logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 4
Haruhi Suzumiya Gold Edition

Volumi letti: 20/20 --- Voto 8
La particolarità di Boys Be...è che non ha una trama vera e propria, e questa caratteristica ha contribuito a renderlo un prodotto quasi unico nel suo genere. Una scelta comunque alquanto azzardata che ha portato il manga a spaccare in due l'opinione pubblica, tra fan che lo adoravano ed altri che proprio non riuscivano a trovarvi un senso e ad apprezzarlo.
Boys Be...che possiamo leggere in Italia, si tratta in realtà della seconda serie del prodotto. Ogni volume è diviso in più capitoli, ognuno dei quali è una storia autoconclusiva che vede protagonista un ragazzo alle prese con i problemi dei primi amori. C'è chi ha paura a confessare i propri sentimenti, chi è già fidanzato ma ha ancora tanti dubbi, chi non si è mai innamorato ma ora ha conosciuto la persona giusta...tante brevi storie, insomma, ma un unico filo conduttore: le gioie, le paure ed i turbamenti dei primi amori. Le uniche tre eccezioni a questa regola sono un capitolo nel quale la protagonista è una ragazza, i pochi capitoli dedicati ad un trio di amici che cercano la bellezza dei lati nascosti delle ragazze (come le caviglie, o la parte di collo che si intravede solo quando ci leghiamo i capelli) e la mini-storia di Justice, un ragazzo alla ricerca del vero amore, casto e puro, che si trova suo malgrado in compagnia di Anbi, piccolo angelo dell'amore e del sesso, esiliata sulla Terra a causa delle troppe malefatte commesse nel suo luogo d'origine, e che potrà tornare tra i suoi simili solo quando Justice avrà trovato il vero amore.
Proprio per la sua peculiare caratteristica di non avere una trama definita, ogni lettore interessato a questo manga, può iniziare la lettura dal volume che preferisce.
I disegni di Boys Be...sono a mio parere molto particolari. Piacevoli e realistici, non ci propongono i soliti occhi giganteschi o capelli dai mille colori, ma ragazze e ragazzi nella loro quotidianità. Ad essere pignoli si può comunque notare la presenza di un numero impreciso di maggiorate, che in Giappone non sono poi così presenti, e questo è forse l'unico piccolo difetto che rovina un po' il realismo con i quali vengono rappresentati i personaggi.

Conclusioni finali
In Giappone esistono altre due serie di Boys Be...
La prima, con disegni semplici e dal tratto più grezzo rispetto alla seconda serie importata qua in Italia, che vanta 32 volumi ed è stata serializzata dal 1991 al 1997, ed una terza serie, Boys Be L CO-OP, 6 volumi, serializzata dal 2000 al 2001.
La prima e la terza serie non sono state importate in Italia a causa delle scarse vendite riportate dalla seconda edizione italiana.
Boys Be...è un manga particolare. Semplice, simpatico, io l'ho riletto tre volte e l'ho sempre trovata una lettura piacevole e scorrevole. L'ideale per chi cerca un po' di sentimento in una lettura poco impegnativa.
Mi sento di consigliarlo a chiunque sia interessato allo stile di vita giapponese, poiché in Boys Be... non ci troviamo di fronte al solito shojo manga, pieno di situazione impossibili, ma di storie che ci toccano da vicino (chi non si è mai innamorato ai tempi della scuola?) ed è divertente scoprire quanto in realtà siamo vicini alle esperienze vissute da questi ragazzi. Una piccola avventura in un mondo scolastico giapponese, tra scuole, ragazzi e ragazze, liti, superstizioni, sentimenti, speranze e piccole avventure.
Unica pecca negativa può essere il fatto che non vi sia una trama, e chi non è particolarmente amante del genere potrà facilmente pensare "ma chi me lo fa fare di comprare 20 volumi con la stessa tematica e nessuna conclusione?"
Proprio per questo, non posso dare a questo manga più di un 8.
A me è piaciuto molto, chi vuole appunto una lettura sentimentale, semplice e poco impegnativa potrebbe trovare bellissimo l'immergersi in questa lettura alla scoperta della quotidianità nipponica, ma lo stesso non si può dire di chi è alla ricerca della classica storia d'amore vecchio stile, o per chi cerca emozioni più forti.