logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 1
Ataru Moroboshii

Episodi visti: 26/26 --- Voto 3,5
"Mai-HiME" è un anime originale prodotto dallo studio Sunrise nel 2004. Avvicinatomi a questo titolo per la sua presunta somiglianza con "Puella Magi Madoka Magica", o secondo alcuni addirittura con "Narutaru", mi accingo a descrivere quello che davvero è questo anime: una sorta di mash-up di molti generi, dalla commedia scolastica al majokko sentai, fino al poketmonster in stile "Digimon", con persino una piccola spruzzata di cyberpunk, tutto assieme buttato nello stesso calderone per fare volume e riempire i ventisei episodi di "Mai-HiME". Nonostante le innumerevoli scopiazzature provenienti dai sopracitati generi, la storia non è per nulla difficile da capire: le tredici Hime dotate di un mostro-mecha e di un'arma magica prima ridono, poi piangono e poi sconfiggono il cattivone con la forza dell'amore.

Lo spettatore maschio adolescente a cui è 'targettizzata' questa 'commercialata' non avrà infatti alcuna difficoltà a trovarsi la sua waifu, potendo scegliere fra la suora poco virtuosa, la loli con il brother complex, la maggiorata protagonista, la 'darkettona' e tante altre ragazze. E potrà ammirarla nei classici episodi cliché giapponesi come il furto di biancheria intima, l'episodio in costume da bagno o il festival scolastico, il tutto mentre danno la caccia a dei mostri dall'aspetto minaccioso ma, alla fine della fiera, completamente innocui grazie ai poteri delle Hime e al loro "pokemon", che nell'opera si chiama Child. Il Child è l'espressione dell'amore che queste nutrono verso un'altra persona, e questa è in qualche modo alle creature collegata. Questo dettaglio sarà ripreso nella seconda parte, dove non contenti del tono leggero e ricco di fanservice delle prime sedici puntate, gli autori della Sunrise decidono che serve un tocco di drammaticità: l'anime abbandona quei toni da episodio filler scolastico alla "Code Geass", per cimentarsi con il genere drammatico a cui palesemente gli sceneggiatori non sono avvezzi, e ancor più palesemente si nota la loro voglia di non andare fino in fondo con questa scelta. Inframmezzando gli episodi con tre frasette in croce sull'amore ripetute alla protagonista in modo ossessivo-compulsivo, le Hime e i loro amici scopriranno in un mare di lacrime l'equivalente dell'acqua calda nelle relazioni interpersonali... toccanti dovrebbero essere nelle intenzioni degli autori i colpi di scena telefonatissimi e alcune morti, sia quelle inevitabili sia quelle che avvengono invece... perché sì.
Nel finale il grande cattivo e il piccolo cattivo che per molti episodi si sono limitati a sogghignare a braccia conserte, in una stanza buia compiaciuti che tutto stia andando secondo i loro piani, dovranno finalmente arrivare alla resa dei conti con la protagonista e con la forza dell'amore.

È davvero difficile trovare dei lati positivi in quest'anime che, vecchio di quindici anni, sembra portarne sul groppone almeno una decina in più. L'opera presenta animazioni chiaramente low budget, una trama raffazzonata e pressapochista, e persino le OST della Kayura sono meno incisive e pervasive del normale. Si salva invece un buon montaggio che fa respirare le scene e rende facile seguire la serie anche per diversi episodi di seguito, grazie anche ai cliffhanger ben realizzati.

"Mai-HiME" è un prodotto pessimo rinforzato però da qualche espediente tecnico e da un discreto fanservice nel tentativo di farsi apprezzare almeno dagli adolescenti, un fuoco di paglia che è giustamente finito nel dimenticatoio dei database di anime. "Mai-HiME" può essere considerato il predecessore spirituale di "Mirai Nikki", con il quale condivide gran parte dei difetti, nonché il mio voto totalmente negativo.


 0
Kida_10

Episodi visti: 26/26 --- Voto 8
"Mai-Hime" è una serie composta da ventisei episodi di durata canonica, prodotta dalla Sunrise nel 2004.

Tokiha Mai è una studentessa laboriosa e dedita al sacrificio che, grazie a una borsa di studio, si trasferisce, assieme al fratello Takumi, nel rinomato e prestigioso istituto Fuuka. Subito dopo il suo arrivo, scoprirà di essere una Hime, una ragazza speciale dotata di particolari poteri, legati a una stella che solamente le Hime stesse sono in grado di vedere. Tuttavia non sarà la sola ad avvalersi di tali privilegi, infatti le Hime sono in totale dodici, e il loro destino è inesorabilmente connesso a quello del mondo stesso.

"Mai-Hime" è un prodotto che si potrebbe definire classico, ma allo stesso tempo particolare. Un vincente mix di combattimenti, commedia e vita scolastica, condito con un pizzico di drammaticità. L'incipit non è certo originale, ma la storia si sviluppa bene, basandosi su una sceneggiatura solida e su dei personaggi egregiamente caratterizzati, nonostante il loro elevato numero. In questo senso, è bene distinguere le due fasi in cui si divide, piuttosto nettamente, l'opera; la prima metà della serie altro non fa che presentare i personaggi, principali e non, fornire qualche informazione sulle Hime, sui loro poteri e sul loro destino, e impostare le basi e i presupposti per la battaglia finale. In questa prima parte l'opera assomiglia in tutto e per tutto a una semplice commedia scolastica con sfumature fantasy. La trama vera e propria inizia a decollare verso l'episodio tredici, ramificandosi e complicandosi notevolmente, intrecciando sapientemente le storie dei vari personaggi, riservando per ognuno di loro un ruolo importante ai fini narrativi. Nella seconda parte il ritmo è frenetico e pieno di colpi di scena, l'opera si concentra prevalentemente sugli sviluppi della guerra, ma non si dimentica di portare avanti le relazioni interpersonali, e, a discapito delle apparenze, non sarà il solito buonismo a fare da padrone.

Il comparto tecnico, se considerato il periodo di produzione dell'opera, svolge un lavoro veramente encomiabile, sotto ogni punto di vista: variegato e aggraziato il design dei personaggi, fluide le animazioni e ottimamente dettagliati i fondali. I combattimenti sono dinamici e piacevoli da seguire, arricchiti da spettacolari effetti speciali. Il risultato è che, anche a distanza di oltre dieci anni, il prodotto si lascia guardare piacevolmente. Meglio del comparto grafico si comporta quello sonoro, proponendo un doppiaggio adeguato, e soprattutto delle colonne sonore di alto livello, sempre azzeccate e adatte all'atmosfera. Opening ed ending sono nella norma, ma comunque orecchiabili.
Il finale può essere o meno apprezzato, ma oggettivamente conclude l'opera più che bene, senza lasciare domande senza risposta, e lasciando intuire il futuro di ogni personaggio.

In conclusione, "Mai-Hime" è una serie divertente e leggera nella prima metà, drammatica e avvincente nella seconda. Un prodotto in grado di emozionare e coinvolgere oltre le aspettative, e per questo decisamente consigliato.


 7
God87

Episodi visti: 26/26 --- Voto 8
Mai Tokiha è una hime, una ragazza dotata di poteri e armamenti straordinari legati alla misteriosa Stella delle Hime. Lo scoprirà nel liceo Fuuka, dove s'è appena trasferita con il fratellino Takumi. Sarà il luogo che cambierà la sua vita: nell'istituto esistono altre undici hime come lei, e il loro scopo è di combattere e distruggere misteriosi mostri chiamati Orphan...

Nel 2004, in mezzo alla consueta marmaglia di commediole, ecchi, robotici e "shounenate varie", Sunrise tira fuori dal cilindro "My-Hime", dietro il cui gioco di parole (My si può leggere come "Mai", nome della protagonista) si nasconderà un'incredibile hit commerciale. Il suo successo, dovuto alla sua alta qualità e all'intelligentissima campagna di marketing per pubblicizzarlo - in Giappone gli spettatori assisteranno sconvolti a un'imponente invasione di artwork vari -, genererà un nuovo, importante franchise, culminante in due serie tv, due serie OVA e un corposo numero di manga. Senza togliere nulla alla bellezza o meno dei vari spin-off (tutti ambientati, oltretutto, in alternate universe), bisogna comunque dire che la grandezza della saga trova espressione migliore nel suo esponente originale. "My-Hime" è un'avvincente rielaborazione dei tratti delle serie sentai mono à la di Sailor Moon, senza centinaia di filler e con una sceneggiatura solida e spigliata. Una storia semplice e lineare, ma narrata con brio e confezionata benissimo.

Come nelle produzioni di Goro Taniguchi, qui in veste di creative producer - fantomatico e misterioso ruolo che non pochi vedranno come sorta di "aiuto sceneggiatura" -, la prima metà della serie è adagiata su toni leggeri, con molte concessioni ad atmosfere demenziali per caratterizzare a dovere il folto cast delle hime e dei comprimari. Artifizio riuscito: tutte le protagoniste, con i loro tormentoni, le espressioni tipiche e le surreali situazioni che le vedranno protagoniste diverranno simpatiche portando ad affezionarsi a loro. In questo primo segmento di storia, infatti, l'aura di mistero dietro gli Orphan e alla misteriosa organizzazione che studia le hime è stemperato e lasciato in secondo piano dalla mole di gag esilaranti, fanservice ecchi e atmosfere romantiche, ben integrati e mai invadenti, che caratterizzano la serie. La vera anima di "My-Hime", impossibile da immaginare fino a quel momento, si esprimerà solo nella seconda parte.

Le atmosfere cupe che seguiranno (con l'evoluzione dei personaggi di Miyu e Alyssa), infatti, sconfineranno nel dramma al fatidico momento del Carnival of Hime, rituale che vedrà affrontarsi tra di loro le varie ragazze in una battaglia all'ultimo sangue per designare la hime che affronterà il villain della serie. Particolarità del rituale sarà che ognuna di esse, combattendo, poggerà sulla bilancia la vita della persona che le è più cara (genitori, fidanzati, fratelli, ecc.): se verrà sconfitta, anche la persona amata morirà. Da un'idea tanto sadica il creatore Yoshino ricaverà una lunga sfilza di episodi di eccezionale drammaticità, con tutti i momenti "clou" resi in modo più straziante possibile e dove l'amicizia che legava precedentemente le ragazze sarà sostituita da odio portando a degenerazioni impensabili. Di pari passo con la truce evoluzione della storia procederà anche la rapida maturazione dei temi affrontati: scomparsi i siparietti sexy, sarà il momento di flashback dolorosi e torbidi rapporti amorosi, anche saffici, seppur affrontati con finezza e senza scadere nel volgare. Atmosfere incredibilmente riuscite e coinvolgenti, grazie sopratutto a quelli che saranno i due punti di forza fissi di questa e delle prossime serie: il chara design e la componente musicale.

Il tratto di Hirokazu Hisayuki, così basilare, gommoso e colorato, è magistrale nel delineare questa storia così divertente e tragica allo stesso tempo, sposandosi perfettamente con le diversificate atmosfere che vuole evocare: un lavoro che renderà il nome dell'artista una garanzia e il suo stile grafico tra i più amati. L'accompagnamento musicale di Yuki Kajiura, se possibile, è un capolavoro memorabile: la serie può vantarsi di una OST di livello eccelso fondata su brani operistici cantati (spesso in latino) e diverse insert song epiche, capaci di scuotere e donare a ogni intermezzo un'aura malinconica o elettrizzante che non lascia indifferenti.

Duole segnalare un finale eccessivamente zuccheroso e certi fatti di trama non doverosamente spiegati, riguardo alla Stella delle Hime e alla finalità del Principe d'Ossidiana, ma tenendo conto della carica di originalità di quest'opera, uscita di punto in bianco e rapidamente diventata cult, si può anche correrci sopra, rinnovando il benvenuto al precursore di una delle più recenti e importanti saghe di successo Sunrise. Inutile, seppur gradevole, la versione Director's Cut dell'ultimo episodio, presente come extra nelle versioni DVD e blu-ray.


 1
ALUCARD80

Episodi visti: 26/26 --- Voto 8
La Sunrise ama particolarmente utilizzare i personaggi come attori, donando loro un copione da seguire e invitandoli a recitare su un palcoscenico cangiante a seconda della tipologia di storia adottata, prevalentemente all'interno di un'atmosfera sentimentale-drammatica di un certo rilievo.
Mai Hime è il primo di una serie di lavori che coinvolgerà una selezione di personaggi a cui saranno legati differenti ruoli, proprio come attori impegnati in differenti recite, mutando radicalmente connotati a seconda di ciò che il regista sceglierà per loro.

Ciò che emerge da questo prodotto di vago stampo scolastico è un ventaglio di figure femminili a coprire il ruolo delle protagoniste, capace di relegare ogni altra figura maschile a semplice comprimario, sia antagonista che non. Tale scelta appare chiaramente mirata a una particolare fetta di pubblico prevalentemente adolescenziale e affezionata a una certa dose di fan service, che non disdegna azione o combattimenti in gran quantità, ma allo stesso tempo si appassiona a un intreccio parallelo più romantico e leggermente malizioso.
Tuttavia quest'opera non si circoscrive a tali limiti, ma si avvale di una grande profondità e di intense emozioni che accompagnano l'andamento della storia in un climax omogeneo e uniformemente accelerato, esprimendo l'apice massimo in procinto di un finale, ahi noi, davvero deludente e immotivato.

Il termine "Mai Hime" deriva da "Highly-advanced Materializing Equipement", e narra la storia di un gruppo di predestinate, loro malgrado, costrette a seguire un percorso di vita arduo e pieno di asperità pur di raggiungere uno dei cliché più banali mai sentiti, ovvero salvare il mondo - o se si desidera vedere il tutto in chiave più aulica, condizionate da un ineluttabile destino e da una spietata quanto criptica profezia.
Dotate di poteri speciali, fra queste bellezze in tuta aderente, dalle forme mozzafiato e dalla forza sovrumana troviamo la protagonista, Mai Tokiha e le sue amiche del cuore, Mikoto Natsuki e altre adolescenti, che potrete incontrare sotto altre spoglie in Mai Otome. Come detto in precedenza, la Sunrise, casa produttrice di entrambe le opere, ha scelto di utilizzare questi personaggi animati alla stregua di veri e propri attori, tanto che alcune figure presenti in Mai Hime verranno riproposte in Mai Otome in panni completamente differenti, addirittura con nomi e attitudini radicalmente cambiati.
Le due serie non hanno nulla a che vedere l'una con l'altra, sono totalmente indipendenti e dai contenuti estremamente differenti tranne che per qualche punto in comune, più citazioni o riferimenti, che veri e propri rimandi.

Scendendo nel dettaglio e considerandolo nell'insieme, Mai Hime risulta un crescendo incalzante e coinvolgente, i personaggi discretamente approfonditi e verosimili. Il tema predominante è sicuramente l'amore, seguito a ruota dall'amicizia e dai rapporti interpersonali (familiari, conoscenti, fra alunni e docenti). L'utilizzo del plot scolastico è stereotipato solo in parte, poiché ricco di elementi originali quanto bizzarri: i protagonisti frequentano una sorta di accademia chiamata Fuka Gakuen, una sorta di liceo che nasconde molto più di ciò che l'occhio possa vedere. Esso è teatro di quasi tutta la vicenda, centro nevralgico degli avvenimenti principali nonché dimora delle giovani ragazze.
Pathos, una forte componente sentimentale e una discreta dose di drammaticità, scelte difficili e decisioni ardue, un gioco sadico e crudele dove le affascinanti hime (gioco di parole per rimarcare il termine "principessa" in giapponese) metteranno a repentaglio tutto ciò che possiedono andando contro i loro desideri e le loro volontà, ingabbiate in un destino avverso da cui non possono fuggire. Un mix fra tecnologia e fantasy classico sono elementi che avrebbero potuto elevare questo prodotto a vero e proprio capolavoro, se non fosse stato per poche ma determinanti carenze a livello strutturale e addirittura di logica: in più di un passaggio gli eventi collaterali alla trama principale appaiono confusi, poco delineati, e con il passare delle puntate niente viene chiarito.

I primi episodi paiono fin troppo frivoli, poveri di significato, forse atti a introdurre i vari characters prima che l'anime esploda in tutto il suo ritmo, ma dove si rasenta quasi la noia. Nella seconda parte, in perfetto stile Sunrise, vi è un crescendo esponenziale carico di drammaticità e di violente emozioni che riescono facilmente a tenere incollato lo spettatore alla poltrona. Ma quando l'anime sembra potere dare il meglio di sé, improvvisamente si complica senza motivo, attorcigliandosi su eventi lasciati in sospeso e mai più ripresi, su relazioni fra personaggi che spariscono di punto in bianco, per non parlare di un finale inspiegabile e intriso di uno squallido buonismo che riesce, cosa più unica che rara, a rovinare l'intensa atmosfera costruita episodio dopo episodio. Le ostentate gag a base di fan service sono uno dei mali minori, presenti in piccola dose e addirittura capaci di strappare qualche sorriso.

Molto belle sono le animazioni, attente e studiate sono le espressioni dei personaggi, che riescono a trasmettere realisticamente le loro emozioni; clamorosi i combattimenti, memorabili sono le scene d'azione, un vortice di colori, velocità devastante e fluidità senza pari.
La menzione più importante va senza dubbio alla colonna sonora, strabiliante cavallo di battaglia di questo prodotto, dove violini, viole e violoncelli accompagnano gli attimi più intensi con naturalezza, e una vera e propria orchestra segue passo passo le evoluzioni delle eroine assecondandole con note appropriate e assolutamente indimenticabili.
Mai Hime è un anime per adolescenti, volutamente alleggerito da una drammaticità che poteva essere più matura e introspettiva, ma che per attenersi, con tutta probabilità, a un preciso target rinuncia a tali connotati, rimanendo comunque un titolo apprezzabilissimo.


 2
Ansem

Episodi visti: 26/26 --- Voto 3
Penso che Mai-HiME possa essere l'anime peggiore che abbia mai visto. Dall'inizio alla fine è di una piattezza e di una banalità senza fine.
I personaggi, poi, non ne parliamo: banali oltre ogni limite.
Ho completato quest'anime senza alcun entusiasmo, giusto per vedere quante delle mie previsioni fossero sbagliate. Alla fine, dopo le prime di puntante, direi che chiunque può già sapere come, quando, perché va a finire. Sinceramente non riesco a capire per quale motivo qualcuno dovrebbe guardarlo, escludendo le ragazze.
Per la trama, l'hanno già descritta meglio in altri post. Comunque ribadisco che è estremamente scialba, come i personaggi e i rapporti tra di essi.


 1
M3talD3v!lG3ar

Episodi visti: 26/26 --- Voto 6
Ancora ragazze alle prese con la vita scolastica/sentimentale, in una commedia dai tratti fantasy/fantascientifici? Ebbene sì, <i>Mai-HiME</i> non si presenta certo diversamente da questa descrizione, ma per fortuna non posso restringere questo mio commento alla sottolineatura di questo difetto, vale a dire la mancanza di originalità, essendo questa livellata, se non valicata, da un valore narrativo abbastanza considerevole, che farà capolino - ahimè - a circa metà serie, se non oltre. Questa può in effetti venir troncata in due parti, la seconda delle quali costituisce il vero fulcro delle vicende, nonché motivo di "risveglio" da una fase di stasi piuttosto insostenibile per i palati più impazienti. La trama subisce troppo tardi quella svolta che dovrebbe in parte alleggerire il peso della mediocrità patita fino a quel momento. Se le nuove situazioni producono quell'effetto twist tanto desiderato quanto liberatorio, non pare andare diversamente ai personaggi, la cui caratterizzazione ottiene, al passo con la storia, un'evidente evoluzione. I toni si drammatizzano ardentemente a circa dieci episodi dalla conclusione, che non saprei se definire deludente, ma che tutto sommato può andar bene.

Per quanto riguarda il comparto tecnico, riportare la stessa curva d'evoluzione sarebbe pressoché impossibile: le animazioni sono costantemente sottotono, il character design imperfetto ma tutto sommato accettabile in vista della grossa mole di personaggi, i fondali "appiccicati" i colori pessimi, mentre le musiche sono da “norma seriale”, più che marginali. Insomma, un complesso di elementi sotto la media. Trattandosi di un'opera originale (che precede la pubblicazione del manga), è un peccato non aver fatto tesoro di un potenziale più che buono, smorzato da un lavoro superficiale. Non posso sconsigliarlo ai più, ma nemmeno consigliarlo agli intenditori in cerca sì di ottime trame, ma che siano sorrette da ottima regia, sceneggiatura, veste grafica, e via dicendo: <i>Mai-HiME</i> non è una di queste.


 0
Shiva87

Episodi visti: 26/26 --- Voto 7
Questo anime mi ha presa tantissimo e per di più mi ha emozionata. Buoni disegni, una colonna sonora indovinata, personaggi forti e abbastanza ben caratterizzati. La trama inoltre è abbastanza coinvolgente e entusiasmante (uso molte volte "abbastanza" perché è comunque un anime non originalissimo nel susseguirsi degli eventi). Nella mia testa c'era già un 8/9 se non fosse che poi, è arrivato il finale. Delusione totale!

<b>[Attenzione, spoiler!]</b>
E non perché non ami gli happy ending o altro, ma perché, per come si erano messe le cose, il finale non poteva allontanarsi così tanto dal registro drammatico/tragico del resto delle puntate. L'ho trovato molto simile ai finali di cartoni che si fanno vedere ai bambini, io volevo maggior realismo in un anime che mi aveva mostrato come, nella lotta tra bene e male, ci sono sempre dei sacrifici. Ed ecco che per magia tutti resuscitano. Pure la scena con Makoto, cavolo almeno lei! Invece no, finale felice per tutti! Un finale cosi buonista mi ha davvero infastidita; essendo oltretutto il finale una cosa molto importante in un anime, un film, ecc, non può che andare a influire sul giudizio finale dello spettatore. Davvero un peccato!
<b>[Fine spoiler.]</b>

Nonostante tutto, il mio voto è un 7.5 e consiglio la visione.


 0
Alexander

Episodi visti: 26/26 --- Voto 8
Se cercate qualcosa di originale o di mai visto prima, questo non è certo l'anime che fa per voi: tra ragazze dotate di superpoteri, mecha, armi improponibili e scuole in cui ci si preoccupa di tutto tranne che di studiare, Mai-HiME è un po' la summa di tutti i generi più amati dai giapponesi. Eppure sarebbe un errore lasciarselo sfuggire, anzi, se siete diffidenti verso certi generi di anime, questo potrebbe farvi cambiare idea.

A livello tecnico è più che accettabile, con ottime ambientazioni e animazioni, e un character design perfettamente equilibrato.
A livello di contenuti, la prima e la seconda metà di questo anime possono seriamente essere considerate come 2 opere a sé stanti, e meritano ognuna un giudizio a parte. Dovendo valutare la prima metà, il voto sarebbe un 6 scarso; infatti, sebbene i primi 2 episodi siano ben fatti, la serie prosegue con una serie di puntate che consistono per lo più in un'alternanza di scene comiche non sempre riuscite, alcuni brevi combattimenti e un po' di fanservice, forse utili per prendere un po' confidenza con i vari personaggi, ma che a conti fatti sono poco più che filler.

La seconda metà è l'esatto opposto e riesce non solo soddisfare le migliori aspettative poste fin dal 1° episodio, ma anche a superarle di gran lunga. Non passerà una sola puntata senza qualche eccezionale colpo di scena e, in generale, senza un altissimo livello di drammaticità in grado di tenervi incollati allo schermo. Ma la cosa più importante è che tutti i personaggi (e sono davvero tanti) verranno approfonditi adeguatamente, e tutti avranno il loro momento di gloria. Nel finale purtroppo abbiamo una grave caduta di stile, ma questo non pregiudica in nessun modo la godibilità del titolo.

Quindi in definitiva, l'anime merita molto, tutto dipende dal fatto che riusciate o meno a resistere per la prima metà che in effetti lascia un po' a desiderare.


 3
starbucky

Episodi visti: 26/26 --- Voto 10
Mai è una studentessa che, grazie a una borsa di studio, si trasferisce insieme al fratello Takumi in una scuola molto prestigiosa, il Fuuka Gakuen.
Sulla nave che la porterà al nuovo istituto, incontra Mikoto, una ragazzina armata di una gigantesca spada a cui, per caso, salverà la vita. Sulla stessa nave, fa poi la sua apparizione un'altra giovane, Natsuki, pronta a tutto pur di impedire che le due ragazze arrivino a destinazione. Ne nasce un combattimento furibondo che causerà il naufragio della nave, ma non riuscirà ad impedire che le ragazze arrivino al Fuuka Gakuen. Dal quel momento, Mai si troverà al centro di una serie di avvenimenti che la porteranno a combattere con accanto Kagutsuchi, una specie di drago, che sembra essere l'unica arma a sua disposizione per combattere delle creature mostruose che sembrano voler far del male a suo fratello.

Prodotto dalla Sunrise e composto da ventisei episodi, Mai-Hime riesce in quello che è probabilmente l'idea di base di ogni anime prodotto: arrivare a più spettatori possibili.
Forte di una trama che affianca elementi fantasy e mecha ad elementi più leggeri quali vita scolastica e commedia, Mai-Hime riesce a farsi apprezzare da un pubblico molto vasto, dall'appassionato di serie robotiche al più incline alle serie cosiddette più leggere e scanzonate.
Una raffinata colonna sonora che comprende anche pezzi di musica classica, a sottolineare ancora di più il pathos di tutta la storia, affiancata a dei disegni meno dettagliati rispetto ad altri anime del genere ma comunque di grande impatto, rendono questa serie assolutamente imperdibile.
Se proprio vogliamo trovare un difetto, l'ultima puntata potrebbe non essere considerato come il degno finale. Ma è anche vero che dopo venticinque puntate esaltanti, pieni di colpi di scena e con "tanta carne al fuoco", le aspettative sono alte e ci si aspetta forse troppo. Consigliatissima.

Piazza26

 1
Piazza26

Episodi visti: 26/26 --- Voto 10
Purtroppo votare questo anime è molto arduo visto che il massimo è solo 10.
Che devo dire, musiche bene fatte, suspense che in dei momenti diventi tagliente anche se poi il finale è pienamente risolutivo.
Opera veramente consigliata a chiunque ami questo genere di serie(sentimentale, mecha). Anche se in dei punti si ha troppa carne al fuoco, gli autori hanno agito in maniera ottima nello snodare la matassa negli ultimi episodi.
Che dire, spero sia licenziato in italia, ma sopratutto consiglio di vederlo.


 1
Fuby B.

Episodi visti: 26/26 --- Voto 10
Mai è una ragazza di 14 anni che si trasferisce alla prestigiosa scuola "Fuuka Gakuen" assieme al fratellino malato di cuore.
Mentre è sul traghetto che porta all'isola, partecipa al salvataggio di una ragazza misteriosa (Mikoto) che stava per annegare e possiede una spada enorme.
Sempre durante il viaggio, Mai viene coinvolta in uno scontro tra Mikoto e un'altra bellissima ragazza munita di pistole (Natsuki), che sembra destinato a finire solo con la morte di una delle due.
A porre fine al duello sarà invece la potenza delle stesse ragazze, tale da affondare la nave.
La mattina seguente allo scontro, Mai si risveglia sul prato della scuola nel bel mezzo di un solco che sembra essere stato tracciato col fuoco e, poco dopo scopre di possedere la capacità di materializzare fotoni ed in particolare di poter usufruire dell'aiuto del child Kagutsuchi, un drago infuocato enormemente potente.
Mai non è l'unica a possedere un'abilità simile.
All'interno dell'istituto ci sono infatti 13 Hime, che possiedono le stesse capacità di Mai (sebbene child diversi) e devono combattere assieme a lei gli Orphan; creature emanate da un'entità malvagia misteriosa e che attaccano gli studenti.
La trama di Mai Hime descritta così sembra semplice, ma solo vedendo questo bellissimo anime se ne scoprono i colpi di scena e gli intrighi.
Mai Hime è uno dei miei anime preferiti proprio perché riesce a racchiudere con una trama geniale e coerente, elementi come la comicità, l'amicizia, l'amore e soprattutto il lavoro di squadra.
Questo non è un anime leggero; assieme ai temi che ho elencato ve ne sono molti ben più pesanti e alcuni episodi sono di una tristezza disarmante, tuttavia per fortuna, si finiscono le 26 puntate col sorriso.
Un altro aspetto che mi è piaciuto tantissimo di questo anime, è che i personaggi (che sono numerosissimi), sono tutti approfonditi, in particolare le 3 protagoniste: Mai, Mikoto e Natsuki, la cui crescita all'interno dell'anime p degna di nota.
Le stesse hime poi sono tutte simpatiche e, ognuna a modo suo, divertenti.
Per quanto riguarda il character design, mi ha subito colpita positivamente e lo stesso lo ha fatto tutto il resto (animazione, musica, grafica ecc...) .
Ciò che mi ha colpita ancora di più è la differenza che intercorre tra l'anime e il manga:
L'anime è nettamente superiore e totalmente diverso per trama e personaggi, che mantengono invariati solo il nome ed i connotati fisici.
Mai Hime anime non è quindi un anime harem e Tate (protagonista del manga) non è che un personaggio marginale privo di poteri ad eccezione del suo buon cuore e mi chiedo sempre come sia stato possibile trarre fuori un anime tanto bello da un manga che fa acqua da tutte le parti.
Se avete letto il manga di Mai Hime e non vi è piaciuto, vedete quindi l'anime e ricredetevi!
Se non avete letto il manga e visto l'aime, vedete l'anime!
Se avete visto Mai Hime anime e non avete letto il manga, rivedete l'anime tutte le volte che merita e non leggete il manga! XD
Insomma per me Mai Hime è da vedere. Lo consiglio a tutti


 0
Shika93

Episodi visti: 26/26 --- Voto 8
Ho visto questo anime tempo fa e non è stato male sopratutto l'inizio di tutte le avventure; i personaggi sono fatti molto bene: ben delineati e ottimo colore insieme agli effetti speciali e alle ambientazioni.
La storia è ambientata in una scuola apparentemente normale ma in realtà strana per le apparizioni di mostri e esseri sopranaturali; qui le HiME vengono riunite da uno strano individuo che si fatica a capire se sia bravo o cattivo: Nagi, un ragazzino che mette alla prova le HiME.
HiME non è semplicemente la parola giapponese per "principessa" ma in realtà è l'acronimo di "Highly-Advanced Materializing Equipment" ovvero la materializzazione di equipaggiamento che serve per combattere i demoni. Queste ragazze fuori dal comune possiedono un segno sulla pelle presente dalla nascita e la possibilità di vedere la Stella Rossa posta accanto alla Luna. A queste ragazze è sempre accompagnato un Child: un essere dai poteri straordinari diverso da tutti gli altri.

La trama narra Mai (da qui il nome dell'anime) e suo fratello Takumi che si trasferiscono dalla città per via della salute cagionevole del fratello e secondo il suo medico potrebbe sentirsi meglio in una zona più libera e con l'aria più pulita. In nave Mai incontra due futuri compagni di scuola che sono dei semplici studenti: Tate e sua "sorella" Shiho anche se in realtà è un'amica d'infanzia dove però lei lo considera quasi come un fratello, chiamandolo in questo modo anche in pubblico. Oltre a loro incontra anche due strane ragazze che combattono, distruggendo la nave. Da quel momento in poi le avventure di Mai saranno sempre più difficili e complicate.

Come ho già detto prima è un anime abbastanza carino solo che man mano che ci si avvicinava alla fine ha iniziato a perdere parecchio specie per chi moriva e poi resuscitava dal nulla. Comunque lo consiglio a tutti!

Shiva87

 0
Shiva87

Episodi visti: 26/26 --- Voto 8
Scoperto per caso, questo anime mi ha davvero coinvolto ed emozionato. I personaggi mi hanno catturato con le loro storie, e la drammaticità, o meglio la tragedia, mi ha commossa in ogni avvenimento. Solo una cosa non mi è andata giù:il finale... Per questo non posso andare oltre l'8. Il finale vanifica tutta la storia secondo me.

<b>
Attenzione :: Spoiler!
</b>:
passi che tutti resuscitano, ok, lo posso pure accettare, ma almeno Mikoto deve morire! Sennò mi sembra infantile e stupido tutto quanto. Non può finire tutto rose e fiori, non un anime che per 25 puntate dimostra un alto grado di drammaticità. Peccato!!

Nine_Lives

 0
Nine_Lives

Episodi visti: 26/26 --- Voto 7
Ha delle canzoni carine, le animazioni ottime e i personaggi ben caratterizzati. Se non fosse stato per la storia. Avrebbe meritato un 9, o forse un 10. Purtroppo hanno fatto alcuni gravi errori. Prima di tutto hanno arricchito troppo la trama e purtroppo questo ha lasciato poco spazio per i dettagli. Creando alcune piccole incongruenze nella storia e non dando il tempo allo spettatore di assimilare nulla e quindi facendo perdere tutto il mordente della trama e le emozioni dei punti salienti. Per concludere. Secondo me, se avessero fatto una trama più semplice e l'avessero curata di più ne sarebbe uscito un capolavoro <.<

bye bye

Princess Neko

 0
Princess Neko

Episodi visti: 26/26 --- Voto 9
Premettendo che mi aspettavo un remake di Sailormoon (che amo alla follia) sono rimasta piacevolissimamente sorpresa e appagata da questa serie, che considero in effetti una moderna Sailormoon, con la cura e le innovazioni che si può permettere il periodo attuale, con 20 anni di esperienza in più rispetto alle guerriere in marinaretta. Mi ci sono avvicinata per via dell'ottimo stile grafico, curato e di mio gradimento, per poi scoprire una serie con moltissimi personaggi, tutti ben caratterizzati, con una storia fluida e sensata, con elementi per tutti i gusti, dal romanticismo ai mecha, dalla tragedia a quel filo di fanservice che rende il tutto armonizzato alla perfezione. Ottima anche la colonna sonora, curata dai pluripremiati See Saw e Kajura Yuki.
Consigliato ai più, sia boys che girls!

ALUCARD

 0
ALUCARD

Episodi visti: 26/26 --- Voto 9
La Sunrise ama utilizzare i suoi personaggi come attori, dandogli un copione e facendoli recitare su un palcoscenico drammatico con una storia altrettanto intensa. Ho visto prima Mai Otome di questo Mai Hime, e devo ammettere che mi è piaciuto più il primo. In ordine cronologico, Mai Hime è il primo lavoro della Sunrise, e forse con una drammaticità più spiccata e un pathos più spiccato. Allo stesso tempo, ho trovato quest'anime un pò confusionario e poco chiaro. Il termine Hime viene da "Highly-advanced Materializing Equipment", e narra la storia di un gruppo di predestinate, loro malgrado, costrette a seguire un percorso di vita arduo e doloroso per la salvezza del mondo, o se si vuole, per seguire un ineluttabile destino. Dotate di poteri speciali, fra queste ragazze c'è la protagonista Mai Tokiha, e le sue amiche Mikoto, Natsuki e altri volti noti che rivedrete in Mai Otome, se avrete il piacere di guardarlo. La cosa che distingue queste serie da tutte le altre, è che i personaggi di questa storia non hanno nulla a che fare caratterialmente con quelli della seconda serie, sebbene siano le stesse identiche persone, a volte con nomi e attitudini cambiate radicalmente. è come un grande cast di personaggi che a mio parere svolgono un gran bel lavoro.
Mai hime, del dettaglio, risulta un crescendo molto piacevole e dettagliato, i personaggi come sempre sono approfonditi e il tema principale dell'anime è sicuramente l'amore, seguito dall'amicizia e i rapporti interpersonali fra i protagonisti che vivono in una sorta di accademia chiamata Fuka Gakuen, una specie di liceo che nasconde molto più di quello che si pensi...
Pathos e dramma a tonnellate, lacrime versate, situazioni difficili e scelte ardue, un gioco dove le bellissime "hime" (goco di parole per rimembreare il termine principessa di giapponese, appunto "hime") metteranno a rischio tutto quello che hanno, andando contro i loro desideri e le loro volontà, ingabbiate in un destino a loro avverso e da cui non possono sfuggire.
Evitando ogni spoiler possibile, posso dire che l'anime mi è piaciuto, tiene incollato lo spettatore puntata dopo puntata; i primi episodi forse sono un pò troppo frivoli e poveri di significato, ma servono ad approfondire i vari rapporti fra i protagonisti. la seconda parte, in classico stile Sunrise, è un crescendo esponenziale di drammaticità e emozioni. in tutto questo però vi sono delle pecche che non si possono ignorare: alcuni eventi sono tralasciati (volutamente? o no?), altri, sul finale davvero inspiegabili, e non viene data alcuna soluzione a questi enigmi. Il risultato è che sul finire della storia prevale una sorta di buonismo che non ho apprezzato più di tanto. Certamente la morale è classica, "l'amore vince tutto". Questo viene vissuto meravigliosamente e in maniera sofferta, anche se, come ho detto, nelle ultime puntate accadono episodi inspiegabili, quasi come a raddrizzare un dramma che pareva irrimediabile. Personalmente lo avrei preferito con un finale più triste. avrebbe dato realismo alla trama e più spessore.
Classiche e un pò banali le gag basate sul fanservice, molto belle le animazioni, meravigliose le espressioni dei personaggi che riescono a rendere al 110% le emozioni, stupendi i combattimenti, scene d'azione davvero memorabili.
Ancora una lode alla colonna sonora: le serie Sunrise riescono a incollare letteralmente lo spettatore al video grazie a delle musiche davvero stratosferiche! Ovviamente intensa la sceneggiatura, bellissimi i dialoghi nei momenti colu, anche se tradotti in italiano forse non rendono come l'originale.
Tutto sommato un anime per adolescenti, volutamente alleggerito da una drammaticità che poteva essere più "matura" e mirata, per rendere il tutto più adulto, tuttavia rimane apprezzabilissimo lo stesso.
Se vi è piaciuto, continuate a seguire le serie Sunrise e guardatevi Mai Otome, il supposto seguito, che però non ha niente a che fare con questa serie (come stranamente potrete vedere). forse sarebbe servito un seguito per chiarire tanti punti oscuri rimasti in sospeso...
Personalmente ho preferito Mai Otome, di cui la Sunrise ha deciso di continuare le vicende con un seguito e un prologo.
Buona visione ;)

Fuby B.

 0
Fuby B.

Episodi visti: 26/26 --- Voto 9
A parer mio questo anime è bellissimo! Non me lo aspettavo davvero! Ne avevo sentito parlare bene, ma non pensavo potesse emozionarmi così tanto! Sarà che qui l'amore a l'amicizia sono i temi principali (il che mi ha ricordato Sailor moon da me amata!), ma non è sicuramente questo il primo nè l'ultimo anime in cui i sentimenti la fanno da padrona. Ciò che allora mi ha colpita è stata la loro miscelazione assieme al resto; ai combattimenti, alla vita scolastica. Ineccepibile secondo me anche la caratterizzazione dei personaggi, che sono tanti e ben delineati.
Lo consiglio vivamente a tutti. A me il finale è piaciuto da morire! Avrei voluto però che fosse dato un pò più spazio a Natzuki e Shizuru... per questo non voto 10

Kat

 0
Kat

Episodi visti: 26/26 --- Voto 10
Una sorpresa inaspettata e bellissima. Quando la prima volta mi hanno parlato di questo anime mi era sembrata la solita storia di ragazzine dai superpoteri accompagnate dal robottone di turno, impegnate a sconfiggere il male.
Invece, nonostante le prime puntate ripropongano (apposta immagino) tutti i cliché del filone "maghette", a partire da un certo episodio la situazione si ribalta in modo completo, totale e soprattutto inaspettato, e tutta la serie prende una piega drammatica e oscura dove niente e nessuno è risparmiato. Abbastanza letteralmente parlando. Buoni e cattivi si scambiano i ruoli di carnefice e vittima in un continuo gioco delle parti e i drammi esistenziali della protagonista non appesantiscono mai la trama, anzi, ne definiscono il carattere fino a farla diventare una delle più credibili eroine che io abbia mai visto.

Il finale che tanti non hanno apprezzato io l'ho invece amato molto. Trovo che qualcosa di diverso sarebbe stato in contrasto con il tenore iniziale della storia, alla quale si torna in modo metaforico dopo che il male è stato sconfitto. Questa dopotutto è la bella e drammatica favola di una cenerentola diventata principessa senza il suo volere, e che favola sarebbe senza il "vissero tutti felici e contenti"?

genji

 0
genji

Episodi visti: 26/26 --- Voto 7
Mai Hime, ovvero come rovinare una serie con un unica, ultima puntata.

Peccato, è una serie che mi aveva piacevolmente sorpreso.
Parte discretamente commerciale, ma riesce (e non ci riescono in tanti) a toccare vette di drammaticita' importanti.

Il cambio di personalita' e la rassegnazione della protagonista poco dopo la meta' intrigano non poco e il susseguirsi di eventi ti tragedia e di coraggio danno un bello spessore a questa serie.

Purtroppo pero' esiste la puntata 26...

Non voglio dire che una serie debba finire necessariamente male o necessariamente bene, ma almeno con un po' di coerenza con quello che si è visto fino a quel punto.

Le magie dell'amore pucci pucci miao miao degli ultimi minuti completamente immotivate e fuori luogo tolgono purtroppo tantissimo al tutto.

E' come guardare una commediola o una serie bella ma leggera (come ad esempio Azumanga D.) e nell'ultima meta' dell'ultima puntata arrivano i marziani e distruggono la terra.

Finirebbe sicuramente male... ma che cavolo centra col resto della storia???

saskha

 0
saskha

Episodi visti: 26/26 --- Voto 9
Prodotto ad alto livello, sia per quanto riguarda le animazioni, gli sfondi, le musiche che il character design dei personaggi, che come altri hanno sottolineato, sono ben risolti a livello caratteriale, nonostante siano molti.
Solitamente non amo gli anime con le classiche eroine dai super poteri alla saylor moon, dove lo spirito di sacrificio deve essere imperante, ma i dubbi della protagonista, i difetti di buoni e cattivi, il continuo ribaltamento delle parti di alcuni, il segreto del misterioso fine rituale mi ha tenuta attenta fino alla fine...
Non gli ho dato il 10 pieno perchè trovo che la fine abbia avuto una nota stonata, ma forse sono solo io che non amo troppo il genere...
Sicuramente rimane un prodotto godibilissimo, per gli amanti di ogni genere.

useless

 0
useless

Episodi visti: 26/26 --- Voto 10
Per quanto possa sembrare strano, una delle serie più originali degli ultimi tempi. Dico "strano" perché di elementi visti e rivisti ce ne sono a bizzeffe (devo proprio fare l'elenco?), tuttavia, come diceva qualcuno, non è del tutto importante la storia, ma come si svolge la storia. E qui sta la vera originalità. Senza contare che si tratta di una delle poche serie che presenta oltre una dozzina di personaggi principali, che vengono sfruttati tutti, e tutti caratterizzati, che è quasi un miracolo (vedi l'anime di gto e di negima, per esempio...). Voto pieno.

Mirko-kun (piombino)

 0
Mirko-kun (piombino)

Episodi visti: 26/26 --- Voto 10
Assolutamente stupendo... dall'inizio ti prende in una maniera. Che gli episodi volano via uno dopo l'altro per l'intensa drammaticità, comicità, misteriosità che vengono abilmente uniti e alternati... sebbene il finale un pò troppo vecchio stile "uniti si fa la forza e vissero felici e contenti" alla SailorMoon mi abbia sorpreso devo dire ke NULLA, assolutamente NULLA, impedisce a questa serie di essere assolutamente FANTASTIcA... consigliata a tutti... maschi e femmine... più piccoli e più grandi... ^__-

conzumata

 0
conzumata

Episodi visti: 26/26 --- Voto 7
Potrebbe essere il solito anime, la protagonista un bel giorno scopre di avere dei peteri che la trasfomano in una gueriere ecc ecc. invece io lo consiglio, la storia e la trama va abbastanza al di fuori dallo schema, e in più vi potrebbe anche scappare un sorriso, in tutti e 26 episodi ci sono scenefrizzanti ironiche ma potrebbe anche scapparvi una lacrimuccia.
Una serie leggera e frizzante. consiglio la visione.
P.S.: a differenza di altre recensioni posso dire che vedere tutti gli episodi mi ha chiarito tutti i misteri! Dopotutto non è questo un anime con una trama molto intricata.

Kamui86

 0
Kamui86

Episodi visti: 26/26 --- Voto 8
Complessivamente è un bell anime!!!
I disegni sono molto belli e ogni personaggio è caratterizzato molto bene.
Molte cose però sono abbastanza scontate, sono pochi i colpi di scena che lasciano a bocca aperta.
Il finale è un po deludente, non tanto per la fine in se (che mi è piaciuta) ma in quanto ci sono parecchi punti interrogativi lasciati aperti. Ci vorrebbe una nuova serie ambientata qualche anno prima così da poterla capire al 100%.

Darcia

 0
Darcia

Episodi visti: 26/26 --- Voto 7
Le primissime puntate di questo anime le ho trovate molto interessanti, capaci di attirare lo spettatore a seguire le successive. Purtroppo, ben presto i toni vanno decisamente calando e l'anime si trasforma in un qualcosa di molto lineare e dalla struttura stra-abusata: episodi comici di vita scolastica, conditi da combattimenti di ragazze dotate di poteri speciali contro mostri abominevoli.
Questo fino alla 15ma puntata, che pare quasi l'episodio conclusivo di una prima serie (con tanto di titoli di coda). Dalla 16ma alla 26ma, invece, sembra quasi di guardare un altro cartone, con toni decisamente più drammatici, colpi di scena e misteri che vengono svelati.
Per quanto riguarda il finale, non sono d'accordo con chi ne è rimasto deluso. A me è piaciuto molto. Dove sta scritto che un anime, per essere bello, deve finire in maniera tragica? Bah... De gustibus...

In definitiva, un buon cartone, ma nulla di eccezionale (non riesco proprio a capire come qualcuno possa definirlo uno dei migliori anime che abbia mai visto... Evidentemente, ne avrà visti decisamente pochi!).
Come voto finale, non gli dò più di 7, perché parte bene, ma riesce ad elevarsi dalla sufficienza solamente negli ultimi episodi.

Shimpei Kuroda

 0
Shimpei Kuroda

Episodi visti: 26/26 --- Voto 8
Darei tranquillamente 10 a questo anime ben fatto,graficamente e come trama. Non lasciatevi ingannare dai primi episodi, caratterizzati da comicità e leggerezza;Mai hime vi condurrà pian piano in una spirale drammatica e pesante, veramente ben fatta. Colpi di scena a go go, tutti i personaggi hanno un punto interrogativo che verrà risolto via via. Ma purtroppo il 10 non lo merita a causa del finale, che ci sta e ribadisce l'estrema commercialità dell'anime.peccato

nicopasso

 0
nicopasso

Episodi visti: 26/26 --- Voto 10
Scoperto praticamente per caso ho trovato un bellissimo anime che non avrei mai detto mi potesse prendere così...dalle prime puntate ero curioso di sapere cosa succedeva, chi erano le HiME e come tutti i personaggi coinvolti potessero far parte di un unico grande quadro...e andando avanti mi ha strabiliato...
Grandi colpi di scena e belle idee per un anime dal mio punto di vista "nuovo" di contenuti...un bel 10 non glielo toglie nessuno!

Neo Sage

 0
Neo Sage

Episodi visti: 26/26 --- Voto 10
che dire... ero un po titubante nel vederlo, pensavo fosse una roba mal mischiata di robottoni e super eroine... ma mi sono completamente ricreduto, storia stupenda, disegno, che all' inizio mi ha lasciato disorientato, ma dopo 10 minuti mi ci sono subito appassionato, le lotte poi sono spettacolari e le musiche(modestamente della divina yuki kajiura, che ha fatto anche la stupenda ost di hack//sign insieme ai see saw)sono letteralmente divine! che dire, scaricatelo al volo perchè è veramente BELLO come anime!

Gormel

 0
Gormel

Episodi visti: 26/26 --- Voto 10
Quella che dalla prima puntata sembra il solito anime di amori scolastici basato su qualche situazione imbarazzante e su strani poteri della protagonista, rivela ben presto un trama molto piu' profonda e complessa, arricchita da molti colpi di scena e da qualche intermezzo divertente, ma anche da qualche lacrima.
I segreti dei vari personaggi sono svelati con il procedere dell'anime, contemporaneamente all'evoluzione dei loro sentimenti e del loro carattere.
Ottime musiche accompagnano i punti salienti dell'anime
Unica pecca un finale troppo buono, per cui l'anime sarebbe piu' da 9,5 che da 10, ma questo dipende dai gusti.

Nabiky

 0
Nabiky

Episodi visti: 4/26 --- Voto 10
TRAMA

Fuka Gakue è una scuola unificata, dalle elementari alle superiori. All'interno di essa, gira la voce che sia apparso un misterioso mostro, e che l'unica contromisura siano delle ragazza chiamate "HiME", dotate di "Highly-advanced Materializing Equipment"
(equipaggiamento meterializzante estremamente avanzato).
Mai si sta trasferendo nella nuova scuola, ignara di questa voce... fin quando non incontra una strana ragazzina dotata di una spada misteriosa, e di un simbolo uguale al suo. Improvvisamente scopre di possedere il potere di un Hime, e dopo tante disavventure impara a vivere come tale...

Ho visto i primi episodi, e gia dal secondo la trama si infittisce, Mai è una principessa, e si deve risvegliare.
Alcuni personaggi misteriosi, combattimenti d'azione e magia, evocazioni, e humor fanno di questa una delle serie piu carine e soddisfacenti che ho visto nell'ultimo periodo.
Consiglio vivamente :)
Ciauz!

AlexanderPD

 0
AlexanderPD

Episodi visti: 21/26 --- Voto 9
Mai Hime è un anime veramente curioso.
A dispetto della trama iniziale, la quale fà pensare ad un anime leggero e spensierato, dalla puntata 18 in poi cambia radicalmente, prendendo una piega decisamente seria.
La trama è complessa e ben articolata, con l'unico difetto che è totalmente celata per i primi 16 episodi, nei quali si può arrivare persino a perdere interesse per l'anime.
Ammetto che ci sono state scene molto commeventi, quasi da strappare le lacrime, è un anime fantastico e lo consiglio caldamente a tutti! ^__^

stefano

 0
stefano

Episodi visti: 21/26 --- Voto 9
L'anime in questione é a mio avviso uno dei migliori mai visti finora per quanto riguarda il genere. Le musiche sono stupende e usate benissimo e l'animazione è tra le migliori. Molto ben curata è anche l'introspezione dei singoli personaggi. Anche se inizialmente si può notare qualche leggero fanservice, con l'andare delle puntate questi passano completamente in secondo piano. Circa a 1/3 della serie infatti i toni leggeri, anche se pieni di mistero, lasciano spazio a momenti di drammaticità di sicuro coinvolgimento emotivo. La serie acquista dunque uno spessore inaspettato capace di catturare completamente l'attenzione di chi la segue. Mi sento quindi di consigliarne caldamente la visione a tutti quelli che cercano un anime maturo con toni forti ma comunque pieno di sentimenti fraterni, d'amore e d'amicizia (ai più sensibili potrebbe scappare qualche lacrimuccia!). A mio avviso Mai-HiME vale un bel nove. Aspetto con ansia le ultime tre puntate sperando di poter confermare il mio giudizio e ,chissà, magari anche migliorarlo.

Lord Orion

 4
Lord Orion

Episodi visti: 26/26 --- Voto 4
AHAHAH!! Arrivo io ad abbassare la media-voto di Mai-Hime! >D
Devo proprio dire che quest'anime è stato una delusione su tutti i fronti. Se il primo episodio mi aveva MOLTO entusiasmato e incuriosito, più avanti la serie è diventata assai pesante, con l'introduzione di un numero enorme di misteri e interrogativi che gli episodi finali NON hanno affatto chiarito (o se l'hanno fatto sono scemo io, perchè non ci ho capito NIENTE. Zero!) e tutta una serie di assurdità come le persone che scompaiono, che mi è sembrata una forzatura narrativa solo per indurre gli spettatori a piangere un po' per una serie che, spaziando un po' in tutti i generi (fantasy, azione, commedia scolastica...) mancava giusto dell'elemento triste >_>

Il finale poi, a parte l'astrusità, il fatto che non abbia spiegato neanche l'1% di tutti gli interrogativi sorti fin dal primo episodio (anzi ne ha aggiunti altri), è stato IMHO eccessivamente mieloso. Finisce decisamente TROPPO bene, ovviamente non spoilero ma insomma... penso che non solo io avrò storto il naso per... bè, avete capito >_>

La svolta narrativa che avviene più o meno a metà serie non riesce IMHO a risollevare quest'anime dalla mediocrità generale... decisamente una serie sopravvalutata, ho sperato fino all'ultimo episodio di riuscire a venire a capo di qualcosa, e soprattutto che non finisse in QUEL modo, ma purtroppo non è stato così. Magari le risposte arriveranno nella seconda season, ma considerata la delusione di questa prima serie, non credo la seguirò.

Amen.