logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
Swordman

Episodi visti: 1/1 --- Voto 5
Ennesimo special televisivo che si inserisce nella lunga sequenza di film prodotti per il ladro gentiluomo creato in origine da Monkey Punch, La pagina segreta di Marco Polo vede il buon Lupin incatenato a un'accusa di omicidio e poi in giro per il mondo per scagionarsene e risolvere un intricato mistero che riguarda l'eredità dell'esploratore veneziano. Sulle sue tracce trafficanti, malfattori e criminali, le subdole moine di Fujiko e l'immancabile Zenigata.
Parallelamente Goemon è sempre in viaggio di addestramento e finisce in un dojo giapponese condotto da un vecchio maestro con le sue tre nipoti...

Questo special, prodotto nel 2012, riutilizza la collaudata formula dei suoi predecessori e dei suoi successori. Questa volta però il risultato non sembra essere particolarmente esaltante: i nuovi comprimari che accompagnano i classici protagonisti non hanno particolare spessore; altrettanto si può dire del cattivo di turno; il ritmo è bassino e non ci sono neanche sequenze molto spettacolari. Anche i disegni questa volta sembrano essere di qualità sensibilmente più bassa rispetto alla media dei film di Lupin.
Quanto alla storia rimaniamo su binari già tracciati. La sotto-trama che ha per protagonista Goemon poteva potenzialmente essere anche interessante (e divertente), ma non pare che ci abbiano puntato più di tanto. Sarà che ormai Goemon mi sembra più che altro una macchietta rispetto alla figura carismatica che vedevamo nelle serie televisive.

Sintetizzando, questo special TV non ci dice molto e, quasi di conseguenza, non c'è neanche molto da dirci sopra. Sicuramente uno dei meno riusciti del filone di Lupin.


 0
GianniGreed

Episodi visti: 1/1 --- Voto 6
"Lupin III: Touhou Kenbunroku - Another Page" è il ventitreesimo special televisivo di Lupin III. In questo film Lupin è alla ricerca della "Another Page", la pagina mancante de "Il Milione", il libro scritto da Marco Polo sui suoi viaggi in oriente. Su questa pagina, l'esploratore ha nascosto le indicazioni per raggiungere uno straordinario tesoro di un valore molto superiore a montagne d'oro e capace di far cessare tutte le guerre del mondo. Mentre Lupin è interessato al guadagno, un uomo privo di scrupoli, un tale Lombardo, un italiano presidente di un azienda di macchinari pesanti, in realtà una copertura per il traffico d'armi, è interessato al tesoro perché la fine della guerra significa la fine dei suoi affari.
La ricerca del tesoro porterà Lupin da Genova fino in Giappone, sulle tracce di Marco Polo, la cui storia pare intrecciarsi a quella del condottiero giapponese Yoshitsune e del monaco guerriero Benkei.

Il film, della durata di circa novanta minuti, è ancora una volta un film abbastanza classico per quel che riguarda la produzione animata dedicata al ladro gentiluomo. Lupin parte alla ricerca di un tesoro, e per trovarlo deve girare mezzo mondo, Jigen lo accompagna, Fujiko lo tradisce, Zenigata è sempre al suo inseguimento, mentre Goemon come al solito è in ritiro spirituale per comprendere meglio la via della spada. Niente di nuovo da questo punto di vista. C'è la ragazza che Lupin in qualche modo deve salvare e c'è il cattivo a capo dell'organizzazione criminale che manda tutti i suoi killer contro Lupin e soci. Come finisce è abbastanza prevedibile, e anche stavolta Lupin non troverà un vero tesoro ma qualcosa che ha più valore.

Il film scorre via abbastanza liscio, ma ci sono poche scene d'azione, non ci sono scontri a fuoco e nemmeno inseguimenti in auto, e la storia non decolla mai veramente. Qualche momento morto c'è, specialmente nelle parti con Goemon, il resto del film è discreto, ma Fujiko e Zenigata si vedono davvero poco.

I disegni purtroppo non sono bellissimi, il character design dei personaggi è uno dei peggiori che mi sia capitato di vedere nei vari film con Lupin. I volti sono in alcuni casi sproporzionati, con bocche troppo larghe e denti storti che non sono per niente belli da vedere.

Doppiaggio e musica sono invece ottimi, e il nuovo cast di voci (che interpretano i personaggi dallo scorso film, tranne Lupin e Jigen che non sono cambiati) non fa rimpiangere i vecchi doppiatori.

In conclusione questo ventitreesimo special è un film discreto che si lascia guardare. Credo che uno spettatore che di Lupin ha visto solo pochi film possa goderselo di più. Al contrario per i fan che li hanno visti tutti non si tratta di altro che del solito film annuale, con i soliti pregi e difetti ma comunque godibile, anche se confrontato agli altri rimane uno dei peggiori.