logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
MegaRoby

Episodi visti: 3/3 --- Voto 7
Noel Niihashi e Nini Spangle sono le protagoniste della vicenda narrata. Le due ragazze vivono nella Londra Oscura, popolata da esseri umani ed esseri soprannaturali, esse lavorano per la Natural Dragon Management Agency ed hanno il compito di promuovere la coesistenza tra le varie creature generalmente chiamate draghi; quando il caso lo richiede questi ultimi devono essere soppressi per il bene della popolazione.

La trama di di questi tre episodi è quasi inesistente e dà la sensazione di una narrazione singhiozzata, con situazioni forzate, con conclusioni sconclusionate. Viene prospettata un'ambientazione interessante, la quale cerca di essere spiegata in maniera semplice e sintetica, sebbene lasci presagire un universo narrativo ben più ricco e denso, ma del quale però non si può assolutamente riuscire a sviluppare un gran che in soli tre episodi.

I personaggi sono graficamente carini, con una caratterizzazione discreta, alcuni sono buoni. I personaggi sono scarsamente caratterizzati e tendono molto alla stereotipizzazione, risultando facilmente inquadrabili e piuttosto banali.

Il comparto tecnico nel complesso discreto, buono.

Carino, ma niente di più, prodotto un po' banalotto, si poteva fare decisamente di meglio, soprattutto per la trama sconclusionata che alla fine fa pensare: "e quindi... tutto questo per che cosa...". Sa tanto di prologo per una storia più lunga ed articolata.


 0
Focasaggia

Episodi visti: 3/3 --- Voto 7
«Burn the Witch» è un anime, le cui animazioni sono a cura dello studio Colorido, tratto dal manga scritto e disegnato da Tite Kubo, dinamico e divertente, una sorta di succoso antipasto ad un lauto pranzo poi rimandato.

Pochi episodi, o un mediometraggio trasmesso al cinema in Giappone, per quello che sembra essere solo un prologo a qualcosa di molto più grande. Due cacciatrici di draghi dovranno fare da balia a uno strano soggetto, Balgo Parks e alla sua capacità fuori dall'ordinario.

Londra che non è Londra, poco si vedrà di quella città tanto frenetica quanto misteriosa, si andrà oltre al quel velo di mistero, visiteremo la parte occulta, un luogo nascosto come una sorta di dimensione magica, una Londra invisibile e sconosciuta ai normali umani, poveri "babbani" che vivono senza sapere chi dovrebbero ringraziare, chi li difende da mostri potentissimi.

Draghi, sempre tutta colpa loro. Si sa, tali creature sono nell'immaginario dell'essere umano da tempo; idealizzati alla stregua di creature magiche temute da tutti, dotati di una forza quasi divina, interessante -nel caso specifico- l'utilizzo all'interno della serie.

Tante le premesse al poco che ne segue, per questo sa strappare sorrisi per strada con qualche battuta/gag indovinata e consensi facendo rimanere in attesa. Ottimo lo stile di narrazione veloce, quasi frenetico ma non compulsivo, molte le informazioni che si ricevono in pochi minuti, utili ad inquadrare il tutto senza perdersi, un world building complesso e interessante.

Le animazioni sono efficienti, dinamiche i disegni ricordano molto lo stile particolare di Kubo, tanto che alcuni dei personaggi potranno ricordare quelli visti in Bleach, ma è bravura dell'autore nel riuscire a non ripetersi nelle rappresentazione delle fisionomie dei tanti personaggi. Alcuni draghi saranno più caratteristici, altri più anonimi. Durante la serie non mancheranno poteri e armi magiche. Vi saranno colpi di scena che potranno non impressionare chi ben conosce come agisce solitamente Kubo.

Consigliato a chi cerca una storia leggera e dinamica.


 1
maxcristal1990

Episodi visti: 3/3 --- Voto 7,5
Sono rimasto abbastanza colpito da questo anime, la storia inizia e si arriva subito al nocciolo della questione. Questo mix di streghe, stregoni e draghi è abbastanza comune da trovare sfogliando il repertorio anime prodotto fino ad ora. Nonostante tutto i personaggi ben strutturati e le animazioni sono molto qualitative. Sul piano narrativo scorre molto bene e stuzzica molto la curiosità dello spettatore. Non nego di aver riso molto in solo tre puntate e quindi lo giudico anche veramente divertente.

In alcune scene sono rimasto comunque un po' confuso perché non si capisce molto bene cosa stia accadendo, ad esempio ci sono molte cose non spiegate, come mai il drago rimane immobile alla fine?
Come mai a Balgo spunta una spada dal nulla, e nemmeno la usa?

E così molte altre scene rimangono con il punto interrogativo. Forse in una mini serie di questo tipo non hanno avuto abbastanza spazio per includere tutto. Parlando dei combattimenti sono molto belli da vedere e molto dettagliati. Le musiche scelte sono abbastanza adeguate anche se, a mio giudizio, potevano essere migliori. Nel complesso consigliato, anche se si notano alcune pecche.


 2
Fraxell

Episodi visti: 3/3 --- Voto 9
"Burn the Witch" mi ha colpito positivamente: la narrazione è fluida e molto godibile. Ottimi i ritmi, la trama va subito al punto, senza troppi giri di parole e riesce così a mantenere alta l'attenzione dello spettatore, aggiungendo anche i classici momenti gag degli anime, che non guastano mai.
Nella mia opinione personale do 9 come voto poiché sono stato piacevolmente colpito anche dal fatto che l'opera in sé sia di ottima godibilità anche per chi, come me, non è fan di "Bleach" (ho provato a guardarlo, ho visto i primi tre archi narrativi, ma mi ha annoiato a morte), e che con "Bleach" in sé ha solo l'universo in comune in cui si svolgono i fatti, quindi lo consiglio altamente e penso siano da fare i complimenti a Kubo per la realizzazione. In attesa della seconda stagione.

P.S. Noel si aggiunge di prepotenza nella lista Best Waifu