logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
giovmuga

Episodi visti: 24/24 --- Voto 7
Questo anime mi ha colpito piacevolmente, soprattutto dopo aver fatto un rewatch che mi ha permesso di analizzare più approfonditamente il tutto con un occhio diverso; il punto forte di questo prodotto sicuramente è la trama, senza nulla togliere alla sceneggiatura, che mantiene un bel ritmo, senza mai cadere nel banale.
L'originalità della storia difatti basta a valorizzare questo prodotto: di base l'idea è particolare, l'autore tiene il filo della sceneggiatura con piccole sotto-trame che s'intersecano tra di loro, lasciando che il mistero intorno a tutta la verità su un mondo andato in rovina sia legata indirettamente ai protagonisti della storia.

Layfon è funzionale al ruolo di protagonista, con un carattere forte forgiato dal bagaglio del proprio passato, che lo rende all'inizio quasi antipatico, ma, vedendo questo anime, si nota come tutto scorra intorno alla relazioni di fiducia che lo stesso protagonista allaccia con i compagni della squadra.
L'idea delle battaglie simulate a squadre per l'avanzamento di livello (e non solo) non è certo originale, eppure tutto il resto colpisce; purtroppo non si ha fin da subito empatia con i personaggi, che sembrano tutti improbabilmente e grottescamente relazionati tra di loro, eppure più in là con la visione riescono a dare sicuramente colore e spessore a sé stessi, mettendosi in risalto ma rimanendo comunque fedeli al topic iniziale. Simpatica l'escursione in vari generi che lasciano comunque un lato romantico alla vicenda, con l'intento di lasciare al povero Layfon la possibilità di gag comiche con ogni fraintendimento di sorta.
Ovviamente in questa vicenda troviamo sia nemici che antagonisti, che non risultano solo "cattivi", ma anche loro prendono un certo spessore in tutta la storia.

La parte tecnica relativa ai colori non mi ha convito molto, le animazioni non sono malvagie, una piccola nota stonata sicuramente è l'effetto plastico che hanno i visi dei personaggi, gli occhi in particolar modo risultano senza espressioni particolari.
Una cosa che mi ha colpito è la meccanica di movimento delle città, che scelgono autonomamente la rotta da seguire nell'immenso Deserto di Regios...

Considerando il tutto, l'anime vale la pena di essere visto, perché colpisce con intrighi che spaziano a volte oltre il buon senso, come l'idea di combattimento e le armi usate... ma perché limitarci?


 2
HaL9000

Episodi visti: 24/24 --- Voto 5
Ho trovato questo anime un prodotto insufficiente. A partire dalla trama, veramente sconclusionata e piena di buchi, passando attraverso i dialoghi, banali, e arrivando infine alla colonna sonora, che ho trovato addirittura fastidiosa. Di solito non faccio particolare caso a quest'ultima, ma nei casi in cui io la trovi molto bella, o molto brutta (come in questo caso), allora spendo qualche parola a riguardo. Se vi piacciono le sonorità vagamente "tecno", allora vi piacerà sicuramente, ma a me proprio no. I personaggi non mi hanno colpito più di tanto, d'altronde li ho trovati troppo stereotipati per potermi immedesimare/affezionare a loro. Unica nota positiva, a parer mio, la realizzazione tecnica, ampiamente in linea con gli standard attuali. Per il resto fitta nebbia.


 1
Elam

Episodi visti: 24/24 --- Voto 4
In un mondo contaminato e desertico orribili mostri giganti simili a larve (e addirittura con la testa di draghi) dominano il pianeta costringendo gli esseri umani a lottare per la sopravvivenza. Un altro autore con una premessa così sfruttata ha creato un capolavoro come "Nausicaa della valle del vento". "Koukaku no Regios" invece è la fiera dell'incoerenza, del già visto e del banale con una trama zoppicante. Non tutto è da buttare però, per esempio la sotto trama, raccolta in tre mini special, che viene mostrata a spezzoni di 30 secondi in ogni episodio, è la storia più interessante di tutto l'anime, anzi vi consiglio di guardare solo quella e di lasciare perdere tutto il resto se vi volete bene.
La storyline principale invece è il classico minestrone scolastico/harem in cui il protagonista, dal passato misterioso e forte come non mai (talmente forte che si potevano risparmiare di fare 24 episodi), si trova immischiato in un mondo di schizofrenici (poi spiegherò il perché). Abbiamo la procace ragazza timidissima, brava a cucinare ma incapace di proferir parola, la piccoletta introversa e dal pessimo carattere (che mi ricorda l'anime "Toradora!"), il capitano donna che pensa solo a combattere (la sua è una versione alternativa di buon'amica fuori dai giochi sentimentali), l'amica d'infanzia che si preoccupa per lui e che sotto sotto ci spera. In quest'harem di relazioni in cui il protagonista ci sguazza senza nessuna iniziativa (come da copione) non poteva mancare la giornata alle terme, la giornata in piscina e le uscite con grandi coppe di gelato che sfidano la forza di gravità e i fianchi di ogni donna normale. Anche la scuola non è da meno, infatti gli studenti studiano a combattere usando l'energia del Chi! Niente materie noiose, niente interrogazioni, ma anzi allenamenti e scontri tra plotoni al vecchio gioco scout "cattura la bandiera", con la differenza che qui si fanno male (mai troppo direi visto l'entusiasmo). La giustificazione alla creazione di una tale scemenza è che il mondo di Regios per sopravvivere all'ambiente ostile, terribile e contaminato, ha messo le ruote alle città cupola (già avete capito bene), le città infatti si spostano per non essere attaccate dalle bestie giganti. Queste città vivono grazie al selenio e non solo. Le città a volte si scontrano e "giocano" a "cattura la bandiera" per conquistare il selenio della città sconfitta (sempre meglio di una guerra totale si direbbe). L'accademia pertanto serve a preparare orde di studenti ad usare il Chi per battere gli avversari e catturare la bandiera delle città avversarie.
Rimanere senza selenio (e non solo ma evito di raccontare troppo) è un guaio, infatti se le città si fermano vengono puntualmente attaccate dalle bestie contaminate le quali, per quanto enormi e terribili, in tutto l'anime sono poco più che carne da macello. Ecco pertanto dove sta la schizofrenia di quest'anime: mentre il mondo collassa, gli esseri umani vivono in modo innaturale, prigionieri su delle città mobili, costretti a combattere contro altri esseri umani per "catturare la bandiera" e rischiando la vita di giovani studenti, di tutta questa angoscia non si nota nulla e la vita nelle città cupola scorre felice, spensierata e serena tra una coppa gelato, un bar con le ragazze vestite da cameriera ed una giornata in piscina. Mah! Tralascio volutamente tutti gli altri aspetti della trama e vi lascio solo con l'immagine del surf sulla spada volante, ma nemmeno "Tekkaman" ha mai osato tanto, e con questo spero di dimenticarmi presto di questo titolo.


 2
gcfan

Episodi visti: 24/24 --- Voto 9
"Chrome Shelled Regios" è un anime a mio avviso stupendo.
Trama: la Terra è invasa da creature contaminate e non si può respirare l'aria; per questo motivo sono state create delle città fortificate mobili chiamate Regios.
La trama è interessante, ma finendo di vedere gli episodi mi sono rimasti dei punti interrogativi: come mai ci sono le bestie contaminate? Come si sono formate?
I personaggi all'inizio sono molto misteriosi, ma dopo qualche episodio si scoprirà di più sul loro passato attraverso l'uso dei flashback.
La grafica è buona, le animazioni fluide e i disegni molto buoni. La parte musicale è molto buona: belle OST, bella ending e soprattutto l'opening, che è orecchiabile e molto piacevole da ascoltare.
Commento personale: trovo che "Chrome Shelled Regios" sia un anime più che buono, ma ha un difetto: i combattimenti, perché non sono molto convincenti. Dopo quello che ho detto, credo che quest'anime si meriti un 9 in pieno e finisco consigliandolo a tutti, ma di più a quelli che amano l'azione e le spade.


 2
Yellowmaster

Episodi visti: 24/24 --- Voto 7
Regios è un anime che mi ha fatto adirare, aveva le stimmate del capolavoro ma non ha mantenuto del tutto le promesse. E' sicuramente al di sopra della media dei suoi simili che trattano di temi futuristici e shi-fi, ma nelle 24 puntate mi aspettavo di trovare molte più risposte e una profondità della trama che al contrario si arena dopo la metà della serie quando anche il ritmo e la tensione vengono meno.
Chi sono le bestie infette? Da dove vengono? Le si può combattere solo alla giornata o le si può eliminare definitivamente purificando l'aria? E poi la domanda più angosciante di tutte: quel personaggio che si vede all'inizio seduto sulla sedia a rotelle che fa parte dei 12 guerrieri leggendari di Glendan, che poteri ha? Cosa sa fare? Non lo si vede mai in azione! Perché iniziare una serie facendoci vedere 12 combattenti mitici e dai poteri straordinari guidati da una regina che tutti dicono essere la più forte, se poi durante la serie non li si vede mai, o quasi, in azione? E alla fine, quando le due città di Glendan e Czerni si trovano faccia a faccia e sembra che debba succedere l'impossibile, plop... Anzi, flop.

I personaggi non sono male, anche se si fa fatica ad affezionarsi ai compagni di squadra di Layfos e ad altri loro compagni. Le loro storie, anche relative al passato, sono raccontate con sufficiente completezza mediante l'uso dei flashback. Menzione d'onore per la sensitiva Felli; è la classica tsundere che parla poco con voce bassa, ha gli occhi socchiusi e l'espressione sempre uguale, il mio personaggio-tipo preferito, che subirà, comunque, uno scossone con l'arrivo del bello e tenebroso Layfon che avrà tante fanciulle che gli sbavano dietro, mentre lui... pensa solo al suo spadone.
I disegni sono bellissimi e il doppiaggio è all'altezza della situazione; le sigle non sono male, soprattutto la intro. I combattimenti sono un po' deludenti, promettono tanto all'inizio e si protraggono a volte per minuti, per poi concludersi in un battito di ciglia con una singola mossa invisibile ai più.
Restiamo in attesa della seconda stagione che, si spera, chiarirà un po' meglio la situazione e darà maggiori risposte allo spettatore medio come me che, non avendo letto il manga, rimane con tanti dubbi irrisolti.


 0
belvedere

Episodi visti: 24/24 --- Voto 5
"Koukaku no Regios" a mio avviso è un anime inutile, lo consiglio solo a chi deve perdere tempo. L'animazione è sufficiente e le scene di lotta tra il protagonista e i vari mostri e/o i personaggi secondari sono in ogni episodio. Sarebbe stato anche un buon anime di cappa e spada, ma si è cercato di dargli una trama che, sebbene abbia spunti interessanti, non appassiona.
L'idea di base è l'ingresso in una città accademica mobile di un esp di grandi poteri bello e (momentaneamente) dannato, che viene reclutato da una squadra di semi-sfigati per poter vincere le gare. In teoria in 24 episodi il protagonista abbandonerà l'individualismo per lo spirito di squadra e l'amicizia. Il tutto è condito con sotto-trame poco chiare (forse si prevedeva un seguito) e alcuni personaggi kawaii.


 1
Kyrie

Episodi visti: 24/24 --- Voto 8
Koukaku no Regios è ambientato in futuro fantastico nel quale la Terra è diventata una landa desolata e inospitale popolata da mostri e in cui le uniche colonie umane sono costituite da città mobili in competizione fra loro per l'estrazione di preziosi minerali dal suolo. In quest'ambientazione apocalittica la storia narra le vicende di un ragazzo esiliato dalla città militare dove è nato e costretto a rifugiarsi in un'altra città accademica dove tenta di dimenticare il proprio passato poco felice come orfano e temuto guerriero.
Tuttavia il destino sembra avere altri piani per il giovane protagonista che si troverà suo malgrado, ma con nuovi amici e non più solo, a dovere combattere contro ignote forze di un'altra dimensione che intendono cancellare il mondo, e allo stesso tempo invischiato nei piani poco chiari della regina della propria città natale.
L'anime segue a grandi linee la novel da cui è tratto, seppure introducendo personaggi e trame secondarie, mentre gli episodi seguono la trama principale con l'unica eccezione di un episodio auto-conclusivo a metà della serie.

La caratterizzazione dei personaggi è discreta, anche se risulta poco coerente in alcuni di essi, come, a mio parere, nel caso del protagonista che sembra quasi possedere due personalità distinte che emergono in fasi anche molto ravvicinate.
L'ambientazione, che tra l'altro presenta alcuni punti in comune con quella di Ergo Proxy, è curata e allo spettatore risulta abbastanza chiara la situazione in cui la storia evolve.
Nota dolente, a mio parere, è il finale che è molto poco conclusivo e anzi apre a troppo diversi scenari: i propositi di una nuova serie ci sarebbero tutti se non fosse che non sembrano esserci intenzioni in tal senso.
La sensazione generale che l'anime trasmette è piacevole e leggera, favorita anche da un buon comparto sonoro con sigle di chiusura "personalizzate" per alcuni dei protagonisti.
La grafica è buona ma non eccezionale.
Koukaku no Regios è un anime da guardare nel tempo libero che si lascia apprezzare da fan del genere come no. Darei un 8 scarso, ma dovendo arrotondare non mi sento di attribuire "solo" un 7, quindi 8 sia con la speranza di un seguito.


 1
I_can89

Episodi visti: 24/24 --- Voto 8
"Koukaku no Regios" o "Chrome Shelled Regios" è un anime fantascientifico, e anche un po' fantasy, ambientato in una Terra in cui l'aria infetta e delle bestie giganti non consentono una vita tranquilla e sedentaria, infatti gli umani si stabiliscono in città mobili e protette di nome Regios.
La storia è focalizzata su Layfon (o Rayfon) Alseif, che si trasferisce nella città accademia di Czerni, dove è "costretto" a combattere per i suoi nuovi amici e per la salvezza della città.

La trama è trattata abbastanza bene, e anche se non so quanto sia simile alle light novel da cui è tratto l'anime, riesce a coinvolgere bene lo spettatore sia nei momenti di azione che in quelli di vita quotidiana.
La caratterizzazione dei personaggi è buona, soprattutto molto curata è quella di Layfon e Nina, di cui si scopre anche il passato (in questo i 24 episodi hanno certamente aiutato).
I disegni e l'animazione sono buoni e non ho notato grandi "alti e bassi" nella qualità, inoltre non vorrei sbagliare dicendo che negli episodi ci sia un tocco di computer grafica.
Per quanto riguarda i pregi posso senz'altro dire che la storia è parecchio avvincente, dato che non mancano colpi di scena, azione e umorismo quando serve. Quest'ultimo in particolare non guasta mai per rendere più leggera un'avventura. Inoltre l'opening e le ending sono buoni.

Per quanto riguarda i difetti credo che quello maggiore sia la mancanza di alcune spiegazioni, che avrei volentieri voluto avere, e un finale piuttosto veloce (nell'ultimo episodio succede di tutto), anche se a me è piaciuto, per quanto sia banale. Tuttavia attendo la seconda stagione che dovrebbe uscire in questo 2010: sono fiducioso al 80%.
Voto 8 poiché non sono un vero appassionato di sci-fi, ma trovo Koukaku no Regios un prodotto di distinte qualità che ha saputo appassionarmi tanto che sono fresco fresco di una seconda visione.


 1
PTA

Episodi visti: 10/24 --- Voto 7
Che dire, un anime carino e godibile se si ha del tempo libero da dedicarci. Le animazioni suono buone, ma niente di ché, e la storia scorre abbastanza anche con qualche buco qua e là. In definitiva, io trovo sia un anime da 7, non di più, da vedere soltanto se ci si vuole rilassare qualche pomeriggio piovoso. Magari la novel rende meglio, le darò un occhiata.


 1
Ascherit

Episodi visti: 20/24 --- Voto 10
Anime Stupendo, uno dei migliori che ho visto negli ultimi tempi. La trama è intrigante: a causa di enormi bestie infette,simili a insetti, l'aria è diventata irrespirabile e le persone sono state costrette a rifugiarsi in enormi città fortificate denominate 'regios'. Il protagonista della storia e Layfon Alseif, una matricola, che viene costretto ad unirsi al reparto militare per difendere la città. Con il proseguire della storia si scopriranno i motivi per cui Layfon viene fatto entrare nel reparto militare e si farà luce sul suo passato e su quello di altri personaggi.


 1
chibiTeo

Episodi visti: 2/24 --- Voto 9
Koukaku no Regios è un'anime tratto da una serie di light novel (ancora in corso) di Amagi Shuusuke; ambientazioni tra il fantasy e lo sci-fi, ottime animazioni e character design piacevole.

Trama: A causa di creature contaminate che hanno preso il controllo della terra le popolazioni si sono trasferite in città mobili chiamate Regios. Layfon Alseif si è appena iscritto a scuola come matricola e viene costretto ad unirsi in un corpo militare, qui incontrerà la carismatica leader del gruppo Nina Antalk dando inizio a varie avventure.

Lo sviluppo della storia potrebbe risultare già sentito oppure banale, ma a me è piaciuto comunque; do 9 in fiducia di un degno seguito.