logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 3
TWINKLE

Episodi visti: 26/26 --- Voto 5
Ci assale in apertura una bella sigla di Megumi Hayashibara e si avverte subito odore di avventura, ma dopo una dozzina di episodi quell'avventura di ambientazione spaziale ancora non arriva: al suo posto un episodio scemo dopo l'altro, senza capo né coda, che si aggrappano a un'esile trama di dubbia utilità. "Lost Universe" di Hajime Kanzaka, creatore tramite light novel del fantasy "The Slayers", si attinge a un umorismo della "risatina" di breve efficacia, al medesimo staff che nel 1995 portò Rina Inverse al successo televisivo, allo stesso character design molto "novanta" dai grandi occhi ed espressioni ebeti.

2100, l'umanità viaggia tranquillamente nello spazio e la conoscenza avanzata le ha permesso di sfruttare i poteri mentali di un individuo sposandola con la tecnologia. Il nostro protagonista, tale Kane Blueriver, utilizza infatti una "Psychoblade" per il suo mestiere di mercenario e a quanto pare sono pochissimi ad avere una tale capacità mentale, come StarGazers, capo di un'organizzazione criminale chiamata Nightmare, che ben presto arriverà a scontrarsi contro l'equipaggio della Sword Breaker, astronave dai mitologici poteri. A Kane si aggiungono in particolare due fanciulle, Canal Vorfeed, che è in realtà l'intelligenza artificiale dell'astronave, e Milly, detective unitasi all'equipaggio dopo il suo licenziamento.

Seriamente, se si fosse sfornato qualcosa di memorabile partendo da una trama di questo livello, l'anime avrebbe ricevuto tutta la mia stima, ma così inevitabilmente non è stato. Si dice "squadra che vince non si cambia", ma non sempre si va a segno una seconda volta. Lo stesso staff di "The Slayers" non ha saputo ripetersi e infondere carisma ai protagonisti di questa nuova storia, che risultano sì divertenti, ma a lungo andare altresì abbastanza piatti. In "Lost Universe" traspare un certo "cazzeggio" strutturale che tenta di tirare a campare fino ai canonici 26 episodi, senza avere però le risorse narrative per ambire a quel traguardo proponendoci così episodi inutili e sotto-trame che non approfondiscono i personaggi, né tanto meno i misteri dell'astronave, punto cardine della storia. Certo, ogni tanto si ride, ma non basta.

A ciò si aggiungono una realizzazione tecnica low-budget di rara bruttezza, uno sciagurato mix tra animazioni in CG in cel shading nelle esplosioni e nelle movenze dell'astronave, che viste oggi (ma anche ieri) risultano quasi inguardabili, e animazioni tradizionali poco fluide specie nelle scene di combattimento. E' evidente che neppure la produzione credeva granché in questa nuova opera di Kanzaka.
Doppiato da Mediaset, più volte ne è stata rinviata la sua messa in onda fino a quando non ha fatto la sua apparizione in sordina sul vecchio canale satellitare Italian Teen Television per poi essere distribuito in cinque DVD dalla defunta Shin Vision con il medesimo adattamento. Il doppiaggio risulta abbastanza godibile per quanto si denotino alcune modifiche nei dialoghi, mentre la qualità dei DVD e degli extra si attesta su livelli accettabili con doppia traccia audio in Dolby Digital 2.0.

Il basso prezzo di vendita odierno potrebbe essere uno dei motivi per accaparrarsi questa serie, e se siete fan di "The Slayers" probabilmente rivedrete in "Lost Universe" alcuni dei suoi marchi di fabbrica, malgrado non vanti il carisma della serie fantasy. Per il resto, non trovo particolari impulsi per consigliarlo, essendoci nel suo genere opere di tutt'altro spessore, e coloro in cerca di umorismo sullo spazio, li dirotterei su un'altra nave, la quasi coeva Mobile Battleship Nadesico.

Fra X

 0
Fra X

Episodi visti: 26/26 --- Voto 6
<b>Attenzione! Contiene qualche spoiler!</b>

Ero proprio curioso di vederlo. Devo ammetterlo, ne sono rimasto alquanto deluso.
Le storie autoconclusive non sono niente di speciale e la trama principale l'ho trovata poco chiara e non è il massimo cercare di far luce sul tutto solo o quasi nell'ultimo episodio e mezzo. Canal poi non è il massimo della simpatia e il fatto che stia alla tastiera è puramente a livello partecipativo perché al massimo potrebbe stare sullo schermo.
Poi no ho capito perché lei può apparire olograficamente, però riuscendo a toccare persone e oggetti (!), mentre delle altre Lost Ships si sente solo la voce.

Qualche puntata poi è alquanto campata per aria, come quella in cui Canal compare con un vestito da pollo senza che i dirottatori si accorgano che manchi qualcuno e che lei non faccia parte della banda!
Poco chiara la situazione della puntata in cui Kane rincontra un amico ed insieme decidono di completare un lavoro lasciato in sospeso qualche anno prima.
Poi quel virus Canal... bleah! Che modo oscene di concludere una puntata fino ad allora godibile e coinvolgente.
E nella penultima puntata?! Vanno contro la Nightmare come se stessero facendo una scampagnata con la scena trash in cui Canal si mette in versione ragazza pon pon (regalo per i maniaci?) e incoraggia Milly! Mah!

I cattivi poi vengono sfruttati un po' male, a mio avviso, così come le Lost Ships cattive. Per non parlare del capo poi. Il duello finale infine è deludente.
Comunque è un po' tutto l'impianto a non essere il massimo e non chiarissimo. Do comunque la sufficienza perché comunque non è noioso e in qualche punto è riuscito.


 0
Kiory

Episodi visti: 26/26 --- Voto 7
Lost Universe fu mandato in onda dopo Slayers Try in giappolandia, infatti il mondo di questo anime è parallelo a quello dove avvengono le avventure dei più famosi Rina, Gourry, Zelgadis e company. Ma torniamo a noi, ambientato in lontano futuro dove l'uomo a colonizzato gran parte dello spazio abbiamo come protagonista Kane Bluriver che di mestiere fa il tuttofare: dalla guardia del corpo al ritrovamento di particolari oggetti cari al cliente di turno. Nel suo lavoro è affiancato dall'IA della sua astronave Canal che si manifesta come ologramma. Sulla loro strada incontreranno anche Millenia, detta Milly, bravissima cuoca e tiratrice degna del miglior Jigen Daisuke. Che dire di questa serie? Personalmente lo gradita non poco anche perchè Shin Vision (pace all'anima sua) ha fatto un lavoro egregio nel doppiaggio e nell'adattamento. I colori sono ben dosati, i personaggi principali pochi ma ben caratterizzati e neanche così tanto scontati così come i loro avversari. Le storie sono solitamente autoconclusive ma sono legate comunque da una trama generale che si dispiega lungo i 26 episodi della serie. Non sarà il più bell'anime di fantascienza in circolazione, ma diverte e intrattiene piuttosto bene. Se potete dateci un'occhiata, bye

P.S. Esiste anche un manga dal titolo omonimo dove vengono narrate storie diverse e variano alcune caratteristiche dei personaggi (Milly prova allergia verso gli uomini mentre Rail Claymore della polizia galattica manifesta toni ambigui nei confronti di Kane)