logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 2
GianniGreed

Volumi letti: 3/3 --- Voto 6
Dopo la cocente delusione avuta dalla lettura di Kirara, ho deciso di dare ancora fiducia a Toshiki Yui leggendo anche questo manga: Kagome Kagome. Non che l'abbia cercato, mi è capitato tra le mani insieme a Kirara, e a una lettura gratis perché dire di no?

Come per Kirara, anche questa è una storia con elementi sovrannaturali come fantasmi e simili, e anche questo ha il titolo basato sul nome di una ragazza - veramente sono due con lo stesso nome - protagoniste del manga.
Le aspettative diciamo erano basse, le premesse iniziali sono quasi troppo simili, ma sono solo tre volumi, la metà di quelli di Kirara. L'autore non potrà perdersi in soli tre volumi, non c'è tempo per dilungarsi inutilmente, aggiungere personaggi inutili, ecc.
E infatti non lo fa, al contrario il manga è parecchio lineare e veloce nella narrazione, quasi compresso. Anche troppo. Da un eccesso all'altro. Ma non è un male, il manga racconta una storia non originalissima che però si sviluppa bene ed è abbastanza imprevedibile, perlomeno lo è stato per me, soprattutto il finale che non riuscivo proprio a immaginare.

La trama del manga vede per protagonisti un ragazzo di nome Masami Takeuchi, che alla morte del padre viene cacciato dalla casa di famiglia dal nonno, e due ragazze di nome Kagome.
La prima, Kagome Nishino, amica d'infanzia di Takeuchi, vuole vedere i fantasmi ma non ci riesce, e ha fondato una sorta di club dell'occulto con cui andare alla ricerca degli stessi; l'altra, Kagome Kusaga, è la discendente di una famiglia di sacerdotesse dal grande potere spirituale, ma vorrebbe perdere i poteri, cosa che può fare perdendo la verginità.
Masami è innamorato della prima Kagome, anche a lei piace Takeuchi ma fa finta di nulla, mentre la seconda Kagome vorrebbe solo fare sesso con lui. Questo triangolo fa da contorno alle vicende, il fulcro della storia è la scoperta delle cause della morte della madre di Takeuchi, che tempo addietro è stata uccisa e fatta a pezzi, e che gli appare sotto forma di fantasma.

Il manga dovrebbe essere di genere horror, ma non è che faccia paura o altro. Leggendo mi sembrava più una commedia scolastica, tranne qualche scena con un po' di sangue e altro.
La storia come ho detto si svolge molto linearmente, con i personaggi che man mano svelano il mistero della misteriosa morte. Almeno questa parte è interessante, con qualche elemento d'indagine e qualche scena d'azione che vede i personaggi lottare contro alcuni spiriti. Per il resto c'è la storia sentimentale tra i vari personaggi e poco altro.
Memorabile la scena tra Kagome e Masami in cui lei chiede di fare sesso dopo che si sono conosciuti da poco, una cosa tipo:

- Kagome: hai visto che bel tempo?
- Masami: già, è stato bello tutta la settimana.
- K.: vero, sembra quasi di essere in primavera, vuoi fare sesso con me per farmi perdere i poteri?
- M.: uuh… che caz…?


No, non sono pronto mentalmente!

Sarei voluto entrare nel manga per dargli un pugno. Vabbè, se nei manga c'è gente che vola, immagino possa anche esserci un ragazzo così.
Tornando al manga, l'autore è migliorato nei disegni, il tratto si è fatto più pulito e dettagliato.
Le ragazze specialmente sono ben disegnate, le due Kagome sono carine, buoni anche i pochi comprimari, anche se fanno più che altro da riempitivo.
Anche i vari spiriti sono abbastanza curati, anche se la creatura affrontata nel finale ha un design un po' astruso, ma è un mostro, direi che ci sta bene.
Toshiki Yui continua a usare foto reali nei suoi manga, anche se qui lo fa di meno e in vignette a parte dove non sono presenti i personaggi, tipo con foto d'incroci stradali, semafori, edifici, cielo e cose così.

Kagome Kagome è un manga semplice e leggero, che non spicca molto nel genere ma che può essere apprezzato ugualmente. La storia ha la sua dose di mistero, un pizzico d'horror, e di commedia scolastica con qualche leggero sentimento. Non è memorabile, ma per tre volumi è più che sufficiente. Mi è piaciuto abbastanza.