logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
Jollyrogerbay

Episodi visti: 26/26 --- Voto 8
Con "Gilgamesh" ci troviamo sicuramente di fronte ad un'opera particolare, una di quelle diverse dal solito, caratterizzata da molti alti e bassi che la rendono una serie "non per tutti", e non perche' siano richieste particolari conoscenze o particolare impegno nella visione, ma proprio perche' e' tanto carente in certi aspetti e contemporaneamente tanto valida in altri, rendendo molto soggettivo il godimento stesso della serie; mi vado a spiegare meglio:

Uno dei punti forti di "Gilgamesh" e' senza dubbio la trama, in quanto si vedono protagoniste due fazioni che tentano di avere la meglio l'una sull'altra, entrambe con l'intento di raggiungere il proprio scopo; scopo il quale, sotto il punto di vista "concettuale", e' lo stesso per entrambi, ma le vie e i mezzi utilizzati dalle due fazioni sono completamente differenti; il ritmo e' lento, cio' pero' non rende la narrazione noiosa, ma lascia il giusto spazio allo spettatore per capire ed elaborare i retroscena degli eventi che con continui cambiamenti non lo faranno mai schierare completamente da una parte, piuttosto che dall'altra, fino alla fine.

Visivamente ci troviamo davanti a degli scenari molto cupi, i colori predominanti sono il nero, il marrone ed il grigio e le ambientazioni variano da zone desolate e/o semidistrutte a case e palazzi in stile gotico, decisamente appropriate per lo stile dell'opera in quanto le vicende si svolgono in un mondo in decadimento che e' stato protagonista di un evento catastrofico, il quale ha reso inutilizzabile la maggior parte della tecnologia, riportando di fatto il pianeta indietro di qualche decina di anni;

Analizzando suoni e musiche, sono presenti un paio di melodie ricorrenti nel corso della serie, dove il piano fa da padrone, che sono una piacevole aggiunta per gli amanti della musica e che restano comunque non invasivi nel caso lo spettatore non sia tra questi; per il resto non si notano particolari temi musicali rilevanti, quei pochi che ci sono restano dei sottofondi.

Sotto il punto di vista tecnico non ci siamo proprio, anche se si tratta del 2003, ci troviamo davanti a dei personaggi realizzati con uno stile particolare, che definirei di livello mediocre-basso, non aiutati dalla colorazione che risulta poco convincente e approssimativa, che rendono in generale i volti e le espressioni poco convincenti. Le animazioni sono forse il lato peggiore di questa serie, mantenendosi su un livello abbastanza basso per tutto il tempo, con un paio di picchi che sfociano nel ridicolo, ma contrariamente da cio' che sembra, non sono presenti poi cosi' tante scene di combattimenti e azione in generale, quindi l'opera ne risente fino ad un certo punto.

Un'altra nota negativa da sottolineare dal punto di vista tecnico, e' la troppo brusca variazione di ritmo in generale, che dalla costante e appropriata lentezza della prima parte dell'opera passa ad essere molto veloce negli ultimi episodi; avrei preferito avessero compresso i pirmi 24 episodi in soli 20-22 (senza dover sacrificare niente di particolare) ed esteso gli episodi 25 e 26 nel restante spazio, concedendo un migliore sviluppo degli eventi che conducono al finale che, cosi' come sono, appaiono un po' affrettati. E' pero' doveroso aggiungere che questa sensazione non e' stata cosi' evidente alla seconda visualizzazione della serie, quindi potrebbe essere qualcosa di soggettivo, o comunque di limitata rilevanza.

Il finale, senza spoilerare nulla, e' forse cio' che da piu' valore all'intera opera, seppur, come accennavo prima, non privo di imprecisoni e un po affrettato, in grado comunque di farci ignorare questi piccoli difetti e di porre lo spettatore davanti ad un tipo di conclusione che non e' classificabile come "lietofine" o "bad-ending", ma tantomeno come "finale aperto"; infatti il finale e' qualcosa di ben definito (guardare tutto fino alla fine di --Tutti-- i titoli di coda) che sottolinea un aspetto della natura umana, che niente e nessuno, nemmeno il passare inesorabile e infinito del tempo potranno mai cambiare.

Il voto, che se dovesse venir assegnato puramente per gli aspetti tecnici dell'opera, come animazioni, disegni e musiche oltre che alla trama, difficilmente raggiungerebbe la sufficienza; sono pero' dell'idea, soprattutto in un opera come questa, che sia piu' importante giudicare il godimento generale e l'interesse saputo suscitare dalla serie nel corso delle puntate, che porrei in termini numerici tra il 7.5 e l' 8, che arrotondo ad un 8 pieno grazie ad un tipo di soluzione nel finale che non si vede tutti i giorni, ed anche i palati piu' fini avranno pane per i loro denti.

Nel complesso e' un opera che sconsiglio a chi vuole qualcosa di ben realizzato dal punto di vista estetico o e' in cerca di una visione leggera, ma che consiglio assolutamente a tutti coloro che cercano qualcosa di diverso dal solito.


 1
ALUCARD80

Episodi visti: 5/26 --- Voto 3
È la prima volta che mi ritrovo a recensire un anime che mi ha poco interessato dal punto di vista della trama e nel contempo totalmente inorridito - e sono piuttosto gentile - da quello tecnico e grafico.
Non ho idea di chi si sia prodigato in tale scempio, ma una cosa è certa: in vita mia non ho mai visto disegni più brutti, fondali tanto vaghi e superficiali, così poca cura nel dettaglio, oltre a un chara design a mio parere orrido.

Di norma è la trama che più di ogni altro elemento riesce ad avvincere lo spettatore e a indurlo nel proseguire la visione degli episodi seguenti, ma in Gilgamesh, probabilmente, il livello di questa non è riuscito a superare il ribrezzo da me provato di fronte a qualcosa che identifico senza mezzi termini come un vero e proprio insulto all’arte dell’animazione in generale.
E’ altresì vero che l’apprezzamento di queste componenti varia in gran parte con i gusti personali, ma quando la mancanza di alcuni elementi fondamentali (che esulano dalle preferenze soggettive) risulta palese e lapalissiana non esistono preferenze che tengano.

Cominciamo proprio dai fondali: per fare un esempio chiaro e diretto, prendo in esame alcune scene ambientate in un aeroporto proprio nei primi episodi (gli unici che la mia vista sia riuscita a sostenere): a parte lo spazio che circonda i protagonisti, sempre cupo e opprimente (e passi, è una scelta degli autori, trattandosi di una storia d’azione e di paura), sono evidenti gli errori di profondità e la mancanza di regole di prospettiva. Aerei che sembrano vicini ai personaggi in primo piano quando dovrebbero invece essere in fondo alla pista, scale in una prospettiva talmente intuitiva da risultare ridicola, colorazioni sbiadite e uniformemente anonime, punti di fuga che non tornano affatto… e non è tutto. Gli interni, spesso e volentieri, sono come “tirati via”, con poca cura e mancanza di particolari che avrebbero arricchito il tutto.
Spero vivamente per gli autori che la causa sia stata il limitato budget economico, perché non riesco a spiegarmi altro se non la totale mancanza di talento.
Per quanto riguarda il chara design, non credo di aver mai assistito a niente di più brutto e antiestetico, ma in questo caso i pareri soggettivi sono ciò che fa la differenza, quindi, come si suol dire, “de gustibus”.
La trama (inizialmente) pare interessante, ma si perde in banalità che vanno ad amalgamarsi in un calderone anonimo e noioso, mix disgustoso fra trama piatta e disegni orridi: fratello e sorella sembrano possedere poteri paranormali e già da subito si vedono costretti a fuggire inseguiti da un’associazione misteriosa intenzionata a catturarli, fino a che non incontrano una donna dall’aspetto “avvenente” (oddio, per quanto i disegnatori ci abbiano provato, penso che la figura pseudo sexy di questo personaggio sia stato il massimo ottenibile) che tenterà di aiutarli, rivelando a loro alcuni segreti che li interessano da molto vicino.

Colonna sonora scialba, opening invece interessante (la cosa più bella di tutto il prodotto), animazioni appena sufficienti.
Poc’altro da dire. Tirando le somme, decisamente brutto.


 1
Electric_Dragon

Episodi visti: 26/26 --- Voto 8
Gilgamesh è un anime che tende a lasciare spiazzato lo spettatore. Che questo avvenga nel bene o nel male dipende da chi guarda, probabilmente. Il character design è indubbiamente particolare e anche se a molti potrà far storcere il naso personalmente l'ho trovato carino, molto diverso dal solito. L'atmosfera è perennemente cupa, sostenuta dalle musiche a tratti ossessive, ma mai troppo invasive. Ovunque è visibile la decadenza, la devastazione, i segni di una catastrofe mai finita, nella quale i personaggi cercano inutilmente di vivere una vita normale, dimentichi del gigantesco specchio che nasconde il cielo alla vista. L'atmosfera è dunque un punto decisamente a favore di quest'anime, così come lo sono le sequenze d'azione e il coinvolgimento nella trama, dapprima decisamente oscura, che si dipana puntata dopo puntata.
E ora veniamo ai nei. La realizzazione tecnica purtroppo non è delle migliori, ma la cosa che fa arrabbiare di più è che probabilmente si sarebbe potuto realizzare qualcosa di davvero bello con un po' di impegno in più. In ogni caso la realizzazione non inficia più di tanto la godibilità complessiva della serie, visto che dopo le prime puntate ho smesso di rendermene conto e sono stato letteralmente risucchiato negli intrighi della trama e nei complessi rapporti psicologici tra i personaggi. Posso dire che sia andato tutto estremamente liscio fino al finale. Senza cadere nello spoiler posso dire che ancora adesso, mentre scrivo questa recensione, mi sto chiedendo se mi sia sfuggito qualcosa. Non riesco davvero a capire se la confusione che avverto sia colpa mia o dell'anime, sinceramente. In ogni caso sono rimasto basito e la mia prima reazione spontanea è stata delusione, seguita da rabbia e straniamento. Possibile che finisca così? Me lo sono ripetuto più volte. E non me lo dicevo perché fosse un finale in sospeso, tipo quelli a cavallo tra una serie e l'altra. No, è un finale definitivo, ma...
Non so quantificare il mio disappunto. qualcosa mi dice che la colpa è in parte mia, perché ho la vivida sensazione di non aver capito qualcosa. In ogni caso vi consiglio di vederlo, tenendo bene a mente che il finale potrebbe farvi sacramentare sonoramente, per usare un eufemismo. Ah, e non dimenticate di guardare tutto fino alla fine dei titoli di coda. La cosa vi confonderà ancora di più, ma fatelo per completezza.
Per finire un punto a favore va alla opening, veramente azzeccata e che vi entrerà in testa già dopo il primo ascolto.
In generale gli do 8. dopo quello che ho scritto vi sembrerà alto, ma la storia mi ha davvero preso e sebbene abbia ancora delle riserve sul finale non posso dire di non essermi divertito. Peccato, perché avrebbe potuto essere qualcosa di più! ;)

haget

 0
haget

Episodi visti: 26/26 --- Voto 9
All'inizio ho fatto fatica a seguirlo, era lento e incomprensibile. La storia sembra un minestrone di tante altre. Poi però in un crescendo le puntate hanno acquistato vigore fino a coinvolgermi. Tutti i misteri pian piano si svelano e la curiosità di sapere come va a finire mi ha spinto a continuare. Le animazioni son povere e i disegni molto particolari, è sicuramente una scelta del regista che ha voluto creare una sorta di "angoscia" nello spettatore. Inizialmente lento ma diventa un buon cartoon di azione.

Trip

 0
Trip

Episodi visti: 26/26 --- Voto 7
Gilgamesh. Un soggetto difficile direi.

Per quanto ne so dovrebbe essere un remake di un vecchio anime anni '70. Sarebbe interessante risalire all'originale per capire la vera orogine di tanti elementi, visto che preso così com'è questo Glilgamesh mostra di avere ereditato molti elementi sviluppati in Evangelion.

Tra questi elementi, e forse quello che contribuisce più degli altri alla particolare atmosfera dell'anime, il fatto di ambientare la vicenda tra una prima apocalisse già avvenuta ed un'altra di là da venire, il cui esito incerto rimane tale anche dopo i 26 episodi.

I pregi maggiori di questo anime sono la resa di atmosfere (ambientali e psicologice) molto dark e una buona descrizione dei personaggi, senza esimersi dall'esplorare in qualche caso gli angoli torbidi delle personalità.
Una nota meritano anche l'uso di pezzi di musica classica e la rappresentazione di varie opere d'arte rinascimentali.

La storia non brilla di originalità ma fa il suo dovere; come prevedibile data la lentezza dell'inizio il finale si affolla di spiegazioni e colpi di scena, senza però chiarire del tutto i vari punti.

Gilgamesh sconta l'assenza di personaggi veramente carismatici e coinvolgenti (per quanto ben rappresentati, rimangono troppo enigmatici e distanti) e, soprattutto, una resa grafica decisamente sotto gli standard: i disegni vanno a fasi alterne, e le animazioni sono decisamente scadenti. Da questo punto di vista, troppo poco.

koji_77

 0
koji_77

Episodi visti: 26/26 --- Voto 6
Come già detto questo anime ha un chara particolare, l'ambientazione un pò dark incentrata molto sul mistero e su segreti tutti da scoprire. Far rientrare qualsiasi anime nello "schema evangelion" mi smbra un pò riduttivo. Non perchè si parli della fine del mondo allora c'è solo evangelion. Molti manga prima dell'avvento di evangelion parlavano della fine del mondo e della sua purificazione, pertanto far entrare per forza evangelion da tutte le parti mi sembra veramente inutile!
A parte questa parentesi, la narrazione è lenta, a volte troppo. Ala fine degli episodi spesso si rimane insoddisfatti (almeno questo è ciò che io ho riscontrato) e si vuole vedere la seconda per capire di più. Soltanto dall'episodio numero 15 si comincia ad intravedere la scoperta di alcuni perchè.
Il finale sinceramente mi ha lasciato un pò male mi sembra che il tutto si risolva in un non nulla. Mah...
Ad ogni modo l'anime è sufficiente. CErto ci sono molti altri anime che meritano il nostro tempo da dedicargli. Non aspettatevi cmq grosse animazioni o grosse cose, tranne alcuni colpi di scena verso gli ultimi episodi.

eva00

 0
eva00

Episodi visti: 26/26 --- Voto 7
Difficile dare un voto a questa serie... una serie cupa, angosciante, triste, senza speranza... che a me personalmente piace. la storia, anche quella c'e', inflazionata ma c'e'.
I lati negativi sono il disegno (abbozzato, impreciso) a parte i primi piani, l'animazione (quasi inesistente) e l'estrema lentezza specie nei primi episodi. Forse il disegno in questo genere di anime non conta poi tanto pero' una cosa che davvero manca a questa serie e' l'assoluta mancanza di impersonificazione con uno dei personaggi: strani.., distanti.. anche nelle scene piu' significative uno sta li' a chiedersi: -embe'?.. che ho visto?..- belle le ultime puntate e l'ultima mi e' piaciuta un casino anche se non l'ho compresa del tutto.
Forse gli autori hanno avuto troppo fretta: meno puntate, disegno piu' curato e la serie avrebbe meritato di piu'... comunque vale certamente la pena guardarlo.

SteEL

 0
SteEL

Episodi visti: 4/26 --- Voto 6
Ritengo che questa sia una serie dalle molte potenzialità. Il ritmo narrativo è lento e le spiegazioni sono molte ma questo a tanti, me compreso, può anche andar bene. Trovo però, e questo è oggettivamente evidente, che dal punto di vista tecnico sia un po carente, cosa che può inibirne la visione. Di contro la trama è interessante e, se ben sviluppata, penso potrà sopperire alle imperfezioni tecniche ( che comunque spero spariscano nelle puntate successive). Per ora mi limito quindi ad un 6 sulla fiducia.

keito

 0
keito

Episodi visti: 13/26 --- Voto 6
E' difficile dare un giudizio complessivo sui 13 ep. che ho visto finora, in ogni caso Gilgamesh è certamente un anime fuori dalla norma: la trama, il chara design particolare ( che a molti può non piacere, la lentezza della quasi totalità degli episodi..
Nel complesso posso dire che si può tranquillamente guardare ( a meno che si sia carenti in pazenza :D ).

Kay

 0
Kay

Episodi visti: 26/26 --- Voto 7
Ho visto la serie di Gilgamesh per intero e l'ho trovata apprezzabile. Ciò nonostante la serie non aggiunge nulla di nuovo alla scena anime, è basato su schemi ben precisi che partono da una leggenda e vanno poi invece ad indagare in modo confusionario sulla necessità o meno di una distruzione totale dell'umanità affinchè la specie si evolva. Vi ricorda niente? Esatto Gilgamesh è un surrogato di Neon Genesis Evangelion. Ribadisco, a me la serie è piaciuta, a suo modo tenta di distaccarsi e le sigle sono entrambe bellissime. Ma se non reggete i toni grigi, le scene oniriche e le spiegazioni (superflue?) lasciate perdere. Se invece questo è proprio il vostro genere allora preparate una scorta di fazzoletti.