logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 3
Celestite

Volumi letti: 1/1 --- Voto 8
E' la prima volta che sono rimasta soddisfatta da un'opera della Hazuki a volume unico. Ho sempre disprezzato le storie autoconclusive, soprattutto se si tratta di leggere un manga a genere prevalentemente smut, in particolar modo se si parla dello stile di narrazione della Hazuki, che non mi ha mai particolarmente colpito, ma ho notato un netto miglioramento nella narrazione e nella caratterizzazione dei personaggi a dispetto delle sue opere precedenti.

In questo volume, abbiamo modo di osservare le vicende di quattro diverse ragazze a cui ognuna riscontra un diverso problema, e il loro comune denominatore è l'amore simbolo di salvezza.

Brevemente. Nel primo capitolo abbiamo come protagonista Mizuki. Lei, una ragazza ventenne che abita in un appartamento da sola, da più di un anno si ritrova nella cassetta delle lettere misteriose note da parte di uno stalker sconosciuto, che le sembra così vicina come persona che la osserva così come non ha la minima idea di chi possa essere, ma le cose cambieranno quando avrà un nuovo vicino..
Nella seconda storia vi è Miura Noe, una studiosa di psicologia, che non bada a spendere per curarsi e truccarsi e trovarsi finalmente il ragazzo, ma le cose non sembrano andare come voglia, e si ritroverà davanti tanti ragazzi quanto poco interessanti, avrà forse alte aspettative?
Siamo verso la fine delle vacanze estive, e Yuki non ne può più di sentirsi dire dai suoi genitori di studiare, quando lei in prima persona è una ragazza studiosa; una scelta drastica, ma decide di scappare di casa, e finirà per diventare la coinquilina del suo compagno di classe e di suo fratello.
L'ultima storia, narra invece di Wakana, una ragazza del liceo che ha una relazione a distanza con un ragazzo di Tokyo, sembra ben rilassata al riguardo, ma dovrà confrontarsi faccia a faccia con questa relazione, quando il suo ragazzo decide di trasferirsi dalle sue parti per stare più tempo con lei.

Nelle prime due storie e nell'ultima, abbiamo modo di conoscere in quel lasso di tempo i nostri protagonisti, ed è stata una caratterizzazione che non mi aspettavo. Finalmente la protagonista non è un'etichetta senza forma che si attacca e si stacca senza sapere cos'è, la conosciamo, sappiamo cosa vuole, cosa si aspetta, e i suoi sentimenti che nutre nei confronti delle persone, così come il protagonista maschile ci è allo stesso modo rivelato, magari con un velo di mistero che comunque ci tiene incuriositi, ma che ci fa piacere e ci piace. Ho dovuto tenere da parte la terza storia perché è stata una storia volatile, e qui la nostra conoscenza è praticamente nulla: una protagonista di cui non sai il carattere, non conosci le sue esperienze, non immagini nemmeno le sue reazioni, e i personaggi che le fanno da contorno sono ancora più piatti, è stato il capitolo che tra tutti mi è piaciuto sicuramente di meno.

Il disegno non cambia. Mi piace il suo tratto, adoro davvero il suo stile, ma mi dispiace sempre vedere una pagina letteralmente bianca piena sono di personaggi ben disegnati con poco sfondo, è una pecca che continua a tirarsi dietro e che non riesco proprio a farmi piacere, capisco che è nel suo genere, però arricchire un pò di più le pagine non farebbe male.

Alla fine, ho dato a questo manga un voto abbastanza alto. Per una volta, mi sono ritenuta proprio soddisfatta dalle storie che sono uscite dal pennino dell'autrice, perché sono storie che fanno piacere e sono razionali, se ci pensiamo bene, non trovo molto da ridire al riguardo.


 0
Tacchan

Volumi letti: 1/1 --- Voto 6
Kanae Hazuki è un autrice della quale GP ha già pubblicato diverse raccolte di storie brevi, e "Love Stalking" è una di queste. Si tratta anche in questo caso di uno smut, genere che ad oggi non riesco a farmi piacere, con solo un paio di eccezioni. Anche in questo caso, non posso dirmi soddisfatto e la sufficienza finale è alquanto stiracchiata. Il volumetto comprende quattro racconti che vedono in varie forme le protagoniste alle prese con il sospirato amore. Il problema, anche in questo caso, è che la loro caratterizzazione psicologica è alquanto lacunosa e un po' triste. Tutte sembrano interessate soprattutto al proprio aspetto fisico, la chiave per il successo, o comunque vedono nell'atto sessuale la principale consacrazione di un rapporto, tanto che non ci mettono molto a finire al letto con l'oggetto del loro amore. Il che, a onor di cronaca, può essere cosa che è condivisa da qualcuno ed è la direzione in cui la nostra società spinge, ma leggere storie d'amore che battono su questo punto e farmele passare in qualche modo per romantiche, un po' mi infastidisce. A parte questo, si lasciano leggere e, cadute di stile a parte, sono anche ben disegnate.
La prima, "Love Stalking", riguarda una ragazza che è perseguitata da uno stalker e che è alle prese con la fine della storia con il suo moroso. Poco prima che decida di trasferirsi per risolvere i suoi problemi, fa un incontro inaspettato. Nel complesso sufficiente, valgono le critiche sopra.
"Una Conclusione Affrettata" parla di una ragazza molto popolare che ama divertirsi e farsi corteggiare. Ad un certo punto, però, si rende conto che le manca qualcosa... forse un vero ragazzo? A onor del vero la conclusione che traggo dopo averlo letto è che le serviva qualcuno con cui andare a letto stabilmente.
"La fine dell'Estate" risulta altrettanto triste: una ragazza, la classica secchiona, non sopportando più le pressioni dei genitori scappa di casa e va a vivere da un compagno di classe e al suo scapestrato fratello maggiore. Vi lascio immaginare come finisce. Ma quelle che mi hanno infastidito di più sono le ultime due pagine, con una scelta della protagonista davvero fastidiosa e che fa cadere ancora più in basso la mia opinione di lei.
"Un forte Spirito di Contraddizione" è alla fine abbastanza piacevole e parla di un ragazzo che si trasferisce nella città della ragazza con la quale aveva una relazione a distanza. Questo evento, mette in crisi la protagonista.

La raccolta presenta due episodi che abbastanza piacevoli e ben riusciti. Due, onestamente, secondo la mia opinione davvero infelici.
Credo che nel complesso sia un prodotto che raggiunga tranquillamente la sufficienza, se amate il genere. Se come il sottoscritto non lo amate, non la sfiora nemmeno. Cercando di essere, stranamente, oggettivo, mi sento di dargli un 6, sebbene per i miei gusti personali già un 5 sarebbe una valutazione generosa.

Solo per gli amanti degli smut.


 2
__HellGirl__

Volumi letti: 1/1 --- Voto 4
Kanae Hazuki è un'autrice che sta acquisendo notorietà in Italia grazie alla serie "Say: I love you". Avendo apprezzato la sua precedente opera, pensai di dare un occhio anche a questa raccolta di quattro storie chiamata "Love Stalking!", Purtroppo, come accadde per "Dammi il tuo amore", anche quest'opera si è dimostrata sostanzialmente scarsa.

Il titolo dà voce ad una delle storie presenti nell'albo, ma il tema dello stalking cade prettamente nel dimenticatoio nella seconda vicenda, pertanto mi è parso che il titolo dell'opera sia quasi stato dato a caso, senza un valido motivo.
Quando un manga ha poche cosa da dire sul suo conto, e quando un lettore si ritrova ammutolito negativamente, è indice di un lavoro definibile "incompleto", ovvero gli manca quel "qualcosa" che gli permetta di essere apprezzato.
In "Love Stalking!" accade proprio così, infatti poco vi è da dire al suo riguardo se non che vi sono le pagine ma non un vero e proprio contenuto: personaggi piatti, storielle che terminano inevitabilmente con un atto sessuale (tra l'altro sempre uguali), e dei disegni che non riescono a catturare abbastanza l'attenzione del lettore. E' un tratto strano, ma che con l'andare del tempo l'autrice ha saputo perfezionare, ma qui ci ritroviamo forse agli esordi, quando ancora non aveva molta esperienza nel settore.

La caratterizzazione dei personaggi è inesistente, anzi, risultano altamente frivoli, soprattutto le ragazze: bisogna fare sesso se si vuole divenire popolari, e bisogna fare sesso se si vuole essere delle persone degne di rispetto.
Se una serie è catalogata come Smut o come Josei, d'accordo, l'atto sessuale è quasi d'obbligo, ma qui ve ne è troppo e va a sciupare l'opera, che se fosse stata composta da una sola storia in un unico albo avrebbe sicuramente guadagnato la sufficienza.

"Love Stalking!" è un'opera che non lascia emozioni particolari al suo termine, e forse fa anche rimpiangere i soldi: consiglio di leggerlo online.
Voto: 4


 2
Grell

Volumi letti: 1/1 --- Voto 6
"Love Stalking" è un volume unico che racchiude quattro storie autoconclusive e prende il suo titolo dalla prima. Tutti i capitoli parlano naturalmente di storie d'amore, come si evince dal titolo, mentre il tema dello stalking viene trattato molto alla leggera solo nella prima storia. Nelle altre, invece, non c'è alcun riferimento allo stalking, ma sono comunque storielle molto carine e facili da leggere.
Per me questo manga ha la sufficienza, in quanto i disegni sono ben fatti e molto carini, le trame non sono così originali ma ugualmente piacevoli, l'unica nota negativa, ma comunque realistica, è il rapporto tra i personaggi: l'autrice disegna sempre delle tavole in cui i due innamorati hanno dei rapporti sessuali e sembra che senza non siano effettivamente una coppia. Questa sua caratteristica, sebbene incline alla realtà, mi fa personalmente storcere un po' il naso, proprio perché il sentimento d'amore è surclassato dall'atto stesso, senza il quale sembra impossibile il coronamento della storia. Un'altra nota dolente sono i personaggi che, anche se ben caratterizzati, sembrano essere più o meno tutti uguali, sia quelli maschili che quelli femminili. Troviamo infatti un solo protagonista maschile che si distacca un po' dagli altri differentemente dai restanti che sono tutti abbastanza dolci e rapiti dalla fanciulla che incontrano -in un modo o nell'altro-.
In conclusione il volumetto è promosso, piacevole per far scorrere del tempo in relax, consigliato a tutti coloro che hanno intenzione di leggere qualcosa di poco impegnativo e che comunque lasci una buona impressione.