logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
hachi_rosa92

Volumi letti: 7/7 --- Voto 10
Questo è stato in assoluto il mio primo Shounen-Ai. Comprai i primi due volumi 10 anni fa in un'edicola di San Bartolomeo al Mare (Capiamoci! L'ultimo posto dove andare a cercare fumetti!): la figlia della proprietaria viaggiava in America e ogni tanto si portava dietro dei volumi in inglese. E' così che ho conosciuto "La Esperança". Solo quest'anno mi sono decisa a ordinare su internet quelli che mancavano... e non ne potrei essere più felice.

La storia parla di Georges Saphir, uno studente modello amato da tutti, che però stringe solo amicizie superficiali e nel profondo è inavvicinabile; e di Robert, un ragazzo ribelle che dovrebbe essere espulso ogni due per tre, ma che è protetto dal fatto che il preside è a conoscenza del motivo per cui lui si comporta così... e che ha a che fare con delle colpe nel suo passato che non riesce a dimenticare. Georges è molto somigliante a Grace, ex fidanzata di Robert con un ruolo importante nel passato che lo tormenta, e così Robert non riesce a evitare di avvicinarsi a lui... e Georges non riesce a evitare di avvicinarsi a Robert, "whose eyes pierce right through my soul, revealing things even I don't want to see". Ma mano che la storia procede, tutti i segreti del loro passato vengono rivelati mentre i due si avvicinano sempre di più.

Cosa rende questo fumetto unico, per quel che mi riguarda?
1 - La componente Shounen-Ai c'è, ed è importante, ma nasce come conseguenza del loro processo di scoperta di se stessi a un livello più generale. Per intenderci, quello che accade NON è che i personaggi cambiano in conseguenza del loro amore reciproco, ma piuttosto il contrario: i personaggi vivono delle profonde lotte interiori con i demoni del loro passato, ed è mentre affrontano queste lotte che mano a mano, gradualmente, si rendono conto di essere diventati un sostegno l'uno per l'altro.
2 - La narrazione è fluida, le sequenze ben costruite, il tratto forse un po' immaturo ma non ce ne si rende quasi conto perché le scene fluiscono con leggerezza. I personaggi secondari sono ben strutturati, e ai momenti drammatici si alternano alcuni momenti divertenti che rendono la lettura piacevole. E la scena finale... che chiaramente non posso spoilerare... è meravigliosa, per motivi che scoprirete.
3 - L'evoluzione di Georges e Robert nel corso della storia, soprattutto negli ultimi due volumi, è qualcosa di grandioso. Georges è quello piccolino e delicato, giusto? Mentre Robert è quello forte? Assolutamente no, perlomeno, non sempre con il procedere della storia. Ma mano che i segreti si infittiscono, che alcune cose vengono svelate, Georges si rende conto di voler diventare forte, e arriva al punto di essere un sostegno per Robert. Insomma: plasticità caratteriale, sfaccettature, un po' come nei personaggi realistici e ben costruiti.
4 - La serie è ambientata in una scuola cattolica, e la fede gioca un ruolo fondamentale. Georges è molto credente, così come lo era Grace. Robert no, per svariate ragioni. In conclusione, non c'è nessun messaggio: e questa è la cosa bella. Georges e Robert si amano (ok, è un po' uno spoiler, ma si può immaginare!) e gli unici impedimenti a questo affetto sono i demoni del loro passato, non la fede di Georges, con cui anzi lui viene a patti dopo essersi confidato con il prete della scuola (che è anche fratello di Robert). Uno Shounen-Ai con un protagonista cattolico? Ehi, si può fare! Personalmente l'ho adorato.

In conclusione, gli unici a cui non consiglierei questa serie sono gli invasati che invocano il medioevo non appena vedono due uomini che si amano. Tutti gli altri non potranno che trovarla meravigliosa.

Nota: per chi leggerà il primo volume, alla fine c'è una sorta di "flashforward veloce" in cui Chigusa Kawai fa vedere un po' di fotogrammi del seguito della storia. Peccato che... quello non sia il vero seguito! Probabilmente, man mano che scriveva, ha cambiato idea e trama, e devo dire che la versione finale, reale, dei 7 volumi è molto meglio di come lei avesse inizialmente immaginato... però quel flashforward è così kawai, ed è come avere due versioni della stessa storia, sono contenta che ci sia!