logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 1
Otaku moderato

Episodi visti: 25/25 --- Voto 9
<b>Attenzione: la recensione contiene spoiler</b>

Eccomi qua con una nuova recensione mecha, stavolta dedicata a uno degli anime mecha più belli che ho visto: parlo di "Macross Frontier", serie del 2007 made in Satelight (che due anni prima creò "Aquarion"), creata per festeggiare il 25° anniversario dell'omonima serie del 1982, che riprende tutti i crismi dell'originale.

La trama è ambientata 2059: sempre più flotte coloniali partono dalla Terra alla ricerca di pianeti da colonizzare o per raggiungere il centro della galassia. Una di queste è la colonia Frontier (la cui ambientazione richiama San Francisco). Siamo in un periodo di grande fermento nella colonia, dal momento che sta per arrivare in concerto una delle idol più recenti e famose del periodo, Sheryi Nome, e, pur di rendere più interessante il concerto, vi è il supporto della squadriglia di circo volante dell'Accademia Mihoshi. Tra essi vi è il protagonista Alto Saotome, figlio minore di una famiglia esperta di teatro kabuki, che lasciò per il disagio dei suoi ruoli, ovvero femminili per via dell'aspetto femmineo derivato dai suoi capelli. Ma, proprio nel giorno del concerto di Sheryi, Frontier viene attaccata da misteriosi esseri alieni ostili dall'aspetto insettoide, e in quell'occasione entrano in scena i nuovi modelli Valkyrie dalla squadriglia S.M.S, alcuni dei cui membri sono Michael Blanc, Luca Angelloni (entrambi sono compagni di classe di Alto), Klan Klan (una Zentradi), il capitano Ozma Lee (appassionato della band di "Macross 7" Fire Bomber) e altri; nel corso dei disordini Alto finirà per salire a bordo di uno dei nuovi modelli di Valkyrie, per poter salvare la vita di una ragazza che ha conosciuto prima del concerto, Ranka Lee.
Terminata la battaglia contro gli alieni, che verranno chiamati Vajra, Alto deciderà di unirsi alla S.M.S come pilota a seguito di molte scelte, ma la verità sui Vajra, uniti a trame nell'ombra, renderà il conflitto molto più oscuro.

"Frontier" riprende molti elementi della prima storica serie, a cui fa parecchi tributi: la squadriglia dei caccia dove Alto milita chiamati Teschi; una gigantesca nave da combattimento trasformabile, qui la Macross Quarter, l'alternarsi di scene d'azione con momenti di vita quotidiana all'interno della colonia, il lancio di carriere musicali in cui la musica giocherà un ruolo decisivo nella vicenda e l'immancabile triangolo amoroso fra i tre personaggi principali, ovvero Alto, Sheryi e Ranka, oltre ad altre storie romance fra vari personaggi.

Affezionarsi a loro è molto facile, e vi dico che Ranka e Sheryi giocano entrambe un ruolo cruciale nel corso dell'opera, quindi viene difficile per chi tifare in ambito amoroso, tuttavia, riprendendo i toni dark di "Plus", vi sono purtroppo personaggi che non si faranno scrupoli ad organizzare doppi o tripli giochi ai danni di Frontier, o peggio alla galassia, rendendo la trama sempre imprevedibile, complice un accurato background alla storia.
Essendo, inoltre, un titolo celebrativo, la trama non si fa problemi a fare richiami a personaggi, avvenimenti e canzoni passate.

Graficamente, Satelight rende giustizia alla saga di "Macross", presentando una Frontier tutta da scoprire, e un mecha design veramente sublime per tutti i Valkyrie presenti e per gli altri mezzi; ma la ciliegina sulla torta è la regia degli scontri, in cui viene letteralmente spremuto il succo della CGI della Satelight con animazioni fluidissime e spettacolari, in grado di spaccare la mascella per la meraviglia.

Ma la vera anima di "Macross" resta la musica, chiamando in causa la famosa compositrice Yoko Kanno (nota per le colonne sonore di molti anime come "I cieli di Escaflowne" o "Cowboy Bebop") per movimentate OST e per le numerose canzoni cantate dalla fata galattica Sheryi Nome o da Ranka Lee, che verrà affettuosamente chiamata Lynn Minmay del nuovo millennio (nel corso della serie verranno riprese canzoni dalle serie passate come "Planet Dance" di "Macross 7" o la leggendaria "Do You Remember Love?"). Anche le opening ringraziano, cioè la coinvolgente "Triangle" (in riferimento al triangolo amoroso visto nelle varie saghe) e l'energica "Lion".

Poco d'aggiungere, merita la visione.

Ironic74

Episodi visti: 25/25 --- Voto 9
La meraviglia è un sentimento di stupore destato da una cosa nuova, straordinaria, secondo quanto ci dice il dizionario; se si potesse fare un parallelo con la letteratura, allora "Macross Frontier" sarebbe la massima espressione del marinismo negli anime, tanto imponente è il suo poco celato desiderio di stupire e meravigliare. Nata per celebrare il venticinquesimo anniversario di una delle saghe più longeve e fortunate (al pari di Gundam) dell'universo animato nipponico, saga che noi in Italia per sfortunate e ben conosciute vicende di diritti conosciamo solo attraverso la triste operazione taglia e cuci chiamata "Robotech", vero Frankestein animato, questo titolo non solo raccoglie in pieno l'eredità del celebre passato in cui si rispecchia senza alcuna vergogna, ma anzi ne amplifica la notorietà restituendole nuova linfa, cosa che non era accaduto nei titoli precedenti con l'esclusione di "Macross Zero". Ed è proprio partendo dai buoni risultati di quest'ultimo titolo che il deus ex machina della saga, Shōji Kawamori, e lo studio Satelight decidono di rinnovare la loro collaborazione per realizzare uno spettacolo grandioso che fosse anche omaggio al titolo originario del 1982. "Macross Frontier" è tutto questo: un meraviglioso blockbuster animato capace di elargire gioia per gli occhi e per le orecchie a piene mani durante tutte le 25 puntate, con un comparto tecnico versione deluxe che raggiunge la quasi perfezione nella commistione tra animazione digitale e computer grafica anche quando la si passa sotto l'impetuosa lente dell'alta definizione, facendole l'occhiolino e sposandone in pieno la filosofia di purezza visiva. Frontier è come una delle sue protagoniste, Sheryl Nome, risplende nella sua bellezza esteriore, nella luce dei suoi mille fasti audiovisivi, facendo dimenticare tutte le sue debolezze, in primis una sceneggiatura piuttosto semplice al limite del banale. Ma non è questo d'altronde che il pubblico si aspetta da un titolo Macross, quindi ben venga la riproposizione, quasi il remake, della stessa storia del 1982 con personaggi e cattivi dal nome diverso, ma praticamente solo in questo, con un continuo gioco di richiami e omaggi che da sempre fa impazzire l'otaku giapponese.

Viviamo anni di crisi economica, un periodo in cui le serie di animazione costano sempre più e sempre più vengono ridotte di numero di episodi con un continuo appiattimento tecnico-artistico, ma ciò non accade in Frontier, dove davvero non si è badato a spese, basti pensare a chi è stato scritturato per le musiche, quella Yoko Kanno che sta dietro successi come "Cowboy Bebop", "Wolf's Rain", "Escaflowne", la cui popolarità risulta essere talmente grande da giungere pure da noi.
La trama è piuttosto semplice e lineare, trattando le vicende della 25a flotta coloniale, la Macros Frontiere per l'appunto, in conflitto contro una nuova forza aliena ostile dall'aspetto di spaventosi insettoidi giganti, i Vajra; su queste vicende corre in parallelo il classico triangolo amoroso di certo non nuovo a chi è avvezzo alla serie, con l'eroe di turno - piuttosto anonimo in questo caso - conteso dalle due idol, vere mattatrici della scena con le loro canzoni.

Come dicevo, non bisogna stupirsi se i personaggi saranno chi più chi meno piuttosto funzionali alla storia stessa, con un davvero misero approfondimento psicologico se non nella figura di Sheryl, che in effetti risulta alla fine una spanna sopra le altre; lo spettatore di Macross è simile allo spettatore di "Star Wars" nel cinema: sì, belle le storie dei personaggi, ma quello che si vuole vedere è l'azione, le grandi scene di battaglia, i caccia Valkirie. e questo Frontier proprio non si lascia pregare nell'accontentare il suo pubblico. Quindi vade retro aspiranti intellettuali, questo non è lo spettacolo per voi; a chi è in cerca di un maestoso intrattenimento invece non resta altro che prendere i pop corn, aspettare che si spengano le luci e assistere allo spettacolo con la bocca aperta, assaliti da fanciulleschi stupore ed entusiasmo.


 1
Nae

Episodi visti: 25/25 --- Voto 6
Quando ho visto questa serie mi ero da poco ripresa dal disgusto che mi aveva causato Macross 7, quindi mi ci sono avvicinata con la speranza che questo anime cancellasse l'orrore di quella parente indegna che ha oscurato la luce che proveniva da Macross Plus (temporalmente antecedente a Macross 7). Non è successo, peccato, ma più di sei non posso dare.

La trama di Macross Frontier è il piombo che trascina negli abissi questa serie, ma veniamo ai fatti: ci troviamo sperduti nell'universo, con la flotta di colonizzazione Frontier. La storia ruota attorno, come sempre, al triangolo di turno, dove in questo caso ritroviamo due idol, Shirley e Ranka, ed un giovane pilota ex attore kabuki disredato, Alto; no, non è alto, è il nome, Alto Saotome per la precisione, e fin qui tutto filerebbe, peccato che la pesca fatta nella piscina di ispirazione della leggendaria Macross (mitica prima serie) sia un po' troppo espansa. Ci sono citazioni che rasentano la vera e propria copia, scene praticamente identiche, a dir poco rievocative. Un banale esempio: ve lo ricordate come muore Roy Fokker? Fate il paragone con Ozma e capirete a cosa mi riferisco.
I nemici in questa serie sono degli pseudo insetti, i vajira, in quanto le battaglie con zentradi e marduke sono storia vecchia (siamo parecchi anni dopo la prima comparsa di queste due razze), gli scontri porteranno le storie dei vari personaggi ad intrecciarsi, mentre ognuno cercherà le proprie risposte sul per cosa valga davvero la pena combattere e sullo scopo della propria esistenza (domande facili come sempre).

Che dire: banale, ma che poteva risollevarsi in qualche evoluzione inattesa, anche il fatto dell'attore kabuki speravo fosse un tentativo di innovazione, ma niente di tutto ciò avviene. Confesso che le caratterizzazione di alcuni personaggi merita e aiuta ad illudere che la serie non sia un fallimento completo, ammetto anche che gli scontri bellici sono realizzati come sempre memorabilmente e che Alto non è il classico pilota che ci si aspetta (non assomiglia ai suoi predecessori, il che è un bene), ma tutto questo non basta e la storia non intriga abbastanza, la carriera e le questioni genetiche delle idol si prendono un po' troppo spazio (come anche le molestie ad Alto da parte delle due) e la questione conflitto e squadriglia che si fa il fondoschiena per salvare la colonia passa in secondo piano per un po' troppa parte della faccenda, e si deve poi correre quando si deve concludere.

Il comparto tecnico spettacolare non può tappare le falle che fanno colare a picco l'anime, quindi nonostante i disegni, le animazioni stupende e la colonna sonora notevole non me la sento di andare oltre la mera sufficienza (ed c'è anche il fatto che, come fan, non posso mettere insufficiente ad un Macross).
Non mi sento di consigliarlo a chi come me è rimasto deluso da Macross 7, penso invece che chi abbia apprezzato quello possa apprezzare Frontier, ma se si è fan di questa leggendaria serie che ha dominato decenni di anime di robotica temo che sia quasi d'obbligo soffrire e guardarsi anche questa, magari con la speranza che in futuro arrivi qualcosa di migliore.


 1
cecche33

Episodi visti: 25/25 --- Voto 8
Anime estremamente godibile e bellissimo da vedere, senza troppe pretese, molto commerciale ma anche ironico e scanzonato: un vero e proprio must per i "macrossiani" doc, ma in generale da vedere per ogni appassionato di japan animation.
L'impianto è quello consueto di solida space-opera avventurosa e romantica, dove le vicende, i problemi e i sentimenti dei protagonisti si stagliano sullo sfondo di drammatiche guerre ed epiche battaglie, nelle quali il genere umano lotta per la sua sopravvivenza, e dove i protagonisti e i comprimari tra amicizie, amori e morte, vanno incontro al proprio destino.
Spina dorsale della serie, dunque, sono i combattimenti aerei, opportunamente accompagnati dalle eteree melodie cantate dalle due protagoniste, Sheryl e Ranka; melodie composte per l'occasione dalla acclamata Yoko Kanno, la quale, dopo essersi già confrontata con l'universo di Macross nel 1994 per i quattro OAV di "Macross Plus", torna a cimentarsi con questa celebre serie in cui la componente musicale gioca una parte a dir poco centrale. L'inossidabile compositrice, in Macross Frontier, svolge un lavoro eccellente ma, a mio parere, discontinuo: lo score alterna pezzi belli e coinvolgenti (da applausi la sigla finale) a riarrangiamenti di vecchi successi, buoni pezzi orchestrali di accompagnamento e a noiose (almeno per me) canzoncine techno-jpop interpretate dalla idol di turno (esemplare in questo senso il repertorio di Sheryl). E' ovvio comunque che in questi casi i gusti personali giochino un ruolo importante nel giudizio finale, ferma restando l'alta qualità del tutto.

Il comparto tecnico è di altissimo livello, e sotto questo aspetto, non vi è dubbio che l'anime funzioni alla perfezione grazie ad adrenalinici "dogfight" su fondali ricchissimi di particolari, ad animazioni molto fluide e ben integrate con la computer grafica 3D, qui a livelli di eccellenza, a battaglie epiche rese in maniera spettacolare (anche se a volte un po' caotica) e che risultano essere una vera gioia per gli occhi e infine ad un mecha-design che è come sempre ispiratissimo. Per altro verso, la regia del solito Kawamori tradisce piacevolmente le origini di questa fortunata saga fantascientifica; se a questo si aggiunge il fatto che le citazioni della prima storica serie datata 1982 sono innumerevoli (ed ogni appassionato si divertirà a trovarle da solo, ma voglio segnalarvi comunque che questo cartone vi offre, tra l'altro, la possibilità di assistere a una reinterpretazione dell'ameno motivetto <i>"Il mio ragazzo è un pilota"</i>, con tanto di saluti militari e "mossine" durante il ritornello, una vera perla!), è facile capire che la sensazione di deja-vù diventa, talora, fortissima.

Accanto ai combattimenti, ovviamente non possono mancare le schermaglie amorose tra i vari personaggi, vera croce e delizia di tutti i "Macross-otaku", che non rimarranno di certo delusi. Dico solo che oltre al triangolo principale Alto-Sheryl-Ranka vi saranno anche varie altre sottotrame che faranno felici i gusti di tutti. Personalmente, ho trovato anche eccessiva questa congerie di intrecci sentimentali, sebbene mi abbia colpito la vicenda di Michael e Klan Klan, sospesa a metà tra autoironia e tragicità.
La produzione getta in campo svariati personaggi, alcuni caratterizzati piuttosto bene, altri un po' meno, e si fatica a capire il perché di personaggi come Nanase o Luca. Più in generale, come è stato giustamente detto, i questo caso lo stereotipo la fa da padrone, senza contare poi l'eccessivo fanservice di cui si sarebbe fatto tranquillamente a meno. Alcuni personaggi restano però impressi nella memoria: uno su tutti, l'ammiraglio comandante della Macross Quarter, riedizione tamarra del più compassato comandante Gloval.

La trama, centellinata nell'arco dei venticinque episodi, è tutt'altro che trascendentale, risultando un impasto, abbastanza prevedibile, di azione e melodramma, anche se riesce ad incuriosire ed a emozionare. Non mancano poi nemmeno i momenti di pathos. Non aspettatevi niente di particolarmente innovativo o originale (si sa che ai fan piace rivedere sempre la solita minestra riscaldata). Pollice verso per l'assurdo finale.
Ciò nonostante, e concludendo: consigliato a tutti (è decisamente migliore di tanta altra roba che va per la maggiore, un nome a caso "Gurren Lagann") e praticamente obbligatorio per i Macross fans.
Voto: 8 pieno.

generalenero

 1
generalenero

Episodi visti: 25/25 --- Voto 10
Che dire, erano anni che non mi appassionavo così tanto ad una serie!
Mi ha preso da subito, vi dico solo che mi sono visto l'intera serie in 4 giorni!
La storia, al di là dei voluti richiami alla prima serie, è stata un continuo gira e rigira tra mega scontri spaziali e intrecci amorosi, e devo dire che sono questi la parte del cartone che, stranamente, a tratti mi hanno attratto di più. C'è solo da scegliere per chi tifare: per Sheril o per Ranka? io personalmente tifavo per quest'ultima, perchè sono di quelli che... tifano sempre per i più deboli!! ehehe
Devo dire che hanno fatto davvero un bel lavoro... forse il finale potevano anche gestirlo meglio... magari un'ultima puntata un po' più lunga, o forse, perchè no, una puntata in più, non avrebbero fatto male.
Concludendo, posso solo consigliare a tutti questo film: vi dico solo che la mia fidanzata, non una vera appassionata, mi ha detto di non raccontarle il finale, che si vuol vedere tutta la serie!
Aspettiamo con ansia i due film, specie il secondo, che da indiscrezioni sembra un po' diverso dalla trama della serie.


 2
Maison72

Episodi visti: 25/25 --- Voto 7
Inizio con qualche dato:
Titolo Macross F
Genere Fantascienza
Episodi 25

Chief Director: Shoji Kawamori
Director: Yasuhito Kikuchi
Series Composition: Hiroyuki Yoshino
Script: Hiroyuki Yoshino (ep 1-3)

Storyboard:
Shoji Kawamori (ep 1, 2)
Takao Abo (ep 3)
Yasuhito Kikuchi (ep 1, 2)

Episode Director:
Kiyoshi Matsuda (ep 2)
Takao Abo (ep 3)
Takayuki Tanaka (ep 1)

Music: Yoko Kanno

Fonte: animenewsnetwork

Siccome sono un grande fan della prima storica serie di Macross non vedevo l'ora di vedere questa ultimissima serie prodotta in concomitanza del 25esimo anniversario. In Giappone il primo episodio e' andato in onda il 24/12/2007 ed e' finita pochi mesi fa.
Gia' dai primi episodi sono rimasto un po' perplesso, un po' troppe le citazioni prese dalla prima serie, anzi ci sono proprio scene che sono copiate o quasi; poi la scelta di riproporre il triangolo amoroso, il fatto di ripresentare il fenomeno idol in entrambe le protagoniste, la stessa rievocazione del nemico sconosciuto e implacabile questa volta impersonificato dai Varya mi hanno lasciato sempre piu' dubbioso.
Non e' una brutta serie ma e' infinitamente lontana dall'essere un capolavoro; e' godibile, con molte scene d'azione, con diverse situazioni lasciate in sospeso fra un episodio e l'altro per mantenere alto l'interesse.
Mi ha dato un po' fastidio l'uso del fanservice in un paio di personaggi, e' veramente evidente e lascia abbastanza a desiderare.
Alcune musiche sono molto belle, non a caso c'e' dietro quel fenomeno di Yoko Kanno, altre invece a mio avviso sono troppo caotiche.
In definitiva ho avuto la netta impressione che questa serie abbia ricevuto una eccessiva impronta commerciale, il finale a me non e' dispiaciuto.
Possibilità che venga acquistata in Italia? Puo' darsi, ma in Giappone hanno fatto molte serie piu' belle di questa.


 2
laury84

Episodi visti: 25/25 --- Voto 6
Ennesimo nuovo capitolo della saga Macross. Se visivamente e tecnicamente è stupendo (con animazioni, soundtrack e design curatissimi) altrettanto non si può dire della trama e dei personaggi. La serie era partita benino con degli intrighi promettenti, che però si sono persi per strada, fagocitati dai patemi d'animo dei protagonisti e dalla spettacolarizzazione dei combattimenti. Macross è famoso per concentrarsi sui problemi dei personaggi, attraverso i quali vediamo gli eventi, ma da qui a farne una soap-opera adolescenziale ce ne passa. Non sono riuscita ad affezionarmi ai personaggi, che ho trovato spesso stereotipati e di cui non ho capito le motivazioni profonde e che (a parte Sheryl) non sono per nulla cresciuti alla fine della serie. Poco spazio è stato dato poi allo sviluppo dei comprimari. Un'occasione sprecata insomma, l'intreccio seppur non originale era comunque buono; l'ho guardato tutto nella perennemente delusa speranza che migliorasse.
Se non fosse per l'eccellente comparto tecnico (che sarebbe da 10) gli darei un'insufficienza.

vinile2000

 1
vinile2000

Episodi visti: 25/25 --- Voto 10
Veramente bella, una storia intrigante e ricca di colpi di scena ed i personaggi hanno dei tratti caratteriali molto ben definiti. La trama è semplicemente fantastica, ricca e per niente banale, farebbe invidia a molti film di fantascienza, in più sono presenti per gli amanti di macross, come me, moltissime citazioni della prima serie, come la ragazza che lavora al ristorante cinese niang, il recupero in volo di ranka lee... L'ambientazione sognante della frontier (arca spaziale per il genere umano alla ricerca di un pianeta dove vivere) contorna il tutto e fa divenire questo anime un capolavoro.
L'animazione è ovviamente di serie a, il mecha design è superlativo e la colonna sonora, che in tutti i macross la fa da padrona, si adatta benissimo al resto, rendendone un pacchetto unico e imperdibile, secondo solo al primo macross.
È impossibile non appassionarsi, spero proprio che venga presto tradotta in italiano.


 2
Horus

Episodi visti: 25/25 --- Voto 8
Chi non ha visto Robotech alzi la mano? Ovviamente soprattutto tra le generazioni più recenti molti non sapranno di cosa sto parlando, pertanto qualche parola va detta. Robotech è una serie animata creata da un lavoro di copia incolla realizzato partendo da tre differenti serie anime giapponesi, una cosa abbastanza usuale negli anni ’80 negli Stati Uniti, ad ogni modo Macross fu una delle serie utilizzate come punto di partenza. Questa lunga premessa è dovuta al fatto che Macross Frontier è una serie di 25 episodi realizzata in occasione del 25° anniversario della serie storica.

La linea temporale rimane sempre la stessa tuttavia dagli eventi narrati nel primo Macross sono passati quasi cinquanta anni, la guerra contro gli Zentraidi ormai è lontana e la razza umana scampata allo sterminio da tempo ha deciso di viaggiare nelle profondità dello spazio alla ricerca di nuovi pianeti da colonizzare. A guidare questa impresa sono flotte create da imprese private che tramite l’ausilio dei viaggi attraverso il fold riescono a muoversi, seppur con difficoltà, a velocità superiori a quella della luce. Una di queste flotte colonizzatrici è per l’appunto la Macross Frontier in cui lo spettatore viene introdotto con l’arrivo della “Fata Galattica” Sheryl Nome, che insieme ad Alto Satome e Ranka Lee sarà tra i protagonisti della storia. Il suo arrivo tutto sommato si dimostra molto movimentato poiché in contemporanea faranno la loro comparsa i misteriosi Vajra. La trama di Macross Frontier è per certi versi particolare, questo è dovuta alla notevole importanza della componente musicale, che anzi si potrebbe definire come la colonna portante dell’anime, per tale ragione se da una parte si seguirà la vicenda legata ai Vajra e all’azione in senso stretto, dall’altra troverà ampio spazio anche l’attività canora delle due protagoniste. Situazioni parallele ma continuamente intrecciate tra di loro sino alla fusione finale.

I personaggi sono resi in modo decente, invero gli unici a essere più caratterizzati sono i tre protagonisti, Alto, Sheryl e Ranka soprattutto nel tentativo di portare alla luce le ragioni che animano le loro azioni e anche nell’ottica del triangolo che tra gli stessi si viene a instaurare. Per quanto attiene al comparto tecnico credo sia in primo luogo necessario premettere il fatto di aver visto la versione blu ray, detto ciò ritengo che la parola più idonea per definirlo sia “stupendo”, se si glissa su qualche imprecisione a volte presente nei volti dei personaggi la qualità dell’animazione è a un livello incredibile, soprattutto la resa grafica dei combattimenti si dimostra estremamente fluida e dettagliata. Passando al lato “sonoro”, beh la colonna sonora di Macross Frontier non teme rivali, già nel primo episodio si ha un ampio assaggio di ciò, a me personalmente è piaciuta moltissimo “Lion” in cui Sheryl e Ranka realizzano un duetto memorabile. Comunque quest’aspetto “sonoro” di Macross Frontier è in effetti il punto di forza dell’anime, la varie scene d’azione sono sempre accompagnate da una coinvolgente canzone interpretata o da Sheryl o da Ranka, e in fondo il tema portante della trama è proprio la dolcissima “Aimo” cantata da Ranka.

Tirando le somme dare un giudizio completo su Macross Frontier non è agevole, la trama pur coinvolgente non è nulla di trascendentale, tuttavia la resa grafica e l’incredibile colonna sonora alzano decisamente il valore dell’anime, quindi a conti fatti un 8 pieno è più che meritato. Nota a margine, per chi volesse cimentarsi nella visione dell’anime va precisato che del primo episodio esistono varie versioni, qualora non si abbia l’intenzione di vederle entrambe quella “giusta” è la Deculture.

Brona

 1
Brona

Episodi visti: 25/25 --- Voto 10
Questa serie è veramente bellissima!!!
La consiglio vivamente, sia agli appassionati della saga Macross, sia a tutti coloro che amano il genere fantascienza-mecha. Le animazioni sono ottime e il mecha-design è sicuramente uno dei + belli attualmente in circolazione. Anche sul piano delle musiche risulta pienamente apprezzabile (lo dico io che amo il metal), ben inserite nei vari contesti, anche se va detto c'è solo pop. ç_ç
La trama poi è ben sviluppata e, cosa da non sottovalutare, elargisce spiegazioni logiche ad ogni avvenimento presentatosi.
Dal punto di vista dei personaggi direi,sebbene con alcune eccezioni, che anche questi son ben sviluppati, alcuni vi piaceranno di sicuro, vedi Michael, un mito, altri li troverete senz'altro odiosi , come "Luca" un elemento inutile. In definitiva direi che Macross Frontier è un bellissimo anime adatto, sia agli appassionati della serie, sia a tutti coloro a cui piace la fantascienza. Lo consiglio vivamente a tutti.

Achille

 1
Achille

Episodi visti: 25/25 --- Voto 7
<b>!!!ATTENZIONE!!!
Recensione semiseria che contiene pseudospoiler , - io ve l'ho detto, poi fate voi.</b>

Un polpettone pop-commerciale con tutti i sacramenti (Oh, non gli manca proprio niente), - ti credo che ha vinto tutta quella caterva di premi agli ultimi oscar degli anime! Abbiamo la idol di turno strafiga strabrava stracool e stratutto; il pilota effimminato scontroso conteso da tutti gli esseri vagamente femminili che si vedono passare davanti le telecamere di Frontier; la piccola timida dolce piagnucolosa odiosissima cenerella (per chi non l'avesse capito, Ranka-chan) che diventa la medium canora universale contesa da tutti i tizi che vogliono farsi un pozzo di soldi alle sue spalle; il bamboccio scienziato bloccato; l'occhialone play-boy di turno; una serie di giovani fanciulle come equipaggio della nave spaziale, abbondantemente accessoriate (fisicamente, si capisce); il capitano di battaglione macho grezzo superduro tutto di un pezzo (...Oniiiiii-chan); l'ammiraglio della flotta SMS che pare Harlock invecchiato di 200 anni (invecchiato male); una gigantessa/minimarmocchia innamorata del tizio con gli occhiali di cui sopra, con due tettone che alla fine le è venuta l'ernia ai lombari (è vero che è una zentrade... ma così è eccesivo, prenderà la 17° di reggiseno); e dulcis in fundo, oltre a cyborg/agenti/piloti da Macross Galaxy e una serie di comparse variegate e variamente inutili, gli insettoni versione mecha direttamente da Starship Troopers - alias Vajra (che cazzo di nome è?). E se tutto questo non vi basta, la ditta rilancia ed aggiunge anche un centinaio abbondante di canzoni stile fashon pop e condisce il tutto con scenografie cangianti ultracoloratissime e coreografie in computer graphic supersonica. Tanti combattimenti interstellari genere - Ti amazzooo!!! - o - Maledettooo!!! - o ancora - Espanditi fino ai confini della Galassia (e che è, Saint Seya?) - con missili, laser, scie di combustioni ed esplosioni da tutte le parti; un casino, insomma. Eppure, come dicevo, è un opera commerciale studiata a puntino, quindi la trama presenta tutti gli stilemi classici del genere sci-fi animato, presentati con lo stile classico dello sci-fi animato: quindi un nemico manifesto, un nemico che cova nell'ombra e manovra tutto, intrighi di palazzo, amori incrociati travagliati e strappalacrime, vari scontri aerei dove i soliti malcapitati ci lasciano le penne brutalmente, e l'ultima immensa apocalittica e piena di pathos battaglia per la salvezza del genere umano contro un nemico ultrapotentissimo. E alla fine trionfa l'amore? No, macché, trionfa la musica, è ovvio. De culture...(?). Eppure ci piace tanto, ogni tanto, fra un Ghost in the Shell e un Darker than Black, il commerciale senza troppe riflessioni e senza troppi fronzoli e con un bel "happy end" dopo un gigantesca ed incasinata carneficina cosmica per la salvezza del mondo a ritmo di Sheryl che canta sul ponte della nave ammiraglia in mezzo ai caccia che saltano in aria (molto d'effetto!). Prendi un 7 e porta a casa. Sempre cantando ovviamente.


 1
Maynard

Episodi visti: 13/25 --- Voto 6
Sono a metà serie vorrei esprimere le mie idee finora...
Sul lato tecnico nulla da eccepire, senza dubbio. Disegni ottimi, animazioni fluide, colori vividissimi, regia varia ma mai eccessiva, CG bene inserita nel contesto e mai invasiva. Il design mi piace, personalmente, sia il character che il mecha. I mezzi sono spettacolari e le battaglie aeree ottimamente realizzate e avvincenti.
Sulla trama sospendo il giudizio fino alla fine, le premesse finora sono piuttosto buone, poi vedremo come si avvierà a compimento. Però questo lavoro ha anche lati negativi secondo me, almeno due e piuttosto importanti:
1) La musica. Troppa. Troppe canzoni in ogni puntata...poi alcune sono anche piacevoli e inserite nel contesto, ma alla lunga diventano pesanti e annoiano.
2) I personaggi. Alcuni sono buoni (personalmente salvo Alto e Shirley), altri sono veramente delle piaghe. Renka è fastidiosa come pochi, forse solo Luca è peggio di lei, soltanto che Luca è un personaggio piuttosto marginale, mentre Renka è sempre in mezzo alle balle (se mi perdonate l'espressione). In generale sui personaggi direi che lo stereotipo la fa un po' da padrone. Comunque al momento la serie mi ha avvinto abbastanza, per cui la vedrò con piacere fino alla fine.

zigghy

 1
zigghy

Episodi visti: 25/25 --- Voto 7
Purtroppo Macross Frontier non è che un bellissimo diamante che riflette schegge inconsistenti di una trama semplicemente confusa e plagiata! Bellissima nel mecha design, nelle canzoni, nel saper emozionare con montaggi e regia da videoclip, trascende gli standard odierni verso quelli che saranno i lidi dell'animazione del futuro. Ahimè il plagio da Aliens, il lasciar tutto in sospeso, l'infilarci Evangelion e i cattivi che poi in realtà sono dei Pokemon Pucchosi, sebbene il supercorrazzamento e i morti ammazzati che provocano ogni episodio, è imprescindibile. Quindi nonostante la morte cerebrale da bombardamento visivo e sonoro d'altissima qualità, si riaccende il neurone in quella trama buttata lì in tre episodi capace di distruggere un'impalcatura altresì rifulgente. Peccato, non si salverà come classico ma la parte visiva e sonora c'era tutta. Se però sono le emozioni che cercate Frontier, al di là della logica, vi regalerà anche solo con la sigla finale più di molte favoleggiate opere d'arte moderne. Si spera nel proseguo visto il finale delirante.

fubelli

 1
fubelli

Episodi visti: 25/25 --- Voto 9
Decisamente un bell'anime. Sono un appassionato delle serie mecha ma non mi ero mai avvicinato all'universo Frontier... Le animazioni sono stupende e l'OST lascia a bocca aperta (certe canzoni son da salvarsele :D). La trama è ottima a parte qualche episodio dove salta fuori una trama banale (ndr episodio del film al mare). A parte questo l'anime comincia subito molto rapidamente e questa è una cosa a mio avviso positiva.
La parte finale mi ha lasciato a bocca aperta (pareva un musical), ma era comunque uno spettacolo per gli occhi, vajra da tutte le parti e esplosioni continue.
Consiglio vivamente questo anime a chi vuole entrare nel mondo del mecha. Di sicuro non vi deluderà :D

Gisaku75

 1
Gisaku75

Episodi visti: 25/25 --- Voto 7
Una serie degna del 25° anniversario di Macross. Bellissima colonna sonora Pop, ottime scene di battaglia e una storia ben strutturata e ricca di colpi di scena ben azzeccati. Perde purtroppo nel finale, in cui tutto viene risolto un po troppo in fretta, e alla maniera delle favole della buona notte. I cattivi vengono sconfitti grazie alla forza dell'amore e delle canzoni e tutti vivono felici e contenti. Questo più la presenza della chibi zentradi Klan Klan fermano il voto a 7. Un peccato per una serie che con un po meno di inutile fanservice e qualche puntata in più per dipanare la storia avrebbe meritato un 8 pieno forse un 9. Comunque da non perdere per tutti gli amanti di Macross.

Robocip

 1
Robocip

Episodi visti: 25/25 --- Voto 10
Una parola: Spettacolare! Animazioni fantastiche, trama bella ed intrigante con molti colpi di scena, soprattutto verso la fine. I combattimenti sono assolutamente fenomenali, e pure le musiche mi sono piaciute tantissimo! Ultimo, ma non per importanza: una delle migliori e più epiche battaglie finali mai viste in un anime! Mi ha esaltato a dir poco! Ricalca molto la serie originale, pur introducendo molte innovazioni ed un'attenzione maniacale ai dettagli. Non vedo l'ora che esca il film!

ciaca70

 1
ciaca70

Episodi visti: 11/25 --- Voto 7
Macross è ormai diventato un sigillo, un marchio.
Anche in questa "Frontier" ci sono i soliti elementi che contraddistinguono le serie Macross: la musica e la cantante di turno, la guerra tra civiltà aliene, il pilota "superfortissimo" di valkirye, e immancabile, il solito e ormai abbastanza scontato triangolo amoroso tra lui e due giovani donzelle canterine di cui una celebre e l'altra alle prime armi. In mezzo una serie di "misteri" non ancora svelati (e temo mal svelati o peggio mal congegnati, come ci hanno purtroppo insegnato le precedenti storie di macross) che comunque contribuiscono a rendere interessante la trama al di la di quale sarà la tipa che alla fine conquisterà il cuore del supereroe. Insomma, storiellina senza troppe pretese, ma anime che da il meglio di se nel comparto della grafica (ottima l'integrazione tra tradizionale e CG 3D), dell'animazione (a volte fin troppo fluida, complessa e concitata, al limite del mal di testa) e della colonna sonora (stupendo il tema principale ripreso e riarrangiato dalla precedente macross plus). Per i "macrossiani" forse la migliore di sempre (anche se non entusiasma il chara design), in attesa di vedere come si evolve la storia.

noodles

 1
noodles

Episodi visti: 8/25 --- Voto 8
Nata per celebrare il 25° anniversario della capostipite Superdimensional Fortress Macross, o Robotech in occidente, la serie è tuttora in corso in Giappone (l’ultima puntata trasmessa nel momento in cui scrivo è l’8°) quindi non so quanto sia corretto farne subito una recensione, soprattutto sbilanciandomi in positivo, tuttavia queste prime puntate sono così entusiasmanti che mi è impossbile tacere! Macross Frontier si presenta come una space opera avventurosa priva quindi di eccessivi psicodrammi, riflessioni metafisiche, paccottiglia biblica/cabbalistica e fondata sui pilastri dell’universo di Macross: i Variable Fighter, la guerra contro gli alieni (che in questo nuovo capitolo della saga sono i temibili e misteriosi Vajra visto che i nemici del passato ovvero gli Zentradi sono ormai pacificamente inseriti nella società umana), il triangolo amoroso con al centro il protagonista principale Alto Saotome pilota di VF, la cantante famosa e di conseguenza la musica… certo alcuni aspetti possono far storcere il naso come l’ambientazione scolastica di cui a quanto pare non riusciremo proprio mai a liberarci (anche se non era mai stata usata in Macross), i momenti e i personaggi più “kawaii” (Luca è un monumento al fastidio)… tuttavia la serie non è affatto infantile ed è un buon amalgama di azione (i combattimenti sono fulminei, asciutti e adrenalinici… finalmente!), ironia, dramma e introspezione… ad impreziosire il tutto poi c’è un comparto tecnico da mascella slogata. Partendo dalla musica composta dall’acclamatissima Yoko Kanno che in Frontier come in ogni capitolo di Macross è omnipervasiva e sebbene si mantenga in generale su uno stile pop o j-pop (la maggior parte dei pezzi è costituita dal repertorio delle cantanti protagoniste) riesce a essere piacevole anche per chi, come me, ha gusti decisamente diversi. Soprattutto quando fa da eccellente colonna sonora agli scontri tra gli squadroni umani e gli alieni. La resa visiva poi è in una sola parola stupefacente e, cosa ancora più importante, la regia si dimostra piena di inventiva e stile. Insomma sarebbe un crimine lasciarsi scappare Macross Frontier.

Brutal

 1
Brutal

Episodi visti: 7/25 --- Voto 7
Seguito della serie Macross e Macross 7 (che non ho visto a dire il vero).

A seguito di una devastante lotta con la razza aliena dei Zentradi, l'umanità ha abbandonato la terra e si è sparpagliata un po' in tutto l'universo per aumentare le proprie possibilità di sopravvivenza. Ora la razza umana vive in grandi comunità fluttuanti, situate su gigantesche navi spaziali che contengono al loro interno un vero e proprio ecosistema con tanto di prati e laghi. Ma a quanto pare, i Zentradi se ne sono accorti, e spetterà a dei ragazzi che pilotano gli immancabili "mecha" di proteggere la loro razza. I disegni e le animazioni fanno la loro bella figura: gli amanti dei combattimenti tra robottoni non rimarranno delusi.