logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
selene90

Episodi visti: 1/1 --- Voto 8
“The Fake” è un film del coreano Yeon Sang-Ho, del 2013. Avete presente la classica frase: “Questo film non è per tutti”? Ecco, per quanto fastidiosa possa essere alle volte, perché parte dal presupposto che una persona non sia caratterialmente pronta a vedere un determinato contenuto - indipendentemente dalla sua età -, in questo caso è quella che riassume meglio il film. Non certo per una morale contorta, o per una trama complessa... In “The Fake” sono proprio i contenuti ad essere forti, brutali e violenti.

La storia è ambientata in una piccola cittadina della Corea del Sud, che rischia di essere sommersa a causa della costruzione di una diga. Gli abitanti dovrebbero essere ricollocati e, per disperazione e ignoranza, si affidano al reverendo Sung e al meschino Choi, che fingono di voler costruire una chiesa e delle case per gli sfollati, ma che in realtà progettano di fuggire coi soldi. L’unica persona che si rende conto della truffa è Min-chul, un ubriacone con un torbido passato alle spalle, che viene odiato da tutta la comunità.

Questo è il secondo film del regista e, come nel suo lavoro precedente, Yeon Sang-Ho utilizza uno stile, sia narrativo sia grafico, spietato. La terra da lui descritta sembra sull’orlo della disperazione, c’è un’eterna foschia che avvolge le strade e i campi, e i colori sono molto cupi.
Persino il chara design dei personaggi è volutamente marcato, le espressioni dei protagonisti anticipano le loro azioni, in particolar modo quelle di Min-chul, ricolmo solo di rancore, destinato a vivere sempre “fuori posto”.
Ma il punto forte del film è il fatto che, seppur la trama lasci intendere il contrario, non ci sono dei “buoni” e dei “cattivi”. Non esiste buonismo di alcun tipo. Anche l’eroe di turno, o comunque il personaggio che dovrebbe impersonarlo, non è un eroe, anzi... è un personaggio che viene facile odiare, un pessimo padre, un pessimo marito, un pessimo uomo, con cui non si può empatizzare, che non ha possibilità di redenzione.
E’ da lui che nasce la spirale di violenza che rende questo film così crudo. Lui rappresenta il fallimento umano, l’incapacità dell’uomo di vivere senza illusioni.
La gente del villaggio, d’altra parte, non è niente più di un branco di pecore che, vuoi per ignoranza, vuoi per paura, si aggrappa a qualsiasi falsa promessa possibile.

E, in questo panorama di disillusione e violenza, c’è lei: la religione. Qui demolita senza risparmio, vista come il culmine dell’illusione della società e di chi non riesce ad accettare la durezza della realtà e l’incombenza della morte. Una truffa vera e propria, un coacervo di bugie.

Insomma, tirando le somme, è un film che personalmente consiglio caldamente. Ovviamente va visto con le giuste aspettative, quindi non guardatelo come un banale film d’azione animato.


 1
cartman666

Episodi visti: 1/1 --- Voto 10
Una splendida sorpresa di animazione proveniente dalla Corea. Se spesso l'animazione viene considerata roba per bambini o per ragazzi, questo "Saibi" (il falso) è invece opera matura e di tinte fosche e amare. In un villaggio che sta per essere sommerso dalle acque, un prete e un truffatore soggiogano i suoi abitanti prosciugando i loro risparmi con la promessa di costruire un rifugio per tutti quelli che dovranno abbandonare le case. Purtroppo per loro, verranno scoperti dall'ubriacone del villaggio, un violento poco di buono che deruba i risparmi della figlia per giocare d'azzardo.
In quest'opera è totalmente assente il manicheismo: i "buoni", cioè gli abitanti del villaggio, sono dei poveri ingenui, da rasentare la stupidità, il prete sembra un sant'uomo ma nasconde un terribile segreto, mentre l'ubriacone è un padre ignobile e crudele.
Non ci sono scappatoie per nessuno dei protagonisti, e la religione è rappresentata come uno strumento per l'indottrinamento e l'obnubilazione delle masse, che vengono manipolate con estrema facilità.
Il finale è un vero pugno nello stomaco, da sconsigliare ai cuori teneri e ai vari catecumenisti; film consigliato agli amanti dell'animazione di qualità.