logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
Testu

Episodi visti: 1/1 --- Voto 7
Molto carino e divertente, un opera nata da un progetto più volte ripescato e cambiato, al punto di essere stato privato di ottimi siparietti canori, ormai pronti e cantati da un artista molto apprezzata come la compianta Eartha Kitt, che tra le altre cose dava anche la voce americana ad Yzma.

Il potenziale "difetto" del cartone animato Disney è che non solo manca di canzoni e non è ispirata ad un opera letteraria, entrambe elementi che una volta davano senso alla parola "classico", ma il fatto che sia dotato di un comparto tecnico che, per quanto curato risultava solo buono già nell'anno di realizzazione, ben lontano dai fasti artistici di prodotti più vecchi, senza contare che possiede un'umorismo demenziale facilotto e con situazioni surreali fuori contesto e da prodotto televisivo senza pretese (la gag delle coscienze poi era già ampiamente antiquata). Difficile quindi paragonarlo alle altre opere, di certo si distingue dai fratelli maggiori.

Escludendo Kuzko i personaggi sono comunque tutti molto riusciti, rimangono impressi ed è questo l'importante, Pacha è sicuramente una bella persona con una splendida famiglia, Kronk un mito tutto particolare (non il solito omaccione stupido) e "la nonna brutta di Dracula" è a sua volta una strega Bacheca che amalgama bene cattiveria ed elementi buffi. Non è un caso che abbiano dedicato un sequel spin-off sui "cattivi, altro elemento ormai non più sorprendente ma che mina il vecchio concetto di "classico".

Nonostante i problemi e i rimaneggiamenti, ad un occhio più attento sicuramente non sfuggirà il considerevole lavoro svolto per ricreare l'ambientazione, purtroppo essa è leggermente svalutata dall'atmosfera poco seriosa che aleggia, che soprattutto fa percepire poco il cambiamento del principe-lama Kuzko attorno a cui gira tutta la storia. Tardiva, innocua e forzata appare inoltre la liberatoria sparlata di Yzma ai danni del gigantone per farlo reagire, anche se l'hanno risolta magnificamente. Ottimo il doppiaggio, il trio Marchesini-Nervi-Kessisoglu danno prova di impegno, e nonostante qualche tentennamento iniziale il risultato è molto apprezzabile.

Come dire... è certamente un classico moderno che va visto a cervello spento, ma al contrario di altri questo davvero se lo merita. Non un capolavoro, ma apprezzabile da tutti e non mancherà di far affezionare il suo pubblico.