logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 1
Fede九十三

Episodi visti: 1/1 --- Voto 7,5
"Baby Princess 3D Paradise Love" è un anime con un episodio per la durata di 30 minuti.

Ora, l'anime è una commedia - harem, quindi -per rispettare i canoni del genere- ci si aspetta un protagonista maschile, e qualche protagonista femminile... sbagliato! C'è, sì un protagonista maschile, ma non "qualche" protagonista femminile, ce ne sono ben diciannove.
Le "protagoniste" femminili sono esattamente diciannove e partono dalla più piccola di un paio di mesi alla più grande di diciannove anni, più la madre ed il ragazzo: sono 21 personaggi in 30 minuti di episodio, credo di non aver mai visto un anime con così tanti personaggi in così poco tempo, ma non fermiamoci alla superficie e continuiamo la nostra analisi.

Il protagonista, Yotaro, è uno studente del liceo che va a vivere con la sua vera madre che si scopre avere 19 figlie; un po' "tirata" come trama, ma funziona (in così poco tempo è l'unica soluzione possibile per avviare la trama). Un giorno la madre decide di creare un video promozionale sulla famiglia così organizza una gita in montagna e incarica il giovane Yotaro di fare da camera-man per filmare tutto quello che accade. Ogni figlia ci viene presentata con nome, caratteristica, età e scuola frequentata e ognuna ha la sua personalità: da quella sempre arrabbiata, a quella timida, alle più piccole sempre a correre in giro per casa... addirittura c'è una simil sacerdotessa sempre in compagnia di una una kitsune; non sto qua a dilungarmi ma potremmo tranquillamente dire che tutti gli stereotipi conosciuti fin ad oggi in anime simili, ci sono.

L'episodio è un classico del genere, ritroviamo tutte le caratteristiche, pro e contro, dei suoi colleghi con trama più articolata se non in contenuti quanto meno in sviluppo temporale. Tutte sono "attratte" dal protagonista, neanche fosse una calamita, logico le bambine più piccole in modo diverso dalle più grandi, situazioni più o meno casuali messe lì per farti ridere e passare una mezz'oretta. Come detto prima, ripeto, non è che sia una trama chissà quanto "pensata" e se si vuole una trama con chissà quale costruzione dietro non è questo l'anime giusto, ma se invece non si hanno pregiudizi la visione dell'opera in questione può avvenire tranquillamente e risultare godibile.

Opening ed Ending non sono male e poi danno l'impressione di essere parte integrante dell'anime, quindi ottimo!

In conclusione: è un anime di genere che non porta novità a quello che siamo soliti vedere ma nemmeno lascia totalmente insoddisfatti, è un buon prodotto e poi per 30 minuti "spiega" anche abbastanza approfonditamente quello che stiamo guardando essendo composto da 21 personaggi totali. Voto 7 e mezzo.


 0
Yuo7o

Episodi visti: 1/1 --- Voto 4
No, non va. Partiamo dai lati positivi: grafica, doppiaggio e musiche sono buoni. Purtroppo sono le uniche note positive.
Ora, passiamo ai lati negativi. Prima di tutto, la durata: non puoi infilarmi ventuno personaggi in così poco tempo. Infatti così non c'è tempo per una buona caratterizzazione e non solo così risulta la fiera degli stereotipi, ma alcuni personaggi risultano addirittura inutili e, se non fossero esistiti, la trama sarebbe andata comunque; inoltre, memorizzare i nomi è difficile e non ricordo il nome di quasi nessuna sorella. Inoltre, il protagonista è solo un "ornamento", ovvero lo stereotipo del personaggio privo di personalità che semplicemente "rimbalza" da una sorella all'altra. Già, tutte le sorelle sono innamorate follemente di lui, anche le bambine! In un harem ci sta, però mi lascia perplessa il fatto che delle bambine siano seriamente innamorate di lui, e non con quell'amore infantile che quando sei piccola pensi che quando crescerai ti sposerai quel ragazzo carino, ma invece crescendo non lo consideri più.
Il fanservice e l'umorismo non mi hanno fatto ridere neanche una volta e, se una commedia non fa ridere, vuol dire che non è una buona commedia. La trama? Non esiste, è solo una successione di scene dove le sorelle corteggiano il protagonista e/o fanservice.

Mi spiace, ma non mi è piaciuto per niente. Lo sconsiglio a tutti, anche agli amanti del genere.


 0
MARTINOSHI98

Episodi visti: 1/1 --- Voto 6
Baby Princess è una serie di brevi racconti illustrati giapponesi scritti da Sakurako Kimino con illustrazioni di Natsuki Mibu e Yuki Kiriga. Le storie erano una parte di un gioco di partecipazione del lettore nel Magazine di ASCII Media Works 'Dengeki G in cui i lettori potevano influenzare la progressione della storia. Il progetto è stato presentato nel numero della rivista Dengeki G dell' ottobre 2007, e continuo fino a Giugno 2012.
Un anime adattato da Studio Comet è stato rilasciato il 20 luglio 2011 su Blu-ray in edizione 3D e 2D con il titolo di Baby Princess 3D Paradise 0 (con speciali occhiali 3D) e in DVD, in edizione 2D regolare con il titolo Baby Princess 2D Paradise Love.

Ma ora passiamo alla trama: Yotaro e' un liceale del primo anno, pensa di essere figlio unico, finché' non viene a conoscenza della sua vera madre e della sue 19 figlie. Yotaro andrà infine a vivere con la sua nuova, imponente famiglia. Questo OAV racconta solo l'inizio delle avventure di Yotaro, quando, per permettergli di integrarsi meglio con le sorelle, la madre decide di organizzare una vacanza in montagna, in cui Yotaro dovrà fare da cameraman e filmare tutto quel che succede, in modo da realizzare un video promozionale.
La famiglia e' composta da: Yōtarō Amatsuka, 15 anni, il nostro protagonista e unico maschio, Miharu Amatsuka, 18 anni, Mizore Amatsuka, 17 anni, Haruka Amatsuka, 16 anni, Hikaru Amatsuka, 15, Hotaru Amatsuka, 14, Tsurara Amatsuka, 13, Rikka Amatsuka, 12, Kosame Amatsuka, 11, Urara Amatsuka, 10, Seika Amatsuka, 9, Yūna Amatsuka, 8, Fubuki Amatsuka, 7, Watayuki Amatsuka, 6, Mari Amatsuka, 5, Mizuki Amatsuka, 4, Sakura Amatsuka, 3, Nijiko Amatsuka, 2, Sora Amatsuka, 1 e infine Asahi Amatsuka, una neonata. La madre si vede una volta, mentre il volto del padre e' sconosciuto.

A mio parere qui troviamo tutti gli elementi per un anime accettabile, purtroppo non sono ancora stati prodotte altre puntate della serie. Per quanto riguarda l'episodio in questione, grafica consueta, sigle carine, mi e' particolarmente piaciuta la presentazione di tutte le sorelle.
D'altra parte in un solo episodio di mezz'ora non e' possibile approfondire la trama, per questo mi limiterò al sei. Mi auguro che in futuro facciano altri episodi sulla storia di questa particolare famiglia!
Ciao a tutti!


 0
Swordman

Episodi visti: 1/1 --- Voto 7
I cultori del genere harem troveranno probabilmente quello che fa per loro con questo breve OAV in soluzione unica dove seguiamo le vicende di un (decisamente "ben capitato", direi) ragazzo all'interno di una nuova famiglia, in cui si trova ad andare a vivere e che è composta niente meno che da 19 sorelle, dall'ultima neonata alla più grande di circa 20 anni, e dalla di loro madre decisamente sexy.

Prescindendo dal fatto che i genitori della folta sorellanza abbiano evidentemente seguito gli insegnamenti del paladino delle folte progenie Mitsumasa Kido, è evidente che una produzione come questa esiste per dare luogo a un fanservice ad ampio raggio. Ce n'è infatti per tutti i gusti: la tipa taciturna, la principessina, la miko (con tanto di spirito di volpe al seguito), una fissata a dire "ouji-sama" al fratellino acquisito, la tsundere, la yandere e così via. Alle sorelle più grandi ovviamente vanno i momenti più ecchi e 'maliziosetti'. C'è davvero di tutto pronto ad accontentare gusti e simpatie.

Logicamente nel breve spazio di un OAV di, all'incirca, mezzora non c'è molto tempo per imbastire una qualche storia di una certa consistenza, ma è anche vero che non era sicuramente questo l'obiettivo del progetto, sicuramente però ci sarebbe materiale per tirare su una serie di lunghezza standard a 12-13 episodi. A ogni modo si riesce comunque a inanellare in giusta sequenza le opportune gag e i vari cliché che gli competono.
Alla fine il tutto risulta abbastanza simpatico e divertente per cui ritengo che il pubblico che ama il genere apprezzerà.
Tecnicamente direi che tutto è al suo posto. Tra l'altro questo OAV si segnala per essere stato realizzato in una doppia versione che implementa anche degli elementi in 3D visibili unicamente sugli appositi televisori di ultima generazione. In effetti a volte si vedono degli elementi in CG che forse realizzano questi effetti, sui quali però non mi esprimo perché da me non valutabili.
In ogni caso, se il genere piace, questo OAV è un buon passatempo, onesto e innocuo.

Pinka

 0
Pinka

Episodi visti: 1/1 --- Voto 5
Purtroppo quest'anime non merita più di 5. Come mai? Analizziamolo.

Personaggi
Sono una delle poche note positive dell'anime, con design molto carino; non è facile dare a 19 sorelle caratteri tutti diversi tra loro; Yotaro però è il solito sfortunatello di turno che improvvisamente si ritrova coperto di ragazze da testa a piedi, inoltre la prima sorella pare un po' Mary Sue se non fosse per il fatto che non è considerata come una Mary Sue vera e propria. La diciannovesima sorella però è l'inutilità in persona: essendo una neonata non è innamorata follemente di suo fratello e non fa quasi niente a parte fare qualche comparsa e basta.
Che vuol dire: "Non è innamorata di suo fratello"? che Yotaro è quasi vittima di persecuzione: le sue sorelle che lo chiamano continuamente "Onii-chan" lo trattano come se fosse un bambolotto e schiavo. Persino le più piccole (nella realtà i bambini, l'amore, lo conoscono solo con le favole)! Ma lo sanno che fanno le incestuose così?
E la madre... è strana; sembra molto giovane, anche se ha ben 20 figlie - figlie, dato che la maggior parte sono femmine. Fa pensare che sia solo madre della diciannovesima sorella perché è impossibile che una donna così giovane riesca a fare 20 figli. Neppure il tempo da riprendersi da un parto che subito arriva un'altra bambina da aspettare. Le sorelle sicuramente hanno solo il padre in comune, che non appare perché chissà quanto si sarà dato da fare. E poi, Yotaro, che ha fatto mentre la madre continuava a fare figlie? Che cosa gli è successo? Non ci è concesso avere spiegazioni.

Durata
Mezzora è troppo poco per così tanti personaggi. Secondo me gli autori dovevano farci un intera serie; sicuramente lo stile sarebbe stato lo stesso ma almeno avremmo potuto avere spiegazioni (per esempio perché una delle sorelle è una miko, cosa è successo a Yotaro, la storia delle sorelle ecc.), ricordare un po' meglio il nome dei personaggi - con mezzora non si fate tempo a memorizzare i nomi. Così tutto diventa frettoloso.

Musiche
Molto carine, talvolta ci si ritrova a canticchiarle in giro.
Svolgimento trama
Prima ci vengono presentate le sorelle, dopo c'è lo svolgimento della trama e alla fine una scena che poteva essere evitate, perché inutile.
Già, perché purtroppo questo OAV è pieno zeppo di scene che non servono a niente con aspetti harem ed ecchi forzati. Il finale, la scena dopo la sigla di chiusura, fa letteralmente cadere le braccia.

Giudizio finale
Questo OAV non è mi piaciuto per niente tranne che per alcuni aspetti. Scene inutili, sorelle stalker, assurdità: niente da fare, questo OAV merita solo un 5.


 1
Dartes

Episodi visti: 1/1 --- Voto 4
"Baby Princess 3D Paradise Love" è un OAV del 2011, in commercio solamente in Giappone. E' stato prodotto dallo studio Studio Comet, sotto regia di Takayuki Inagaki. Ci mostra, pressoché, solamente due cose: ecchi e harem, nulla di più.
La trama è banale e quasi inesistente. Ha come protagonista Yotaro, liceale appena inseritosi in una vasta e petulante famiglia costituita da diciannove sorelle, perché solo poco tempo fa ha avuto modo di scoprire che questa è quella vera e quella con la quale avrebbe dovuto vivere. Egli è ammirato e amato da tutti i membri della famiglia, e non si sta parlando (come già molti si aspetteranno) di amore fraterno.
Un giorno la mamma decide di fare trascorrere alla famiglia una vacanza in montagna, nella quale il nostro giovane liceale avrebbe dovuto fungere da cameraman per un video promozionale, e quindi filmare tutte le sorelle e la vacanza in generale. Ben presto Yotaro si ritroverà isolato in montagna con un "branco" di ragazze accaldate, di tutte le età, che lo rincorrerà senza tregua nel corso di tutta la vacanza.

Questo OAV contiene diverse scene di ecchi assai forzate, e già la cosa è fastidiosa, ma inoltre ci propina una dose di harem indimenticabile e imbarazzante sotto molti aspetti. Addirittura le sorelle praticamente ancora bambine faranno delle avance al protagonista, che rimarrà basito ma allo stesso tempo soddisfatto. Il tutto è troppo forzato, e ci mostra un film con una trama totalmente inesistente e priva di ogni senso logico. L'unica cosa positiva è la caratterizzazione dei personaggi, che si presenteranno completamente differenti tra loro e in alcuni casi simpatici. Però allo stesso tempo questa caratteristica si capovolgerà, finendo per diventare il punto debole dell'anime. Infatti il tempo è troppo ristretto, e per mostrare in ogni situazione le reazioni di ciascun personaggio la cosa risulta troppo sbrigativa e sconclusionata.
L'unico campo sotto il quale l'anime brilla e si distingue è quello tecnico, in quanto presenta degli ottimi giochi di luce attuati dal fotografo e degli ottimi effetti grafici e riprese. Opening ed ending si presentano invece assai scarse di contenuti e misere.
Nel complesso 'Baby Princess 3D' è un anime davvero deludente, che presenta pecche ovunque, e ci mostra una storia già vista, banale e forzata. Sconsigliato vivamente anche agli amanti degli ecchi.


 4
npepataecozz

Episodi visti: 1/1 --- Voto 3
Alla faccia dell'harem! Nemmeno Lucio Battisti con il suo "dieci ragazze per me" aveva mai sperato tanto.
Faccio una premessa: dato che questo OAV lo consente per questa volta mi concederò una recensione un po' più scherzosa e meno seriosa del solito (sperando che la spettabile redazione di animeclick non me la rimandi indietro!).
Per cominciare un piccolissimo accenno alla trama è doveroso. Dopo avere incontrato la sua vera madre, Yotaro si trasferisce nella casa della medesima e lì scopre di avere la bellezza di diciannove sorelle! Tutte, ovviamente, finiranno per avere una spiccata tendenza verso l'incesto anche perché il fratellone promette benissimo: più che un essere umano sembra una bambola gonfiabile in quanto a loquacità e personalità.

Innanzitutto desidererei fare i complimenti alla genitrice di questa numerosa prole. Per essere una donna che ha avuto venti figli ha un aspetto davvero invidiabile: il suo corpo non risente affatto dei segni dell'età e dei numerosi parti, ma è ancora bello sodo e procace. Se tanto mi dà tanto prima dell'arrivo della menopausa sarà in grado di sfornare almeno un'altra mezza dozzina di marmocchi.
Non ci vuole certo un genio in matematica, poi, per rilevare che per avere venti figli la donna avrà impiegato come minimo vent'anni. Data la sua giovane età devo dedurre che da un lato deve avere cominciato a "darsi da fare" davvero molto presto e che dall'altro la sua fame di sesso deve essere un istinto davvero insaziabile. Non dev'essere un caso che nell'OAV il compagno della donna non appare mai: sarà completamente prosciugato ormai...

Ma se la madre ha caratteristiche come quelle sopra illustrate, se le leggi della genetica non sono una favoletta per bambini e tenendo conto anche dell'ambiente familiare in cui queste ragazze si sono trovate a vivere - pensate ai rumori provenienti dalla stanza dei genitori ogni singola notte! -, secondo voi che tipo di personalità possono mai aver assunto le figlie? Niente volgarità, per piacere.
Diciamo piuttosto che nemmeno queste sono cresciute non del tutto insensibili a certi "appetiti", ma, a differenza della genitrice, o hanno scelto la via della repressione o hanno scoperto il corretto uso dei contraccettivi in quanto anche le più grandi risultano essere ancora nubili e senza figli. Purtroppo la sfortuna era ancora dietro l'angolo; la vita di queste giovani e pure fanciulle era infatti destinata a essere sconvolta dall'apparizione della figura di maschio peggiore che si possa immaginare: l'onii-chan.

Tralasciando il quesito di chi possa essere il padre di costui (ormai abbiamo tutti ben capito di che pasta è fatta la madre), l'onii-chan è una specie di Dio mitologico dei feromoni, un concentrato di sensualità e sex-appeal con cui nessun altro uomo è e sarà mai in grado di confrontarsi: guai a trovarsene uno in casa, questa diverrebbe un luogo di lussuria senza speranza di redenzione.
E così, allo stesso modo in cui una volpe si introduce in un pollaio e lì fa festa grande, l'onii-chan in questione scatenerà nelle sue sorelle una tempesta ormonale destinata a sconvolgere per sempre la loro tranquilla esistenza.
L'OAV in questione racconta, però, solo l'inizio di questo processo di perdizione, cioè fino a quando non tutti i veli del pudore sono ancora caduti. Spetterà infatti all'attento spettatore il compito di cogliere le conseguenze di questi eventi drammatici e tracciare delle meditate conclusioni su questa vera e propria piaga della famiglia del ventunesimo secolo.
Al termine di questa lunga riflessione è davvero necessario che vi dica qual è la valutazione che ritengo più giusta per quest'anime?


 2
Io, Lui, L' Altr

Episodi visti: 1/1 --- Voto 6
Premetto che l'ecchi e il fanservice non mi piacciono.
"Baby Princess 3D Paradise Love" (già il titolo è assurdo) è un OAV di trenta minuti circa che parla di Yotaro - il suo nome non viene detto durante la visione, io lo so perché è scritto nella scheda dell'anime -, un ragazzo abbastanza normale che, in seguito all'incontro casuale con la sua vera madre, scopre di avere diciannove (?!?!) sorelle, e alla fine comincia a vivere con la sua "famiglia". Quanto detto finora durante l'OAV non viene detto.
Non mi aspettavo molto da quest'episodio, ma è riuscito a sorprendermi, in senso sia positivo sia negativo.

Storia
In breve, la madre - anche di lei il nome non viene detto - decide di organizzare, per aiutare il nuovo membro della famiglia a integrarsi, una vacanza al mare, affidando al figlio il ruolo di cameraman. Come va a finire penso sia abbastanza scontato.
Mi aspettavo parecchio fanservice, ma neanche lontanamente così tanto, e anche le situazioni imbarazzanti sono piuttosto assurde. In sé e per sé la cosa non è necessariamente negativa, è che non fa ridere più di tanto.

Personaggi
I personaggi sono Yotaro, la madre e, dalla più grande alla più piccola, Miharu, Mizore, Haruka, Hikaru, Hotaru, Tsurara, Rikka, Kosame, Urara, Seika, Yuuna, Fubuki, Watayuki, Mari, Mizuki, Sakura, Nijiko, Sora e Asashi, più il volpino-spettro a nove code, Kyuubi, di cui non si sa niente salvo che gira con una delle sorelle più piccole, e tre furetti (non sono sicuro che siano furetti) che girano con un'altra delle sorelle più piccole. Ovviamente l'approfondimento è nullo, anzi, penso che sia da lodare l'essere riusciti a introdurre così tanti personaggi in trenta minuti di animazione. Ovviamente molti personaggi sono, fondamentalmente, i classici stereotipi, anche se il trio Rikka-Tsurara-Kosame mi sembra "stranamente" simile al trio Rin-Kuro-Mimi del manga "Kodomo no Jikan". Comunque, i personaggi sono superficiali e, dopo dieci minuti, alquanto prevedibili, anche se, visto il loro numero, la cosa è abbastanza normale.

Audio e colonna sonora
Certi effetti audio se li potevano risparmiare, innanzitutto. Le musiche non sono niente di chè, ma, considerando la natura dell' OAV, si adattano bene. L' Opening (che mostra l' "esodo" della famiglia dalla casa al mare) è orecchiabile, mentre l' Ending è già migliore.

Disegni e animazioni
Le animazioni ogni tanto sono alquanto carenti. Per quanto riguarda i disegni, sono comunque fatti bene, abbastanza curati nei dettagli, anche se non sono niente di eccezionale. Ovviamente il chara design delle sorelle più grandi è stato pensato per essere "mozzafiato", e penso che, anche questo, gli autori se lo potessero evitare.

Longevità
La mezzora scorre via lentamente in alcuni punti e velocemente in altri, quindi nel complesso passa abbastanza normalmente.

Apprezzamento personale
Avrei preferito meno fanservice e più umorismo normale, a dirla tutta. Sinceramente è un peccato, perché con un cast del genere poteva venirne fuori una commedia decisamente migliore.

Voto complessivo: 6
Ho sentito che ci saranno altri OAV legati a questo, ma sinceramente non sono sicuro di guardarli.
Questo, comunque, lo consiglio agli amanti dell'ecchi particolarmente spinto, e lo sconsiglio fondamentalmente a tutti gli altri.


 3
daisuke

Episodi visti: 1/1 --- Voto 10
Citando un altro anime, tra onee-chan e imoto, Yotata è finito in un "Inferno e Paradiso" dato che alcuni particolari potrebbero essere dei giri-kyodai, perciò con tale gruppo di sorelle compresa la mamma, che è tutto un programma, saranno grossi guai per l'unico maschietto di casa. Ci sarà una sorta battaglia: 19 contro 1 AH! AH! Anche se in questo "harem" come andrà con la "sua preferita"? Perché come richiesto dalla mamma solo in 4 completeranno la "missione"
Ve lo consiglio caldamente e spero che venga realizzata una serie, perché a vedere questa mezzoretta mi sono fatto un sacco di risate (AH! AH! AH!) con le varie disavventure del nostro eroe