clima è molto datato: a partire dalla colonna sonora, abbastanza stereotipata e piuttosto "vecchiotta", altre componenti, come il character design, le animazioni e la colorazione, non danno certo il massimo delle soddisfazioni.
I protagonisti non sono caratterizzati a dovere, insomma...non lasciano il segno, come invece dovrebbero, e le tematiche riguardanti il rapporto uomo-macchina (alla quale l'autore tiene molto) vengono trattate poco e male e sono inspiegabilmente eclissate dalle vicende secondarie.
Trama: in un futuro prossimo, una serie di guerre porta gran parte del pianeta alla distruzione. Deunan, abile combattente, e il suo inseparabile compagno, il cyborg Briareos, vivono isolati in città semidistrutte fino a quando non vengono trovati da una esploratrice della città di Olympus. Condotti in questa avveniristica metropoli, dove sembra essere stato ristabilito l'ordine, i due si arruolano nella polizia e affrontano pericolosi terroristi. Lo svolgersi della vicenda mette a nudo molte ambiguità relative a Olympus e agli esperimenti che vi vengono condotti. Mentre riflettono sul mistero, i personaggi devono anche svolgere il proprio lavoro di poliziotti, impegnati in rocambolesche scene d'azione, pattugliamenti in elicottero, e inseguimenti mozzafiato, che per fortuna non mancano e conferiscono quel tocco grafico in più tipico delle produzioni fantascientifiche.
Tuttavia, è seriamente consigliata la visione di Appleseed (2004), remake molto meglio riuscito e senza dubbio più degna rappresentazione dinamica del manga di Shirow.


 0
Gackt

Episodi visti: 1/1 --- Voto 5
Non avendo letto il manga di Masamune Shirow, mi viene difficile giudicare quanto l'anime sia attinente al manga e quanto sia riuscito, ma, giudicandolo come un'opera indipendente, devo dire che si tratta di un OAV ormai datato.

La citta di Olympus è una città utopistica, abitata soprattutto da biodroidi, esseri artificiali in grado di sopperire ai difetti umani. E' qui che i due protagonisti, Deunan Knute e Briareos, svolgono la loro attività di membri della SWAT. Ma qualcuno non è soddisfatto della "perfezione" di Olympus e cercherà di cambiare le cose, dando vita a una rivolta in cui Deunan e il compagno saranno coinvolti.

Essendo un anime del 1988, Appleseed presenta tutti i difetti del tempo, nelle animazioni, nelle colorazioni, e in tante ingenuità. Soprattutto la trama non viene approfondita, e la rivolta sembra quasi senza senso. Per non parlare della caratterizzazione dei personaggi, quasi inesistente.

Dopo aver visto il remake del 2004, posso affermare che Appleseed possiede una trama solidissima e interessante, ma che in questa versione non ha sfruttato appieno (anzi, per niente). Consiglio quindi la visione della nuova versione in CG del 2004