logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
Nagisa98

Episodi visti: 13/13 --- Voto 7
“Sora no Method” è un anime prodotto nel 2014 dallo Studio 3Hz. Ideato e sceneggiato da Naoki Hisaya, esso è composto da tredici episodi, a cui si aggiunge un OVA di undici minuti rilasciato nel 2015.

Protagonista della trama è Nonoka Komiya, una studentessa delle medie che fa ritorno a Kiriya-ko, il luogo in cui viveva sette anni prima. La ragazza troverà ad attenderla una misteriosa bambina dai capelli blu, Noel, e un gigantesco disco volante che sovrasta la città da parecchio tempo.

A mio parere, “Sora no Method” è un anime che riesce a farsi apprezzare nonostante la storia da esso narrata sia davvero semplice e lineare. I misteri che si insinuano sin dal primo episodio, infatti, non fanno aspettare eccessivamente la loro soluzione, e rivelano, tra l’altro, una sceneggiatura con pochi colpi di scena e sviluppi non tanto innovativi. Anche il finale, tirato per diverse puntate, si dimostra quasi scontato e denso di cliché.
Eppure, nonostante questi difetti, l’opera riesce ad essere estremamente gradevole e a farsi seguire con piacere per tutta la sua durata. Dietro l’intreccio non proprio geniale, condito di elementi soprannaturali, si nasconde infatti il vero fulcro della serie: la storia di una pura e innocente amicizia. Quello su cui l’anime pone l’accento non è tanto l’evento fuori dall’ordinario, quanto piuttosto il modo in cui esso ha influito sui nostri protagonisti. Il disco che fluttua su lago Kiriya è la chiave del rapporto creatosi tra i cinque ragazzi: un legame scalfito dal tempo e dagli imprevisti, tutto da ricostruire mediante l’intervento di un dolce e misterioso intermediario.

Oltre ad analizzare le relazioni che intercorrono tra i vari personaggi, l’opera riesce in egual modo a fornire un buon approfondimento di ciascuno di essi. Trattandosi di ragazzi molto giovani, non ci troveremo dinanzi a introspezioni psicologiche complesse, ma neanche faremo i conti con i soliti stereotipi del genere. Largo spazio sarà dunque dedicato alla turbolenta Yuzuki, che con la sua ingenuità di bambina ha finito per scaricare le colpe dei suoi problemi sull’odiato disco volante; conosceremo la fredda e testarda Shione, che non riesce a liberarsi del profondo risentimento sviluppato da piccola. Meno “protagonisti” Koharu e Souta, che comunque riescono ad essere ben inquadrati anche nell’arco di un solo episodio. Spiccano infine Nonoka, ancorata alla sua vecchia città dai ricordi della madre, e la tenera Noel, figura fondamentale per la crescita e la maturazione dei cinque amici.

Passiamo al lato tecnico. Il character design, quasi sempre di buona qualità, risente purtroppo delle fattezze “moe” molto in voga negli anime dell’ultimo periodo. Se su Noel risulta azzeccato, sui personaggi adulti (come la mamma della protagonista) appare abbastanza fuori luogo. Da segnalare delle buone animazioni e degli sfondi ben realizzati, i quali ricalcano un’ambientazione incantevole e particolareggiata. Le OST svolgono al meglio il proprio compito e presentano alcune tracce notevoli, come “Omoide wo Tadoru Gawa dou” e “Yakusoku”. Molte belle le sigle “Stargazer” e “Hoshikuzu no Interlude”, dalle intro un po’ nostalgiche e malinconiche.

Tirando le somme, “Sora no Method” non è di certo una delle opere più memorabili degli ultimi anni. Tuttavia, sebbene non possa fregiarsi di una trama originale e intricata, presenta personaggi ben caratterizzati a cui ci si affeziona facilmente. La storia di una semplice amicizia condita con un po’ di fantasy, da guardare senza troppe pretese. Voto: 7.


 1
DENZEN

Episodi visti: 13/13 --- Voto 10
In genere io odio recensire un anime, ma, quando vedo un anime che mi colpisce particolarmente in senso positivo o negativo, mi sento in dovere di doverlo recensire.

La cosa che mi ha colpito maggiormente di quest'anime è stata la profondità della storia. Vedendo la prima puntata, ho pensato che fosse uno dei tanti anime-fotocopia che ci sono in giro con storie banali e insulsi. Ma all'inizio della seconda puntata mi sono dovuto ricredere: la trama è davvero molto profonda e senza incongruenze. La trama parla di una ragazza che torna nella città natale in cui era vissuta sette anni or sono, ma purtroppo la ragazza non ricorda nulla di tale periodo. A poco a poco inizia a ricordare tutto e cercherà in tutti i modi di ricongiungersi e far ricongiungere gli amici di sette anni or sono.
Come notate, i temi trattati nell'anime riguardano solo la più profonda amicizia che può collegare delle persone. Non ci sono cose come donne nude, personaggi insulsi e irritanti, amori assurdi etc.

Il voto che gli ho dato è dieci, in quanto la trama è molto, ma molto profonda, e per me la profondità in un anime è tutto.


 1
Kida_10

Episodi visti: 13/13 --- Voto 7
"Sora no Method" è un anime della stagione autunnale 2014 composto da tredici episodi di durata canonica.

Nonoka, Shione, Koharu, Souta e Yuzuki sono cinque bambini legati da una profonda amicizia. Un giorno, per far sì che il gruppo rimanga unito per sempre, evocano per gioco un disco volante, esprimendo il desiderio di conservare la loro amicizia. Il giorno stesso Nonoka si trasferisce dalla città per motivi familiari. La storia riprende sette anni dopo, quando la protagonista ritorna a vivere nella sua città d'origine, dove ad accoglierla trova Noel, una simpatica bambina che sembra conoscerla piuttosto bene, ma della quale Nonoka ha perso tutti i ricordi.

La trama è semplice: procede e si lascia seguire piacevolmente, alternando momenti drammatici e momenti divertenti ad altri di vita quotidiana. "Sora no Method" ci presenta una classica storia basata sull'amicizia e stracolma di buonismo, alla quale vengono sapientemente uniti degli elementi fantasy.
I protagonisti non sono molti, ma a differenza delle aspettative sono ben caratterizzati, riescono pian piano a farsi apprezzare e soprattutto a distaccarsi dal classico stereotipo che solitamente regna sovrano nei prodotti di questo tipo; fra tutti spicca sicuramente Noel, che con la sua gentilezza e spontaneità riuscirà sicuramente a far breccia nei cuori dei più deboli, catturandoli con la sua dolcezza.

Tecnicamente è stato svolto un lavoro di alto livello. Per quanto riguarda la grafica, un buon design dei personaggi e delle bellissime ambientazioni, dettagliate e suggestive, per le quali sono stati utilizzati dei colori molto accesi in grado di creare perfettamente un'atmosfera magica e delicata; a dare il suo contributo troviamo anche un altrettanto ottimo comparto sonoro che ci propone delle OST dolci e coinvolgenti, un doppiaggio adeguato e delle sigle di apertura e chiusura di tutto rispetto.

In conclusione, una serie leggera e discretamente coinvolgente, che ci propone anche un finale appagante, per quanto ampiamente prevedibile. Se siete alla ricerca di qualcosa di poco impegnativo ma emozionante allo stesso tempo, ne consiglio vivamente la visione.


 1
Eversor

Episodi visti: 13/13 --- Voto 7,5
Alle volte basta poco per creare un anime veramente bello: un gruppo di ragazzini delle medie, una forte amicizia e piccoli problemi legati a ufo vari. Insomma, roba di tutti i giorni. "Sora no Method" è un anime composto da tredici episodi, uscito nell'inverno 2014 e inscrivibile nel genere scolastico/fantasy. Una storia classica, per certi versi, ma comunque interessantissima e capace di coinvolgere e appassionare senza tante questioni d'amore che, solitamente, tendono a infarcire le serie attuali. Nulla in contrario, anzi, io stesso sono un amante degli anime sentimentali, ma devo ammettere di essere rimasto molto sorpreso da quest'opera. Sola amicizia, ma comunque piena di dubbi, tentennamenti, difficoltà e, perché no, un pizzico di soprannaturale, a rendere il tutto ancora più originale.

Ma passiamo a presentare la trama e a raccontare di come Nonoka, dopo sette anni, ritorna nella sua cittadina natia. Non si ricorda moltissimo, né del paese né degli amici che vi aveva lasciato, ma subito scopre che enormi cambiamenti l'aspettano. Innanzi tutto un enorme disco volante risiede sopra la cittadina, maestoso e silenzioso allo stesso tempo. Bello alla vista, ma anche misterioso e stranamente accattivante. Senza contare che ridesta nei ricordi di Nonoka una piccola scintilla: cinque bambini disposti in cerchio che chiamavano l'ufo, una fanciulla dai capelli azzurri, un forte desiderio. Tutto ciò incomincerà ad apparire ancora più strano quando, una volta giunti alla nuova casa, scopre che nella sua cameretta l'attende una vivace bambina dai capelli celesti, Noel. Il passato sembra tornare alla ribalta, ma ancora non tutto sembra essere emerso. Solo l'inizio della scuola sancirà definitivamente il ritorno di Nonoka al suo vecchio mondo. L'incontro con Koharu, la vivace Yuzuki, il gentile Souta e la scontrosa Shione... i suoi vecchi amici. Eppure le cose sono cambiate anche qui: è vero che, a parte Shione, gli altri sembrano ancora amichevoli, ma il disco volante ha mutato il loro rapporto. Toccherà a Nonoka riportare tutto alla normalità, anche se, quest'impresa, sembrerà peggiorare la situazione, almeno inizialmente.

Insomma, una storia di amicizia, litigi e dischi volanti. Il tutto armoniosamente legato insieme. I personaggi sono ben caratterizzati e, nonostante le fattezze molto fanciullesche, riescono comunque a mostrare sentimenti abbastanza seri. Non dico che ciò rende tale anime drammatico, ma sicuramente non è una semplice commedia allegrotta, dove si danza e si canta tenendosi per mano.
I protagonisti sono cinque, anche se, guardando meglio, si può ben capire come in realtà ci sia una ragazza che emerge su tutte le altre: Nonoka. Molto simile in acconciatura e nome ad Honoka di "Love Live!", ma, per fortuna, molto diversa per carattere. Ritorna dopo tanti anni nel piccolo paesino vicino al lago e lotta con le unghie per riconquistare le amicizie perdute (ma neanche mai morte).
Tra tutti e cinque i ragazzi, devo dire di aver trovato particolarmente interessante il personaggio di Shione, costretta ad affrontare il ritorno della sua migliore amica; quella stessa amica che l'aveva lasciata senza neanche salutarla (c'è da precisare che non era colpa di Nonoka) e attesa per ben sette anni. Ora, però, sentimenti contrastanti emergono dall'animo di Shione e ciò la porta a "odiare" la cara amica.
Sorvolando sugli altri membri del gruppo, che ho trovato leggermente inferiori in quanto a caratterizzazione, andiamo ad analizzare la storia in quanto tale, perché questa avrà come pregio principale proprio quello di mantenersi su un piano di apparente semplicità. Niente segreti strani, niente misteri... si capisce subito chi è Noel (anche se non ve lo dico ora) e anche i successivi sviluppi potevano essere previsti. Tuttavia la mancanza di colpi di scena non pregiudicherà la qualità dell'opera, anzi...

Bella la grafica, colori non proprio vivaci, ma allo stesso tempo intensi (lo so, apparentemente sembra una contraddizione). I paesaggi sono molto curati, così come i vari personaggi che compariranno nel corso delle varie puntate. Tutto ciò ovviamente contornato da un'ottima colonna sonora, capace di esaltare i momenti maggiormente commoventi e rallegrare quelli più leggeri.
L'anime possiede una sorta di andamento tranquillo, quasi dormiente, che di fatto non verrà mai negato. Il cuore della storia si schiude man mano, senza fretta, ma allo stesso tempo facendoci assaporare tutti i vari attimi della serie.
Il doppiaggio è buono, anche se, ahimè, non perfetto. Piccoli errori e sbavature si intravedono nel corso dell'opera, ma, in fin dei conti, sono piccoli dettagli che non influenzano per nulla il mio giudizio sull'anime.

Finisco proprio dal finale: talmente inaspettato da apparire scontato. Lieto fine o conclusione triste? Preferisco lasciarvi col fiato sospeso, spifferandovi solo che, in effetti, succedono tutte e due. Carino, anche se non eccezionale; l'essenziale per terminare nel migliore dei modi questa storia.
"Sora no Method" era un anime su cui, ad essere onesti, non puntavo moltissimo. Eppure è riuscito lo stesso a conquistarmi e proprio per questo merita un giudizio più che discreto.

Voto finale: 7 e mezzo