logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
Helena90

Episodi visti: 12/12 --- Voto 2
“La storia della Arcana Famiglia” è un anime del 2012 prodotto dalla J.C. Staff per un totale di dodici episodi più un extra assolutamente inutile ai fini della trama.
Trama. Che parolone!
Lo dico subito: sono rimasta molto delusa da questo anime perché, anche se tratto da un videogioco, sembrava bello, attratta com’ero e come sono dalla grafica in generale e dall’ottimo chara design.
Anche il primo episodio, seppur zoppicante in alcuni punti, sembrava confermare le mie alte aspettative.

L’anime è ambientato a Regalo, una fittizia isola del Mediterraneo, che è posta sotto il controllo dell’Arcana Famiglia, un gruppo di persone dotato di poteri Arcana, attraverso i quali protegge gli abitanti dell’isola da minacce interne ed esterne. A capo di questa famiglia ci sono Mamma, una donna giapponese di nome Sumire, e Papà, un uomo di nome Mondo che indice un Arcana Duello, al termine del quale il vincitore acquisirà il titolo di Papà e potrà non solo esprimere un desiderio, ma anche sposare la loro figlia Felicità, che è la protagonista dell’anime.
Come vedete, qui i nomi italiani assurdi abbondano. E non finisce qui.
La protagonista, che è una bella ragazza ma è un personaggio abbastanza sciatto e rivelatosi poi poco adatto a ricoprire tale ruolo, non ci sta a farsi trattare come un oggetto e decide quindi di partecipare anch’essa al Duello per guadagnarsi la sua libertà. La cosa è certamente ammirevole, ma la ragazza non può lamentarsi tanto, perché comunque questo anime è sì azione (ben poca in verità), slice of life e sovrannaturale, ma anche reverse harem e quindi la protagonista è circondata dai soliti bei figliuoli tipici di anime del genere.
Abbiamo Luca, ragazzo molto carino ma anche scemotto che si atteggia a maggiordomo della sua ojou-sama, Pace che è molto forte e mangia solo lasagne, Debito (ma che nome è?) che si sente male se non passa ogni minuto a dire “Bambina!” alla protagonista, poi c’è Jolly, che in realtà sta più sulle sue e si diverte a fare il capro espiatorio misterioso che ne sa più di tutti, Dante il pelatone e infine i due papabili pretendenti di Felicità: Libertà, che assomiglia a Naruto Uzumaki, e Nova, il più carino, che somiglia a Ciel Phantomhive di "Kuroshitsuji", che sono come il sole e la luna e bisticciano in continuazione.
Queste le premesse del primo episodio.

<b>Attenzione, seguente parte</b>
Lasciando perdere i nomi assurdi e ridicoli dei personaggi, sembrava annunciarsi un bell’anime. Ebbene, questo fantomatico Arcana Duello non solo verrà relegato all’ultimo episodio, ma anche negli ultimi dieci minuti dello stesso e ne verrà fuori qualcosa di veramente pietoso.
Perciò, adesso vi starete chiedendo: che cosa ci mostra quindi l’anime tra il primo e l’ultimo episodio? La risposta è nulla.
Infatti, i protagonisti passano il resto degli episodi a salvare gattini da restituire ai legittimi proprietari, scortare bambini sotto un temporale, recapitare lettere dal dubbio contenuto che poteva anche essere espresso a voce e mangiare torte al limone. Basta. I protagonisti non si allenano nemmeno in vista di questo famoso duello!
Ci sarà un accenno al passato naturalmente tragico dei due protagonisti maschili della serie, Libertà e Nova, che non servirà ad altro se non a permettere a questi ultimi di utilizzare i loro poteri Arcana attraverso parole italiane mischiate a caso e senza nessunissimo senso.
Ognuno di loro infatti ha stipulato un contratto con una delle carte di Tarocco, grazie alla quale possono utilizzare dei poteri speciali. L'unica che ha ben due carte è proprio la protagonista Felicità, che però arriverà addirittura a vincere l'Arcana Duello senza sapere utilizzare i suoi poteri! Non ci viene mostrato nemmeno come riesca a vincere contro Luca e Debito che hanno poteri molto forti! Veramente ridicolo.
Come se non bastasse, il finale non si discosta per nulla dall'episodio iniziale perché Felicità decide di non prendersi il titolo di "La Donna" della Arcana Famiglia ma di lasciare Mondo come Papà e basta. Quindi, cosa hai ottenuto esattamente, mia cara Felicità? La risposta è ancora nulla.
<b>Fine della parte contenente spoiler </b>

Personaggi stereotipati a parte, l'anime non ti lascia proprio nulla.
E' di una noia mortale, pieno zeppo di situazioni già viste che inoltre non aggiungono nulla alla già ben esigua trama e il finale è veramente tirato per i capelli e girato malissimo.
Bocciato. Salvo solo la opening e il comparto grafico: troppo carino il chara design, ma non lasciatevi ingannare. Si perde solo tempo a seguire un anime del genere!

aphs91

 0
aphs91

Episodi visti: 12/12 --- Voto 7
Allora, ero scettica riguardo questo anime. Un po' per le recensioni che avevo letto che comunque confesso che mi avevano scoraggiata, un po' anche per il fatto che si tratta di una visual novel. Però alla fine l'ho iniziato ed in un solo pomeriggio l'ho visto tutto!
Non urliamo al capolavoro, non è chissà quale grande opera, ma merita un po' di attenzione. È ovvio che gli episodi non trattano direttamente della trama centrale, ma dei vari personaggi, il titolo stesso suggerisce il susseguirsi dell'anime. E sebbene questa cosa possa sembrare scoraggiante, io l'ho trovata divertente anche perché... Beh, per capire questo anime ci vuole un po' di conoscenza dei tarocchi stessi. Magari avrebbero potuto spiegare di più, è vero, ma chi li conosce un po' saprà apprezzare il risultato finale.
Nel complesso mi è piaciuto molto, non mi sento di dare un voto superiore a quello da me espresso perché comunque non è chissà cosa, ma è stata una visione divertente e rilassante, ed i disegni sono particolarmente belli!
Spero di vedere prima o poi un seguito, perché mi piacerebbe vedere anche tutte le restanti 22 carte.
Insomma, lo consiglio!


 0
Giada-chan

Episodi visti: 12/12 --- Voto 7
"La storia della arcana famiglia" è un anime del 2012 che non ha riscosso proprio un grande successo per via dei molti difetti che presenta tuttavia posso personalmente affermare di averlo, forse stranamente, apprezzato.
La trama in breve: su un'isola ci sono gli appartenenti a questa famiglia che hanno dei poteri legati alle carte del tarocco e su questi personaggi si incentra l'anime.
La serie non ha uno svolgimento della trama molto piacevole perché molti episodi sono inutili e ciò che interessa realmente vedere lo si vede solo negli ultimi episodi però i personaggi non sono niente male: sono diversi fra di loro e presentano caratteristiche molto particolare assegnate ad ognuno. Non viene realmente mostrato come funzionino i poteri però alcuni di essi sono molto interessanti come quello di "Libertà" che concede il permesso di realizzare ciò che si desidera semplicemente pronunciandolo e così via. L'azione è poco presente ma quel poco che c'era l'ho gradita abbastanza e non posso totalmente lamentarmi anche se mi sono chiesta perché utilizzare i poteri in modo banale quando probabilmente si sarebbe potuto fare molto di più, un esempio è il potere di "Libertà" sopra citato!
Il comparto tecnico non è male, non è sicuramente eccelso ma neanche scarso anche se ci sono comunque delle sbavature ma tutto sommato è passabile anche perché i design dei personaggi li ho graditi molto. Sul comparto sonoro si sarebbero potuti impegnare un po' di più invece.
Anime consigliato soprattutto per il divertimento nel sentire pronunciare parole in italiano ai giapponesi, vi divertirete e poi lo consiglio anche perché non è proprio malaccio come anime.
Voto finale: 7-


 1
Helki

Episodi visti: 12/12 --- Voto 2
"La Storia della Arcana Famiglia" è una serie anime di dodici episodi (più un OAV) tratta da una visual novel.
Trama: in un'organizzazione chiamata Arcana Famiglia, l'attuale boss, "Mondo", decide di trovare un successore concedendogli il titolo di capo e sua figlia "Felicità" in sposa; i membri di questa organizzazione saranno quindi invitati a partecipare ad un torneo per scegliere il vincitore, pure Felicità parteciperà per lottare per la sua indipendenza e L... libertà.

Questo anime è il più grande troll dopo le anticipazioni del quarto episodio di "Katanagatari"... Quella trama che promette così bene con degli scontri annunciati tra persone dotate di poteri singolari e una fanciulla che lotta per la sua libertà, andrà a farsi benedire dal secondo episodio!
Vedremo quindi i nostri protagonisti passare il 90% dell'anime a risolvere quisquilie in città, come cercare un gatto… sereni e pacifici come se a breve non ci fosse un torneo per decidere il dominio del clan e del loro futuro (fin troppi riferimenti al nostro Bel Paese)...
A livello tecnico l'opera non è nemmeno male, i disegni sono nella media e i personaggi sono da un punto di vista grafico caratterizzati più che discretamente; la storia ha pure un finale quindi non ci si può lamentare che sia incompleta, però vi basterà guardare il primo episodio e l'ultimo per rimanere ugualmente delusi.

Consigliato se... se... no, l'unica nota positiva che ho trovato sono i disegni dei personaggi e la loro divertente pronuncia di alcune parole italiane, quindi se avete coraggio di recuperare la visual novel fatemi poi sapere com'è ma non guardate questo spreco di tempo.

Voto personale: 2
Voto oggettivo (per quanto possibile) nel genere: 4


 0
alisa

Episodi visti: 12/12 --- Voto 6
Avevo buone percezioni su questa serie, sia per la resa grafica, piacevolmente nitida e definita, sia per l'inconsueta protagonista, atipica in un genere solitamente basato su storie di cartonati dalle fattezze femminili, che si esprimono utilizzando il vocabolario di un neonato di un anno.
Felicita si oppone fermamente al destino imposto dal padre, indirizzato su un matrimonio combinato con il vincitore del torneo, atto a designare il nuovo capo dell'Arcana famiglia. Le premesse quindi, per un'avvincente dichiarazione di indipendenza, a suon di calci e pugnali, c'erano tutte, poi, qualcosa è successo, qualcosa che ha bloccato la narrazione in episodi superflui, incentrati ad esaminare i compiti svolti dall'organizzazione sull'isola di Regalo, interessanti quanto osservare la giornata di un impiegato dell'agenzia dell'entrate.

In mezzo alla noia di restituire un gattino alla sua proprietaria o scovare il ladro della meringata, appaiono a caso flash-back importanti sul passato dei protagonisti, che dovrebbero rilanciare la trama, ma ne aumentano soltanto il disordine.
Non si comprende, dove la sceneggiatura voglia andare a parare. Il torneo, presentato come l'avvenimento principale, si condensa nelle ultime due puntate, designando un finale talmente scontato, da provocare una lieve incazzatura in chi guarda.

Infine, il comparto maschile ha la stessa intensità emotiva di un bradipo, pende, senza cognizione di causa, dalle labbra di "Bambina" (a.k.a. Felicita), quando, in teoria, dovrebbe alimentare lo scontro con il potere dei tarocchi a loro conferiti.
Rimangono, invece, tutti pacifici e beati, a mangiarsi le lasagne.

Un peccato, un peccato veramente, si poteva fare meglio, proponendo qualcosa di diverso. Assegno, comunque la sufficienza, per aver almeno presentato un'eroina dotata di un cervello funzionante, elemento raro di questi tempi.


 2
.Anxiety*

Episodi visti: 12/12 --- Voto 4
Un anime che parla di mafia (logicamente italiana) come Reborn! Finalmente un altro anime di questo genere! Questo è stato quello che ho pensato quando ho sentito parlare di Arcana Famiglia, anime del 2012 tratto dall'omonima visual novel per PSP. Cioè, è tratto da un gioco per PSP, davvero? Mah.
Con Reborn non ci azzecca assolutamente nulla, come purtroppo ho notato in seguito. L'anime non ha un vero e proprio genere: è un misto tra azione, sentimentale e superpoteri, messi proprio a caso. Un anime davvero insulso, e non perché da italiano mi sento offeso per il clichè del mafioso (come se la Yakuza non esistesse tra l'altro), ma proprio perché ho cercato un senso per 11 episodi, per capire di aver perso tempo solo al 12.

La trama è difficile da raccontare. Sull'isola di Regalo comanda una famiglia mafiosa, i quali membri posseggono poteri misteriosi ricevuti dal tarocco. Senza spiegare come né perché o da dove arriva questa cosa dei tarocchi. I protagonisti sono Felicità, Libertà e Nova. Cioè, l'autore del videogioco ha aperto un dizionario italiano e ha preso i primi nomi che ha trovato. E tutti i nomi sono così, più o meno a caso. Felicità è la figlia del capo, Mondo, che offre ella stessa come premio finale di un torneo per decidere il successore, dato che da lì a poco sarebbe... morto credo. Padre modello. Da qui tutti i membri dell'arcana famiglia dovranno partecipare al torneo. Ma lo faranno? No. No. Meglio inseguire gattini, giustamente.

Più che una trama ho scritto un commento personale, ma tanto di trama a questo punto non c'è l'ombra, quindi fa lo stesso.

Analizziamo i punti dai.

Graficamente è decente, ma dato l'anno di uscita direi che c'è di meglio, decisamente. Nulla da dire, disegni piacevoli, dettagli carini.

I personaggi sono tutti secondari a parte i tre protagonisti che, guardandoli bene, ma pensa! Assomigliano proprio ai tre weapon master principali di Soul Eater! Incredibile. A parte i nomi orribili e quest'inquietante somiglianza, c'è poco da dire anche qui. Sciatti, poca personalità e non molto approfonditi.

Dal punto di vista musicale, ost pari a 0, ascoltandole non senti nulla davvero.

Ma questo anime non è da criticare tecnicamente, ma proprio per la realizzazione. L'idea non è male inizialmente, ma è resa in modo orribile, undici filler che portano finalmente al combattimento finale, in cui vediamo 20 minuti di altro nulla, laddove dovevano esserci veri combattimenti. Poi il finale è il colpo finale, quello di grazia, che ha scaturito la mia fantasia in nuovi e animati insulti.
Sconsigliatissimo, in ogni modo umanamente possibile.


 0
lena

Episodi visti: 12/12 --- Voto 6
Secondo me quest'anime è stato un po' troppo sopravvalutato! Sinceramente la trama non è molto originale, anzi potrebbe sembrare quasi banale la storia di una famiglia che protegge un'isola! L'unico punto di forza dell'anime è la storia dei personaggi ognuno con una propria storia e un proprio passato tutto da scoprire, ma anche qui i difetti non mancano! Infatti i vari ruoli rimangono abbastanza indefiniti tanto da lasciarci con un finale un po' deludente e dal mio punto di vista pieno di punti interrogativi rimasti sospesi... Inoltre ci sono di mezzo dei tarocchi messi lì del mezzo non si sa bene per quale motivo, forse per dare un tocco novità, ma evidentemente la cosa non è ben riuscita visto che anche qui riamane tutto un po' indefinito, nonostante l'idea tutto sommato apprezzabile non si è stati in grado di svilupparla nella maniera corretta, sprecando in questo modo quello che poteva essere il punto di forza della storia.

Comunque nonostante questi difetti rimane sempre un anime piacevole nel suo insieme, da vedere senza aspettarsi chi sa quale incredibile novità. Infatti anche se non spicca una trama accattivante, restano da apprezzare i disegni ben fatti e la particolarità dei nomi in italiano (molto apprezzati da parte mia).


 6
Rygar

Episodi visti: 12/12 --- Voto 2
Quest'anime si potrebbe sintetizzare come una delle più grosse ciofeche dell'estate 2012. Il problema è che se si fosse limitato a una serie anonima e scialba, la cosa sarebbe finita lì nel dimenticatoio e buona notte ai suonatori; la tragicommedia è che, oltre a una sostanziale mediocrità di fondo (tecnica, di sceneggiatura, ecc.), è presente una dose sovrabbondante di palese presa per i fondelli per il popolo italico. Il titolo stesso "La storia della Arcana Famiglia" ci ricorda che esistono gli apostrofi, evidentemente sconosciuti al popolo giapponese.

Che questa presa per i fondelli sia intenzionale (probabile) o dovuta a un eccesso d'amore morboso (ancor più probabile) per il Bel Paese poco importa; il risultato non cambia e "La storia dell'Arcana Famiglia" dipinge noi Italiani secondo i più beceri stereotipi: divoratori di lasagne (a tutti gli orari), donnaioli incalliti, casinisti rissosi e... taroccati.

Già, taroccati. Non tanto perché l'anime si basa sui poteri elargiti dalle carte dei tarocchi, quanto piuttosto per un "italianese supercazzolante" che, se non suscita una risata per la sua ridicolaggine spropositata, fa torcere le budella dal disgusto e dalla vergogna.
Non solo le regole più elementari della grammatica italiana vengono brutalizzate, storpiate e ridicolizzate in un canovaccio che sconfina nel grottesco e nell'assurdo; lo squallore giunge a livelli tali che ci si inventa delle parole totalmente inesistenti nella lingua italiana (e il bello è che ci credono pure, sigh), condite con verbi all'infinito, totale mancanza di articoli partitivi e quant'altro. Se questa premessa iniziale non fosse sufficiente per far desistere un potenziale spettatore nell'approcciarsi a codesta serie, ecco una breve analisi.

Trama: Mediterraneo. Presunta isola sconosciuta in cui la tradizione impone che si stupri l'italiano come forma di comunicazione verbale. All'interno di quest'isola esiste un'organizzazione dotata di poteri sovrannaturali, il cui compito è difendere l'isola suddetta dalla pirateria e dal crimine (ma non dal vilipendio alla grammatica italiana, cui loro stessi sono complici). I membri di questa "famigghia" paiono più gangster dei criminali veri per via del loro abbigliamento in stile anni '30, ma tant'è… Un bel giorno, il capofamiglia Barbapapà decide di indire un torneo (l'Arcana Duello. Dante, placati, ti prego!) per far sposare la propria figliola con il vincitore del torneo medesimo. La figliola, però, non ci sta e per reclamare la propria indipendenza, intende partecipare al torneo. Fine della storia, tutto il resto sarà un prequel.

Grafica: unico pregio di quest'anime. Le ambientazioni sono curate e ben fatte nonostante il palese surrealismo. Le animazioni sono nella media; buono è il character design.
Sonoro: musiche nel complesso orecchiabili e poco fastidiose. Il doppiaggio è irritante per lo spettatore (soprattutto noi italiani) e mortificante per il doppiatore. Dai vari "scignorina" e alle pedisseque ripetizioni di "ojou sama" (qualcuno dovrebbe spiegare a un giapponese che la pronuncia "shi" non sostituisce la pronuncia "si") fino alle torture più infime al nostro linguaggio.
Personaggi: da un'idea di base potenzialmente originale, lo sviluppo successivo ha condannato i personaggi a essere delle ridicole macchiette/comparse che ruotano attorno alla protagonista. Che siano spasimanti, amici o altro, che quasi tutta l'opera sia un flashback del loro passato, nessuno di loro riesce a spiccare per caratterizzazione o a influenzare positivamente il piattume della trama.
Sceneggiatura: l'anime è realizzato pessimamente. In 12 episodi solamente il primo e l'ultimo trattano del presente. Gli episodi poi sono strutturati così male che in 12 puntate accade qualcosa solamente verso il finale, mentre i rimanenti episodi sono una sequenza di scene del passato condite con una costante "introduzione" a questo "Arcana Duello" (ri-sigh), ma non sarebbe stato meglio un solo episodio introduttivo e 12 d'azione? Forse era chiedere troppo. Ma non si poteva studiare un po' la grammatica italiana anziché tentare di biascicare neologismi astrusi? O ancora: se proprio non ci si riusciva, non si poteva assumere un italiano che avesse potuto curare i dialoghi ed eventuali traduzioni? No, eh? Troppo "gaijin", vero?

Finale: il finale praticamente non esiste, visto che l'ultimo episodio "dovrebbe" trattare di questo torneo, purtroppo è una sequenza tagliata e incollata dei vari sconfitti. Dunque non risolve nulla, non aiuta a recuperare il tempo perso per tutti quei flashback e lascia un senso di profonda incompletezza di fondo.

In sintesi che cosa si salva? La grafica carina, il buon character design, le buone animazioni e il bel paesaggio, il resto lo si può gettare nel dimenticatoio.
Pertanto sconsiglio questa robaccia a tutti, soprattutto a chi ha a cuore la grammatica italiana, potrebbe rimanere traumatizzato a vita.


 4
shinichi kudo 98

Episodi visti: 12/12 --- Voto 4
Inizio riassumendo brevemente la trama: la storia vede come protagonista l'Arcana Famiglia, ovvero una strana associazione composta da molte persone, ognuna con un potere diverso. Il capo di quest'associazione, il "Papà", sta invecchiando, quindi decide di organizzare un torneo in cui si affronteranno tutti i componenti dell'Arcana Famiglia, per decidere chi sarà il suo successore; inoltre il vincitore potrà sposare sua figlia, Felicità, nonché protagonista della storia.

Che dire, dopo aver visto il primo episodio, ero contendo di aver iniziato la visione di quest'anime, dato che la trama di fondo mi è sembrata abbastanza originale e i personaggi ben caratterizzati, perciò mi sarei aspettato una serie niente male. Beh, dopo due o tre episodi, mi sono dovuto ricredere: fiasco totale. La storia è andata avanti con episodi filler, ognuno più noioso e inutile dell'altro, con argomenti che non rispecchiavano neanche lontanamente ciò che si era detto negli episodi iniziali; infatti non nego di aver voluto stoppare la visione, ma ho deciso di continuare fino alla fine, dato che la serie conta solamente dodici episodi. Se fossero stati di più, di certo avrei stroncato questa serie dopo pochissimi episodi. Per non parlare poi del finale, noioso e scontato.
Una cosa però l'ho apprezzata, che è stata la qualità che mi ha spinto a vedere "Arcana Famiglia": sto parlando del chara design, particolare e molto piacevole da seguire.

Per concludere, quindi, sconsiglio la visione di questa serie a tutti coloro che avessero intenzione di visionarla, perché a parere mio sarebbe una perdita di tempo; tanto vale farsi una bella camminata.
Voto finale: 4.


 3
Yumiko92

Episodi visti: 12/12 --- Voto 5
Da dove iniziare? Forse è opportuno dire che quest'anime nasce come videogioco o meglio un otome, ovvero un gioco in cui una protagonista femminile deve conquistare uno dei tanti bishounen presenti nel gioco. Questa è infatti una delle caratteristiche che rende l'anime a parer mio veramente pessimo, passatemi il termine.
A livello di trama il titolo è inconsistente, non è niente di eccezionale, ma non ci si può aspettare molto da un anime adattato da un videogame.
I personaggi sono statici, non ci sono particolari evoluzioni durante la storia, come sono all'inizio lo sono anche alla fine. Essi sono inoltre personaggi stereotipati, i soliti cliché: c'è il tipo solare ed estroverso, c'è quello un po' tsundere, quello pacifico e bonaccione, ma che mena duro, c'è il dongiovanni... Potrei continuare.
Da un punto di vista grafico lo trovo pregevole, di buona fattura, non mi lamento, ma questo non compensa la mancanza di spessore della storia.
Insomma, "Arcana Famiglia" è stato deludente, se cercate un anime leggero, senza una trama complessa, giusto per passare il tempo, guardatelo, altrimenti potete pure vivere senza.


 3
cloe

Episodi visti: 10/12 --- Voto 4
Tutti nella vita siamo entrati in un negozio comprando un abito che, a prima vista, era la cosa più bella del mondo ma che, una volta portato a casa, ci ha fatto porre la domanda "perché ho comprato 'sta roba orribile?". Bene, questo è quello che ho pensato vedendo "la storia dell'arcana famiglia". Sembrerò spietata, ma è vero. Non mi è piaciuto neanche un briciolo, tanto che per cause di forza maggiore non ho neanche continuato a vederlo. Per carità, la grafica è bella, i disegni pure, ma è tutto qui! Mi aspettavo qualche combattimento, ma detto sinceramente ce ne sono di più in un episodio di Doremì! All'inizio sembra, dalla trama, un anime bello e pieno, ma poi si rivela un buco nero.
Comunque, anche se entra in contraddizione con quello che dico, consiglio a tutti di vederlo, perché il mio parere può essere diverso da quello di un'altra persona.


 1
atela

Episodi visti: 12/12 --- Voto 5
A essere sinceri quest'anime non mi è piaciuto molto. All'inizio avevo pensato che fosse qualcosa di più divertente e avventuroso e anche il modo in cui erano disegnati i personaggi mi piaceva, ma la storia mi ha davvero delusa. Sorvolando sul fatto che il racconto non è spiegato e affrontato nel modo appropriato per far capire al meglio allo spettatore ciò che accade, il finale mi ha lasciato a bocca aperta, non per lo stupore, ma perché era brutto - scusatemi, ma non posso usare aggettivo migliore per descrivere quello che ho pensato quando lo visto. Gli do 5 solo perché, come ho già scritto, l'anime era disegnato bene e perché i fatti avvengono in Italia. Si poteva fare di più descrivendo meglio le battaglie e gli avvenimenti.


 5
Haru glory

Episodi visti: 12/12 --- Voto 3
Parto dalla premessa che dopo la prima puntata avevo buone aspettative per questa serie, ma in 12 episodi sono state tutte infrante dalla prima all'ultima.
La trama è praticamente inesistente e quel po' che c'è è veramente scontato: i super-poteri sono veramente scadenti e inutili, i personaggi sono tre ragazzi che sembrano un copia-incolla tra "Black Butler", "Bleach" e "Reborn", le scene d'azione sono noiose e mal rese, i flashback inconcludenti ed evitabili; a tutto si aggiunge poi uno "stupro" della lingua italiana con pochi precedenti, che era ampiamente evitabile, tra frasi campate in aria e nomi assurdi di tecniche e personaggi.
Ci si aspetterebbe una sorta di serie d'azione basata su un fantomatico torneo di combattimento interno tra componenti di una famiglia mafiosa che ha in premio la mano di una ragazzina, ma l' "Arcana duello" tarderà ad arrivare fin troppo.
Unici personaggi che meritano la sufficienza sono "Debito" e il suo "Bambina".
Quest'anime non merita 2 perché l'idea di fondo dei poteri dei tarocchi non è male. Grafica e OST sono quantomeno decenti, come ci si aspetterebbe da J.C.Staff.
Chi non lo guarda non perde niente se non tempo utile, sconsiglio a tutti.


 3
urara98

Episodi visti: 12/12 --- Voto 6
La storia dell'arcana famiglia è di un anime che secondo me poteva dare di più. L'anime prometteva bene, ma dopo aver visto la serie sono rimasta abbastanza delusa. Pensavo che questo sarebbe stato uno dei quegli anime mafiosi, almeno lì forse si sarebbe salvata la serie con voti più alti.
La trama parla di una famiglia, l' 'arcana famiglia', di cui è a capo papa, che dà in sposa sua figlia Felicità a chi vincerà l'arcano duello; ecco, l'arcano duello, la parte più dolente dell'anime. Mi sarei aspettata almeno due episodi abbontanti sull'arcano duello, che invece si è concluso in un solo minimo episodio, che poi era l'obbiettivo finale della storia, ma le "lotte" del duello erano troppo veloci, quasi facevano cedere tre secondi a chi si scontrava e appena i due concorrenti si "toccavano" con le loro armi già c'èra un vincitore; a questo punto si poteva risparmiare l'arcano duello e dire subito chi lo avrebbe vinto.
I primi episodi promettevano bene, ma a metà della serie tutto è andato fuori trama.
Mi sarebbe anche piaciuto saperne di più sul passato dei personaggi, visto che la maggior parte degli episodi sono dedicati a quello.
Penso che l'unica cosa che si è salvata è stata la grafica e la parte della commedia, che mi è piaciuta.
In sé, come ho detto, quest'anime poteva dare molto di più.


 6
Sarren

Episodi visti: 12/12 --- Voto 3
"Arcana Famiglia" è un anime che vede i vari componenti della famiglia, dotati di poteri legati ai tarocchi, scontrarsi tra loro nell' "Arcana Duello" per aggiudicarsi la mano di Felicità, la figlia del boss, e diventare il nuovo capo... O almeno è questo che la trama e il primo episodio fanno pensare, ma la realtà è ben altra!
Infatti, dopo essere stato presentato nella prima puntata, l' "Arcana Duello" viene completamente dimenticato per tutta la serie, per ricomparire più o meno quindici minuti (forse meno) verso il finale, quando è ormai lo spettatore a essersi dimenticato del torneo.
Tutti i restanti episodi sono occupati dalle vicende quotidiane dei tre personaggi protagonisti (Felicità, Libertà e Nova), vicende che spaziano dallo sconfiggere i contrabbandieri giunti sull'isola all'intrattenere i bambini dell'isola fino al recupero del gattino che si è perso. Credo che basti questo breve elenco per far capire quanto questi episodi siano ridicoli, noiosi e alla fin fine totalmente inutili. Parlando sinceramente non so cosa queste puntate, nell'intenzione degli sviluppatori, debbano suscitare: non emozionano, non servono (nel 90% dei casi) alla trama, non riescono nemmeno a divertire.

Come si capisce, un anime composto per più di tre quarti da episodi inutili non può essere un grande successo, ma anche i restanti episodi, quelli in cui realmente si sviluppa la trama, sono di una banalità e di una noia sconcertanti. Il primo episodio poteva anche costituire un discreto inizio, se la serie non si fosse sviluppata come ha invece fatto (ma di questo ho già parlato), ma anche il finale risulta inconcludente e lascia tutto in sospeso. Le uniche note positive di questa serie sono la grafica e la colonna sonora, peccato che in un simile contesto sono del tutto sprecate.
Non ho mai messo un 3 come voto a un anime, ma in questo caso credo che ci stia tutto.


 2
Lunashinigami

Episodi visti: 12/12 --- Voto 5
Inizialmente, quando decisi di vedere quest'anime, mi aspettavo una serie con i fiocchi e se il primo episodio sembrava darmi ragione, dal secondo al dodicesimo episodio c'è stata una carrellata di episodi filler che mi ha radicalmente fatto cambiare idea. La storia vede come protagonisti gli eccentrici membri dell'Arcana Famiglia, legati tramite un contratto ai Tarocchi e proiettati nell'Arcana Duello indetto dal capo famiglia per designare il nuovo capo nonché marito della figlia, Felicità. A questo punto ci si aspetterebbe di vedere questi personaggi coinvolti in suddetto duello, ma niente di più sbagliato: infatti, la serie si concentra per lo più sulle vite e sul passato dei vari personaggi tentando di mettere al centro delle vicende Felicità, personaggio noioso e decisamente incapace.
L'unico punto a vantaggio di questa serie è la grafica, che rende piacevole la visione degli episodi. Sconsigliato a chi cerca un anime dalla trama ben sviluppata e approfondita.


 2
Nadig1989

Episodi visti: 12/12 --- Voto 5
Quando vidi le primi immagini di quest'anime pensai che mi sarei trovato qualcosa di veramente bello, visto che il cast di personaggi e la linea di base per la trama mi avevano incuriosito. Mi sbagliai veramente di grosso.
La trama vede come protagonisti membri dell'Arcana Famiglia, una potente (appunto) famiglia di cui alcune persone hanno stipulato dei contratti con le carte dei tarocchi, che donano a ognuno un potere diverso. Per il giorno della figlia Felicità, il "Papà" della "famiglia" annuncia che tra due mesi si sarebbe tenuto l'Arcano Duello, il cui vincitore non solo avrebbe ottenuto il titolo di "Papà" (e quindi il diritto al comando della famiglia), ma avrebbe anche preso in moglie sua figlia. Così, per non essere costretta a sposarsi contro la sua volontà, Felicità deciderà di prendere parte al torneo.

Questa é la trama... Sì, ma della prima puntata! <b>[ATTENZIONE! DA QUI IN POI SPOILER! SE INTENDI VEDERE LA SERIE, NON CONTINUARE]</b> Infatti nelle puntate seguenti si vedranno le attività quotidiane dei personaggi - che si occuperanno della sicurezza della città di Regalo -, la crescita "mentale" e (per così dire) "sentimentale" di Felicità, Libertà e Nova (che dovrebbero costruire una "specie" di triangolo amoroso all'interno della serie) e il passato dei vari personaggi che appaiono nella serie.
Voi mi chiederete: "Dove starebbe il problema? Dopotutto almeno conosceremo il passato dei protagonisti". Beh, questo non è di certo un male, se non fosse per il fatto che 10 episodi su 12 che compongono la serie sono dedicati alla vita dei personaggi. E ora penserete: "Dai, sicuramente si farà una seconda stagione in cui si comincerà l'arco narrativo dell'Arcano Duello". Ahimé, purtroppo no, dato che l'Arcano duello verrà schiacciato all'interno dell'ultima puntata. Così, quello che all'inizio sarebbe dovuto essere l'evento più emozionante della serie ci verrà presentato come una specie di tiro al bersaglio con delle sagome simili a papere, neanche fossimo a un lunapark (almeno è questo il modo in cui ho visto l'ultima puntata), per non parlare poi del finale che ci lascia letteralmente a bocca asciutta. <b>[FINE SPOILER]</b>

Questa serie, a livello di scenari, musiche e design dei personaggi è decisamente ottima, ma la quantità di episodi a disposizione ha decisamente gravato sulla trama, che con almeno il doppio degli episodi avrebbe potuto offrire scene migliori e sviluppare maggiormente la parte dell'Arcano Duello. Davvero un peccato per una serie che avrebbe potuto offrire di più.

Haizhong_Musume

Episodi visti: 12/12 --- Voto 4
Accidenti alla mia costanza nel voler finire una serie una volta cominciata! Quest'anime è infatti una presa in giro continua nei confronti dello spettatore lunga per tutte le sue 12 puntate, unica nella sua capacità di urtare i nervi come ben poche altre serie sanno fare. Qui di seguito cercherò di spiegarne le ragioni.

- La trama. Anzi, la sua assenza, dato che si potrebbero invertire il primo episodio e il dodicesimo senza notare alcuna differenza. Ambientata nell'isola che non c'è italiana (ma chiaramente made in Japan) di "Regalo", ci presenta l'organizzazione da cui la serie prende il titolo, un gruppo di ragazzi comandato da due boss, detti "Mamma" e "Papa", a cui fondamentalmente è assegnato l'incarico di mantenere l'ordine pubblico - faceva prima a chiamarsi "polizia", magari pronunciato un po' male tanto per restare in linea con l'italiano "correggiuto" che caratterizza tutte e 12 le puntate. Il segreto è che questi agenti hanno dei poteri, legati ai tarocchi, ma che neppure loro conoscono, e che si sveleranno solo negli ultimi episodi.

- I filler: e qui non posso che citare tutti gli episodi fino al nono, dove non succede assolutamente nulla. I personaggi, a parte rincorrere gattini, consegnare lettere e trovare oggetti, non fanno altro. L'evento più importante, quest'Arcana Duello proclamato in pompa magna nel primo episodio come la sfida determinante per scegliere il candidato che potrà prendere in sposa la protagonista Felicita, figlia del grande boss Mondo, viene sistematicamente messo nel cassetto fino all'ultimo episodio, che comunque non presenta combattimenti veri e propri, ma solo gli sfidanti schierarsi in campo e venire eliminati dopo due secondi. Inoltre, se per caso aveste seguito gli episodi prima, capirete già in anticipo come va a finire. Un punto a favore è che in una preview di un episodio piuttosto avanti nella storia, si fa capire allo spettatore di abbandonare la speranza di vedere il duello in tempi brevi. Almeno lo si ammette!

- L'inconsistenza generale: ed è proprio questo il difetto principale dell'anime, che è di una previdibilità assurda, prendiamo ad esempio i personaggi: a parte la Mary-sue Felicita, dalle cui labbra tutti pendono, abbiamo il classico gruppetto di bishounen, o presunti tali, che se la contendono: senza aspettarsi di vedere decine di ragazzi (come me, che mi aspettavo un rigido schema persona-potere del tarocco), basta già il gruppetto dei sette a mettere a dura prova la pazienza dello spettatore dotato di un minimo di logica.
Abbiamo l'ingenuo e puro Libèrta, il supertsundere Nova, il mangione Pace, l'acido Debito (che guarda caso gestisce un casinò), il maggiordomo Luca che prova amore fraterno, il maestro di vita Dante e il misterioso della situazione, Jolly, che sghignazza, fuma sigari e poc'altro. Ah sì, sa sempre tutto in anticipo, perfetto Gary Stu per la nostra protagonista, che per fortuna non se lo fila. A questo punto, se ho reso l'idea dell'anime, capirete che non si assiste a una minima maturazione da parte di nessuno, ognuno attaccato ineluttabilmente a queste personalità. Sin dal primo episodio si capisce chi sono i preferiti di Felicita, e non aspettatevi una decisione definitiva, anche sotto questo aspetto è uno snervantissimo tira e molla dall'inizio alla fine.

Insomma, "Arcana Famiglia" è un anime da bocciare senza se e senza ma, grottesco nel far vedere come il trio di protagonisti Felicita-Liberta-Nova cada sempre in ogni tipo di trabocchetti. Questi dovrebbero essere colpi di scena? No, piuttosto sono colpi alla pazienza dello spettatore, fino al finale, che come dicevo resetta tutto al primo episodio. Unica nota positiva, la colonna sonora: la sigla è orecchiabile, e anche la musica di background ha un paio di tracce chiaramente riconoscibili. Per il resto, il vuoto. Consigliato solo alle fan più accanite che hanno avuto modo di provare anche l'omonimo otome game da cui la serie è stata tratta.


 1
Grell

Episodi visti: 12/12 --- Voto 7
"Arcana famiglia" è un anime composto da dodici episodi piuttosto anomali, visto e considerato che l'opera si basa più sulla caratterizzazione dei personaggi che sulla trama stessa. Questo fatto forse lo penalizza per la sua derivazione, probabilmente, da una visual novel.
Principalmente il titolo parla di un'organizzazione che possiede arcani e strani poteri impiegati per proteggere una piccola città del Mediterraneo, chiamata Regalo, onde evitare l'intrusione di eventuali nemici.
Papà è il capo, il re, che deciso ad abdicare in favore della figlia, darà via a una competizione che durerà due mesi. Il vincitore sarà colui che potrà sposare Felicità ed essere così il nuovo regnate, o meglio capo dell'organizzazione.

Nonostante questo, "Arcana famiglia" non sembra essere strutturato su una vera e propria storia a effetto, quanto sullo sviluppo emotivo e psicologico dei personaggi; è questo che rende tutto affascinante, ricco di emozioni, episodio dopo episodio, sebbene i personaggi potrebbero sembrare anche un po' inconcludenti, si vuol vedere il loro evolversi costante condito da retroscena ricchi da scoprire.
Tutto è circondato da allegorie e metafore, a partire dal nome della città, Regalo: cosa c'è di più bello della propria città e di quello che ci può offrire?
Un altro dettaglio che mi ha incuriosito sono i nomi italiani, che non sono propri di persona, ma vanno a catturare i termini che racchiudono valori e ideali.

Felicità, Libertà, Jolly, Mondo, Pace, Luca, Debito, Nova sono i nomi dei personaggi principali: dal nome si possono evincere le loro particolarità e caratteristiche, che tendono a esprimersi totalmente solo alla fine dell'anime, quando ormai tutti quanti, più o meno, hanno raggiunto i loro obbiettivi. Basti pensare a Libertà, che combatte per diventare più forte e liberarsi finalmente dalle catene polverose di un passato che lo insegue, oppure a Felicità, figlia di Mondo, che lotta per la sua emancipazione non volendo sposare per forza il vincitore della competizione.
In conclusione sostengo che quest'anime vada visto, potrebbe essere definito banale ma allo stesso tempo originale. Come ho già detto prima, tutto si basa sui personaggi e la loro caratterizzazione, che rinfresca sicuramente la memoria di chi lo guarda, facendo apprezzare vari valori come quelli della famiglia, dell'amore e dall'amicizia.


 2
Shirogane

Episodi visti: 6/12 --- Voto 5
La storia di fondo la trovo molto interessante, questi poteri Arcana legati alle carte dei tarocchi li trovo molto affascinanti, e i disegni mi piacciono veramente tanto. Ma purtroppo devo dire che fino a ora l'anime non mi ha dato quelle soddisfazioni che mi aspettavo; sento come se la storia non fosse ancora incominciata, e se ci sono davvero solo 12 puntate, beh, devo dire che sarebbe veramente molto deludente. Nonostante tutto continuerò a seguirlo, sperando in qualche colpo di scena.
PS: sicuramente molti se ne saranno accorti, ma non trovate Nova molto simile a Ciel di "Kuroshitsuji", un po' anche dal comportamento?


 2
Sichel

Episodi visti: 12/12 --- Voto 8
Non conosco il videogioco, ma l'anime mi è piaciuto molto. La storia è originale e scorre velocemente, tracciando di volta in volta il carattere di ogni personaggio e raccondando qualche episodio del loro passato. Molto bella è la storia di Libertà. Anche qui un triangolo amoroso sembra quasi estendersi anche agli altri componenti della "famiglia", tutti affascinati dalla bella Felicita. Forse tutta questa mescolanza di storie e intrecci pseudo-amorosi allontana il fulcro della vicenda che, in certi momenti, viene persino dimenticato e riconpare con prepotenza verso gli ultimi episodi della serie per esaurirsi tutto nel dodicesimo, il conclusivo.
Il finale per molti versi lascia con l'amaro in bocca, sia perché la lotta per diventare il successore di "Papa" è tutta risolta in un'unica volta, sia perché la protagonista resta in questo limbo, senza scegliere nulla di concreto. Tralasciando lo svolgimento dell'episodio 12 penso che "Arcana Famiglia" sia un bell'anime, da vedere.


 0
Izaya_Orihara

Episodi visti: 12/12 --- Voto 6
<b>Contiene spoiler!</b>
La storia della arcana famiglia? Forse ci aspettavamo di più. Inutile negare che sia stata la grande delusione di questa stagione estiva rivelandosi un gran bel flop e "un colpo al cuore", deludendo gli spettatori (come me) che aspettavano ansiosamente la prima puntata di questa serie. Era una delle serie più attese: forse per le prime immagini, forse per i trailer o forse per il titolo italiano. Adesso rivedendo la media voto riportata dal sito animeclick.it, comprendo che ha deluso più o meno tutti.

L'idea in partenza non era male: la trama gira intorno alla famiglia mafiosa "L'arcana Famiglia", un'organizzazione possedente dei misteriosi poteri, al fine di proteggere l'isola "Regolo" da vari nemici e pirati. I loro poteri sono scaturiti da un contratto con delle carte dei Tarocchi chiamate "Arcani maggiori". Alla festa di famiglia, il boss - anche detto "Papà" - decide che è ormai ora di andare in pensione e decide di organizzare un torneo per vedere chi è più degno nel susseguerlo al trono. Il vincitore del torneo avrà a disposizione un desiderio più la mano in sposa della figlia del boss, "Felicità". Felicità però si oppone e decide di partecipare al torneo per decidere (in caso di vincita) la propria sorte, aiutata da "Nova" e "Libertà".

Cosa faranno i nostri giovani eroi? Si prepareranno al torneo, che si prevede duro e faticoso, allenandosi per vincere? No, assolutamente no - è troppo mainstream -, perderanno il loro tempo alla ricerca di segreti non inerenti alla trama, in situazioni sentimentali e in una caratterizzazione dei personaggi morta (per la maggior parte del cast - anche il cast dei personaggi all'inizio era promettente, interessante ed originale) che allo spettatore darà ben poco di quel che realmente voleva vedere. Il torneo, che doveva essere il fulcro della trama, viene abbandonato a sé per poi essere ripreso soltanto nel finale del penultimo episodio, quando ai nostri intelligentissimi protagonisti viene il mente che a giorni ci sarà il torneo. Per poi finire in un finale banalissimo e pieno di cliché, dove la nostra protagonista in 24 minuti (ultimo episodio) sconfiggerà tutti i personaggi per poi vincere il torneo. Da quest'ultimo torneo cosa ci aspettavamo? Combattimenti mozzafiato visto il cast di personaggi interessante (insieme alle loro abilità)? Mi dispiace dirlo ma la serie deluderà anche in questo! I combattimenti saranno "morti" ed "invisibili", in quanto la nostra protagonista sconfiggerà i suoi colleghi in due minuti ad ogni combattimento ciascuno (a volte senza mostrarci niente), e ci credo, visto che si sono ridotti all'ultimo episodio.

Come direbbe "Stramaccioni" degli "Autogol", "male male", ci apprestiamo ad evidenziare un altro grande difetto della serie che a molti di noi avrà punzecchiato il naso: l'utilizzo della lingua italiana. La storia della arcana famiglia è lo storpio della lingua italiana. Per abilità e nomi (Felicità, Nova etc.) è stata adoperata la lingua italiana ma in un modo tanto "cattivo" da far fischiettare le nostre orecchie.

Oltre a questi due grandi difetti, possiamo trovare anche aspetti positivi, seppur di minore importanza rispetto al voto. Lo stile dei personaggi è particolare (nessun personaggio "sa di già visto") ed originale. L'animazione è ottima e il disegno non viene mai abbandonato. L'opening è stupenda, così come l'ending e tutto l'apparato sonoro. Troviamo anche varie gag divertenti e un genere sentimentale che tocca quasi il reverse-harem (Felicità è amata sia da Nova che da Libertà, ma è anche desiderio di "Desiderio" etc.). Anche alcune vicende legate ai personaggi (Nova in primis) sono interessanti ed utili per la caratterizzazione e lo sviluppo dei personaggi, però qui c'è da fare una considerazione: l'idea sbagliata non è quella che nel susseguirsi della storia siano presenti misteri e storie sui personaggi, ma quella legata al "contenitore". Credo che questa serie sarebbe perfetta se fosse di 24 circa di episodi (due stagioni), riuscendo in questo caso a caratterizzare bene i personaggi, e a non dimenticarsi il torneo (importantissimo). Beh, introducendo tutto in 12 episodi, che sono troppo pochi, fallisce in tutte e due i casi. Non faccio riferimenti alla visual novel visto che non la conosco, e quindi boccio soltanto la trasposizione animata e non l'opera originale (che probabilmente è causa di questo disastro).

In definitiva, La storia della Arcana Famiglia è una grande delusione, ma può risultare un anime soggettivamente piacevole, carino ed originale (fin quando non va a finire nell'assurdità). Gli attribuisco una sufficienza di conforto, ma ne sconsiglio la visione.


 4
MarcoR

Episodi visti: 12/12 --- Voto 4
Ho aspettato fino alla fine per esprimere un giudizio su quest'anime e sono contento di non averlo dato dopo i primi due episodi. Se a prima vista 'La Storia dell'Arcana Famiglia' può sembrare un anime carico di combattimenti, poteri eccezionali, storie mozzafiato, sappiate che non lo è per niente. 'Arcana Famiglia' è un bufala di anime, uno scempio dall'inizio alla fine.
Le premesse buone c'erano tutte. Una famiglia mafiosa i cui componenti, legati ai tarocchi, possiedono ognuno un potere speciale. Ebbene, il capofamiglia Mondo ha una figlia Felicità e, per sceglierne il marito nonché successore al titolo di capo famiglia, annuncia un torneo tra i membri a suon di botte. Il vincitore sposerà Libertà, ma lei, indignata da questa decisione, sceglie di partecipare lei stessa e vincere la propria mano.

Con un primo episodio così, ci si aspetta che i seguenti 11 si basino quasi tutti sul torneo. E invece no. Allora si focalizzeranno sui poteri dei singoli membri? No.
Ogni puntata propone noiosissime scene di vita quotidiana sull'isola protetta dalla famiglia, inutili combattimenti con banditi scarsissimi e addirittura una puntata è spesa rincorrendo il gatto di una nobildonna in cima ai tetti delle case. Ridicolo.
A volte sembra che almeno venga messo in evidenza il rapporto sentimentale tra Felicità e i due giovani della famiglia, Nova e Libertà, ma nemmeno questo viene mostrato davvero. Ci viene proposta invece una sfilza interminabile di discorsi sempre uguali e inutili al fine della trama. Trama che in realtà non è mai esistita. Del torneo non si parla più fino all'ultima puntata, quest'ultimo viene tirato via nel giro di 10 minuti. I poteri dei membri vengono solo accennati, sono mostrati vagamente solo quelli dei tre protagonisti e ignorati quasi del tutto gli altri. Anche i disegni e i personaggi sono già visti e ricordano vagamente 'Nabari'.
Insomma, non si poteva chiedere nulla di più banale e noioso. Se proprio volete farvi il dispetto di vederlo, guardate la prima e l'ultima puntata. Ma anche così, non vi perdereste niente.


 0
Vincent_89

Episodi visti: 12/12 --- Voto 6
La storia si presenta interessante e nuova rispetto a molte altre. Inizialmente viene fatta una panoramica dei personaggi principali e la serie sembra procedere speditamente ma, andando avanti con gli episodi, vediamo che l'anime si perde in storie che potrebbero essere interessanti per capire meglio i personaggi ma che in un anime così corto servono solo a rallentare la storia principale. Quella che è partita come una novità interessante si conclude come una delle più banali tra le trame.

Le parole e le brevi "frasi" utilizzate in italiano fanno notare il poco tempo speso dietro lo studio della nostra lingua (infatti alcune frasi non hanno senso); va tuttavia riconosciuto ai doppiatori lo sforzo di imparare la giusta inflessione e pronuncia per quelle parole.
Gli scontri fisici presenti nell'anime sono poco dettagliati e i movimenti poco articolati, l'uso dei "poteri" è molto limitato e non sfruttato come avrebbero (secondo me) dovuto fare. I disegni sono in pure stile nipponico, i dettagli sono ben curati e i colori molti vividi.
La sigla iniziale è spoilerosa, quindi sconsiglio di visionarla. La sigla finale invece è piuttosto calma ma un po' fuori linea dall'anime.


 7
jimmijax

Episodi visti: 12/12 --- Voto 4
"La storia della Arcana" famiglia è un anime basato su una visual novel sviluppata dalla HuneX per PSP e prodotto dal JC Staff (che ovviamente non ha bisogno di presentazioni) e si presenta immediatamente con un'ambientazione abbastanza inedita, un'isola di stampo europeo dove si parla italiano, governata da una famiglia che sembra tragga i propri poteri dalle carte del Tarocco. Il capo di tale famiglia, Papa, il Mondo, ha indetto un duello che vedrà nel vincitore il proprio successore e avrà la mano della sua unica figlia Felicità. Detto così, sembra un buon preambolo e ci si aspetta subito un buon numero di combattimenti, dal momento che ogni personaggio è legato ad uno dei 22 Tronfi, inoltre Felicità parteciperà anch'ella al torneo facendo vedere che la trama vuole seguire linee narrative abbastanza alternative.

Purtroppo l'anime si dimostra una semplice carrellata di noiosi filler che cercheranno di presentarci i personaggi principali: Felicità, Nova e Libertà. I combattimenti sono pressoché assenti, la crescita psicologica dei protagonisti risulta sommaria e il duello avrà luogo unicamente nell'ultimo episodio e vi posso assicurare che è quanto di più deludente sia stato mai realizzato.
Ad accodarsi a ciò c'è la storia che è a dir poco pessima, dilungandosi in dialoghi inutili e ridondanti e facendo vedere l'assoluta volontà degli sceneggiatori di non dirti niente perché se vuoi devi comprarti il videogioco. I pochi spunti narrativi che sembrano dare più complessità alla trama vengono solo accennati. Sembra infatti di assistere a una lunga pubblicità e l'episodio finale, che giunge abbastanza in fretta senza tanto preavviso, risulta scontato.
Il comparto grafico è accettabile e il chara design abbastanza accattivante, anche se un po' troppo ripetitivo e le musiche sono azzeccate e la sigla iniziale è davvero ben riuscita.
In conclusione, voto 4, un anime da evitare a meno che non si voglia vederlo perché conquistati dalle scelte grafiche, ma di certo non aspettatevi nulla di più che lo scorrere lento dei minuti con delle buone scene ma che creano solo delle successive disattese.


 1
WarMask

Episodi visti: 4/12 --- Voto 8
La storia si basa su un torneo denominato "Arcana duello" che avrà un solo vincitore, egli diventerà il capo dell'organizzazione "Arcana Famiglia" e avrà il diritto di prendere in sposa Felicità, la figlia dell'attuale capo della famiglia, che esaudirà anche un desiderio qualunque del vincitore. Felicità è contraria a sposarsi e così decide di partecipare anche essa al torneo, che verrà combattuto a suon di poteri Arcana, che ogni membro della famiglia possiede. Libertà, uno degli sfidanti, cerca di vincere il torneo per desiderare di annullare le nozze combinate di Felicità.
La grafica di quest 'anime è fantastica, come la sua storia d'altronde. Inizialmente non volevo guardare quest'anime, perché avevo sentito dire in giro che i protagonisti avevano dei nomi ridicoli (Pace , Libertà , Debito ecc. ) pronunciati anche male, però ho pensato di vederlo prima di giudicare e solo in due episodi ero già molto appassionato, mi ha colpito molto l'unione tra le "mazzate" (shounen) e il sentimento (shoujo) che creano un'atmosfera dolce e simpatica. Ottima è la grafica, e il character design dei personaggi, peccato però per alcuni personaggi che sembrano scopiazzati qua e là. Per esempio Felicità e Pace sono simili rispettivamente a Riruka e Aizen - quando era ancora capitano - di "Bleach".
A parte tutti i pregiudizi che gli vengono affibbiati quest'anime è fantastico e non vedo l'ora di vedere il prossimo episodio.
Grazie per aver letto la mia recensione, spero che piaccia anche a tutti voi. Ciao a tutti.


 2
KaoriOkada

Episodi visti: 2/12 --- Voto 8
Nonostante non sia una persona molto propensa a guardare anime di cui non conosco la trama (tenete conto che non esiste il manga e non ho mai giocato alla visual novel), quest'anime mi ha sorpreso. Infatti nonostante sia uno shounen, viste le molte scene di azione, può essere classificato anche come shoujo dato che s'intravede un lato sentimentale. Queste due tipologie sono state mischiate molto bene in modo da ottenere una storia scorrevole e non noiosa, monotona o scontata. I personaggi sono ben delineati caratterialmente, i disegni accurati e precisi, un lavoro ben fatto insomma. C'è anche da dire che ci sono alcuni punti che rimangono in sospeso e che lo spettatore, se non ha giocato alla novel, non può comprendere. Spero quindi che questi punti ''oscuri'' vengano poi spiegati nel corso delle altre puntate.