logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
edgofglory

Episodi visti: 24/24 --- Voto 8,5
"Chrno Crusade" è perfetto per molti tipi di palati e al tempo stesso indigesto per altri. Già il primo episodio rivela un clima che è sì cupo e interessante ma al tempo stesso intervallato anche da momenti più leggeri e comici, con l’intesa tra Rosette e Chrono a rappresentare subito il fattore trainante della storia. Col passare del tempo la serie diverrà più drammatica, senza però risultare eccessivamente pesante, visti i tanti frangenti più rilassanti. Proprio quest’alternanza tra scene importanti e momenti più comici potrebbe fare il buono o il cattivo tempo nel seguire quest’opera: spesso la trama subisce brusche accelerate e al tempo stesso forti rallentamenti, mettendo in difficoltà l’attenzione dello spettatore.

Una possibile ancora di salvataggio da questo clima apparentemente confusionario lo possono essere le storie dei personaggi: Chrono e Rosette saranno perfetti per chi adora la tematica della coppia indissolubile nonostante le differenze in partenza (sono in fin dei conti un demone e un’esorcista), Azmaria e Satella esalteranno coloro che amano vedere i personaggi in cerca di redenzione e riscatto da un passato burrascoso (bello da vedere poi il contrasto tra le loro personalità: positiva e ottimista la prima, pessimista e distaccata la seconda), mentre per chi cerca i cattivi senza scrupoli nell’ottenere i propri scopi c’è Aion a farla da padrone.

Sul piano tecnico la produzione è in linea con gli standard di quei tempi (era il 2003), mentre le soundtrack (esaltate dall’ending “Sayonara Solitia”) portano la firma di una Yuki Kajiura già matura per la consacrazione che otterrà in seguito firmando tante altre colonne sonore da capolavoro ("Madoka Magica" e "Sword Art Online" solo per citarne alcune). Altro punto di forza il doppiaggio italiano: magistrale la coppia Pacotto-Di Benedetto, oltretutto ben supportata dai vari Scattorin, Magnaghi, Fava e Spinelli. Da segnalare anche un adattamento senza timori sul piano religioso (sempre spinoso da trattare in Italia).

Insomma, una serie da seguire per chi ama le grandi coppie e i personaggi in cerca di riscatto, da evitare per chi non sopporta le trame non lineari e il contesto religioso. Personalmente, se avesse avuto qualche episodio in più, magari di stampo leggero, avrebbe anche potuto raggiungere un bel 9 in pagella. Ma l’otto e mezzo è comunque un signor voto per una signora vicenda!


 0
alex di gemini

Episodi visti: 24/24 --- Voto 6
<b>Attenzione: presenza di spoiler</b>

"Chrono Crusade" è un anime controverso come pochi. Anche per me è un enigma, dato che alla prima visione avvenuta ormai diversi anni fa lo trovai bellissimo, poi, dopo sei mesi, lo rividi tutto e non potei non esclamare: "Tutto qui?". Alla fine ho deciso di scrivere questa recensione anche per chiarire a me stesso cosa sia. Sulla trama, sorvolo perché si è già detto tutto. Come storia trovo che prenda le mosse dal filone Dan Brown, basterebbe questo per dire che (non) è da vedere. Ma dato che non si prende sul serio ed è solo un anime si può sorvolare su Maria Maddalena e le stigmate mostrate a sproposito, sulle suore dai capelli lunghi e le divise scollacciate, su Rosette che mentre viene catturata da Aion... Beh, mette in mostra le sue splendide gambe. Almeno, io che sono cattolico la penso così e concedo il beneficio d'inventario.

Per la psicologia è difficile dirlo perché la serie è molto psicologica e le caratterizzazioni dei personaggi mi sembrano ben fatte, tutti finiscono con l'essere più profondi di quanto non sembrano. Rosette, in particolare, ed è l'unica cosa di cui sono certissimo, è uno splendido personaggio, davvero a tutto tondo e, se dovessi votare il più bel personaggio femminile di sempre degli anime, le darei il mio voto. Ma ciò non significa che non ci siano degli errori. Chrono non è credibile perché non si può diventare da feroci ribelli contro tutti a biscottini solo per le corna perse e l'incontro con la donna che ci ha ammansito. Il carattere non cambia e, da questo punto di vista, Inuyasha era molto più realistico. La strega dei gioielli, così come Azmaria, non si capisce se sia utile o meno. Se non ci fossero, la storia non cambierebbe granché. O forse è essenziale la loro presenza, perché costituiscono una storia nella storia, nonché un'ottima coppia dove non si capisce chi sia l'attore e chi la spalla. Del resto, sono emblematiche le ultime parole della strega, in cui raccomanda ad Azmaria di pensare a Rosette perché lei rischia di diventare "cinica come me". Aion, poi, non si capisce se sia un genio delirante o solo un delirante, non vale un unghia del mio odiatissimo Naraku, ma si salva in zona Cesarini come emblema del male che non finirà mai di tormentare il mondo.

I combattimenti possono piacere o non piacere, dato che i demoni sembrano robottoni, ma il duello finale tra Chrono e Aion é davvero imperdonabile, manco in "Dragonball GT" avrei tollerato un duello di cinque secondi e tre decimi. Il numero delle puntate, poi, è davvero difficile da valutare. O forse dovrei dire che sia la quintessenza dei vizi e virtù delle serie a ventisei puntate, con l'inizio lento che più non si può, dato che i primi dodici episodi potrebbero essere tolti senza problemi e i restanti, soprattutto nel finale, sono troppo accelerati. Ma una serie da ventisei rimane comunque meglio sviluppata di una di tredici e più agile di una da trentanove, per cui direi che va bene. Trovo che ci siano dei temi non ben descritti dai più e che, pur permeando la serie, non siano facili da vedere. Uno è il senso di colpa. Se ci pensate, un po' tutti ne sono avvolti e finiscono col soffrire o col fare ciò che non vorrebbero, pur di rimediare. Yoshua non segue Aion perché si sente in colpa per aver dato troppi fastidi a Rosette con la sua salute cagionevole. O Chrono per non aver potuto salvare la Maddalena. O la Strega per non essere brava come la sorella. O il dolore del "reverendo" per aver causato tutto questo non arrivando in tempo quella notte in cui Yoshua è stato rapito. E poi, per non aver salvato Rosette durante le lunghe battaglie. L'altro elemento è dato dai ruggenti anni venti, anni di benessere diffuso e luccicante, come a voler archiviare la guerra e aprirsi ad un futuro migliore. Eppure, ben presto abbiamo una nota di malinconia perché sappiamo che tutto è effimero e il '29 e la guerra arriveranno. Grafica e regia buone le musiche belle. La opening, pur nella sua bellezza, rischia però di essere fuorviante perché dà l'impressione di trovarsi innanzi ad una serie d'azione ma qui c'è ben di più. Il finale, infine, mi sembra tutto sommato completo, ma anche così triste. Contrariamente al solito, poi, l'anime ha un finale molto più cupo di quello del manga, ma niente spoiler. In conclusione trovo che la forza di "CC" sia quello di pescare dai registri più diversi ma senza svilupparli a fondo, di aprire così tanti percorsi e sottopercorsi che ognuno sarà tentato di crearsi il proprio e di darne il proprio voto. Io, personalmente, mi limito a mediare con un 6.


 0
Rygar

Episodi visti: 24/24 --- Voto 10
"Chrono Crusade" (o "Chrno Crusade" secondo la locandina) fu un titolo che ricercai con assiduità. Vidi per caso alcune immagini su qualche sito e su un video AMV. Gli abiti della protagonista catturarono la mia attenzione in modo inequivocabile. Dovevo saperne di più. Fortunatamente riuscii a trovare l'intera stagione e con grande gioia scoprii che era stata adattata in italiano!

La curiosità era tale che cominciai a guardare il primo episodio e con grande sorpresa non era proprio come mi aspettavo (dalle poche immagini in mio possesso credevo fosse un genere futuristico/religioso in stile "07 Ghost"), però quell'ambientazione così insolita, sia come periodo spaziale sia come periodo temporale, riuscì egualmente a conquistarmi, regalandomi una storia del tutto inaspettata ed estremamente piacevole. Personalmente l'ho trovata estremamente interessante e matura, tecnicamente ben fatta tenendo conto del periodo temporale in cui è stata realizzata.

"Chrono Crusade" è un anime della stagione invernale 2003 composto da 24 episodi. La serie deriva dall'omonimo manga pubblicato nel 1999 e uscito in Italia dal 2005. L'anime e il manga intraprendono due percorsi differenti per ciò che concerne il finale.

Trama: America, anni '20. Terminata la seconda guerra mondiale, nel "nuovo mondo" impera un mix di decadenza e apparente prosperità dettata da un edonismo smodato. La mafia impera ed estende il suo dominio, la musica jazz ha qui le sue origini e l'alcool sfida i tempi del proibizionismo. Tutto questo provoca gravi divari sociali tra le classi ricche e povere e tutto par essere soggiogato dalla corruzione e dal degrado morale, ed è qui che le forze sataniche traggono i maggiori benefici. Affinché l'umanità non soccomba al male esiste un ordine religioso di natura cristiana (l'Ordine di Maddalena) che aiuta le "pecorelle smarrite" a dire di no al demonio e a combatterlo con armi da fuoco ed esorcismi. Protagonisti della storia sono Suor Rosette e il demone Chrono, un reietto della sua razza che aiuterà la protagonista contro i piani di Aion, un demone che intende trasformare la Terra in un inferno ove la razza demoniaca possa prosperare a scapito dell'umanità.

Grafica: "Chrono Crusade" è figlio del suo tempo, per cui la grafica rispecchia fedelmente tale periodo in tutti i suoi limiti. Il comparto grafico però non delude le aspettative, offrendo ambientazioni particolari e insolite (non per questo ben realizzate e convincenti), inoltre le animazioni sono fluide e dinamiche. Il character design è davvero bello e piacevole. Degni di nota sono gli abiti. Molto belle e originali sono le divise da suora, degne di nota.

Sonoro: "Chrono Crusade" è degno di menzione anche nel comparto sonoro. L'opening e l'ending sono davvero belle, ottime anche le OST. L'adattamento italiano non fa una grinza e ammetto che si è riusciti a contestualizzare alla perfezione i dialoghi e la resa dei personaggi. Gli effetti sonori sono nella media.

Personaggi: grande attenzione è stata posta sulla realizzazione e sulla caratterizzazione dei personaggi. Ciascuno con un proprio passato, i propri obiettivi e con i propri ideali. Spesso il contrasto tra intransigenza della morale cristiana e il compromesso con una forza demoniaca reietta emerge dirompente all'interno dell'ordine, ma è parte integrante di un'ottima realizzazione caratteriale dei personaggi.

Sceneggiatura: nulla da eccepire riguardo al comparto scenografico. La gestione temporale è fluida e senza alterazioni inspiegabili. Sono presenti diversi flashback per mettere in risalto il passato dei personaggi, ma non risultano pesanti o fastidiosi. I dialoghi sono appropriati e coerenti. Gli eventi si susseguono con ordine e coerenza. La morte è presente in tutta la sua tristezza e drammaticità.

Finale: il finale non sembra essere stato compreso molto bene da alcuni fruitori dell'opera. Personalmente non noto alcunché di astruso o posticcio, bensì profondamente veritiero e attinente ai fatti realmente accaduti. Se la prima parte è un concentrato di commozione e malinconia, la seconda ci piomba in una realtà dalla quale non possiamo distogliere lo sguardo, comprendendo che il male è una forza eterna alla quale dobbiamo opporci fino alla morte. Da parte mia è un finale perfetto.
In sintesi: "Chrono Crusade" è un prodotto insolito, ciononostante è ottimo sotto ogni punto di vista. Parlare dell'America dei ruggenti anni '20 e di un ordine religioso cristiano che "convive" con una creatura demoniaca può apparire blasfemo ai puristi e incomprensibile a molti. Lo stesso finale può apparire criptico o addirittura insensato per diverse persone, ma chi sa andare oltre alle premesse e sa accettare il finale potrà apprezzare una grande opera, sorprendentemente matura e benfatta (nonostante le apparenze "shounen"), dotata di un grande senso morale e capace di commuovere e fare riflettere, anche su avvenimenti contemporanei.
Consigliato a chi cerca quel "qualcosa in più" da una serie d'animazione.


 0
Rieper

Episodi visti: 24/24 --- Voto 6
Demoni e religione sono due argomenti abbastanza vicini e la religione cattolica, come molte altre, tratta di entrambi in maniera piuttosto semplicistica. E' un vero peccato che in un anime come "Chrno Crusade" se ne tragga ispirazione con troppo poca convinzione.

Siamo in America, in quelli che venivano chiamati "gli anni ruggenti", e sulla pace e l'ordine vigila la Chiesa della Maddalena, un'ordine molto particolare che si occupa dell'eliminazione dei demoni che portano morte e disordini nel mondo. I due membri di quest'ordine che guideranno la serie sono sorella Rosette e il suo compagno Chrno, un demone dalle sembianze umane gentile e altruista. Il passato della giovane coppia è pieno di eventi che l'hanno cambiata e che le hanno dato uno scopo ben preciso, oltre quello di liberare il mondo dal male, ovvero salvare Joshua, il fratello di Rosette scomparso quattro anni prima.

L'originalità purtroppo non regna nella maggior parte della serie, e la cosa dispiace perché le potenzialità ci sono, o almeno fino a un certo punto. Non avremo mai situazioni in cui diremo "oh, non me l'aspettavo", non troveremo colpi di scena, in pratica, e cosa ancor più importante non v'è un grande interesse, a lungo andare, degli eventi secondari che si succederanno durante la storia. A pensarci bene non è neanche una semplice mancanza di originalità che porta alla noia, ma più una non ben dosata necessità di stile che in quest'opera semplicemente manca. Di religione non si parla affatto, neanche a livello di curiosità si nomina qualcosa, eppure da un anime che fa molti riferimenti sottintesi a essa non sarebbe stato un male.

Altri difetti li ritroviamo nella regia, e sono quelli più gravi. I dialoghi sono eccessivamente infantili e imbottiti di affermazioni moralistiche al punto da rendere ogni conversazione un'agonia per lo spettatore. Ad alimentare tale sofferenza v'è anche la presenza di un personaggio di nome Asmaria, che accompagnerà la coppia, la quale niente fa se non rompere l'anima con i suoi continui piagnistei, presenti ogni qualvolta si trova in difficoltà, cioè sempre. E tanto per completare un quadro già poco promettente troviamo un eccessivo e insopportabile divario tra prima e seconda metà dell'anime, che delinea un approccio spensierato e quasi divertente nella prima parte per poi sprofondare in una drammaticità terribilmente indigesta ed esasperata. Insomma, non si può creare una serie di episodi ricolmi di gag per poi deprimere lo spettatore con drammi a destra e a manca. Non si tratta neanche di preferire un happy ending a un bad ending, bensì di mantenere il metodo dell'opera fino alla fine, pur se con qualche leggera modifica.

Sul versante tecnico va compreso che l'anime conta svariati anni, ma nonostante tutto mantiene un livello qualitativo discreto. Il character design è buono pur se non ispiratissimo, mantenendo un equilibrio stabile tra dettaglio e semplicità. Gli sfondi sono smorti, poco dettagliati e non esattamente "immersivi" per l'opera in questione. Le animazioni sono poco fluide e le scene d'azione di conseguenza poco coinvolgenti. Il comparto audio è altrettanto discreto, con effetti un po' "vecchi" ma con un doppiaggio abbastanza accettabile, se non fosse per il contenuto dei dialoghi... Opening ed ending sono anonime e poco azzeccate.

"Chrno Crusade" parte da una base non molto originale ma tutto sommato solida, che tuttavia non viene sfruttata al meglio fino alla fine, e ciò ne abbassa notevolmente la qualità dell'intrattenimento e generale. Non c'è divertimento nel conferirle un voto così basso e non c'è tanto meno nell'averlo delineato con tutti i suoi difetti, ma ahimè sarebbe ingiusto e illogico premiare un'opera che a parer personale non arriva pienamente alla sufficienza. L'opera in questione non ha soddisfatto neanche per metà sul lato narrativo e pertanto non posso che assegnarle un 6 tiratissimo. Anime non molto consigliato.


 0
kojiro72

Episodi visti: 24/24 --- Voto 7
E' un anime dal quale ci si poteva aspettare di più. Prima di entrare nel vivo della storia bisogna aspettare almeno 4 o 5 puntate. In altre parole non si viene subito coinvolti dalla prima puntata. Vale sicuramente la pena di visionarlo, in quanto non mancano le buone scene d'azione, le rivelazioni inaspettate e della suspance di buona qualità. I disegni non sono male, ma forse nella trama il collegamento con il mondo filosofico religioso è stato preso un poco alla leggera. In conclusione credo che sia un anime che potenzialmente poteva offrire di più, perché alcune idee nella trama e scene piene di pathos erano anche tra l'8 e il 9. Purtroppo alcuni spunti di ottima qualità, per alcuni anime, non hanno la forza di risollevare la qualità di tutta una serie intera. In ogni modo io ne consiglio la visione, perché alla fine, dopo una completa visione, vi ritroverete ad avere provato delle belle emozioni. Buona visione a tutti.


 3
M3talD3v!lG3ar

Episodi visti: 24/24 --- Voto 5
A giudicare dalla media dei voti ottenuti sui vari siti web, un titolo come Chrno Crusade (o Chrono Crusade - mai compresa questa differenziazione) avrebbe potuto mitigare lo scetticismo che ho sempre provato nei confronti di anime tratti da manga shounen, invece mi sono trovato di nuovo a sbuffare di fronte allo schermo. Che la trama si di quelle dalle buone potenzialità, stavolta, è innegabile, ma non basta. Non basta gettare nel calderone un'ambientazione abbastanza suggestiva, personaggi dal background intrigante o riferimenti a gogò all'immaginario cattolico (ottimo serbatoio per le storie di fantasia), e lasciare che si combinino tra loro alla buona. Chrono Crusade resta alla base uno shounen comunissimo che non rinuncia alla faida tra buoni e cattivi, all'ingenuità dei dialoghi, alla superficialità del fattore psicologico e delle inesorabili lezioncine morali propinate, a una sceneggiatura colma di luoghi comuni.
A rendere tutto estremamente più anonimo è in aggiunta il mediocre comparto grafico: di quest'ultimo promuovo unicamente il chara design della protagonista (unica figura con un pizzico di personalità), ma le animazioni sono un disastro e la regia è dilettantistica. La scelta delle musiche? Irrisoria, dovrebbe conferire pathos ma ci riesce solo sulla carta.
Purtroppo ho da ridire sull'adattamento italiano stesso: ho il sospetto che molte battute possano essere state ammorbidite, anche fin troppo 'italianizzate', e penso che la scelta delle voci sia stata giostrata con troppa leggerezza (la Fava nei panni di Azmaria è inascoltabile). Serie noiosa e infantile.


 0
Rumiko

Episodi visti: 24/24 --- Voto 3
Tre, tondo tondo: il voto più basso che abbia mai dato a un anime, ma provo a spiegarvi perché, a mio giudizio, è del tutto meritato.
Partiamo con la trama: la storia ruota attorno a un ordine religioso cattolico che combatte il Male. Protagonisti sono Rosette, "suora" molto particolare appartenente al sopracitato ordine, e Chrono, demone "buono" legato a Rosette da un legame che si andrà chiarendo nel corso della serie. Ovviamente spunterà il "cattivo", Aion, legato a Chrono e a Rosette da un misterioso legame.

Le premesse sembrano ottime, ci sono tutti gli elementi per un anime ricco di suspense e colpi di scena, eppure... eppure le premesse vengono tutte mancate. I nodi vengono al pettine in breve tempo e la storia si trascina stancamente. In fondo, succedono sempre le stesse cose. Si cade nella banalità e nel già visto. Ci viene propinata anche una storia d'amore di sottofondo, ma banale e precipitosa, per cui per intere puntate non succede nulla e alla fine scoppia l'amore come una bomba. Non parliamo poi del finale, che più improbabile (e deprimente) non si può.
Le uniche cose che si salvano, per cui non do all'anime 1 - visto che zero non si può dare - sono i disegni, ben fatti e resi al meglio da un'ottima grafica, e l'opening/ending che non è male. Per il resto: una vera delusione.


 1
__Nergal__

Episodi visti: 24/24 --- Voto 8
L'anime è ambientato in America, nei favolosi anni ruggenti. Sorella Rosette è una esorcista che, assieme al suo amico Chrno, un demone, sconfigge demoni per conto dell'ordine di Maddalena.
La città è minacciata da sempre più mostri per colpa del risveglio di Aion, un ex-alleato di Chrno con cui è riuscito a scappare dall'inferno. Rosette vuole ritrovare suo fratello Joshua scomparso quando lei era piccola e ora in mano al perfido Aion.
L'anime, oltre che incentrarsi sui vari combattimenti contro i demoni, si sofferma molto sul rapporto che lega Rosette con Chrno, legati da un patto stipulato tra i due attraverso il quale la suora dona parte della sua energia vitale per restituire i poteri al demone, che li ha perduti assieme alle sue corna.

I demoni e gli altri mostri sono realizzati molto bene, molto belli Aion e il duca Deufo (peccato che compaia solo per poche puntate), due dei demoni più forti degli inferi.
Aion in particolare è un ottimo personaggio, forte ma allo stesso tempo astuto, veramente adatto a fare il cattivo della situazione. Chrno invece mi è sembrato come un rammollito, era uno dei demoni più forti degli inferi e ora non è più capace di fare niente, è come un uccello con le ali tarpate da quando ha perso le sue corna.
Rosette fa la parte della classica imbranata e sarà protagonista di varie gag data la sua sbadataggine, ma in complesso è un ottimo personaggio, dal cuore nobile e dall'animo gentile. Più banale e inutile è invece Azmaria, giovane dotata del potere di curare con il canto, che si dimostrerà pressoché inutile nel 80% delle situazioni data la sua paura praticamente di tutto.

La realizzazione tecnica in generale è ottima per quanto riguarda i disegni e le animazioni, sia dei personaggi sia delle città, ottimamente realizzate, mentre per quanto riguarda le musiche le ho trovate piuttosto "insipide", a partire dall'opening fino alle varie tracce della colonna sonora.
La qualità va un po' scemando verso la fine, quando mi sono quasi trovato di fronte a un ecchi, con una Rosette vestita di nero che concedeva parecchio al fanservice, una nota stonata in un ottimo prodotto che comunque non rovinerà certamente la visione.

<b>
Attenzione :: Spoiler!
</b>
La conclusione sinceramente l'ho trovata parecchio nonsense, si vede l'attentato a Giovanni Paolo II e successivamente tra la folla si scorge Aion che, precedentemente, avevamo visto morire. Non ho capito se gli autori volevano farci intendere che l'attentato era opera di Aion o semplicemente volevano mostrare in modo plateale che lui era vivo e che era tornato per "combinare guai".
<b>[FINE SPOILER]</b>

Concludendo, "Chrno Crusade" non è certamente un capolavoro, né uno dei miei anime preferiti, ma è innegabile che sia un anime di ottima qualità e che quindi mi sento di consigliare a chi cerca un prodotto con dei personaggi un po' insoliti (suore pistolere) e con una trama solida.


 1
Turboo Stefo

Episodi visti: 24/24 --- Voto 9
Tratto dall’omonimo manga di Daisuke Moriyama, l’anime è stato realizzato dallo studio Gonzo circa 5 anni dopo la serializzazione della serie su rivista, portando qualche differenza a livello di tematiche nelle battute finali, precisazione fatta dallo stesso autore.
In Italia la serie è stata pubblicata in cartaceo da Panini Comics e su DVD dalla Yamato Video.

Nell’America degli anni ’20 ci sono svariati problemi legati alla presenza di demoni che creano vari disordini. Ad aiutare la polizia, quasi impotente di fronte a tali entità, ci pensa l’Ordine della Maddalena, un ordine religioso che mette a disposizione numerosi esorcisti per il bene dei cittadini. Tra questi milita anche Rosette, una giovane ragazza accompagnata da un ragazzo molto particolare, ovvero un demone.
La storia inizia in modo banale e comune, un ordine di esorcisti intenti a combattere i demoni cercando di arrivare al loro capo. Ma il punto di forza e l’originalità della serie nascono dal legame che unisce Rosette e Chrno, un patto che lega indissolubilmente la loro vita e la loro anima, dando esito probabilmente certo alla loro esistenza.
Questo è il principale motivo di curiosità nello spettatore, che verrà spinto a proseguire la visione per sapere come finirà la vicenda. Dopo che questo grosso nodo narrativo verrà svelato la storia prende nuovo ritmo e inizia una lenta ma continua evoluzione, sviluppando in modo alternato i segreti e i passati dei personaggi (primari e qualche secondario), e offre anche qualche discreta evoluzione psicologica, prendendo anche qualche direzione inaspettata con alcuni graditi colpi di scena. La trama andrà a dipingere un quadro decisamente vasto ma a mio avviso perfettamente ideato.
Arriverà l’agognato finale e sicuramente riuscirà a stupire, la sequenza drammatica e struggente non solo sarà incredibilmente toccante, ma darà senso all’intera opera parlando del tempo, del suo scorrere e della vita, inneggiando alla bellezza e all’importanza della stessa. Peccato per moltissime cose che purtroppo non soddisferanno a pieno, creando così situazioni che non risultano né felici né tristi, senza scordare un paio di particolarità che rimarranno fumose.
Piccola nota a margine, ci sono numerose citazioni e rimandi al cristianesimo, sia nei termini sia nelle simbologie, ma è un rimando ricercato per motivi narrativi e solamente per quelli, quindi tante cose apparentemente blasfeme o errate possono essere sorvolate chiudendo un occhio, però ovviamente ciò può infastidire alcuni spettatori.

I disegni di Daisuke Moriyama sono ben riproposti e soprattutto curati, rivelando una preziosa cura nei disegni, mentre le animazioni saranno fluide e continue. La regia offre una buona continuità nella scelta delle inquadrature, però spesso sembra rocambolesca e offre cambi di scena eccessivamente rapidi e decisi. Questa particolarità si avverte maggiormente negli scontri, dove risulta quasi confusa, e tutto questo va a pesare ancora di più sui combattimenti, che risultano già ripetitivi, e grosso modo la sequenza è sempre simile, ovvero viene posizionata una barriera cruciforme, si sparano gli speciali proiettili che non avranno effetto e infine si usa il proiettile speciale. L’unica differenza si avrà quando faranno l’entrata in scena i demoni più forti, le cui battaglie però sembrano più combattimenti tra mecha, vista la tipologia di attacchi.
Il character design, apparentemente radicato nello stile tipico degli shonen anni ’90, è vario negli umani e nei demoni, che saranno presenti in due stili differenti. I demoni più importanti ai fini della trama avranno uno stile accattivante e moderno, mentre quelli destinati ad apparizioni rapide sono ben più oscuri e tetri, ricordano veri e propri mostri presi dai migliori horror.
Una menzione particolare va alla CG, usata per piccoli oggetti e in maggior parte per particolari giochi di luce e per effetti particellari (fumo, vapore, polvere, ecc.), il tutto è sempre ben integrato e regala spesso ottimi risultati.

La colonna sonora è congrua allo stile dell’opera e alle situazioni che dovrà enfatizzare, ovvero temi leggeri e scanzonati per situazioni comiche e altri ben più carichi di tensione; però non ci saranno tracce particolarmente memorabili e basta poco per dimenticarle, sempre che siano state notate.
Il doppiaggio italiano è eccellente, soprattutto nella scelta della Pacotto su Rosette. Al primo impatto la voce potrebbe non sembrare congrua ma la doppiatrice è famosa per la sua capacità di variare e sottolineare al meglio gli stati d’animo del personaggio, incarnando così perfettamente la volubile ragazza. Così si avranno divertenti sfuriate e toccanti dichiarazioni, perfette per il finale.

Chrno Crusade tiene quindi fede al suo nome, soprattutto cogliendo il rimando al dio greco del tempo, ovvero Crono. Presenta una storia in continua evoluzione che si rende sempre più interessante fino al drammatico finale, che rende più chiaro il significato della stessa. Peccato per la fattura tecnica sfruttata poco e per i combattimenti ripetitivi e piatti che annoiano lo spettatore alla ricerca di azione; però se volete immergervi in una storia intrigante che saprà scaldare e toccare le corde del cuore, non esitate nel decidere di vederla.

P.S.
In sé l’anime dovrebbe meritare un 8, perché al di fuori della storia offre una discreta fattura tecnica ma il basso profilo della colonna sonora grava sul tutto. Ma dopo avere visto l’ultimo episodio l’anime lascia un segno indelebile, quindi valutando questa caratteristica veramente rara secondo me il voto merita di essere alzato.

Cecilia

 0
Cecilia

Episodi visti: 24/24 --- Voto 7
Chrno Crusade prometteva bene e poi è finito in un pasticcio. E mi dispiace molto, una volta tanto che un prodotto giapponese che trattava tematiche del cristianesimo riusciva a non indispormi.
L'ambientazione, anni '20 in America, mi piace e anche l'Ordine della Maddalena non è del tutto campato in aria. Però, un dubbio atroce mi assilla: mangaka/animatore, ma perché non ti documenti?
Ci sono suore il cui velo sembra messo lì per bellezza, con i capelli lunghi e in bella vista, che smettono l'abito dell'ordine come se nulla fosse. Un ordine che parrebbe cattolico (venerano i santi e Maria) - in una nazione protestante come l'America, ma vabbé - e poi le chiese non hanno un altare con tabernacolo e sembrano protestanti. Capisco che ai giapponesi non gliene possa fregare un fico secco, ma ci vuole tanto a fare un lavoro accurato apprezzabile anche dal resto del mondo?

<b>- ATTENZIONE: Spoiler pesanti! -</b>

Passiamo ai demoni.
Le motivazioni e le azioni di Aion e compagnia non sono chiare. Ho trovato anche idiota (a essere gentili) il fatto che, così, come niente fosse, cinque dicasi cinque diavoli si siano rivoltati contro i loro simili e siano anche riusciti a uccidere Satana - perché femmina? Perché?. Se erano così potenti com'è che non si sono decisi prima o, dopo averlo fatto, non sono riusciti a sopravvivere per anni nonostante il tradimento compiuto? Tutti mentecatti gli altri demoni? Pare di sì.
Anche la super ideona finale non si capisce bene dove voglia andare a parare. Sì, ribalteranno Paradiso e Terra e cosa otterranno? Una non ben specificata libertà di cui tutti vaneggiano ma che parrebbe già raggiunta con lo spezzamento delle corna.

Altre tematiche.
Gli apostoli sono inutili. All'inizio pare siano degli angeli in terra, dotati di poteri eccezionali, e che intorno a loro ruoterà la storia. Si rivelano delle palle al piede, i due che si degnano di comparire, e il loro vero peso all'interno della storia è solo quello di angelli sacrificali. Se sono così forti com'è che non si sono difesi? Com'è che si sono lasciati catturare senza uccidere nemmeno un demone? Mistero.

Di dubbio gusto le stigmate e gestite molto male. Insomma, il segno di Dio (che non c'entra una beata con Maria Maddalena, ma solo il nome di questa poveretta fa andare tutti in visibilio) che si presta a essere usato come strumento di Aion? Ma per piacere. Riceverle avrebbe dovuto rafforzare Rosette, in fondo sono un premio per la sua fede, non rincitrullirla come invece avviene.
In linea di massima i riferimenti religiosi così importanti e pesanti andavano gestiti meglio. Non sono cose che si prestino a uno shounen pieno di siparietti comico-demenziali e con un bel po' di fanservice, quanto a un titolo più maturo. E l'ignoranza che, nel caso delle stigmate, colpisce i personaggi è ai limiti del ridicolo: fai parte di un ordine religioso cristiano e non sai cosa sono? Suvvia.

I personaggi
Rosette è simpatica e abbastanza credibile anche se troppe volte pareva il tipico eroe da shounen: pasticcione, mangione, intraprendente, dotato e quant'altro, cosa che stona con una suora, seppur esorcista con mitra e pistole, cresciuta negli anni Venti ed educata in un monastero. A parte questo, la sua umanità è tratteggiata bene e si vede che la ragazza non è un blocco tutto d'un pezzo. E' forte, ma nei limiti dell'umanamente concepibile. Nota di demerito per il suo rincitrullimento nelle ultime puntate, non ben mostrato, e per il rinsavimento, che avviene troppo in fretta.
E punto in meno va anche per la questione di Maria Maddalena, che mi ha innervosito non poco. Anzitutto non si capisce se Rosette sia una reincarnazione (picchierei il mangaka per questa idiozia) o se sia il fatto di ricevere le stigmate ed essere una giovane donna a renderla degna di tale appellativo. Ma la cosa davvero insensata è il nome.
Maria Maddalena non ha mai avuto le stigmate, non era una veggente ma una ex prostituta. Ora, con le sante che i segni della passione li hanno avuti che ci sono state, o così ci è stato tramandato, scegliete voi, perché proprio lei? Temo che la risposta sia "perché Maria Maddalena tira e metterla in mezzo fa fico", un'idea alla Dan Brown che mi basta e avanza una sola volta, grazie. Il "fa fico" non è una giustificazione accettabile in un prodotto che vuole farsi prendere sul serio.


Chrono mi ha deluso moltissimo, forse più di tutti. E', perdonate, insulso e a tratti ridicolo. Sembra che con le corna abbia perso anche la personalità. Che diamine, sei un demone! Ti sei ribellato a Dio, hai massacrato umani e tuoi simili, ti sei rivoltato contro la tua regina! Non dico dovesse essere un bastardo, ma un tale biscotto proprio no. Non è credibile. Anche se diventato buono, un minimo di carattere, di arroganza e un - lieve, mi raccomando - disprezzo o almeno sospetto nei confronti degli umani ci vorrebbe. Non gli rimane neppure quel briciolo di dignità da impedirgli di vestirsi da renna alla vigilia di Natale, scherziamo? Quando riprende la sua forma naturale migliora un po' ma nemmeno questo ha molto senso. Il carattere non può cambiare a seconda di essere un marmocchio o un ventenne con le ali. Se sei un tipo deciso lo sarai sempre, se sei uno smidollato lo sarai sempre. Bocciato per eccessiva, ingiustificata, bontà.

Azmaria è una dodicenne che si comporta come se avesse sei anni. Per carità, è stata sfortunata, ma la sua mania di piangersi addosso la rende indisponente. Datti una svegliata e renditi utile, non stare lì a piangerti addosso! Se nei primi episodi in cui compare la sua debolezza ha senso, con il proseguo della storia avrebbe dovuto rafforzarsi, non rimanere ameba come prima. E' uno dei famigerati apostoli la cui utilità è meno di zero.

Satella l'ho trovata abbastanza inutile. E' un personaggio sempre con il tragico passato (che noia!) asservito alle esigenze di trama per salvare dai problemi i protagonisti e per deliziare, si fa per dire, gli spettatori con il fan service. Eliminabile senza troppi problemi.

Aion è un punto interrogativo. Vestito da fighetto, con abiti che non c'entrano neanche per sbaglio con l'ambientazione, e dai comportamenti discutibili. Se già sapeva - lo sapeva? E se no, quando l'ha scoperto? - che Rosette era così importante, perché non l'ha rapita insieme al fratello? Cosa gliene viene in tasca da quello che vuole realizzare? Come accidenti ha fatto a uccidere Pandemonium, leggasi Satana, se non è un duca, un conte o un membro dell'alta gerarchia come invece è Defoe? L'ha ammazzata nel sonno, per caso? Mistero, ossia buco nella trama.
Almeno non ride senza motivo come troppi cattivi fantasy, anche se i suoi monologhi deliranti sono fastidiosi. Più di una volta l'ho zittito da tanto era molesto. Dieci punti in meno a lui e a Chrono per il "combattimento finale" della durata di mezzo secondo a dir tanto. Davvero epico, non c'è che dire. E di cattivo gusto è Aion che in punto di morte ripete le parole di Gesù sulla croce. Che accidenti c'entrano in bocca a un diavolo che voleva rovesciare il Paradiso e che parla male di Dio in continuazione? Nulla.

Per la parte grafica
A me è piaciuta, ma con l'avanzamento della serie e l'appesantirsi delle tematiche un character design così scanzonato e leggero non è proprio il massimo. Ci avrei visto meglio un tratto più adulto, alla Death Note, tanto per dirne uno.

Concordo con altri utenti, dare un voto a Chrno Crusade è complicato. E' un prodotto che parte in modo normale e poi si mette in capo di fare l'intellettualoide e il profondo ma cacciandoci dentro un sacco di difetti. O fai un anime tutto sommato tranquillo - le prime 12 puntate, più o meno - o ne fai uno maturo, con tutti gli accorgimenti del caso. Non mischi insieme le due cose rischiando il pasticcio.
E non è ben chiaro il senso dell'ultima scena a san Pietro. Forse è stata messa per fare capire che no, la terza profezia di Fatima non parlava degli inutili apostoli? Sembra che sia Aion a sparare a Giovanni Paolo II nell'81 - stronzata colossale e immotivata. Che ci fa in giro visto che dovrebbe essere morto anni e anni prima? Ennesimo mistero. E, se vogliamo, ennesima dimostrazione che Aion è un fallito, visto che il Papa si salverà.

Nonostante tutte queste magagne, fino alla 16-17a puntata Chrno Crusade mi è piaciuto e parecchio, per cui il voto finale è un sette. Il 7 è un premio per non avermi indisposta trattando di religione come invece opere come Angel sanctuary e quelle di Go Nagai riescono a fare solo a sentirle nominare.


 0
micheles

Episodi visti: 24/24 --- Voto 2
<b>Attenzione! Contiene spoiler!</b>

Questa è una serie che ha molti estimatori, ma io non sono proprio riuscito a mandarla giù e sono arrivato alla conclusione solo dopo molti sforzi su me stesso. Il problema principale è che non si capisce che tipo di storia si voglia raccontare. Devo considerare "Chrno Crusade" una serie horror, con demoni, mostri, combattimenti, sesso e perversioni? Dal tema questo potrebbe essere il caso, ma se fosse così la trattazione andrebbe svolta in maniera del tutto diversa. Che c'entrano i siparietti comici, la puntata natalizia, le suorine palpeggiate dal vecchio inventore Elder, Rosette rimproverata dalla direttrice del convento, neanche fosse Candy Candy? Se vogliamo una storia demoniaca bisogna farlo seriamente, alla Go Nagai per intenderci.
D'altra parte, non riesco a vedere "Chrno Crusade" come una serie sentimentale o una serie d'azione, perché ci sono scene troppo forti: per esempio mi vengono in mente varie scene sadomaso con Aion che abusa la donnina scosciata di turno. Non riesco neppure a vederla come serie tragica, nonostante abbiano fatto morire quasi tutti i protagonisti nel finale, perché i drammi presenti non mi hanno toccato per nulla. È una commistione sballata di generi che fanno a pugni uno con l'altro. È difficile mescolare insieme generi contrastanti - non impossibile, ma le eccezioni sono rare.

Il secondo problema sono i personaggi, che non mi hanno assolutamente convinto: mi paiono falsi, costruiti mettendo insieme un po' di luoghi comuni degli anime, ma senz'anima. I dialoghi poi sono terribili, quando sento i discorsi di Aion mi viene da prendere a sberle quello che li ha scritti.
Vogliamo poi parlare del fatto che il cattivo dei cattivi, l'arcidemone della serie, è raffigurato come un fichetto con gli occhialini? E il combattimento finale che dura due secondi? E la scena finale a San Pietro? Ma dai!
Le psicologie di Rosette e Chrono non stanno in piedi: se Chrono è così buono, come ha fatto a mettersi con Aion all'inizio? E se Rosette è così santa, com'è che senza motivo apparente si fa plagiare da Aion, diventa cattiva e poi rinsavisce in mezzo secondo? Idem per il personaggio di Joshua, che ha la stessa profondità di Aion, il che è tutto dire. Satella ha un seno spettacolare e sembra decisamente copiata da un personaggio di Oh!Great, ma a parte questo quanto bene è tratteggiato il suo carattere? Azmaria è caruccia, ma che ci sta a fare in una serie piena di donne scosciate?

E qui veniamo al terzo problema, il fan service, che mi ha dato veramente fastidio, soprattutto trattandosi di suore. Io sono a favore del fan service nel caso di serie comiche/ecchi, in cui ci sta a pennello, ma negli altri casi non mi va. Troppo spesso la giustificazione per il fan service è "siccome non abbiamo idee facciamo vedere due poppe e un paio di mutande, sennò lo spettatore si addormenta". Di queste cose è piena la TV italiana, non abbiamo bisogno di vederle anche negli anime!
Tanto per fare un esempio, perché quando Aion riesce finalmente a catturare Rosette, in una delle scene che dovrebbero essere a più altra drammaticità, ci vengono elargite generose inquadrature delle sue mutande? E per di più nello stesso momento lei ha le stimmate!

Questo mi porta al quarto problema: tutti i riferimenti religiosi (le profezie di Fatina, le stigmate, il potere divino), sono trattati in maniera così superficiale da dare veramente fastidio, anche a me che non sono religioso.
In conclusione: Chrno Crusade è una serie che mi ha fatto arrabbiare, tanto talento grafico sprecato inutilmente, altro che capolavoro. Voto punitivo: 2.


 0
Shiva87

Episodi visti: 24/24 --- Voto 9
Questo è un anime che mi ha realmente stupita. Mi aspettavo qualcosa di normale, e invece mi sono ritrovata davanti un'opera davvero complessa e bella. La storia è originale, con riferimenti anche alla religione, e i personaggi sono talmente ben caratterizzati che è impossibile non amarli.
Io ho visto molti anime e questo è uno dei pochi casi dove i protagonisti mi hanno conquistata completamente, nella loro profondità li ho amati. La colonna sonora poi è molto bella e, al di là della sigle molto carine, ogni scena importante è accompagnata da una bellissima musica - ce n'è una in particolare che mi faceva commuovere.

Nella prima metà della serie si ha una presentazione di tutti i personaggi, con le loro storie, le loro psicologie e i loro personali problemi. Nella seconda metà veniamo invece catapultati nel vivo della storia, si hanno così da una parte i nostri bellissimi protagonisti e dall'altra l'antagonista. E il tutto porta a un finale altamente poetico e commovente, in cui è difficile trattenere le lacrime per la bellezza delle scene e dei dialoghi.

Non do un 10 perché alcune parti della storia forse sono non così perfette come mi sarebbe invece piaciuto, però ritengo Chrno Crusade un anime/gioiello, uno di quelli che dopo averlo visto ci si ammutolisce e ci si perde in mille pensieri.


 0
wolke

Episodi visti: 24/24 --- Voto 9
Quest'anime parla di Rosetta, suora dell'Ordine della Maddalena, il cui compito è cercare di combattere i demoni che infestano l'America degli anni Venti. Suo compagno è Chrno, che dà il titolo all'opera, un demone pentito la cui vita è legata a quella di Rosetta. La ragazza è alla ricerca del fratello Joshua, rapito anni prima da Aion, un demone.
Ogni puntata è ricca di azione e non è mai banale; i combattimenti sono ben fatti e i momenti divertenti non mancano.

<b>---Attenzione! Spoiler!---</b>
Le ultime puntate, poi, secondo me sono davvero eccellenti. Sono rimasta colpita, tra le varie cose, della storia di Chrno e Maddalena: particolarmente toccante la scena dove lei gli dona la sua vita e il dolore di lui quando chiude la bara e la sorveglia.
Mi ha commosso la scena dove Rosetta viene presa dalla paura di morire, era davvero molto toccante. Anche quando riescono a trovare la casa dove si erano rifugiati per sei mesi e si vedevano le loro figure sbiadite all'interno della casa... la scena mi ha lasciato un senso di vuoto.
Bella trovata pure quella di inserire nel finale il giorno dell'attentato a papa Giovanni Paolo II.
<b>---Fine spoiler---</b>

Impossibile poi non affezionarsi a Rosetta: è davvero un uragano, piena di vita ma anche sensibile quando si parla del fratello e non ci pensa due volte a mettere a repentaglio la propria vita.


 0
npepataecozz

Episodi visti: 24/24 --- Voto 8
“Sbalordito il diavolo rimase quando comprese quanto osceno fosse il bene, e vide la virtù nello splendore delle sue forme sinuose”. E' una frase tratta da “Paradise Lost” di John Milton, opera a cui, con assoluta evidenza, l'autore di Chrno Crusade si è ispirato. Naturalmente il racconto della ribellione dei demoni contro la potenza di Dio risale alla Bibbia e con il tempo ha avuto numerosissime trasposizioni oltre a quelle dell'autore inglese da me citato; però ci sono altre verosimiglianze di notevoli interesse. Milton non descrive negativamente il capo dei ribelli, anzi sotto certi versi nella sua opera Lucifero appare come una specie di eroe che combatte per ottenere la sua libertà; in Chrno Crusade da un lato Aion sostiene di combattere per la libertà della sua specie, dall'altro l'eroe (Chrono appunto) non è un angelo ma un altro demone. Anzi la figura di Dio viene descritta come distante e disinteressata al destino degli uomini tanto che un angelo, pur rimanendo nella fede, decide di rinunciare per protesta alle sue ali.

Dare una valutazione di quest'opera non è proprio facilissimo. I primi episodi li ho trovati francamente molto noiosi e solo quando la trama entra nel vivo quest'anime comincia veramente a decollare, ma bisogna attendere perlomeno la seconda metà della serie. Quando lo fa, però, lo fa bene aggiungendo il necessario grado di suspence alla storia e coinvolgendo lo spettatore nelle vicende dei vari personaggi che, fino a quel momento, apparivano un po' troppo sottotono - Chrono in particolare è insignificante. Il finale torna però ad essere deludente: lo scontro tra il bene e il male alla base di tutta la storia si risolve con la battaglia più insipida che abbia mai visto. La triste sorte del demone e della santa è però molto convincente: spicca in una storia a caratteri sovrannaturali l'estrema umanità di lei, le cui ultime parole sono di paura e di rimpianto.

In definitiva Chrno Crusade è un prodotto molto ambizioso, tratto da un racconto classico/religioso di grande popolarità e pieno di citazioni dotte. Esso però riesce solo a metà a rispettare le aspettative di chi lo guarda; presenta inoltre molti buchi e contraddizioni (ad esempio Chrono promette di salvare in qualche modo Rosette, ma poi a tal proposito non muoverà un dito). La mia valutazione è comunque 8, perché al di là delle imperfezioni rimane comunque un buon prodotto capace di attrarre gli appassionati del genere e non solo.

Federico

 0
Federico

Episodi visti: 24/24 --- Voto 9
Fino ad ora ritengo Chrno Crusade l'anime il migliore tra quelli che io abbia mai visto, e ne ho visto parecchi, eh! Ho trovato ottime la sigla iniziale e quella finale, ottima la grafica, e la trama la ritengo stupenda, però solo fino all'episodio 20. Dopo, cominciano 4 episodi, a mio parere, orrendi, drammatici e chi ne ha più ne metta. Se dovessi valutarli separatamente, darei fino all'episodio 20 come voto "10", e per gli ultimi 4 una cosa tipo 6-. Se l'anime fosse finito positivamente avrei votato dieci, questo è sicuro!
Poteva finire non drammatico, ma vabbè, a parte quello, per me è stupendo.


 0
BIZIO

Episodi visti: 24/24 --- Voto 7
Ambientazione inusuale per un anime, ma non per questo inadatta.
La trama è abbastanza semplice da seguire e da comprendere, un po' noiosa negli episodi centrali, ma poi comincia a ingranare e riesce a non farti perdere la voglia di vedere il finale drammatico.
I personaggi sono ben delineati e curati nei loro particolari, ma a mio avviso manca quel qualcosa che te li fa rimanere ben impressi nella mente anche dopo la fine di un episodio.
L'animazione non è delle migliori, ma merita comunque una particolare attenzione il design dei vestiti delle suore dell'ordine che mi ha particolarmente colpito per la sua stravaganza, specie per quella della gonna!
Detto questo, un ottimo anime meritevole dell'attenzione di ogni appassionato.


 0
claud

Episodi visti: 24/24 --- Voto 8
Suor Rosetta e Chrono, due compagni inseparabili. Due obiettivi comuni e un legame profondo che li unisce. Lei vuole recuperare suo fratello Joshua, lui vuole "redimersi" dal suo passato.
Un anime profondo, triste, pieno di profondi legami.
Devo ammettere che è fenomenale come anime sotto tutti i punti di vista.
I disegni e le musiche sono fantastici, e la storia è da lacrime agli occhi. Ogni singolo episodio non ha nulla di noioso o di superfluo.
Ha una profondità difficilmente riscontrabile in altri anime. Le profonde situazioni introspettive che legano i personaggi accrescono a mio avviso la voglia di proseguire la visione dell'anime fino a vederne la conclusione.
Lo consiglio caldamente a chi volesse vedere un anime fuori dagli schemi, profondo.

giulia

 7
giulia

Episodi visti: 24/24 --- Voto 10
Io l'ho visto tutto questo strepitoso anime e posso dire che è favoloso!
Ho buone ragioni per dirlo, prima di tutto è il primo anime che tratta argomenti religiosi e nonostante tutto non è noioso, ma ti fa stare col fiato sospeso, soprattutto negli ultimi episodi, ed inoltre, secondo me, spiega il significato della vita attraverso rosette, che ci fa capire che bisogna vivere giorno per giorno.
Il finale per me è stato scioccante, ma se fosse finito in un modo diverso forse non sarebbe stato così bello ed esaltante.
Posso solo consigliare di vederlo perché ha un significato importante e perché è fantastico!
Se amate la suspense, l'azione, l'occulto e soprattutto la religione, vi consiglio calorosamente di vederlo perché è un capolavoro!


 9
ALUCARD80

Episodi visti: 24/24 --- Voto 10
Che i giapponesi in generale siano attratti, anzi sarebbe meglio corretto affermare innamorati, dalle leggende e dalla “mitologia” occidentale è ormai un dato di fatto inequivocabile, così come il loro interesse passi anche attraverso l’esplorazione e la comprensione delle varie religioni di un mondo lontano anni luce dalle loro concezioni.
Ignaro di cosa fosse esattamente Chrno Crusade, cominciai a vederlo senza sapere a ciò che andavo incontro e dopo essermelo gustato, averlo assorbito e vissuto minuto per minuto posso tranquillamente dire di aver assistito ad un capolavoro con la C maiuscola.
Un incrocio fra credenze popolari, religione cristiana e fantasy retrò condito da immagini quasi iconografiche di demoni dell’inferno, entità misteriose, luci e ombre che rimandano ai misteri della creazione.

Questa è la storia di Rosetta, una suora piuttosto “speciale”, che assieme al suo amico Chrono (Chrno in originale, l’adattamento in italiano ha storpiato il nome donandogli una vocale in più), lavora come cacciatrice di demoni nell’America di inizio ‘900.
Come incipit pare abbastanza fantasioso. Rosetta vive in un monastero di suore che pare più un distaccamento segreto atto a debellare il male che si annida nella società, e non solo in senso metaforico. Chrono invece è un giovane ragazzo dall’aspetto curioso, capelli scuri e pelle olivastra, dai tratti che non ricordano proprio un essere umano. Aiuta Rosetta nelle sue missioni, ma non è per niente ben visto dal resto della comunità ecclesiastica dove vivono le suore. Tuttavia, i due sono legati da un indissolubile quanto commovente segreto e oltre a lavorare come cacciatori di demoni, sono alla ricerca del fratello scomparso della protagonista, di nome Joshua, fattore che li porterà ad affrontare un’avventura incredibile e piena di colpi di scena.

La caratterizzazione dei personaggi è sia il punto forte che una delle peggiori lacune dell’anime: alcuni sono troppo stereotipati, figure viste e riviste nel mondo dell’animazione nipponica sia shonen che shoujo, altre invece sono tocchi di classe senza precedenti, che se anche possono sembrare ispirati a figure già esistenti posseggono un carisma, una verve e un potere calamitante incredibile: fra tutti ho preferito la figura di Aion (letteralmente “Satana” dall’ebraico, uno dei tanti nomi del Demonio), uno dei migliori “cattivi” mai apparsi in tutti gli anime esistenti, una figura bivalente e profondamente studiata dagli autori, che nasconde molto più di quello che può sembrare.
In realtà questo prodotto è ispirato all’omonimo manga di Diasuke Moriyama e possiede un finale completamente diverso, ben più tragico della sua controparte cartacea, oltre che diversi passaggi modificati dalla storia che potremmo definire “originale”. Per assurdo ho apprezzato molto di più questo epilogo, forse per la mia passione per le storie drammatiche e sentimentali o semplicemente perché è riuscito a trasmettere quel senso di tristezza, angoscia e disarmante realtà che alla fine tutta la vicenda vuole comunicare: la speranza è l’ultima a morire, ma il futuro dell’uomo è esclusivamente nelle sue stesse mani e non dipende certo da un destino imperscrutabile.
Inoltre, l’ultima manciata di minuti dell’ultimo episodio propone un agghiacciante evento storico avvenuto realmente e che fa riflettere su profondi aspetti sia della religione che delle credenze di vario genere. In generale il prodotto si presenta come un anime d’azione con tanto di sparatorie, combattimenti volanti e scontri bestiali fra creature sovrannaturali, ma la chiave di tutto non è certamente lo stampo “shonen” e i duelli.

Tecnicamente si mostra un ottimo prodotto e l’idea di offuscare con una leggera, sinistra nebbiolina le scene più inquietanti e spaventose l’ho trovata davvero geniale: in certi frangenti rende un senso di oppressione e ansia quasi tangibili, creando un’atmosfera davvero appropriata. Il chara design, praticamente identico al manga l’ho trovato superlativo, molto deciso nel tratto e davvero curato. L’abbinamento cromatico adottato per i protagonisti rende loro giustizia (il completo bianco di Aion è una metafora estrema, colui che risplende e che allo stesso tempo più di ogni altro è nero nell’anima), e in tutti e 24 gli episodi solo in pochi sporadici casi il livello artistico cala così tanto da poterne risentire. Interessanti opening e ending, utile “alla causa” la colonna sonora in generale, nulla di trascendentale ma di sicuro supporto alle scene. Come a riprova della cura messa per la figura di Aion, anche i motivi musicali a lui legati spiccano per intensità e bellezza.
A parte qualche forzatura di trama per far coincidere alcuni elementi discordanti dal manga, tutto sommato siamo di fronte ad un lavoro strepitoso che trova nella sua trama una delle tante rivisitazioni nipponiche alla intricata e interessante vicenda del cristianesimo, degli angeli e dei demoni. Il finale mi ha davvero commosso e non solo per ciò che si potrebbe pensare. Pone una semplice quanto reale riflessione: se il mondo e le civiltà che lo abitano sono giunte ad un punto piuttosto delicato della loro esistenza, è solo ed esclusivamente merito (o colpa) dell’uomo stesso? O di fattori esterni? Il libero arbitrio esiste o è semplice frutto delle nostre azioni?
Pessimismo o realismo?
Da vedere assolutamente.


 0
ShinichiMechazawa

Episodi visti: 24/24 --- Voto 7
Chrno Crusade e' una serie ricca di alti e bassi,di vizi e di virtu'.

Le avventure di Rosette e del demone che le fa da spalla si svolgono in un 1920 al tempo stesso realistico e fantastico,con elementi storici ed esoterici mischiati abbastanza sapientemente.A questo si aggiungono lil tentativo dell'anime di affrontare alcune tematiche ( la fede,il destino,lo scorrere del tempo ecc. ) e un comparto tecnico di tutto rispetto.Cos'e' che lo rende allora "soltanto" una buona produzione e non un classico?

Il primo problema sta nei personaggi:molti di questi all'inizio non fanno altro che ricalcare stereotipi visti e stravisti senza il minimo straccio di interpretazione personale ( ad esempio Chrono e' la classica spalla constantemente angariata ).La seconda ragione e' il ritmo della storia,che accelera solo nella seconda meta',con numerosi eventi e flashback che creano sbalzi temporali che all'inizio risultano disagevoli da digerire,sacrificando cosi' un approfondimento delle tematiche proposte.

Va comunque detto che anche i personaggi nella seconda parte cominciano a mostrare numerose sfaccettature.Insomma una gestione migliore del plot avrebbe sicuramente giovato a Chrno Crusade,anche se pure cosi' non e' certo un anime da buttare,specie per l'ottimo finale.

Noticina finale: Chrno Crusade e' trasmesso in versione integrale su Hiro,e l'adattamento e' piu' che buono.


 0
laury84

Episodi visti: 24/24 --- Voto 6
Ennesimo esempio di come una sceneggiatura mal fatta possa rovinare dei personaggi carismatici e una buona realizzazione tecnica. Ma dico io come si fa a fare un tale pasticcio avendo pure un manga concluso da anni su cui lavorare? Non mi sto lamentando delle differenze, quelle è normale che ci siano, ma non mi pare eccessivo chiedere coerenza e sensatezza. Molte delle azioni (o mancanza di tali dato che a volte se ne stanno imbambolati con sguardi sconvolti) dei personaggi sono incomprensibili e vanno a contraddire quanto sappiamo di loro creando lungaggini nel tentativo di dare suspense, con il risultato di annoiare e far esclamare "ma che diamine stai facendo? 5 minuti fa hai detto tutto il contrario!". I caratteri dei comprimari sono stati esagerati, rendendoli a volte fastidiosi, altre insipidi. L'intreccio fantareligioso è troppo ingarbugliato, hanno messo insieme troppe cose senza sapere dove andare a parare finendo sul classico cliché del messia reincarnato, con la protagonista che cede non si sa perchè alle mire del cattivo (di cui non si capiscono le motivazioni vere a parte la solita ribellione contro Dio) e si lascia fare il lavaggio del cervello. Meno male che Rosette è famosa per non arrendersi mai... proprio. Alla fine molti come e perchè rimangono in sospeso, lasciando un senso di frustrazione.
Perché dai la sufficienza allora? direte voi.
Perché disegno e animazioni sono buoni, le musiche fanno il loro lavoro e ci sono momenti in cui i personaggi, quando la sceneggiatura glielo permette, brillano di luce propria e riescono a dare emozioni vere (anche grazie al doppiaggio originale che è davvero ben fatto, Rosette in particolare). Soprattutto nel finale che mi ha coinvolto tantissimo.
A chi come me non è soddisfatto consiglio di andare a leggere il manga, mi ha chiarito molte cose.


 0
PazzoGankutsuou

Episodi visti: 24/24 --- Voto 9
Da disegnatore quale ero un tempo, ho creduto che a priori potessi scartare il genere "manga" in tutte le sue forme, per poter magari abbracciare rappresentazioni "artisticamente" più felici, ma mi sbagliavo. Capita no?! Sono diventato invece un discreto divoratore del genere e in particolar modo devo lodare questo prodotto. Come qualcuno ha già scritto, la serie parte piano, ma a poco a poco si rivela. Stilisticamente è molto apprezzabile, e non è vero a parer mio, che i colori siano scelti in maniera poco felice. Inoltre credo che l'intera storia sia anche un "pretesto" per raccontare l'amore in maniera "Trascendentale" e inarrivabile, che va a discapito del proprio stesso essere. Chrno Crusade è trà le migliori serie della Gonzo, lo ribadisco! Pura poesia infine, quando Rosette e Chrono m... Nel loro ultimo... Insieme... (non rivelo per chi non ha visto); magari un pò Shakespeareano, ma da sola, quell'immagine..., vale già tutta la serie.


 0
Armisael

Episodi visti: 24/24 --- Voto 6
Allora allora allora...beh recensire questo anime è abbastanza impegnativo, in tutta onestà non so ancora benissimo come valutarlo; ci sono un sacco di lati positivi in questa produzione, ma anche alcuni difetti molto gravi che vanno ad intaccare l'intera struttura, sia dal punto di vista tecnico sia da quello narrativo...

Innanzitutto la parte "grafica"... i disegni sono piuttosto nitidi e ben definiti, eppure il design risente di un eccessivo utilizzo dei toni marroni e grigi, che per quanto sia una storia di demoni, dopo un po tendono a stufare l'occhio dello spettatore, quasi anche ad affaticarlo... poi un altro problema è lo stile dei personaggi, sarò puntiglioso ma mi sembra di rivedere il tratto tipico della seconda metà degli anni '90 con qualche tentativo mal realizzato di cambiare stile... se a questo poi aggiungiamo le animazioni che a volte... come dire... latitano, di certo la parte visiva non potrà raggiungere che un 5... ed anche piuttosto tirato...

Musiche. Uhmmm... si ci stanno... più o meno, ma niente di che. Anzi riascoltandole singolarmente sono decisamente fastidiose salvo un paio... anche qui non si arriva alla sufficienza.

Trama: ecco la trama è il punto meglio riuscito della serie, ben organizzata, con alcuni colpi di scena, pochi punti morti... incredibilmente C'E' UN FINALE VERO! Eppure non risulta convincente neanche questa, troppe domande in sospeso, troppe cose che accadono in seguito a forzature e decisioni assolutamente illogiche ed inspiegabili, insomma anche la trama brancola nel buio e di tanto in tanto viene investita da una luce che permette di intravedere qualcosa, ma anche alla fine resta la sensazione di non aver visto che una minima parte degli avvenimenti, e vista la gran quantità di puntate si poteva fare di meglio anziché sprecare un sacco di tempo per approfondire in mezza puntata cose che potevano benissimo essere esposte in due minuti... bah...

Ultima cosa, i personaggi:
Sicuramente sono simpatici... magari già visti altrove, ma piacevoli da seguire nelle loro "avventure"...perlomeno fino a quando non subentrano come comprimari due terribili stereotipi, ovvero la bimba perfettina e la tettona egocentrica-ma-in-realtà-triste che potevano non dico essere evitati, ma almeno resi meno stereotipicamente.
Tornando ai protagonisti, anche qui, a parte la "simpatia" che possono generare nello spettatore, si va poco più in la nel corso della serie, ed alla fine qualcuno potrebbe anche arrivare a pensare "oh finalmente!"... ah ed ovviamente entrambi subiscono pesantemente gli effetti delle forzature nella trama... specialmente verso la fine, ma non vorrei spoilerare... diciamo solo che le corna che il proprietario non si riprende e l'abito nero della Maddalena sono delle gran forzature... ma priprio grosse...

Comunque in conclusione:
Grafica: 5
Musica: 4
Trama: 5
Personaggi: 6
VOTO FINALE: 6-


 0
HaL9000

Episodi visti: 24/24 --- Voto 7
Anime discreto. Inizialmente mi aveva lasciato perplesso, perchè alcune situazioni mi apparivano un po' sul genere demenziale , con i personaggi talvolta disegnati in maniera “deformed”; inoltre la protagonista a me fa venire in mente, per come è disegnata, Excel (di “Excel Saga), e non riuscivo proprio a togliermi dalla testa questa somiglianza; non che io disprezzi il genere demenziale, intendiamoci, solo che mi aspettavo qualcosa di più “serioso”.
Con il passare delle puntate, però, la serie prende quota e la situazione si fa più intricata (ed intrigante); gli sceneggiatori pescano a piene mani nella tradizione/teologia Cattolica, citando addirittura le profezie segrete di Fatima, che svolgono un ruolo rilevante nella trama. Questo intreccio avventura-fantasia-religione-escatologia mi ha incuriosito, ed è per questo motivo che ho proseguito nella visione di questa serie. Bello anche il finale, anche se l'evolversi del rapporto tra la protagonista ed il demone Chrono era un po' prevedibile.
Non considero Chrno Crusade un capolavoro dell'animazione, questo no; ma sicuramente un'opera che vale la pena di essere vista.


 0
SuperFra

Episodi visti: 24/24 --- Voto 7
Chrno Crusade è una serie anime composta da 24 episodi.
In essi vengono narrati la storia di Chrono, Rosette e un epoca dove fede e satanismo si fondono non tanto come bene e male bensì come forme differenti di potere.
L'epoca narrata è quella dei primi anni del '900, durante la crescita economico-industriale americana.
In un periodo apparentemente florido vi sono oscure forze in atto, il cui scopo è quello di sovvertire l'ordine universale delle cose.
Andando con ordine...
Vengono presentati sin da subito i due protagonisti sopracitati, una suora ed un demone (strana accoppiata, intrigante, ma forse mal gestita).
Sin da subito sono chiare le intenzioni dell'autore di fondare l'intera struttura narrativa su elementi trascendentali e mistici, che molto successo hanno riscosso negli ultimi decenni.
La storia scorre via veloce, senza grosse pause e riflessioni, che forse non avrebbero fatto che giovare all'intera storia.
Gran parte dell'anime vede focalizzare tutte la proprie attenzioni su Rosette e Chrono, in quanto sembra che ogni vicenda di preparazione al finale non sia altro che un escamotage per delineare tratti del loro passato e far radicare nello spettatore l'idea dell'affetto che lega i due.
Di conseguenza tutto il comparto mistico-religioso che affianca la trama passa in secondo luogo e mai viene analizzato o enfatizzato a dovere; sembra quasi che esso sia solo un mezzo dovuto per narrare meglio la storia dei due.
In compenso sono molto interessanti i riferimenti storici ben collocati ed escogitati, essi riescono, infatti, a conferire un tocco in più di realismo e precisione ad un'anime che non sembra esprimere a pieno le proprie potenzialità.
Proseguendo, la trama, mette di fronte allo spettatore uno scenario dove si erge la figura nefasta di Aion, un demone ribellatosi, che ha la brama di sovvertire l'ordine universale delle gerarchie, invertendo inferno e paradiso.
In tutto questo trambusto vedono spesso la luce personaggi molto interessanti come apostoli, angeli, dei e miscredenti che impreziosiscono la trama rendendola più interessante.
Purtroppo tali elementi spesso non sono ben gestiti, essi infatti non vengono spesso approfonditi o analizzati con costanza o profondità, rendendo così la storia spesso piena di "buchi" e falle di cui lo spettatore risente fortemente.
Tecnicamente l'anime è ben congeniato, la grafica è di buon livelli, stessa cosa dicasi per le animazioni e gli scenari.
Il comparto audio è altrettanto buono : dal doppiaggio, agli effetti, alla colonna sonora; sono tutti elementi che, pur essendo buoni, non riescono a sopperire a determinate carenze strutturali che l'anime presenta.
In definitiva, Chrno Crusade, è una serie abbastanza deludente, in quanto, dopo essersi sempre presentata molto bene sia tecnicamente che dal punto di vista delle tematiche (lo scorrere del tempo, la fede e quant'altro), finisce per deludere le aspettative poste nei suoi riguardi.
Spesso i riflettori sono puntati sull'azione e sui due protagonisti, che pur essendo molto carismatici meriterebbero meno attenzione concedendo più spazio al contorno narrativo misticizzante.
Se non fosse per il finale particolare e rivelatore sotto alcuni punti di vista, l'anime sarebbe stato nettamente insufficiente.
In parte, anime deludente...

luked

 0
luked

Episodi visti: 24/24 --- Voto 9
Stavo per cedere: sembrava un "già visto", ma poi si continua anche perchè è piacevole e... guardi, continui a guardarlo e gli ultimi 6 episodi te li guardi tutti di fila. Il disegno non mi sembrava ottimo ma di certo molto molto buono e la storia comunque ti prende ed anche molto. Posso dire che ti aspetti alcune cose (scene finali), ma ne rimani comunque piacevolmente colpito anche perchè ti vengono mostrate meglio di come tu le abbia immaginate... scrivendo la recensione mi rendo conto che l'otto che gli sto per dare forse è poco... ma nove... mmm?
Allora storia anche se un po' (comunque poco perchè lo guardi tutto d'un fiato e non hai tempo per pensare ^^) prevedibile molto molto coinvolgente, disegni molto buoni, audio... non ricordo momenti in cui mi sono chiesto se ho sentito bene.... ok, un nove se lo merita anche perchè non è piatto, ha uno spessore e poi mentre sto scrivendo Lui (forse) mi guarda XD

Shiva87

 0
Shiva87

Episodi visti: 24/24 --- Voto 9
Una grande serie... davvero.
Partendo dai disegni alla colonna sonora, che già con la sigla ti fa tuffare in un mondo nuovo, un mondo fatto di paure, risate, lacrime.
La storia non racconta solo di demoni e angeli, ma come hanno già detto gli altri, affronta il percorso di ognuno verso il raggiungimento dei proprio obiettivi. Io ho amato i protagonisti, Rosetta, Chrno, Asmaria, Satella... e vedere la fine delle loro personali avventure è stato triste e commovente. Non do 10 perchè c'è un qualcosa che non mi ha convinto, pur non avendo letto il manga, avrei voluto un più spazio per Magdalena e Chrno. Comunque un bell'anime che di certo strappa più di una lacrima ^^

TheGreatSephiroth

 1
TheGreatSephiroth

Episodi visti: 24/24 --- Voto 10
Fantastico. Non ci sono parole per descrivere un capolavoro come questo. La qualità del disegno è sempre e costantemente elevatissima e le musiche sono fantastiche. Per non parlare dello spessore dei personaggi. Aion è uno degli antagonisti che rimarrà nella storia... ed è proprio la storia l'elemento più bello di Chrno Crusade: è intensa, coinvolgente, divertente ma allo stesso tempo anche sentimentale, drammatica e addirittura tragica... un anime a tutto tondo che non si può non guardare!

ale88

 0
ale88

Episodi visti: 24/24 --- Voto 9
<b>ATTENZIONE: CONTIENE SPOILER</b>
Scritto e disegnato da Daisuke Moriyama, Chrono Crusade è ambientato negli Stati Uniti degli anni ’20 (precisamente a New York nel 1928)…
Questi anni furono un periodo di ricchezza e prosperità ma anche un tempo in cui il male si nascondeva nel lato più oscuro del cuore umano e creature soprannaturali (demoni) invadevano le strade della città…

Contro queste creature si erge l’Ordine di Maddalena,un gruppo di suore che hanno il compito di affrontare ed esorcizzare i demoni…Tra queste vi è Rosetta Christopher,una ragazza di soli 16 anni che fronteggia senza paura ogni nemico. Ad accompagnarla nelle sue missioni c’è anche Chrono, il suo fidato assistente.
Dietro lo sguardo ingenuo e solare di quest'ultimo si cela, però, un potente demone guerriero che ha stipulato un patto con la ragazza: i poteri di Chrno sono sigillati e controllati dall’orologio che Rosette porta legato al collo.. Nelle situazioni più pericolose la ragazza può sbloccarli e Chrono scatena la sua immensa potenza. …
I due quindi dipendono l’uno dall’altro: Rosetta è il contraente di Chrno. Questo significa che alla giovane suora viene risucchiata la forza vitale ogni qualvolta sblocca i poteri del demone e l’orologio che porta con se scandisce il tempo che le rimane …Tutto questo perchè Chrno perse le sue corna tempo prima, essenziali per raggiungere la dimensione astrale che produce il suo potere, e l'unica alternativa era avere un contraente mortale….
I corni sottratti a Chrno furono dati anni prima a Joshua, fratello minore di Rosetta. Dopo il devastante effetto di questa esperienza, Joshua scomparve, rapito dal demone Aion, una vecchia conoscenza di Chrno..
Importante compito di Rosetta è trovare suo fratello Joshua e nella lotta contro il tempo e contro le creature soprannaturali, la ragazza e Chrno saranno aiutati da molti altri personaggi. Tra questi :
Azmaria Hendrick ,una ragazzina di 12 anni ,che si rivelerà essere una dei 7 Apostoli. La ragazza possiede un potente potere, infatti nella sua voce risiede il potere di un angelo; Stella Harvenheigt, ricca e capricciosa ereditiera, è una strega nota con lo pseudonimo di Hexen Der Juwel, che cerca un demone somigliante a Chrono per ottenere vendetta.
Contro di loro si erge Aion insieme ad una squadra di demoni . Essi sono in cerca di esseri umani chiamati Apostoli e di qualcosa che sembra la” redenzione” ma che loro chiamano Pandemonio,un progetto utopico che porta soltanto violenza e dolore..
Sarà compito dei nostri due protagonisti combattere per ritrovare coloro che amano.

Che cosa mi ha colpito di questo anime? Rosetta… Mi capita spesso che negli anime, nei telefilm o nei film preferisco personaggi secondari al protagonista, che di solito mi è indifferente. Ma Rosetta è diversa… non so cosa di preciso mi ha colpito di lei… sarà per la simpatia , sarà per la sua tenacia, sarà per i suoi modi stravaganti, ma la ritengo una tra i migliori personaggi – protagonisti in un anime. So che personaggi con carattere simile a Rosetta c’è ne a valanga: forte, coraggiosa che non si arrende mai davanti a nulla ma che nasconde sotto un lato fragile… eppure sentirgli dire quelle parole nell’ultima scena dell’anime (non voglio spoilerare per non rovinarvi il finale ) mi hanno messo un senso di tristezza mai visto… sarà anche stata molto brava la doppiatrice ad interpretare la scena, sarà che io mi emoziono per ogni piccola cosa, fatto sta che mi ha davvero commossa…

Feade

 1
Feade

Episodi visti: 24/24 --- Voto 10
ATTENZIONE: CONTIENE SPOILER

Non c'è che dire... veramente bello! Ottima la caratterizzazione dei personaggi principali e ottimo il disegno. Un'animazione di una buona regia. Buone anche le musiche. La trama è ricca di avvenimenti e intrecci che vanno via via infittendosi. Interessanti i riferimenti alla religione cristiana e al periodo storico (la storia giunge all'ultima puntata con l'attentato al Papa Giovanni Paolo II). Molto triste, ma uno dei migliori anime che abbia mai visto.

Naco

 0
Naco

Episodi visti: 24/24 --- Voto 10
Con tutto che una mia amica ha avuto la brillante idea di raccontarmi tutto - e sottolineo, tutto - questa serie mi è davvero piaciuta. Perché?
Innanzi tutto, storie di demoni, di battaglia fra bene e male e cose del genere, ne ho lette e viste tante, troppe; ma questa ha il pregio di narrare anche alcuni eventi storici con un significato mistico e religioso; non c'è la battaglia fra demoni e angeli e creature celesti, è qualcosa di molto più complesso e psicologico. Senza contare l'intenso significato religioso di questa serie, con la rivisitazione di alcuni dei testi più sacri e complessi della Bibbia, come anche di figure legate alla cristianità
Le scene comiche, che all'inizio portano quasi a pensare a una storia abbastanza leggera - illusi! - mi sono piaciuti e mi piacciono anche durante lo svolgimento della trama perché in modo leggero e semplice ci presentano i personaggi, con le loro paure, contraddizioni, storie, psicologie. Personaggi e vicende che inesorabilmente si intrecciano e si dipanano per tutta la serie. Ala fine, quando i loro destini si compiranno, ci dispiacerà quasi lasciarli, perché in fondo, avevamo imparato ad amarli e a conoscerli; erano, insomma, una piccola parte della nostra vita.
Altro punto forte di questa serie sono le canzoni, sia le sigle, sia la perfetta voce di Azmaria, che, quando intona i suoi canti, sembra davvero arrivare al cuore e donare quella serenità che è la prerogativa di quel personaggio.
Insomma, un anime da vedere, secondo me, anche per i non appassionati del genere demoniaco.

Eruru

 0
Eruru

Episodi visti: 24/24 --- Voto 8
Davvero bello, mi è piaciuto molto! La storia è appassionante per nulla scontata, il finale per quanto sia triste è bello e poco prevedibile e i personaggi sono ben caratterizzati. Anche la sigla iniziale è carina. L'anime riesce ad essere divertente, ma ci sono anche momenti seri che portano alla riflessione. Vale la pena di guardarlo perchè merita davvero.

kappei78

 0
kappei78

Episodi visti: 24/24 --- Voto 8
Quest'opera mi ha catturato poco a poco: se devo essere sincero dopo i primi cinque/sei episodi ero lì li per lasciar perdere; intendiamoci, le animazioni sono molto buone (anche se non sopporto il chara di Chrno quando non è nella sua forma demoniaca), il sonoro fa la sua parte (la sigla di chiusura in particolare è fantastica) e la trama è scorrevole anche se sa di già visto in mille altre serie; man mano che si prosegue nella visione però quest anime possiede il grosso pregio di permette allo spettatore di immedesimarsi con i sentimenti dei protagonisti, al punto che seppur il finale risulti scontato sin dalla prima puntata, mi vergogno quasi ad ammettere di averci speso pure due lacrimucce..
ottimo

Kevin341

 0
Kevin341

Episodi visti: 24/24 --- Voto 9
Ho appena finito di vedere l'ultima puntata... commovente... (premetto che non sono un'esperto, ma ho all'attivo la visione di tante tante serie) il mio giudizio sulla serie è ottimo, sia graficamente sia a livello di narrazione, tutto fila via liscio e abbastanza veloce fino alla fine.... mi ha calamitato e poi stupito... tutto mi sarei aspettato tranne che un finale del genere... tutta la serie è da 8 pieno... il finale da 10...

Francesca

 0
Francesca

Episodi visti: 26/24 --- Voto 9
Scusami Tacchan, ma credo tu non conosca bene la trama...
Da come lo presenti sembra un anime senza nè capo nè coda, una storia tipo Pokemon con l'eroina ammazza demoni più aiutante 'soprannaturale'... -__-
Invece la trama c'è eccome, e ben delineata dall'inizio alla fine (anche se, come in qualunque anime, ci sono puntate intermedie - tra l'altro anche poche)...
Inoltre Rosetta non uccide demoni per così dire, e il lavoro 'ordinario' dura solo per le prime tre puntate.. Poi subito comincia a vedersi la VERA storia...
Quanto a 'Sono infine certo che il demone saprà darle una mano quando le situazioni diventeranno davvero disperate'... Beh, scoprirai presto che è bene che il demone NON le dia una mano, dato che ogni volta che il sigillo del suo potere si rompe la vita di Rosetta si accorcia di diversi anni...
Per finire, io non ho visto vampiri...
[<b>Da TACCHAN</b>: era una recensione fatta sui primi episodi, risalente ad appena l'anime usci'. Ma ti prego la prossima volta di scrivere una mail per avvertirmi, correggo volentieri queste recensioni vecchie ormai obsolete. Se puoi mettere a posto la recensione, scrivendone un'altra levando il messaggio rivolto a me (non è luogo nelle recensione), èmeglio,questa fra breve la tolgo ;-) Ciao e grazie, Tacchan :)]

beje

 0
beje

Episodi visti: 24/24 --- Voto 8
Che dire di questo anime... la serie inizia un po anonimamente e cresce episodio su episodio... i disegni sono molto belli, così anche le musiche e il finale è di un commovente mai visto. Anche la trama, nell'eterna battaglia del bene contro il male, della chiesa contro i demoni è originale in tutto e per tutto... non vi rimane che provare a vederlo!!!

Ren

 0
Ren

Episodi visti: 24/24 --- Voto 8
Una serie appasisonante, dalla grafica molto curata (ottima l'idea di modficiare le gamme cromatiche tra le scene dramamtica e quelle comiche), con molteplci colpi di scena ed un finale che definire commovente è dir poco! Personalmente, tuttavia, trovo il manga migliore della serie animata (che da esso è stata tratta), con una struttura più solida e definita; certo l`anime ha l`ovvio vantaggio di avere più spazio per lo svolgimento delle storie e permette di ascoltare dal vivo le canzoni di Azmaria *_*... ma nel discorstarsi dalla versione originale, apre dei veri e propri buchi narrativi, con elementi contraddittori sparsi a qua e là e nodi che non vengono mai risolti....
Altro elemento a demerito, le puntate 12 e 14, palesemente riempitive.
Infine, considero deprecabile, avendo tempo e mezzi a disposizione, aver dedicato al personaggio di Magdalena un quarto d`ora scarso della serie!!
ç__ç

Francesca

 0
Francesca

Episodi visti: 4/24 --- Voto 10
Per quel poco che finora ho visto, lo considero un anime fantastico, a partire dalle 2 sigle di apertura e chiusura... Meriterebbe un 10 solo per quello!
Ma non ci sono solo le stupende sigle dalle stupende canzoni, ma anche una trama drammatica e interessante, contenente azione, romanticismo, avventura, dolcezza, comicità e chi più ne ha più ne metta! I disegni sono perfetti e curati, così come l'animazione e le varie colonne sonore e gli 'effetti' davvero realistici... La mimica dei personaggi è curata alla perfezione, tanto che sembrano poter uscire dallo schermo da un momento all'altro... Il sentimento si mescola all'azione e il mistero che impregna l'anime alimenta il gusto della scoperta puntata per puntata... E' un anime fantastico e non vedo l'ora di vederlo tutto!!!

*Tati*

 0
*Tati*

Episodi visti: 24/24 --- Voto 10
Chrno Crusade si svolge in un periodo storico molto delicato ossia quello tra la fine della Grande Guerra e la Seconda Guerra Mondiale e nell'insicurezza generale imperversano demoni di ogni sorta. Rosette Christopher è una novizia del convento di suore dell'ordine di Magdala, specializzato in esorcismi tramite armi da fuoco. Assieme a Chrno, un demone al servizio dei buoni, cerca ogni giorno di svolgere la sua missione di esorcista, anche se a volte non va sempre tutto liscio. Questo all'inizio della storia, ma man mano che si prosegue la visione, i tasselli di questo puzzle pian piano si ricompongono, fino ad arrivare ad un finale che per certi versi non ti aspetteresti proprio, e che ti lascia senza fiato e senza più nemmeno una lacrima, da quanto è commovente. Insomma non credo di essere in errore se dico che quest'anime, insieme a Full Metal Alchemist, è uno dei più belli della stagione nipponica 2003-2004. Assolutamente da vedere.

Koji_77

 0
Koji_77

Episodi visti: 24/24 --- Voto 9
Davvero una bella serie. è molto ben descritta da t&z nella sua recenzione, per cui evito di ripetermi. Cmq un finale molto bello. Anime commovente, si ti tocca proprio. L'avevo valutato diversamente all'inizio (non in senso negativo) ed invece il finale è riuscito a stupirmi, non sapevo fino all'ultimo dove volesse arrivare. Non ricchissimo di combattimenti ma molto bello... ve lo consiglio è un ottimo lavoro ;-)

Darcia

 0
Darcia

Episodi visti: 24/24 --- Voto 7
Un cartone molto bello, che inizialmente parte in maniera molto leggera, come uno dei tanti anime semi-comici in circolazione, ma in realtà possiede una trama niente affatto banale.
Tuttavia, a me personalmente non è piaciuto il dirottamento improvviso del cartone, negli ultimissimi episodi, in un qualcosa di estremamente drammatico, filosofico e soggetto a diverse interpretazioni (mentre fino a 2-3 puntate dalla fine si è sempre mantenuto abbastanza leggero, a tratti anche banale, nonostante gli sviluppi della trama). Per quel che mi riguarda, fra l'altro, il finale è totalmente aperto ad una nuova serie, e mi ha fatto venire in mente quei classici film horror dove, alla fine, l'entità malvagia di turno fa una rapidissima apparizione nelle ultimissime scene, in modo da lasciare spazio ad un eventuale seguito. Complessivamente mi è piaciuto, ma non lo reputo un capolavoro.
Notevole, comunque, la capacità degli autori di riuscire a far commuovere così tanto lo spettatore nell'ultima puntata. Il finale può piacere o meno, ma non potrete evitare di commuovervi, siete avvertiti! ;)

Wilkinson

 0
Wilkinson

Episodi visti: 24/24 --- Voto 9
Mah devo aggiungere poco a quello che è già stato scritto posso solo che confermare la bellezza di quest'opera che all'inizio ti incuriosisce con i primi episodi anche in alcuni punti grotteschi, poi ti prende e alla fine ti commuove con un finale che ti spezza il cuore. Bello bello bello, guardatela tutta e non fate l'eerore di interrompetervi ai primi episodi, ve ne pentireste amaramente, alla fine di tutto non potrete che darmi ragione.

bichan

 0
bichan

Episodi visti: 24/24 --- Voto 9
Forse il miglior prodotto del genere. Certo l'originalità non è il suo forte, ma la freschezza dei dialoghi e il mix dei personaggi rende le vicende di questo anime davvero avvincenti. Per non parlare, poi, della relaziuone tra i due protagonisti che recupera (anche se in modo non nuovo) la migliore tradizione delle tragedie d'autore. Inoltre, è molto divertente vedere come i giapponesi rappresentano fantasiosamente le istituzioni della chiesa cattolica... Da non perdere.

Lord Orion

 0
Lord Orion

Episodi visti: 26/24 --- Voto 7
Questa serie non mi ha purtroppo impressionato più di tanto.
Sara' che le storie di demoni e affini non le ho mai digerite; Chrno Crusade comincia abbastanza bene, prima con toni scanzonati per poi incupirsi nel prosieguo. Alcuni scontri ben realizzati e tutta una serie di misteri conducono la serie su binari che fino a un certo punto procedono alla grande verso la meta... poi però, sul finale, il treno finisce per deragliare a causa di alcune scelte a livello di trama che non mi sono piaciute.

Rimane tuttavia una serie tecnicamente eccellente e in grado di appassionare una vasta fetta di pubblico.

Mchan

 0
Mchan

Episodi visti: 24/24 --- Voto 10
A volerla dire in breve, se escludiamo i primi episodi da contorno e di sola presentazione la si potrebbe comprimere in una miniserie da 12 da vedere tutta in un colpo!
Dopo un lungo inizio alquanto blando e scontato di introduzione dei vari personaggi che dura circa 12-13 episodi, la serie cambia radicalmente ritmo entrando nel pieno della trama!
E' proprio in questo cambiamento radicale che l'anime mostra il meglio di se, le puntate finali altamente drammatiche valgono tutta la serie, sono le migliori che abbia mai visto, secondo me vero "cinema", ben impostato, senza sbavature, ottima narrazione, ottima regia e ottimo finale (un VERO finale, degno di essere chiamato tale, e non aperto e deludente come il 90% delle serie in circolazione)!
Grazie a questo posso assolutamente dire che Chrono Crusade e' una delle migliori serie TV trasmesse nel 2003/2004!

Da avere assolutamente nella propria collezione, un piccolo gioiello che senza troppe pretese si prende uno spazio tutto suo fra le opere che vanno ricordate nelle generazioni future!
Se non lo avete ancora visto questo e' il momento di rimediare, fansub (il mio preferito XD) o dvd, non ha importanza, ma non potete perdervelo!

27 Maggio 2005
Mchan

Daniele

 0
Daniele

Episodi visti: 24/24 --- Voto 9
Chrno crusade è un a storia molto bella ed al tempo stesso coinvolgente ed a tratti divertente.
L'animazione e la caratterizzazione dei personaggi e l'ambientazione in cui si muovono i personaggi è molto buona.
L'unica pecca, a mio giudizio, è la storia in alcuni punti un pò dispersiva ed il finale è quasi scontato, ma nel complesso mi è molto piaciuta.
Difficilmente la troverete però noiosa e poco coinvolgente e non vi sarà facile non versare qualche lacrimuccia o fermarvi a riflettere sul messaggio mistico/religioso che ci vuol trasmettere l'autore.

t&z

 0
t&z

Episodi visti: 24/24 --- Voto 10
Non c'è che dire, Chrno Crusade è la serie che + mi ha colpito della stagione. Buone la regia e le animazioni, fantastiche le musiche e eccezionale la trama. Questa serie cmq nn mi ha colpito immediatamente, la storia è condotta dapprima su binari lenti, lasciando molto spazio a un'alternanza tra azione e gag. Solo + avanti si crea quel fitto intreccio ke caratterizza a mio avviso la bellezza di qst anime e ke si dipanerà soltanto nelle puntate finali, dove la serie perderà la comicità delle prime puntate per divenire decisamente molto + cupa e drammatica. Se proprio dobbiamo trovare il pelo nell'uovo forse dai combattimenti mi aspettavo qlcsina in +, ma questo nn pregiudica globalmente la straordinarietà dell'anime. Decisamente una piacevole sorpresa, anke xkè essendo della Gonzo temevo ke da un momento all'altro spuntasse fuori qualche mecha gigantesco a risolvere la situazione(^_^), invece questa volta sono riusciti a creare un ottimo prodotto uscendo un po' dai loro canoni tipici.

Un accenno alla trama.

La scena è ambientata a New York nel 1928 (poi a S. Francisco). Il progresso economico cui è andata incontro l'America dopo il primo conflitto mondiale ha attirato parecchi demoni e il compito di estirparli è affidato all'ordine di Madgala, di cui fa parte la protagonista, Rosette, insieme al suo aiutante Chrno, un demone che vive ora in forma umana in quanto fu privato delle corna che gli fornivano il suo potere.
I due sono legati da un patto del quale si saprà di + solo con l'evolversi della vicenda.
Al di là della caccia ai demoni il vero motivo x cui Rosette sembra sia entrata nell'ordine è quello di ritrovare suo fratello Joshua, dal quale è stata separata proprio a causa dell'intervento di un demone, Aion, il quale sembra avere un particolare legame con Chrno.

Beh per sapere di + non posso che invitarvi a vedere questo fantastico anime, proseguendo fino in fondo xkè ne vale davvero la pena (ci sono scene che commuoverebbero anke i sassi nel proseguio della vicenda).

P.s.: gli episodi totali sn 24 ^^

Pornazza

 0
Pornazza

Episodi visti: 24/24 --- Voto 9
Dopo aver visto e rivisto l´intera serie, non posso far altro che considerare "Chrno Crusade" davvero un ottimo lavoro.
Per quanto riguarda la tecnica di realizzazione ho trovato davvero buoni gli effetti di luce e i contrasti chiaroscurali nulla da ridire nemmeno sui disegni e la colorazione, tanto meno sulla caratterizzazione dei personaggi.
La struttura della serie non riserba alcun´innovazione particolare e si articola abbastanza linearmente se si eccettua qualche flash back tuttavia necessario alla completa comprensione della trama. I primi sei episodi sono episodi di presentazione atti ad introdurci i personaggi principali; per andare avanti con l´effettiva trama dobbiamo aspettare la settima puntata, da quest´ultima sino alla decima, oltre a proseguire con la storia si indaga sul passato dei protagonisti per comprenderne il presente; l´undicesima e la dodicesima sono puntate d´attesa le quali servono a confermare che da quel momento Satella (nell´11) e Azmaria (nella 12) saranno parte integrante del gruppo. Dalla quattordicesima e sino alla ventiquattresima (puntata conclusiva) si svolge l´intera vicenda. Quello che avevo da dire l´ho detto e spero fortemente che quando e se deciderete di vedere questa serie vi piaccia come è piaciuta a me.