logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
GianniGreed

Volumi letti: 2/2 --- Voto 7
Questo fumetto è la versione in salsa manga del famosissimo romanzo della scrittrice inglese Jane Austen "Pride and Prejudice", scritto nel 1813. Il manga è disegnato dalla brava Reiko Mochizuki.

La storia ha per protagonista la giovane Elizabeth Bennet, una ragazza molto intelligente e senza peli sulla lingua, che non si fa problemi a dire apertamente quello che pensa a chiunque le sia di fronte, indipendentemente dallo status economico e sociale. A una festa incontra l'orgoglioso Mr. Darcy, con cui il rapporto parte nel modo sbagliato, e lei finisce vittima del pregiudizio nei suoi confronti.

Ho letto il romanzo, e mi è piaciuto davvero molto. Trovo straordinario il fatto che sia ancora così attuale anche ai giorni nostri. Comunque non è il romanzo che devo recensire, spendiamo perciò due parole su questo manga. La storia è narrata in due volumi di poco più di cento pagine ciascuno,forse un po' troppo velocemente. I passaggi principali del libro, gli eventi più importanti e i vari dialoghi sono tutti presenti e lo sono in modo piuttosto fedele, ma non si capisce bene lo scorrere del tempo. Non ci sono didascalie o pagine di passaggio tra una giornata e un'altra. Ad esempio in una si è ad un ballo, in quella dopo Elizabeth e sua sorella parlano del ballo avvenuto una settimana prima. Questo è uno dei pochi aspetti negativi. Un altro di questi è la poca introspezione che hanno i personaggi, Elizabeth specialmente, che non sembra la donna forte che è nel romanzo ed è qui quasi "sbiadita". Lo stesso posso dire del comprimario maschile, Mr. Darcy.

Per quel che riguarda i disegni non ci si può proprio lamentare. Lo stile della mangaka si sposa perfettamente nel dare vita su carta ai personaggi creati da Jane Austen. Anche gli abiti e i vestiti in uso all'epoca sono ben rappresentati.

Come trasposizione manga risulta abbastanza gradevole, ma non arriva nemmeno lontanamente ai livelli di coinvolgimento che la lettura del romanzo originale può dare. Consiglio quindi di leggere il manga solo in alternativa, se proprio non vi va di leggere il libro.


 0
riko akasaka

Volumi letti: 2/2 --- Voto 9
Ammetto la mia poca originalità e tra i romanzi di Jane Austen decreto "Orgoglio e Pregiudizio" il mio preferito. Non si tratta di un libro lungo, giusto una sessantina di capitoli brevi, ma oltre ai due protagonisti c'è un ricco gruppo di personaggi con le loro storie e sfaccettature che aiutano a creare l'ambiente in cui Elizabeth e Mr Darcy si incontrano. L'allegra e chiassosa famiglia Bennet non sarebbe tale senza le sfacciate sorelle minori di Elizabeth, la sciocca e ridicola madre e il sarcastico padre. Una famiglia del genere che si scontra con la rigida etichetta di Mr Darcy e quindi crea non pochi problemi alla coppia di innamorati, deve essere bene rappresentata dando il giusto spazio ai vari componenti, altrimenti si rischia di non comprendere a fondo uno dei punti cruciali della trama. Per questo lo ritengo un libro difficilissimo da trasporre in film o, come in questo caso, in un manga di soli due volumi. Meglio quindi precisare che il mio voto è alto non perché questa versione in sè mi abbia così pienamente soddisfatta, ma perché con le poche pagine a sua disposizione la mangaka non poteva obiettivamente far di meglio. Reiko Mochizuki è riuscita a ricreare l'atmosfera del libro, alcuni personaggi secondari vengono sacrificati e la loro caratterizzazione risulta inesistente, ma lo spirito dell'opera non ne ha eccessivamente sofferto. La trama si svolge più velocemente rispetto al libro, ma non si ha l'impressione che i fatti si susseguano a ritmo frenetico, c'è uno svolgimento fedele e di piacevole lettura. Un punto di merito è la rappresentazione grafica dell'altero, aitante e bellissimo Mr Darcy la cui presenza magnetica viene notata subito da tutti. Il disegno cerca di soddisfare questa descrizione, infatti Mr Darcy è stato disegnato visibilmente più attraente rispetto agli altri personaggi. Un punto di merito perché in tutte le altre trasposizioni che ho visto l'aspetto di questo personaggio è sempre stato così anonimo e desolante da deludermi non poco.
Consiglio questo manga a tutti, anche a chi non ha letto il romanzo (ricordatevi però che è una storia d'amore!), ma fate un piacere a voi stessi e provate prima il libro, che nonostante sia un'autrice classica Jane Austen è scorrevole come un autore contemporaneo e la sua sagace ironia ve la farà amare.


 0
kikkokat

Volumi letti: 2/2 --- Voto 7
In Giappone il suddetto manga è uno dei tantissimi fumetti tratti da libri occidentali, nel 90% dei casi romanzi inglesi o americani più o meno famosi.
Solitamente le autrici che vengono chiamate per trasportare in manga i suddetti libri, sono mangaka conosciute, tipo Youko Hanabusa e proprio Reiko Mochizuki, autrici che magari negli anni '80 pubblicavano shoujo e poi sono passate a pubblicare Josei.
Altre volte invece le autrici sono semi-sconosciute.

Comunque andando al sodo, ogni volume consta solamente di 128 pagine (ha quanto ho capito tutti i volumetti di quella collana sono così); la fortuna di "Orgoglio e Pregiudizio" è che almeno la storia si dipana in 2 volumetti (la maggior parte di queste storie infatti sono volumi unici).

La storia la sanno tutti poiché il romanzo è davvero famoso (e per chi non ha voglia di leggere il romanzo hanno fatto svariati film).

Comunque la modesta famiglia Bennett cerca di accasare le figlie con qualche uomo benestante. Jane, la maggiore, si innamora di Mister Bingley, un uomo ricco che fa visita alla sua tenuta che si trova proprio nel paese dei Bennett. Insieme a Bingley c'è un suo amico, Mister Darcy.
All'inizio Darcy, per i suoi modi, viene preso molto in antipatia da Liz (la protagonista della storia) e il sentimento sembra reciproco.

A poco a poco le cose cambieranno....

Non mi dilungo oltre. I disegni sono così così. Mi spiego meglio. Gli sfondi sono magnifici e le architetture sono a dir poco disegnate in maniera incantevole.
I personaggi invece così così. Specie per quanto riguarda le persone anziane, l'autrice sembra avere difficoltà, col risultato finale che sembrano un po' degli spauracchi.
Anche i vestiti (quelli femminili) mi sono sembrati poco riusciti. O erano troppo modesti e tutti uguali (vedi le sorelle Bennett) o troppo esagerati e marcati (vedi la sorella di Bingley).

L'edizione GOEN è più che sufficiente, non mi sono per nulla piaciuti i risvolti di copertina di colore rosa tipo fluo, erano davvero un pugno nell'occhio.
Apparte questo nel complesso la traduzione m'è sembrata molto buona. Ogni tanto qualche pagina aveva il difetto "trasparenza" ma sole alcune, non tutte.

Al di là dei fans di Jane Austen, lo consiglio a chi ama i manga ambientati in secoli passati ma non troppo lontani o a chi vuole un'ambientazione europea.

Non ho messo più di 7 come voto perché certe cose potevano essere chiarite meglio, alcune situazioni mi sono apparse un pochino frettolose. Ma resta un manga leggibile.