logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 4
Nagisa98

Episodi visti: 13/13 --- Voto 8,5
“Yagate Kimi ni Naru”, conosciuto anche con il titolo inglese “Bloom Into You”, è un anime yuri di tredici episodi realizzato nel 2018 dallo studio TROYCA e tratto dall’omonimo manga scritto e disegnato da Nio Nakatani.

La storia segue le vicende di Yuu Koito, una liceale che ha un rapporto molto complesso con l’amore: pur avendone sentito parlare tante volte in libri e canzoni, la ragazza non è mai riuscita a provare tale sentimento. Anche quando ha ricevuto la sua prima dichiarazione, Yuu è rimasta completamente indifferente.
Una volta entrata alle superiori, la ragazza conosce Touko Nanami, una studentessa più grande che rifiuta ogni dichiarazione perché nessuna le fa battere il cuore. Yuu la prende subito in simpatia, pensando che siano simili, ma ecco che Touko inizia a provare dei sentimenti per lei.

Negli ultimi tempi la produzione di anime yuri è stata abbastanza proficua rispetto agli anni passati; purtroppo, però, la qualità delle opere prodotte è stata tutt’altro soddisfacente, e molti fan che hanno provato ad avvicinarsi al genere in questione sono rimasti profondamente delusi. Se siete tra quelli che hanno odiato “Citrus” o “Netsuzou Trap”, quindi, vi prego di dare un’altra opportunità ad uno dei miei generi preferiti e guardarvi questo stupendo “Bloom into you”.
L’anime, infatti, non si configura come il solito sentimentale piccante e nulla più: al contrario, costruisce una stupenda relazione tra le due protagoniste con la delicatezza che essa richiede, trattando al tempo spesso temi importanti e fornendo una magnifica introspezione delle due componenti della coppia.
Ecco quindi che la serie, che di primo acchito poteva sembrare una storiella d’amore come tante altre, si rivela invece un complicato viaggio alla scoperta di sé stessi e dell’altro, dei propri sentimenti e di quelli di coloro che ci circondano. Yuu, da un lato, sorprende per la grande capacità con cui comprende Touko e ciò di cui ha bisogno, nonostante sia una ragazza che sembra non legarsi emotivamente a nessuno; Touko, dall’altro, colpisce per la grande fragilità che nasconde a causa del ruolo imposta a sé stessa, il quale la obbliga ad essere una persona che in realtà non è. Il bisogno di sentirci qualcuno, e di trovare conferma della nostra identità nell’altro, è dunque il cardine di questa serie; un peccato, quindi, che non abbiamo potuto assistere alla “piena fioritura” delle nostre protagoniste, dato che l’ultimo episodio non costituisce un finale vero e proprio (il manga, infatti, è ancora in corso).
Per quanto riguarda l’introspezione degli altri personaggi, possiamo affermare che lo stesso ottimo trattamento di Touko e Yuu è stato riservato solamente a Sayaka; gli altri attori, infatti, sono ancora abbastanza acerbi, ma potrebbero rivelarsi dei validi comprimari in caso di una seconda stagione.

Passando al lato tecnico, il character design semplice e minimale non mi ha provocato particolari fastidi; tuttavia, la qualità dei disegni e delle animazioni ha vacillato per gran parte del tempo e ha in parte influito sulla piena riuscita di alcune scene. A compensare troviamo dei colori caldi e delicati, i quali si sposano perfettamente con la regia rilassata e armoniosa di Makoto Katou. Menzione d’onore per le due sigle, sia per la musica che per le immagini: da un lato abbiamo un’opening che incanta grazie al tripudio floreale e alla magnifica interpretazione di Riko Azuna; dall’altro troviamo una ending simpatica e colorata, dal ritmo dolce ma frizzante.

Tirando le somme, “Yagate Kimi ni Naru” è uno dei migliori yuri degli ultimi anni: un anime capace di affrontare in modo tutt’altro che scontato la nascita di importanti sentimenti e dei rapporti che ne conseguono, nonché di concentrarsi sull’intricata psicologia delle sue protagoniste. Spero vivamente che venga prodotta una seconda stagione, in modo da dare una degna conclusione a ciò che in questa prima serie è stato solamente, ma magnificamente, inaugurato. Voto: 8,5.


 1
Chii-Kamio

Episodi visti: 13/13 --- Voto 7
E’ un ottimo anime rovinato dal finale.
Ero indecisa se dare un punteggio appena sufficiente a causa di questo, ma poi ho considerato che quest’anime mi ha preso e coinvolto dal primo all’ultimo episodio, e anche dopo l’ultimo ho desiderato ardentemente che ci fosse un, purtroppo inesistente, seguito.

Dunque, la vicenda narra dei dubbi e delle insicurezze di due ragazze di scuola superiore: Yuu, primo anno, vera e propria protagonista, e Nanami, senpai del terzo anno, leva da cui scaturiranno tutte le vicende.
La storia infatti si incentra, apparentemente, sull’amore che Nanami prova verso Yuu, e Yuu non è in grado di ricambiare, in quanto incapace di provare quelle emozioni speciali che caratterizzano l’amore.
Sembra banale, vero? Ebbene, non lo è affatto, perché ci sarà un approfondimento psicologico non solo delle due ragazze, ma di tutti i personaggi a loro correlati, che renderà quest’anime un anime degno di essere guardato.
Ci si aspetta che il tutto si coroni con la recita del festival scolastico inscenato dal comitato studentesco (di cui le protagoniste fanno parte), che metterebbe a nudo le reali identità, debolezze, desideri dei personaggi, in uno scintillio in cui recita e autoconsapevolezza si intrecciano e risplendono. Ci si aspetterebbe quindi di vedere, nelle puntate finali, questa recita e il degno completamento di un anime ben pensato e riuscito, e invece no, l’anime si interrompe prima, lasciando un sospeso, della serie “sai già cosa succederà e che tutto si risolverà, ma noi te lo lasciamo immaginare, così c’è più gusto”. E invece no. Non c’è più gusto.

Come detto all’inizio, un ottimo anime rovinato da un finale incompleto. Davvero un peccato, anche se nel complesso lo reputo comunque molto positivo.


 0
Giuggi97

Episodi visti: 13/13 --- Voto 8
"Yagate Kimi ni Naru" è un anime sentimentale, scolastico e yuri. Di questa opera ho apprezzato la storia e la crescita dei personaggi. Dal punto di vista tecnico direi che siamo lì, nulla di eccezionale, ma neanche mediocre. Dal punto di vista visivo alcuni episodi sono sicuramente belli, con un buon impatto dei colori. Le colonne sonore ogni tanto sono soffocanti, ma più o meno ci stanno. Ho dato 8 per il semplice fatto che la storia mi ha colpito in positivo, non finendo sull'aspetto sessuale di altri yuri e perché intrattiene bene chi lo guarda. Personalmente consiglio la visione a chiunque fosse interessato a un sentimentale yuri. Sicuramente andrò a recuperare il manga in attesa della seconda stagione.