Non mi stuzzicare, Takagi! di Soichiro Yamamoto è un manga dalla trama molto semplice ma che fin dalle prime pagine trasuda di una dolcezza che permane durante tutta la lettura. I brevi capitoli che compongono il volume raccontano episodi di vita quotidiana dei due protagonisti, due ragazzini delle scuole medie totalmente differenti tra loro: Nishikata, semplice e impacciato, viene costantemente stuzzicato (per riprendere il titolo dell'opera) dalla sua compagna di banco Takagi, vivace e astuta, ed ogni suo tentativo di vendetta gli si ritorce inevitabilmente contro, dando vita a piccole gag e situazioni esilaranti.
 
Non mi stuzzicare, Takagi!

Le varie scenette non fanno certo scompisciare dalle risate, e magari potrebbero sembrare banali, ma hanno lo scopo di intrattenere chi legge la storia con la tipica innocenza e giocosità di due ragazzini, entrambi caratterizzati da reazioni genuinamente spontanee e da espressioni facciali ben riuscite; le risate di Takagi fanno da contraltare ai continui momenti di imbarazzo da parte di Nishikata, che cerca invano di farle un dispetto, e che pagina dopo pagina non annoia mai il lettore.

Con quel suo essere un po' commedia, un po' sentimentale e un po' slice of life, Non mi stuzzicare, Takagi! è una rappresentazione dell'amore più puro e semplice, niente di particolarmente memorabile, ma è il modo in cui ce lo racconta che fa la differenza. L'affetto che i due provano l'uno per l'altro è sì palpabile fin dal primo capitolo, ma al contempo non viene "esposto" pubblicamente (almeno per ora); quella paura emotiva che caratterizza i due protagonisti della storia, e che impedisce tanto a Nishikata di avvicinarsi troppo a Takagi, per l'imbarazzo che quella situazione potrebbe comportare, quanto a Takagi di andare oltre la semplice presa in giro, che è anche il suo modo per ottenere l'attenzione di Nishikata. Le stesse dinamiche che potremmo ritrovare in molti ragazzini della loro stessa età.

Il tratto di Soichiro Yamamoto è molto pulito e ben definito con un design dei personaggi chiaro e molto efficace. La vasta gamma di espressioni facciali che l'autore ci propone di Takagi è sufficiente per riuscire a ingannare non solo il povero Nishikata, ma anche noi stessi lettori, mentre l'espressività di quest'ultimo mostra tutta la sua eccessiva insicurezza e indecisione che spesso lo caratterizza nei primi capitoli del manga.
 
Non mi stuzzicare, Takagi!

Proprio come la trama, anche gli stessi personaggi sono sì semplici, ma al tempo stesso affascinanti. Nishikata è a volte un po' ottuso e troppo sicuro di sé, ma è più consapevole di quanto lascia far intendere. Passa più tempo a mettere in discussione le sue azioni che semplicemente a cercare di capire i piani di Takagi, e prende sempre in considerazione come un'azione lo influenzerà e come gli altri lo vedono (che è l'esatto processo di pensiero di uno studente della sua età). Certo, anche quando ha una piccola possibilità di vincere sulla sua compagna di banco, puntualmente finisce per rovinare tutto.

Quanto a Takagi, è lei la vera star del manga. È ovviamente più matura rispetto a Nishikata, ma non risulta mai arrogante o presuntuosa. Anche se prende costantemente in giro il ragazzo, gli dà comunque sempre una possibilità di vittoria (sebbene il risultato finale non cambi) ed è sua premura prendersi cura di lui. Ogni gag è completamente realistica, è il riflesso di ciò che si vedrebbe comunemente tra ragazzini delle scuole medie che difficilmente ammetterebbero "pubblicamente" di voler stare insieme, ma che si divertirebbero a "stuzzicarsi" a vicenda, proprio come fanno Takagi e Nishikata.
 
Non mi stuzzicare, Takagi!

Dopo questo primo volume ancora non si conosce quasi nulla della storia dei personaggi, ma forse è anche questo parte dell'opera, e sarà interessante scoprire coi prossimi numeri in uscita come si evolveranno piano piano i sentimenti che i due protagonisti provano l'uno per l'altro.

L'opera ha debuttato in Giappone nel 2013 ed è arrivata in Italia grazie a Goen, che dopo diversi posticipi è riuscita a portarla in anteprima proprio a Lucca Comics & Games 2022, e di questo ne siamo particolarmente felici. Ricordiamo che l'edizione italiana del manga, in vendita dal 28 ottobre, si compone di circa 155 pagine in formato 18x13 con sovraccoperta, al prezzo di 5,95 €. La traduzione è di Francesca Bina.
 


 
Un manga per nulla scandaloso che racconta la storia comune di due ragazzini delle scuole medie; Non mi stuzzicare, Takagi! è un'opera che piacerà a tutti, semplice, leggera e con capitoli perlopiù autoconclusivi, mai noiosa o scontata, che spicca per la sua narrazione fresca e divertente, piena di allegria e spensieratezza.


Non mi stuzzicare, Takagi!  1

“Se arrossisci, perdi!” Vivendo per questo principio, lo studente delle medie Nishikata viene preso in giro senza sosta dalla sua compagna di classe, Takagi. Con l’orgoglio ormai frantumato, giura di ribaltare la situazione e rifarsi, un giorno o l’altro. Prova quindi a provocare la ragazza, giorno dopo giorno, solo per farsi ridicolizzare puntualmente. Riuscirà a mettere Takagi in imbarazzo, almeno una volta nella vita?

Opera:  Non mi stuzzicare, Takagi!
Editore: Goen
Nazionalità: Italia
Data pubblicazione: 28/10/2022
Prezzo: 5,95 €


Totale voti:   7  3  0


Fenar

Di Takagi conoscevo solo la 1° puntata, mai avuto fretta di recuperare. Si presenta a Sketch ed episodi. Non mi da fastidio e come lettura è abbastanza leggera se non fosse che tutta la commedia ruota attorno al fatto che i due sono immaturi.

 06/12/2022

shinji01

Carino ma i disegni sono un po' troppo semplici e la trama non esiste. Avendo già troppe serie passo (anche perché 18 volumi così non ce la posso fare)

 27/11/2022

kotatsu

Ho visto l'anime e adesso ho deciso di leggere il manga, che é appena stato pubblicato. Io lo trovo molto dolce, ma un po' ripetitivo (soprattutto nelle scene a scuola) e un po' troppo lento a tratti. L'opera è comunque molto godibile per tutti.

 18/11/2022

Goldwyne80

Decisamente godibilissimo!

 13/11/2022

xpJapan

Adoro Takagi ed il manga mi piace moltissimo. Il problema come al solito è l’edizione Goen, che seppure come sovraccoperta e qualità di stampa sia molto buona, ha un errore di editing verso le ultime pagine (un balloon tra due vignette).

 12/11/2022

Dasandwich

Stento a crederci, ma Takagi è finalmente arrivata in Italia! Si tratta di una delle mie opere preferite, ovviamente non ho potuto non apprezzarlo. Il tratto pulito di Sōichirō Yamamoto rende la lettura piacevolissima. Soddisfatto anche dell'edizione!

 02/11/2022


Altri Voti



Titolo Prezzo Casa editrice
Non mi stuzzicare, Takagi!  1 € 5.95 Goen
Non mi stuzzicare, Takagi!  2 € 5.95 Goen