Ammetto che quando ho letto dell'annuncio di questo manga sono stata proprio contenta, e non perché conoscessi l'opera o la sua autrice, ma per un motivo molto più personale e prosaico: sono farmacista e lavoro a stretto contatto con il pubblico da più di vent'anni. Ho attraversato mode e crisi, ultima la pandemia che ha messo a dura prova tutti gli operatori sanitari. Ma mentre di medici ed infermieri si parla spesso, con tantissime serie tv sia italiane che straniere dedicate a loro, di noi farmacisti ahimè si parla un po' pochino. Quindi scoprire che la casa editrice Hikari avrebbe pubblicato Unsung Cinderella di Mamare Arai con protagonista una farmacista mi ha fatto molto piacere e mi ha anche molto incuriosito.
 
 
Midori Aoi ha ventisei anni e lavora come farmacista presso un ospedale. Energica e motivata, prende molto sul serio il suo lavoro, ma è frustrata dal fatto che non può aiutare i pazienti in modo più diretto. Nonostante non sia un medico né un'infermiera, a causa della sua professione, si ritrova sistematicamente in seconda linea. Ma questo non ferma la sua voglia di collaborare e di arrivare a scontrarsi con gli altri se questo è nell'interesse del malato. Se nella maggior parte delle serie ospedaliere vengono rappresentati come strumenti di guarigione, i farmaci qui sono al centro della trama e aiutano a evidenziare diversi aspetti insospettati della medicina.

 

Questo primo volume ci presenta quindi una protagonista esuberante, molto giovane, preparata e soprattutto molto empatica con i pazienti con cui interagisce. Per lei i farmaci sono i suoi bambini e deve accudirli, si sottopone anche a test organolettici per scoprire che sapore abbiano le pastiglie in modo da poterlo riferire ai malati che dovranno assumerle. Quello che la muove è soprattutto molta curiosità che le permette di notare atteggiamenti da cui può scaturire una diagnosi piuttosto che un'altra.
Ha anche un ottimo olfatto e pure questo le sarà d'aiuto in diverse occasioni. Attorno a lei si muovono altri farmacisti ospedalieri fra cui spicca il dottor Seno, all'apparenza burbero ma che potrebbe rappresentare un eventuale svolta romantica della vicenda. Non mancano infermiere pettegole, primari menefreghisti e un corollario di casi clinici degno di Dr.House.
 

Questo potrebbe essere il limite di Unsung Cinderella: in questo primo volume infatti si susseguono diversi pazienti con varie patologie che vengono abilmente scoperte e aggiustate grazie alla nostra Aoi con l'aiuto di medici ed infermieri. Quindi molta trama verticale ma quasi nessun accenno di trama orizzontale. Ovviamente siamo solo alle prime battute quindi è lecito supporre che le cose potrebbero cambiare con il prosieguo della storia, altrimenti alla lunga pur affrontando situazioni diverse potrebbe risultare ripetitivo.
Lodevole invece è l'evidente lavoro di ricerca e consultazione fatto dall'autrice: non a caso in copertina è messo ben in evidenza il nome di Hiroki Tomino, farmacista ospedaliero che ha fornito la sua esperienza per la consulenza medica, come ci viene spiegato da lui stesso nella postfazione. Piccola chicca è poi il bugiardino, ovvero una pagina in cui viene spiegato dall'editore che tutti i nomi commerciali dei farmaci sono stati volutamente alterati, e che per ogni terapia o consiglio medico si deve fare sempre riferimento al proprio medico curante.
 

Graficamente il tratto di Mamare Arai è semplice ma curato anche nei dettagli, i personaggi hanno una forte espressività, soprattutto la protagonista e le tavole sono molto pulite senza risultare spoglie.
L'edizione Hikari è buona, con sovraccoperta e molte note esplicative per spiegare terminologie mediche e le eventuali differenze fra il nostro sistema sanitario e quello giapponese. Un aspetto infatti che mi ha colpito molto è l'estrema interazione che hanno i farmacisti nipponici, sia con il restante personale sanitario che con i pazienti, arrivando anche a praticare il massaggio cardiaco in pronto soccorso.
Curiosità finale: dal manga è stata tratta una serie live action andata in onda nella primavera 2020.
 
 
Concludendo, questo primo volume di Unsung Cinderella ha soddisfatto le mie aspettative: si legge facilmente, è scorrevole, alterna bene momenti più seri ad altri più leggeri. Le uniche perplessità possono essere appunto il rischio di diventare ripetitivo nella struttura episodica dei casi medici presentati e anche che, nonostante le note a margine che spiegano le terminologie mediche, possa risultare noioso a chi non è del ramo o non è un appassionato di medical drama.


Unsung Cinderella  1

Midori Aoi lavora come farmacista ospedaliera. Energica e motivata, prende molto sul serio il suo lavoro, ma è frustrata dal fatto che non può aiutare i pazienti in modo più diretto. A causa della sua professione, si ritrova sistematicamente in seconda linea, dietro i medici, mentre è prova il loro stesso desiderio: aiutare i pazienti. Con questo manga scopriamo un angolo finora poco sfruttato sull'ambiente ospedaliero, quello della farmacia e dei medicinali. Se nella maggior parte delle serie ospedaliere vengono rappresentati come strumenti di guarigione, i farmaci qui sono al centro della trama e aiutano a evidenziare diversi aspetti insospettati della medicina.

Opera:  Unsung Cinderella
Editore: 001 Edizioni
Nazionalità: Italia
Data pubblicazione: 30/11/2022
Prezzo: 7,50 €


Totale voti:   11  1  0


shinji01

I disegni mi piacciono molto ma la storia non è il mio genere (non mi piacciono gli ospedali) ed è troppo nozionistico. Per gli otaku dei farmaci.

 30/12/2022

Hachi194

Essendo io farmacista, sono particolarmente interessata all'argomento e anche fiera che finalmente si parli di questa professione. Storia carina e personaggi verosimili. Certo che ne fanno di cose i farmacisti giapponesi

 25/12/2022

Xenon78

Carino, a me ha ricordato quasi più dr house che er, anche se non sono medici. I personaggi non mi sembrano male, e anche i disegni sono carini. Spero anch’io che non si limiti a casi separati, ma sviluppi una trama orizzontale. Vedremo col secondo

 17/12/2022

Brizzi

Se vi siete appassionati a serie come E.R. o New Amsterdam non perdetevi questo manga! Inoltre lettura piacevolissima condita anche da piccoli suggerimenti molto utili (es come prendere farmaci dal sapore orribile). Piacevole novità!

 28/11/2022

Aminako

BELLO! Finalmente una serie pragmatica che mette in luce altri caratteri femminili oltre a quelli puramente sentimentali.

 06/11/2022

sweeteeyore82

Primo numero molto interessante, non è un capolavoro ma si fa leggere con piacere. Spero che nei prossimi numeri si andrà oltre il caso medico del capitolo altrimenti rischia di diventare un manuale.

 02/11/2022


Altri Voti



Titolo Prezzo Casa editrice
Unsung Cinderella  1 € 7.50 001 Edizioni
Unsung Cinderella  2 € 7.50 001 Edizioni
Unsung Cinderella Silver Variant  1 € 7.50 001 Edizioni