logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 3
npepataecozz

Episodi visti: 1/1 --- Voto 7
Per tutti coloro che non hanno o non hanno avuto abbastanza pazienza per seguire la serie regolare ma gradirebbero volentieri un riassuntino, e per tutti coloro che l'hanno vista e la rimpiangono, ecco questo "Death Note - Anime Director's Cut Final Conclusion".
Uscito un anno dopo la conclusione della serie, esso non contiene grosse novità: l'ormai ex shinigami di Light viene contattato da un altro shinigami perché interessato a conoscere tutto ciò che aveva vissuto durante gli anni passati nel mondo degli umani. Anch'egli, infatti, sta facendo un pensierino a passare un po' di tempo sulla Terra e vuole sapere se il gioco vale la candela; detta in soldoni se si annoierà o meno.
A parte questo il film è una rivisitazione dei fatto della serie regolare molto fedele all'originale con un'importante variazione: la storia termina con la morte di L e la vittoria di Light. Il fatto che il nome di quest'ultimo appaia nel Death Note dello shinigami alla fine fa pensare che il mito di Kira sarebbe stato comunque destinato a crollare; ma l'assenza degli ultimi episodi è un chiaro segno di come gli autori si siano accorti della figuraccia fatta nel dare un epilogo ad una serie molto bella. Credo sia un po' quello che pensiamo tutti in proposito: i "fratelli di L" sono stati davvero una pessima trovata.

Detto questo, il film si presenta bene, con una grafica che io ho trovato migliore rispetto a quella della serie regolare; l'assenza del doppiaggio in italiano mette anche a nudo la scarsa attenzione di chi ha diretto la trasposizione nella nostra lingua: la voce degli shinigami, in particolare, è del tutto diversa e meno "pagliaccesca" di quella nostrana.
Non si può chiedere, ovviamente, a questo film la stessa intensità o profondità che troviamo nell'anime originale, data la sua più breve durata. La parte "psicologica", in particolare, è stata ridotta all'osso per lasciare spazio agli eventi più importanti: peccato che fosse proprio quella la parte che gradivo maggiormente di quest'anime.

Nonostante questo il lavoro fatto resta assolutamente gradevole e con poche sbavature; non ci sono novità, ma quante volte ci siamo lamentati che la copia non era aderente all'originale? Per me questa rappresenta, dunque, una nota di merito: se si decidesse di farne un seguito (e io mi auguro di no) il discorso sarebbe diverso, ma questo titolo non aveva altro obiettivo se non quello di riprodurre l'originale in sole due ore.
La mia valutazione è, quindi, positiva anche se non troppo per due motivi: il primo è che se ritengo l'originale - nonostante l'ultima parte davvero orrenda - un capolavoro lo deve alla forte componente psicologica che qui è molto limitata; il secondo è che, forse per il fatto di conoscere già gli eventi, l'ho trovato un po' noioso in certe parti, che forse potevano essere evitate.
Vale comunque sempre la pena dargli un'occhiata specie per gli appassionati di questo titolo.


 0
__Nergal__

Episodi visti: 1/1 --- Voto 7
Un semplice riassunto, ecco cosa è questo director's cut. Due ore in cui vedremo riassunte le vicende che hanno caratterizzato le prime 25 puntate di Death Note con giusto qualche piccola aggiunta che però non giustifica molto la sua visione.
Per chi avesse già visto la serie questo riassunto servirà solo a togliere la polvere dai ricordi, ma per chi non l'avesse ancora vista meglio stare alla larga, vedetevi la serie altrimenti rovinereste quello che ritengo un vero capolavoro. Fortunatamente in questo riassunto gli autori hanno evitato di mettere le ultime 12 puntate, probabilmente si saranno resi conto del disastro che avevano combinato non concludendolo alla venticinquesima.

Nonostante si sappia già come va la storia, è sempre bello rivedere Light e L in grande spolvero quando i due si davano battaglia a colpi di trovate una più geniale dell'altra. Sopratutto fa piacere rivedere le scene con Ray Pember, quella dell'autobus e della metropolitana, tra le più belle di tutta la serie che mostrano alla perfezione la crudeltà e il genio di Light.
In ogni caso qualche scena interessante e inedita c'è, come ad esempio quella del cinema bunker, ma sono poche cose rispetto a due ore di visione.

Il charachter design è ovviamente quello della serie e propone ottimi disegni, molto realistici, e sfondi ottimamente realizzati. I personaggi, pur perdendo qualcosa in questo riassunto, restano comunque interessantissimi e profondi.
Per le musiche vale lo stesso discorso dei disegni, stesse dell'anime per cui molto belle e coinvolgenti.

L'aggiunta probabilmente più interessante è il finale che, a detta di molti, ha un significato molto importante che non voglio spoilerare. Io l'ho trovato parecchio interessante per via delle numerose possibilità di interpretazione che permettono a ognuno di credere chi sia in realtà "quel misterioso essere".
In complesso non do più di 7 in quanto lo special è semplicemente un collage delle prime puntate della serie e di più non potrebbe meritare, nonostante il collage riprenda le migliori puntate di una serie ormai diventata un capolavoro ai miei occhi.


 1
shinichi kudo 98

Episodi visti: 1/1 --- Voto 7
<b>Attenzione! Spoiler!</b>
Death Note è molto bello, anche se non è altro che un riassunto raccontato da Ryuk degli episodi di Death Note, con qualche scena aggiuntiva come quella in cui Light urla la sua vittoria sui piedi della tomba del povero L (Ryuzaki).
Le soundtrack sono le stesse dell'anime, per me bellissime, e anche i disegni mi piacciono molto.
Io l'ho visto tutto dopo avere visto l'anime, secondo me non c'era un motivo ben preciso per questa visione, però mi è servita per capire meglio degli avvenimenti che non avevo capito bene vedendo l'anime. Ovviamente lo consiglio a tutti gli ammiratori di quest'anime a a tutti gli ammiratori di questo tipo di animazione in generale.

Utente5795

 0
Utente5795

Episodi visti: 1/1 --- Voto 5
Come poteva una serie così popolare come <i>Death Note</i> non essere accompagnata da un lungometraggio postumo? Ecco quindi questo OAV piuttosto lungo, la cui natura però è semplicemente riassuntiva: di fatto l'intreccio è già stato perfettamente esaurito nella serie, ogni aggiunta risulterebbe di assai poco conto - la scelta del compendio della prima parte della saga televisiva, con alcune scene più o meno rielaborate, è stata tutto sommato la più accorta.

Sorge però un dubbio: un anime relativamente privo di fillers come <i>Death Note</i>, nel quale ogni episodio è di grande importanza per la comprensione dell'intreccio, può essere compresso in un film? Diciamo nì: potrebbe esserlo solo se ricostruito da cima a fondo, ottenendo così una versione alternativa della trama sviluppata in maniera completa senza disperdere lo spirito dell'opera.
Purtroppo non è stata presa una strada simile: ecco dunque che la narrazione, ottenuta dalla giustapposizione quasi forzata di ben ventisei episodi, è resa sconnessa e incompleta da numerose lacune che solo chi ha già visionato la serie può scavalcare senza problemi.

Come ho già detto, <i>Death Note</i> praticamente non conta puntate minori, ed è per questo che è molto difficile esporre in maniera esaustiva soltanto i nodi principali, tralasciando quei particolari che apparentemente sembrano trascurabili, rivelandosi invece importantissimi per la struttura della vicenda. La cosa influisce molto soprattutto sulla prima parte dell'OAV, la più dispersiva, mentre da metà in poi il risultato è più fluido e gradevole, siccome gli avvenimenti sono meglio amalgamati.
In linea con il format del riassunto, la narrazione è inserita in una cornice: quello che vediamo infatti sono ricordi dello shinigami Ryuk, riaffiorati dopo che un suo simile gli chiede come è fatto il mondo degli umani. Le altre (poche) scene inedite hanno una funzione per lo più connettiva, ma si lasciano apprezzare.

In ultimo, credo che il finale meriti particolare attenzione: l'OAV infatti comprende soltanto la saga di L, e nel caso non venisse realizzato un seguito, questo Director's Cut porterebbe con sé una conclusione effettivamente alternativa, magari più convincente dell'originale, che la tira notoriamente per le lunghe scadendo nell'ampolloso.
In conclusione, <i>Anime Director's Cut Final Conclusion</i> è un prodotto piuttosto zoppicante e assolutamente inadatto per chi non ha già avuto modo di vedere la serie, e rimane comunque uno sfizio da poco anche per i fan fedeli.


 0
Black_Star

Episodi visti: 1/1 --- Voto 7
Niente di particolare, niente di stupefacente, niente di sconvolgente.
Attirato dalla mia passione per Death Note decisi di vedere questo "Anime Director's Cut". All'inizio mi sembrava carino, poi, però mi ha stancato, troppi tagli.
Le musiche sono le stesse dell'anime, quindi per me sono ottime, così come lo è la grafica - anche se è impossibile eguagliare Obata. Se non fosse stato creato sarebbe stata la stessa cosa; tanto che a volte penso di avere perso due ore inutilmente, però poi mi dico: "E' Death Note!".
Infine, secondo me, un 7 è quello che merita, niente di più. Diciamo che è un riassunto con un finale un po' alternativo.


 0
Apachai

Episodi visti: 1/1 --- Voto 7
Niente di più che un riassunto, questa è la giusta espressione per definire questo Oav.
C'è chi lo considera particolare per un eventuale colpo di scena finale, però è , secondo me, solo e unicamente un riassunto. Da vedere se sfugge qualcosa della serie principale o se non si ha niente di meglio da fare in quel momento...
Buona visione.