logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
fedelic

Episodi visti: 26/26 --- Voto 6,5
Da Capo s.s. è la seconda stagione della serie Da Capo, anch'essa questa seconda serie è composta da 26 episodi di durata canonica.

La cosa sarà un po' lunga,ma voglio cercare di esprimere una recensione veritiera,spero l'apprezziate.

Trama: In questa seconda stagione viene introdotta il personaggio di Aishia,aspirante maga scandinava, che è stata mandata da sua nonna(maga ormai deceduta) dalla nonna di Junichi affinché imparasse la magia e diventasse una maga di prim'ordine. Dopo varie vicende incontra il nostro Junichi e la ospita in casa sua, dove ora abita da solo. La prima parte della vicenda si incentra su Aishia che crede Junichi un grande mago e vuole farsi insegnare la magia a tutti i costi, finché non capisce che non è così, e a divertenti siparietti che coinvolgono la cerchia di amici di Junichi, a cui si sono aggiunte nuove amiche che aspirano al nostro protagonista. Dopo di che si ha il ritorno a sorpresa di un vecchio personaggio della prima serie, e lì la vicenda incomincia ad incupirsi un po', in quanto Aishia vede l'amore che provano le ragazze nei confronti di Junichi, che non confessano in quanto sanno che il suo cuore appartiene a una certa persona. Qui assistiamo ad Aishia che si isola come un eremita, da tutti, per esprime il suo disagio per questa situazione, e nello stare da sola gli è venuta la brillante idea di voler fare tutti eugualmente felici cercando di far rifiorire il ciliegio magico. Qui si ha un altro importante ritorno di un personaggio che fungerà da ago della bilancia per evitare che Aishia agisca incautamente e faccia rifiorire quell'alberaccio malefico,ma invano. Solo alla fine Aishia, vedendo che il suo desiderio ha portato comunque sofferenza ai suoi amici,capisce di aver sbagliato(dopo l'ennesimo confronto con il personaggio arrivato da lontano) e quindi cerca di riporvi rimedio con un grande gesto altruistico,che avrebbe potuto fare semplicemente facendosi gli affari suoi. La vicenda finisce che tutto ritorna come era prima e si assiste ad un evento che a parere mio, se non era scontato, doveva essere d'obbligo dopo tutto il casino che è successo in 46 episodi divisi in due stagioni.

Personaggi: come mio personaggio preferito rimane Suginami, perché è sempre nel posto giusto al momento giusto ed ha una perspicacia impressionante, inoltre cerca di aiutare sempre i suoi amici.
Un punto vorrei farlo su Aishia, all'inizio mi rimaneva simpatica con i suoi atteggiamenti un po' infantili che portava a situazioni un po' imbarazzanti,ma che mi hanno portata a detestarla quando si è passati alla parte seria della vicenda(se così si può nominare). La sua testardaggine nel non capire che è impossibile,almeno in amore, che tutti siano felici allo stesso modo la portano a fare una cavolata enorme che ha portato ancora più sofferenza; e lo ha fatto nonostante i continui avvertimenti di sakura (che in questa serie si vede poco,ma ha un ruolo di ago della bilancia e lo svolge al meglio). Alla fine capisce il suo errore e cerca di porvi rimedio, solo dopo aver visto come erano ridotti Junichi e Nemu, altrimenti avrebbe lasciato tutto com'era.
Gli altri personaggi hanno solo un ruolo di supporto, che vengono un po' definiti con episodio centrati su di loro, ma la cosa non viene fatta per tutti.

Temi: come si può capire dalla serie il tema principale è l'amore,e non c'è dubbio che viene trattato il tema "l'amore può superare ogni difficoltà" e sono riusciti a svilupparlo bene, anche se alcune volte è un po' stomachevole, nonostante io apprezzi il genere.

Musica: l'opening e le due ending molto orecchiabili, apprezzato molto il ritmo dell'opening. Le due ending erano presenti anche nella prima serie e serviva per denotare il cambiamento di tema della vicenda. Nella prima opening alla fine si vedevano un uomo e una donna, di cui non si vedeva il volto, che guardavano delle foto ricordo; molto bello il fatto di avere mostrato i volti alla fine dell'ultimo episodio.

Considerazioni generali: il tema principale è stato sviluppato bene,fin troppo, tanto da essere eccessivo. Quello che mi ha dato noia è il fatto che per circa ventidue episodi la vicenda scorre lentamente e non racconta niente ai fini della trama principale, e accelera esponenzialmente negli ultimi quattro episodi. Credo che la cosa poteva essere gestita molto meglio, perché arrivato al 15 episodio,ma anche prima, uno sicuramente incomincia a stancarsi della lentezza della trama; questo fatto lo si trova anche nella prima serie.

Quindi il mio voto finale è 6,5 perché i contro sono più dei pro,ma non è da insufficienza perché comunque verso la fine sono rimasto più coinvolto dalla vicenda rispetto alla prima serie,il cui coinvolgimento non c'è stato quasi per niente (se non in certi punti). Per questo ultimo motivo volevo informare che la prima serie come voto meritava 6 e non il 7 che avevo dato (sono stato troppo buono).
Detto questo, l'anime lo consiglio di vedere solo ai veri appassionati di anime sentimentali all'ennesima potenza.
Spero che le successive serie siano un po' meglio,anche se non ci spero più di tanto.
BUONA VISIONE!!!!


 0
FK_SickBoy

Episodi visti: 26/26 --- Voto 4
Mi duole davvero che la mia prima recensione sia così negativa, ma dopo aver concluso con estrema fatica la visione di questa seconda stagione non potrebbe essere altrimenti.
La trama (a differenza della prima serie) è assolutamente incentrata su Aisia, ragazza evidentemente della stessa età di Jun'ichi ma che non possiede neanche la metà del suo QI, il che è tutto dire. Proprio quest'ultima piomba nella casa dove ora vive solo il nostro amatissimo lasciato solo dalla sorella e che nel frattempo aveva stretto legami un po' più approfonditi con tutte le altre, specialmente Mako. Punto. Fine della trama.
Altro particolare importante potrebbe essere la fortemente motivata ricerca di un maestro di magia da parte della stessa Aisia per "portare la felicità a tutti quanti" ma in realtà questo incide significativamente solo all'inizio e alla fine della storia, il punto centrale rimane proprio la piccoletta dal fiocco verde che continua ad intromettersi fra i nostri beniamini.
Tutto questo porta ad un'inevitabile stagnazione della storia e pesantezza delle situazioni che sinceramente mi hanno fatto venir voglia di prendere seriamente a schiaffoni Aisia e subito dopo quel tardo di Jun'ichi.
Le altre ragazze sono ridotte quasi a comparse, solo Mako avrà un ruolo nel vero senso della parola ma solo in funzione della già citata Aisia.

Detto questo, la grafica è nella media seppur scarna di particolari e le musiche nulla di eccezionale.

Concludendo è una serie che fa sperare in un miglioramento ma che rimane piatta per tutta la sua durata, ho sinceramente faticato a concluderla rimanendo molto deluso.
Non sento di consigliarla a nessuno men che meno a chi ha amato la prima serie dalla quale ha ereditato molto poco.


 1
npepataecozz

Episodi visti: 26/26 --- Voto 6
Non ero rimasto molto impressionato dal primo capitolo di quest'anime: la storia era abbastanza noiosa, farcita di banalità e regnava una costante sensazione di "già visto"; i personaggi, poi, erano troppo inquadrati e di conseguenza anche prevedibili. Ricordo di avere passato la maggior parte del tempo a sbadigliare. Sinceramente non credevo di riuscire a sorbirmi altri 26 episodi di quel polpettone e, invece, eccomi qui a scriverne la recensione.
Da Capo Second Season viene ambientato a una distanza di due anni dal termine delle vicende che avevano contraddistinto la prima serie. Junichi, lasciato solo da Nemu, partita per motivi di studio, viene supportato in questi due anni da tutte le altre ragazze che abbiamo conosciuto in precedenza, le quali, a turno, gli preparano da mangiare, gli puliscono casa, gli stirano la biancheria e, udite udite, si innamorano di lui. Ci si aspetterebbe, a questo punto, un classico harem in cui il sultano di turno avrà il compito di scegliere la sua favorita ma, a rompere le uova nel paniere, arriva dapprima un nuovo personaggio, Ashia, scesa in Giappone dalla Scandinavia (!!) per imparare la magia dalla nonna di Junichi e poi, ovviamente, il ritorno di Nemu.

Se consideriamo quest'anime nel suo complesso, la valutazione complessiva migliora sensibilmente rispetto a quella da me proposta per la prima serie: la storia ha indubbiamente una struttura migliore per logica e coerenza. La vera protagonista di tutti e ventisei gli episodi è, differentemente da quello che si potrebbe immaginare, proprio Ashia. Costei non sarà l'ennesima lolita alla corte del sultano, ma un personaggio ben caratterizzato la cui personalità si evolve con lo scorrere degli episodi e con l'interazione con gli altri. E' pur vero che anche lei s'innamorerà di Junichi, ma come aspetto è assolutamente secondario: seguire l'evolversi della sua logica (niente di complesso, per carità) è basilare per comprendere lo svolgimento della trama.
Mi è inoltre piaciuto il modo in cui sono state centellinate le apparizioni dei protagonisti della prima edizione: Junichi appare subito, Nemu dopo qualche episodio, Sakura quasi alla fine; il loro ingresso sulla scena avviene sempre al momento giusto. Sakura, in particolare, acquista un carisma che certamente non possedeva in passato - gli altri due restano, ahimè, le solite amebe.

Passiamo al lato dolente: una ventina di episodi fatti solo di noia, terribile noia. Ogni tanto c'è qualche buono spunto, ma nella maggior parte dei casi gli episodi sono del tutto privi d'interesse, tanto che prevedevo una valutazione molto ma molto bassa, anche perché gli autori erano recidivi. Era proprio necessario farlo così lungo?
Ciò che salva il tutto è il finale, che ho apprezzato molto anche perché riesce nell'ingrato compito di dare un senso compiuto al tutto.
Anche così, però, non riesco però a assegnargli più che una risicata sufficienza: troppa, troppa noia prima che succeda qualcosa di veramente interessante.

MaoMao

 0
MaoMao

Episodi visti: 26/26 --- Voto 9
<b>Tolti riferimenti ad altre recensioni</b>

La seconda serie è nettamente migliore della prima (anche se la prima è l'inizio di tutto e deve essere vista) la storia si svolge bene, continua da dove era interrotta, anche se per le prime puntate nemu non c'è... Ma sarà una gioia rivederla, come le altre... Tutte...
Non si può (giustamente) dire molto sulla trama per non rovinare, ma quando si rischierà un nuovo Da Capo... Questa volta... Sarà la gioia di tutti quelli che credono nell'amore vero.
E' dall'inizio di tutto che attendevo questo e sono felice che la serie 2 (D. C. S. S. ) sia così.
Grazie. :)
Il mio voto 9 ovvio. Consigliata. :)

Viva l'amore per Nemu & Junichi for ever. :)

silviachan

 0
silviachan

Episodi visti: 8/26 --- Voto 4
Contando che ho visto non tante puntate, devo dire che questa seconda serie è un po' deludente. Una delle figure principali è Kotori, assolutamente piatta e troppo perfettina, quindi Aisha che senza offesa sembra tarda... Si stupisce per tutto, ma viveva sulla luna prima?
Forte anche la cosa che Junichi ha cambiato il colore dei capelli rispetto alla prima serie, a completare la sua inesistente figura (è talmente insignificante che mi innervosisce).
Insomma, se ce la faccio continuo la serie, e magari cambio idea, ma la vedo dura!!

Arioch

 0
Arioch

Episodi visti: 19/26 --- Voto 5
Parto dal presupposto che mi è piaciuta molto la prima serie, a cui avrei dato almeno un sette. Quindi speranzoso ho accolto con gioia la notizia di una seguito a quelle vicende che, pur non essendo un amante del genere, mi hanno fatto passare qualche piacevole serata.

Tuttavia, le speranze si sono spente giunti oramai agli ultimi episodi... Il personaggio di Aisha lo trovo onestamente odioso. Sarebbe accettabile solo come comprimario, tipo Miharu, ma da in questa serie ce la ritroviamo addirittura come co protagonista.

La serie è un seguito della prima, ambientata due anni dopo. Nemu è partita per frequentare un corso da infermiera, all'improvviso, e sakura anche è partita. Di colpo il nostro Junichi si trova da solo, fortunatamente per lui le ragazze rimaste lo aiutano in tutti i modi possibili, a partire dal riassetto della casa alla più pura distrazione dai suoi pensieri che lo porterebbero ad una quantomai profonda depressione.

In questo contesto, sbuca la sopraccitata Aisha, una ragazzina straniera venuta in giappone alla ricerca della Nonna di Sakura per imparare da lei la magia. La delusione nel sapere che nonna yoshino non c'è più dura veramente poco, in quanto l'ingenua fanciulla vede nel malcapitato junichi, in quanto nipote della stessa, un grande mago e quindi suo potenziale maestro.

Essenzialmente la serie alterna qualche inaspettato ritorno, che tuttavia resta da cornice alle vicende di Aisha e del suo voler apprendere la magia, con tutti i relativi disastri.

IMHO, una delusione.

Angelus

 0
Angelus

Episodi visti: 8/26 --- Voto 8
Continuazione della prima serie di Da Capo; chi ha visto la prima serie deve assolutamnete vedere anche questa serie; i personaggi hanno due anni in più rispeto a quelli visti nella prima serie, e in due anni sono successe di cose. Non voglio sbilanciarmi dando anticipazioni sugli episodi. Il voto parla da se (in attesa dei prossimi episodi), ma è pur sempre una mia opinione. Buona Vista