logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 1
bob71

Episodi visti: 1/1 --- Voto 6
"Spada Zantetsu, infuocati!", 1994, è il sesto special per la TV dedicato al ladro gentiluomo, per la regia di Masaharu Okuwaki.

La dimora degli Iga viene depredata di uno dei suoi tesori più preziosi: una piccola statua metallica raffigurante un dragone. Ottant'anni dopo Lupin torna alla ricerca della statua niente meno che in fondo all'oceano a bordo del relitto del Titanic. Dopo il recupero il boss della mafia di Hong Kong cercherà di mettere le mani sulla statua, ma anche Goemon Ishikawa, il glaciale samurai, da sempre fidato compagno di Lupin, è disposto a tutto pur di impossessarsi del prezioso manufatto, anche a schierarsi contro i suoi ex soci.

L'episodio procede secondo gli schemi più classici delle trame di Lupin, con Jigen che interpreta il consueto ruolo di fedele spalla, Fujiko è la solita infida doppiogiochista, l'ispettore Zenigata (un po' in ombra) che arranca dietro ai nostri eroi con la sua rodata vis comica, e infine il 'villain' di turno è abbastanza cinico e crudele, pronto a conquistare il mondo, e spalleggiato da una banda di feroci ninja. Insomma tutto come da programma. La particolarità più eclatante consiste nel fatto che la storia è incentrata su Goemon, e sulla sua leggendaria katana, creata con il materiale più resistente al mondo. Lo special infatti getta un barlume di luce nel misterioso passato di questo carismatico e folkloristico personaggio e ne fa un protagonista sui generis, che in questa parentesi e con uno sguardo agli esordi della serie, ritorna momentaneamente a vestire i panni del nemico di Lupin.
La narrazione ha un andamento piuttosto regolare e prevedibile, alternando momenti fitti di dialoghi a improvvise accelerazioni a base di azione scoppiettante, e ci regala novanta minuti abbastanza scorrevoli di spensierato divertimento.

In definitiva si tratta del tipico Lupin che ci si aspetta, consigliato senz'altro ai fan di Goemon e a chi vuole andare sul sicuro senza troppe sorprese da parte del nostro beniamino, ma chi cerca qualcosa di diverso dal solito e di più originale dovrà cercare altrove, perché in questo caso verrà sommerso da una marea di déjà-vu.


 1
Marco23111988

Episodi visti: 1/1 --- Voto 7
Diretto da Masaharu Okuwaki, scritto da Nobuaki Kishima, "Lupin III - Spada Zanzetsu, infuocati" è il sesto TV special di Lupin.
Non è affatto allo stesso livello dello special precedente, ma fa comunque una bella figura, con dei disegni che ricordanola seconda serie e una trama tutto sommato buona.

In questo film, Lupin, Jigen e Fujiko, sono incaricati da un boss della mafia cinese, Chin Chin Chu, di scovare un tesoro che si troverebbe in fondo al mare: ci è finito con la distruzione del famoso Titanic. Il tesoro in questione è una statuetta rappresentante un drago d'oro che conterrebbe la formula della spada onnipotente.
Ma i membri della banda non sono gli unici a cercare il tesoro, infatti Goemon, che all'inizio del film è assalito da alcuni ninja, sta cercando la pergamena con la formula della spada onnipotente aiutato da una sua vecchia amica d'infanzia, Kikyo.

L'inizio è un classico inseguimento tra Lupin e Zenigata, la trama si sviluppa in maniera abbastanza interessante, ma solo con il secondo tempo arriva il bello, perché Kikyo si dimostrerà un personaggio ben diverso da quello che pare all'inizio.
Si tratta di uno dei pochi film dedicati a Lupin, dove il protagonista è Goemon, che vedremo in un curioso ruolo, quello di nemico di Lupin. Sembra di essere tornati ai tempi dei primi episodi della prima serie, quando appunto Goemon era nemico di Lupin.
Fujiko ha lo stesso ruolo di donna opportunista, Jigen è sempre la spalla e Zenigata ha un ruolo alquanto insignificante.

E' un vero peccato. Dopo un bellissimo special, dove tutti i personaggi erano ben utilizzati, torniamo al punto in cui tutti sono messi in 2° piano rispetto a uno solo. Il vantaggio però è che il protagonista è Goemon, per questo vale la pena di essere visto, perché è veramente raro vedere il samurai in un ruolo da protagonista.