logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
Testu

Episodi visti: 1/1 --- Voto 4
Una produzione che a me, come a molti altri, ha fatto ben sperare unicamente per il nome del regista a capo, il veterano di cartoon network, Genndy Tartakovsky. Mi aspettavo un prodotto più completo, che magari mi riportasse vagamente alla memoria il vecchio e semplice "Mina and the Count" di Renzetti, ma purtroppo le attese non sono state ripagate. Capisco il target principale, ma dal padre di Dexter e Samurai Jack mi aspettavo di meglio, qualcosa che potesse evitare morali banali o almeno non far sentire gli spettatori più grandi come fuori posto. Alla fine invece, tra i personaggi, Dracula è l'unico a risultare decente, la figlia certo è caruccia e i mostri, anche se dal design orripilante (in senso vero), sono simpatici e potenzialmente validi, ma entrambi sono stati davvero sprecati e gli ultimi risultano troppo infantili. L'umano invasore poi è il peggiore di tutti, un fantoccio senza una personalità vera. Alcune trovate volgarotte mi hanno ulteriormente deluso, ma l'animazione statunitense ormai pare non poterne fare a meno per tirar su i suoi pargoli. In tutto questo almeno... Il finale musicale cafone potevano evitarselo. Non che siano mancate in passato colonne sonore moderne o finali di questo tipo però... in questo caso è stato il paletto di frassino definitivo.

Solo per piccoli, ma possono trovare di meglio.


 3
Tacchan

Episodi visti: 1/1 --- Voto 9
"Hotel Transilvania" si è rivelato per il sottoscritto una piacevolissima sorpresa, mi ha fatto ridere più volte in modo convinto e mi ha fatto passare un'ora e mezza estremamente piacevole. Pur trattandosi del solito film per famiglie, con un finale prevedibilmente lieto, riesce a distinguersi.
Ambientato ai giorni nostri, parla di un hotel disperso nella Transilvania che si erge a rifugio per tutti i mostri, sempre più minacciati dai terribili umani che ormai infestano il pianeta. Il conte di questo castello ha una figlia ed è proprio in suo onore che organizza una mega festa di compleanno per festeggiare la sua età adulta. A lei le pur ampie mura del castello stanno strette: vorrebbe girare e vedere il mondo, ma il padre è intenzionato a fare di tutto per tenerla in questo posto sicuro. Ma se la giovane vampira non potrà andare dagli umani, sarà un umano ad arrivare da lei. Tra un'escursione e l'altra un ragazzo si trova davanti all'Hotel Transilvania e, intercettato dal proprietario, verrà costretto a celare, grazie a un travestimento, la sua natura, prima di andarsene. Ma, pur con tutti gli sforzi del genitore, sembra che tra la giovane vampira e il ragazzo vi sia un feeling che difficilmente potrà scalfire.

La trama è tutta qui, banale, no? Eppure, nella sua semplicità, il film fa morire dal ridere, è dinamico e con un ritmo incalzante, pieno di personaggi fuori di testa, situazioni buffe e simpatiche. Vi è una lunga lista di personaggi davvero geniali nelle caratteristiche e nella caratterizzazione. I mostri sono resi davvero bene, sono tanti e ovviamente tutti presentati in versione caricaturale. Viene offerta una lunga serie di piccoli dettagli comici, gag e trovate ispirate che offrono continuamente spunti per una risata. Solo verso il finale la magia si rompe per un po', ma fortunatamente le forzature finali dureranno sì e no una decina di minuti e giungeranno a una fine che è pienamente in linea con lo spirito divertente della produzione.

"Hotel Transilvania" deve essere visto a cuor leggero: ha una realizzazione tecnica pregevole ma classica, non propone innovazioni, né è all'avanguardia nel suo settore. Non offre una trama né complessa né innovativa, tuttavia riesce a divertire e intrattenere lo spettare come pochi. Se volete farvi delle risate, è una visione assolutamente imperdibile. A me è piaciuto davvero molto.