logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 1
Aminako

Volumi letti: 5/5 --- Voto 6,5
"Il riccio innamorato" è uno shoujo scolastico proposto dalla star comics in 5 volumi. Di questa serie mi hanno colpito due aspetti: il tratto grafico delicato della mangaka Nao Hinachi e la dolcezza del tema proposto. Suggerisco "Il riccio innamorato" a due tipologie di lettrici/lettori: quelli in fase di passaggio dal target kodomo a target shoujo e quelli amanti del genere scolastico con sfumature di tenerezza. Se avete apprezzato Honey e Love Button, questo potrebbe essere un buon completamento per la vostra collezione.

I protagonisti di questa storia sono due studenti del primo anno di liceo: la dolce Kii e il criptico Hozuki. Nulla di nuovo rispetto ad altre storie, se non fosse che qui il vero protagonista è il personaggio maschile.
"Il riccio innamorato" l'ho considerata una libera interpretazione della teoria dei porcospini di Schopenhauer. Per chi non la conoscesse, il dilemma del porcospino è quello della persona che teme di ridurre le distanze con l'altro per proteggerlo dai suoi aculei. La risoluzione del dilemma consiste nel trovare la giusta misura che gli permetterà di sentire il calore dell'altro (e trasmettere il proprio) senza ferirlo. Non so se l'intento dell'autrice fosse trasmettere esattamente questo messaggio, ma mi piace pensarlo perché le dinamiche proposte al lettore all'interno di questa storia me lo hanno fatto pensare.

La vera nota di interesse di questa vicenda è il personaggio maschile Hozuki, protagonista in primo piano che sperimenterà un bel cambiamento. Non spendo troppe parole per il personaggio femminile con un istinto da crocerossina marcato che a me a più riprese ha solo suscitato il desiderio di girare la pagina per cambiare scena. Essendo una storia concentrata sull'evoluzione del personaggio maschile, sono offerti pochi spazi di sviluppo alla controparte femminile - relegata al ruolo di accessorio grafico. Il paradosso è che viene proposto ad un target femminile per la lente tenera con cui si sceglie di narrarla, ma sarebbe stato interessante proporlo anche ad un target maschile.

In conclusione, storia carina, godibile e che non pretende di suscitare un effetto "wow". Attribuisco un 6 pieno e qualcosina in più perché apprezzo la coerenza tra la lunghezza della serie e lo scopo della storia: l'apertura di un riccio verso il mondo esterno. Sarebbe stato interessante approfondire ancora di più la storia, ma a quel punto il lettore avrebbe dovuto scontrarsi con un ritmo narrativo non particolarmente incalzante e dalle tinte emozionali tiepiede. Una buona opera cuscinetto, che mi ha fatto piacere conoscere, e che contribuisce ad addolcire gli animi di un mondo dagli aculei spesso troppo marcati. Lo definirei un messaggio di dolcezza.