logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
Alessandro89

Episodi visti: 12/12 --- Voto 6,5
Mi trovo qui a scrivere questa recensione per un motivo in particolare. Navigando sui più autorevoli siti che parlano di animazione, questa serie viene universalmente considerata tra le più valide di quest'anno. Prendendo alla lettera le parole del buon Cartesio "Il dubbio è l'inizio della saggezza" ho deciso di interrogarmi sul perché io l'abbia trovata mediocre. Andiamo per punti solidi e tralasciamo la trama a cui non frega a nessuno.
Personaggi: in 12 episodi non succede praticamente nulla. Non vi è, se non in modo impercettibile nell'ultimo episodio, salvo cadere nel nulla cosmico, nessuno sviluppo, nessuna crescita. Così sono e così rimangono. Del loro background si sa poco o niente, salvo trasparire una pseudo sindrome dell abbandono da parte Kaguya nel episodio 12(l'ultimo)
Trama: non vi è un vera trama orizzontale. Sono prettamente una sequela di episodi autoconclusivi estremamente ripetitivi. Se i primi comunque strappavano delle risate, man mano che ci si avvicinava alla conclusione si sentiva quella pesantezza, quel baluginate desio di "dunque' che non arriva (grazie il manga non finisce e c'è confermata la seconda stagione). Detto ciò non voglio dilungarmi. Per me rimane una buona serie "da passeggio", ma da qui ad annoverarla tra le migliori di quest'anno c'è ne passa


 1
maxcristal1990

Episodi visti: 12/12 --- Voto 6
Questa opera a mio giudizio è nella media. Bello lo start, chiunque si domanderebbe: "Cosa accadrà?" Mah, veramente poco. Dodici puntate e la scena più bella che ho visto è stata Chika Fujiwara che mangia il ramen con l'aglio. L'ho trovato molto monotono, con Yū Ishigami personaggio molto fiacco a mio parere. Quando Kaguya prende la febbre, perde l'autocontrollo e non si ricorda più niente... mah, anche poco realistico.
Insomma, avrei voluto più realismo su come vanno le cose quando due persone si devono confessare un amore. Capisco che è un anime, ma si allontana troppo dalla realtà. La qualità grafica è decente, anche se non lo consiglierei.


 4
Nox

Episodi visti: 12/12 --- Voto 8,5
"Kaguya-sama: Love is War" è un anime di dodici episodi andato in onda da gennaio a marzo 2019.

Alla rinomata Accademia Shuchiin, Miyuki Shirogane e Kaguya Shinomiya sono rispettivamente il presidente e la vice-presidente del consiglio studentesco. Il primo è considerato un genio per il suo perfetto rendimento scolastico, posizionandosi al primo posto nella classifica nazionale, la seconda è la ricchissima erede del gruppo Shinomiya, capace di eccellere in qualsiasi campo immaginabile. Rispettati sia dai professori che dagli altri studenti, sono considerati la coppia perfetta. La verità è che, sebbene siano innamorati l’una dell’altro, nessuno dei due ha mai fatto la prima mossa. Confessare i propri sentimenti sarebbe considerato un segno di debolezza, ed entrambi sono troppo orgogliosi e testardi per cadere così in basso. Detto ciò, a nessuno dei due dispiacerebbe se l’altro confessasse il proprio amore, ed ecco che comincia un gioco di potere per spingere l’altro a fare la prima mossa. Cosa mai potrebbe andare storto?

Essendo il manga uno dei miei preferiti, aspettavo questa trasposizione con trepidazione e altissime aspettative, pronta a rotolarmi dalle risate e asciugarmi le lacrime dagli occhi. Immaginate la mia delusione quando il primo episodio non è riuscito a convincermi per nulla, lasciando me e molti altri fan della serie a chiedersi perché quella maledetta voce fuori campo non riuscisse a stare zitta per dieci secondi di fila. Per fortuna, già dalla seconda puntata in poi, la serie è riuscita a cancellare completamente la prima impressione negativa, conquistandomi completamente.

L’anime, infatti, si dimostra leggero, divertente, a tratti assurdo, concentrandosi sulle macchinazioni machiavelliche dei due protagonisti. Proprio loro, infatti, sono la chiave della serie. Entrambi sono considerati persone estremamente intelligenti e sicure di sé, quando in realtà sono molto insicure, in particolare in amore. Ecco, allora, che il loro cervello così sviluppato li porta verso tentativi improbabili per costringere l’altra persona a confessare i propri sentimenti. Inutile dire che i loro piani difficilmente andranno a buon fine, creando momenti di pura follia.
Non vanno però dimenticati i personaggi secondari: Chika, la segretaria del consiglio studentesco, è in grado di rubare lo show ai protagonisti con una parola o, meglio ancora, grazie all’ending a lei dedicata nel terzo episodio che ha letteralmente conquistato il web e la community. Ishigami il tesoriere, però, non è da meno, anche lui estremamente intelligente, non si applica minimamente nello studio e ha spesso delle uscite molto infelici che lo contraddistinguono come il caso umano della situazione, nella migliore accezione del temine. Questi due personaggi finiscono sempre bene o male per rovinare, inconsapevolmente, i piani dei protagonisti, creando delle situazioni imprevedibili ed esilaranti.

Per quanto riguarda il comparto tecnico, il chara design è fedelissimo a quello del manga, e anche l’animazione è di ottimo livello. Molto particolari e interessanti risultano le scelte di regia, con inquadrature, zoom e prospettive diverse dall'ordinario che permettono di catturare l’attenzione dello spettatore, considerando che il 90% delle scene si svolge nella sala del consiglio studentesco. Meravigliosa sia l’opening, con un motivetto che una volta ascoltato non mi si è più tolto dalla testa, e la già citata ending con la Chika dance.

Riassumendolo in una frase o meno: "Quale reazione chimica si ottiene quando due tsundere si innamorano l’uno dell’altro?"