logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 1
Irene Tempesta

Volumi letti: 1/1 --- Voto 7,5
La copertina di questo volume mi aveva ipnotizzata. Incuriosita, ma con un pò di scetticismo, decisi di leggere questo volume unico di un'autrice sconosciuta.
Sono rimasta colpita dall'intensità delle emozioni che questo manga provoca e dai personaggi così teneri a cui non puoi non affezionarti.
"Our Summer holiday" narra l'estate appunto di Natsuru, un undicenne appassionato di calcio che vive con la madre scrittrice, distratta e disordinata, ma molto affettuosa .
Vive come un tranquillo undicenne senza problemi, nonostante il padre sia venuto a mancare anni prima causa un tumore; è un ragazzo premuroso, buono e solare.
Un pomeriggio Natsuru trova un gattino abbandonato in uno scatolone vicino al fiume ed è con la banalissima domanda "per caso vuoi un gatto?" che comincia la sua storia di amicizia con Rio, una coetanea compagna di classe molto più alta e slanciata di lui.
La ragazza accetta e Natsuru la segue fino a casa per portare il gattino nella sua nuova abitazione, e da subito notiamo che la vita di Rio non è come tutte le altre: lei e il fratellino vivono da soli; Rio è costretta, suo malgrado, a ricoprire un ruolo di adulta/mamma responsabile della casa e sopratutto del suo fratellino Yuta, dopo che la madre è venuta a mancare e il padre pescatore lavora in Alaska.
Durante le vacanze estive Natsuru e Rio si ritrovano a vivere una vita da adulti, formando la famiglia che non hanno mai avuto.
E il sentimento tra i due comincia a crescere e a sbocciare, andando oltre l'amicizia.
Ma Rio nasconde un segreto terribile, che presto verrà a galla e travolgerà quel fragile equilibrio.
Rio infatti, essendo stata lasciata sola a gestire la casa e il fratellino e non avendo un riferimento genitoriale genuino, di fronte alle difficoltà della vita sceglie inevitabilmente di fare scelte discutibili. Natsuru cerca di difenderla e proteggerla, trovando una soluzione, anch'essa discutibile, viste le età così giovani e acerbe.
Ben presto tutta la verità verrà a galla e la notizia arriverà agli adulti che ristabiliranno un equilibrio.
Nonostante parliamo di un volume unico, le scene sono ben dosate come i dialoghi, i personaggi ben caratterizzati.
La Dynit porta in Italia un volume grande con pagine a colori e ottima qualità.
I disegni sono buoni.
Consiglio questo manga a tutti, è una lettura piacevole da fare nel tempo libero.


 1
Eversor

Volumi letti: 1/1 --- Voto 8
"Kami-sama ga Uso o Tsuku", una storia sentimentale, che proprio sentimentale non è; un dramma leggero che lascia largo spazio anche al racconto di quieti giornate estive. Tale opera, che si sviluppa in un solo volumetto, uscito nel 2013, riesce a coinvolgere ed appassionare grazie alla sua semplicità e a quei sentimenti così puri da lasciare il lettore completamente inerme.

Natsuru è un ragazzino di 11 anni che frequenta ancora le elementari. La sua statura bassa gli dà un sacco di problemi, ma non per questo demorde nel suo sogno di diventare un calciatore professionista. Delle ragazze, per il momento, gli importa ben poco. Tanto che scarica senza troppi problemi la più bella e ricca della classe, facendo però sorgere nei suoi confronti l'astio di tutte le fanciulle della sua età.
Tra tutte, però, una non pare condizionata da ciò: Suzumura, una compagna di classe estremamente alta e che, proprio per questo motivo, viene lasciata in disparte dagli altri. I due incominceranno a parlare e, quando Natsuru salta il campeggio del club a causa di un litigio con l'allenatore, lei lo inviterà a casa sua per tutti e tre i giorni.
Sarà qui che il ragazzo scoprirà il triste segreto dell'amica…

L'unico difetto evidente, che poi condizionerà in parte il resto della storia, è forse l'estrema brevità della serie. E' vero che, così facendo, la trama risulta molto più dinamica e coinvolgente, ma, allo stesso tempo, non si è avuto il tempo necessario per conoscere appieno i vari personaggi. C'era la possibilità per allungare il racconto e allargare così le vedute.
Detto ciò, sono comunque entusiasta di aver intrapreso tale lettura, visto che è riuscita a coinvolgere e appassionare come poche altre. Natsuru e Suzumura sono due protagonisti interessanti, che mostrano appieno la loro giovane età, con ragionamenti semplici, alle volte sciocchi, ma dettati da una bella dose di inesperienza. Il sentimentalismo c'è, ma non è quel sentimento di amore tra liceali e nemmeno la passione morbosa di un adulto; i due ragazzi diventano prima amici, ma poi, semplicemente, comprendono di non poter più fare a meno l'uno dell'altro. Un amore fresco e genuino, privo di perversione o malignità… totalmente l'opposto della situazione contorta e oscura che circonda la piccola casa dei due protagonisti (e del fratellino piccolo di Suzumura). Si viene a creare, infatti, una sorta di contrapposizione tra il mondo interno alla casa e ciò che la circonda: la familiarità dei vari oggetti, con i segreti ignoti celati al di là di quelle quattro mura.

I disegni sono semplici, ma niente affatto brutti. Tratti semplici e puliti che descrivono alla perfezione i vari personaggi e le loro emozioni. Gli sfondi sono ben dettagliati, ma fanno attenzione a non appesantire troppo la scena, che si dilunga tra le pagine in maniera fluida e scorrevole.
Non ci vuole molto per vedere il finale e non spicca certo per imprevedibilità o colpi di scena. Tuttavia commuove grazie alla sua semplicità e alla forza emozionale che vi risiede. Un vero peccato che siamo costretti ad abbandonare Natsuru e Suzumura così presto, eppure, per certi versi, va bene anche così. Ci è stato raccontato un piccolo frammento della loro vita, ciò che avverrà dopo non è affare nostro…

Voto finale: 8


 2
KJuice

Volumi letti: 1/1 --- Voto 8
Con l'incontro di Rio Suzumura, ragazza dalla situazione familiare incerta, l'estate dell'undicenne Natsuru Nanao diventa l'occasione per maturare le giuste risposte ai dubbi che lo accompagnano, mentre un drammatico segreto lo aiuterà a comprendere se stesso e le persone che lo circondano.

Pubblicato durante il 2013, "Kamisama ga Uso wo Tsuku." è un racconto breve in un unico volume - inedito in Italia - di Kaori Ozaki. Una storia toccante e umana che scorre agilmente tra le pagine dei cinque capitoli in cui è divisa, narrata con un disegno pulito ed essenziale, capace di conferire la giusta caratterizzazione di personaggi e ambienti. Nonostante il ritmo dinamico, la narrazione procede con coerenza e senza eccessi, complici i numerosi dettagli che strutturano la vicenda e che l'autore usa abilmente per conferire alla storia un senso di completezza.
D'altronde, il racconto breve ha il pregio di racchiudere in poche pagine istantanee di vita dell'uomo, delle sue azioni ed emozioni. Proprio ciò che Ozaki, con molta modestia, è in grado di realizzare: non un messaggio morale, ma uno spunto per riflettere sul problema della famiglia moderna e sul dramma di essere costretti a crescere troppo in fretta.

"Kamisama ga Uso wo Tsuku." è un'opera che soddisfa il lettore e lo porta a ragionare senza fornire risposte preconfezionate. Consigliato a tutti.