logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 1
Piotre

Volumi letti: 8/16 --- Voto 8,5
Opera che nei primi volumi non mi aveva per niente colpito, ciò nonostante vi è qualcosa in questa narrazione che ti tiene incollato, necessiti sapere come finirà questa storia ossia, tra il protagonista è la best waifu(la zia), cosa succederà? Vi è una curiosità incandescente che ti tiene incollato alle pagine.

La storia cerca un equilibrio tra una storia sentimentale più o meno seria e il fatto che la sessualità esiste. Un equilibrio non sempre rispettato, alcune volte si eccede in un lato preferendolo all'altro, la perfezione chiaramente non è umana, ciò nonostante si ottiene una trama piuttosto interessante.

Una cosa che ho apprezzato è che il protagonista non rimane uguale dall'inizio alla fine della trama, infatti all'inizio ci viene presentato come un ragazzo timido ed insicuro, tormentato da traumi di un passato neanche così lontano, ma lentamente il protagonista acquisisce maggiore sicurezza in sé stesso, maggiore forza di volontà, maggiore abilità nel corteggiamento. Non parliamo di uno sviluppo veloce ed immotivato, ma di una formazione lenta e progressiva, e come spesso accade nella vita vi sono anche dei passi falsi, degli sbagli a cui bisogna porre rimedio.
Non ho notato lo stesso cambiamento per quanto riguarda i personaggi femminili, cosa che mi è dispiaciuto, in tal senso l'autore preferisce svelarci lentamente le loro vere intenzioni e i loro desideri più intimi, ma a mio parere non cambiano, semplicemente ci viene mostrato qualcosa che precedentemente era solo immaginazione del lettore.

Un altro elemento che non ho gradito è stata l'assenza di riutilizzo di alcuni personaggi, che a mio parere avevano ancora tanto da dare, capisco che la storia è basata su un romanzo per cui si tende a ricalcare quella trama, ma essendo una rivisitazione qualche eccezione la si poteva anche portare. Alcune relazioni terminano senza una vera e propria fine, mentre altre hanno un chiaro punto, alcune si chiudono senza punti, lasciando dei possibili spazi di manovra, e l'autore lo sa difatti alcune delle ragazze le fa ricomparire in qualche tavola, forse a rimpolpare la speranza del lettore che qualcosa possa succedere?

Lo stile di disegno è normale, gradevole, vi è un buon utilizzo degli spazi, delle inquadrature, che comunque rendono estremamente gradevole la lettura.
Il punto forte dell'opera rimane la trama e la curiosità che ti suscita sapere come finirà.

Archimede

 1
Archimede

Volumi letti: 358/16 --- Voto 9
Una storia lunghissima, che riprende un importante mito giapponese, la leggenda del Gengi, il principe splendente.
Trama e personaggi li trovate su Wikipedia, quindi non serve raccontare nulla qui.

Quando si inizia a leggere, si ha la netta impressione che il protagonista, Minamoto-kun, sia un personaggio scipito, un fantoccio nelle mani dell'affascinante zia che lo usa per fargli rivivere la leggenda dal Gengi e il suo amore con 14 donne per corroborare con un esperimento un'improbabile ricerca universitaria. In realtà, proseguendo nella lettura, mi sono reso conto che Minamoto e la sua storia sono solo un filo conduttore per presentare i personaggi femminili che egli incontra, paradigmi estremamente diversi della sessualità femminile, descritti nella narrazione ma soprattutto nel disegno con abilità e cura decisamente al di sopra del livello tipico di un fumetto. Parlo di paradigmi (esempi) e non di stereotipi perché la cura maniacale della grafica nel disegno delle figure umane, ma anche dell'ambiente in cui si muovono, riesce ad ovviare in parte alla mancanza di capacità introspettiva propria del fumetto e a far intravvedere l'interiorità. Paradossalmente, il disegno del "protagonista" Minamoto-kun è invece piuttosto schematico.

Si tratta chiaramente di un racconto erotico, che però si mantiene leggero e delicato, non cadendo mai nella pornografia, nemmeno quando descrive esplicitamente rapporti sessuali.