logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 1
Elam

Episodi visti: 12/12 --- Voto 7
Ritorna Arita Shion, o Birdy se preferite, con questa seconda miniserie un po' più cupa e introversa, e lo fa partendo da dove ci eravamo lasciati. A un mese dal disastro che ha colpito Tokyo, i terroristi responsabili del furto dello Ryunka si rifugiano sulla Terra e Birdy è incaricata di dar loro la caccia. Si ripropongono così molte situazioni già viste nella prima serie, con i vari comprimari scolastici del club di giornalismo e con la stravagante situazione di avere due anime in un corpo, con i pericoli connessi alla fusione di coscienze. Il fiuto dell'investigatrice federale però sembra essersi affievolito (forse a causa delle varie partecipazioni come idol) e qualcuno si dimostra più bravo di lei nel dar la caccia ai criminali. Infatti, la copertura di Birdy è impersonare una idol di nome Arita Shion, certamente non il modo migliore per passare inosservati e indagare.

Essendo la serie di fantascienza leggera, con incursioni nello scolastico e nel romantico, non potevamo chiedere troppo. Come accennavo poche righe più sopra, questo secondo capitolo è più cupo del precedente: abbiamo sia la possibilità di conoscere parte del passato di Birdy e della sua natura di super altariana, sia di esplorare di più il mondo di cui lei fa parte. La federazione che ci era sembrata così luminosa e splendente nella prima serie, salvo qualche macchia, qui si è rivelata più fosca. Ho trovato la storia più sanguinosa della prima serie e anche più sofferta, e non sempre gli episodi scorrono velocemente. Alcuni sono costruiti ad arte per narrare il passato di Birdy, mentre l'ottavo l'ho trovato completamente inutile e demenziale, se non per i sessanta secondi finali. Tralasciando la trama (che non rivela tutto e anzi fa intuire che vi sia molto altro sotto), ho trovato il jingle della sigla iniziale molto bello, orecchiabile e azzeccato per la serie, mentre la sigla finale abbastanza anonima. La grafica è migliorata, e pure le animazioni, però devo riscontrare che in alcuni episodi i disegni si deformano e divengono quasi scarabocchi, in particolare durante alcune scene altamente dinamiche... una chiara scelta stilistica (o economica).
Se avete visto la prima serie e vi è piaciuta, guardate sicuramente anche questa seconda; non ci perderete il sonno, ma neanche vi annoierete, un po' di leggerezza ogni tanto fa bene.