logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10

Amarantha

Volumi letti: 8/31 --- Voto 9
Credo che d'ora in poi il mio nuovo mantra nella scelta dei manga sarà:"fidati del rosso!" Pare che le protagoniste dai capelli rossi non riescano proprio a deludere le aspettative...

La trama si va via via infittendo di misteri, colpi di scena, personaggi accattivanti e irresistibili mentre il corso degli eventi prosegue senza sosta portandoci nel cuore della storia. Dal resoconto accennato nella descrizione non si può neanche minimamente intuire quale interessante piega prenderà la trama, ma tanto meglio: più sorprese per noi! Il fantasy è giusto dietro l'angolo, oltre le porte del palazzo e quello che si prospetta davanti alla principessa Yona e al suo generale, Hak, è un viaggio sorprendente.

I personaggi sono circondati da un'aura intrisa di fascino e forza ed innamorarsene nel giro di qualche pagina è facile.
La protagonista indiscussa è Yona, principessa in fuga per la salvezza sua e di chi le è caro. Ma ben presto la piccola lady di corte saprà diventare un'eroina determinata, idealista e appassionata. La sua sola presenza, il suo sguardo, la sua voce, si dimostrano in grado di vincere ogni battaglia, interna o esterna che sia. La rossa che affascina è proprio lei! Il colore dei suoi capelli, tra l'altro, qui come in tanti altri manga, ha una particolarità legata ad un passato misterioso di cui la stessa non è a conoscenza, ma sarà il destino in persona a venirle incontro strada facendo, sotto forma di sacerdoti e altri "strani" individui.
Il giovane Hak, guardia del corpo e generale della tribù del vento, nonché amico d'infanzia di Yona, è un personaggio accattivante e intrigante. Ha carattere, personalità, è ribelle al punto giusto, irriverente, sarcastico, micidiale sia con la lingua che con la lancia. Riesce a creare gag esilaranti e allo stesso tempo momenti di grande suspense e apprensione. Si teme spesso per la vita dei personaggi e forse l'unica cosa in grado di lavare via dal volto di Hak quel suo sorriso sardonico è la paura di perdere Yona.
Soo-woon, il principe assassino, è un vero e proprio punto interrogativo. Si potrebbe definire quasi dalla doppia personalità per via di quel volto da bambino che sa trasformarsi fino a incutere terrore. Eppure c'è sicuramente un segreto più profondo di quanto abbia rivelato dietro al suo agire, le sue intenzioni non sono ancora chiare (o per lo meno, arrivata all'ottavo volume, ancora non ho scovato indizi chiave) ma sono sicura che ci siano motivazioni profonde dietro alle sue azioni e *possibile spoiler* sono convinta che ci ricrederemo sul suo conto.
Gli altri personaggi sono semplicemente meravigliosi. Non mi dilungo nel dettaglio perché sarebbe un continuo spoiler, mi limiterò a dire che per una volta i comprimari hanno il giusto spazio, ognuno la sua personalissima storia e il proprio ben definito, individualissimo e singolare carattere. Le loro personalità sono ben distinte e psicologicamente tracciate in modo tale da toccarci nel profondo. Ognuno di loro riesce ad essere comico, forte, intrigante, seducente, tenero, commovente. Man mano che si va avanti, le pagine si arricchiscono di nuovi arrivati che in un modo o nell'altro non riescono proprio a rimanerci estranei e l'empatia è quasi obbligatoria.

Il character design è leggermente spigoloso nei tratti del viso ma tutto sommato piacevole. Confondere i personaggi è quasi impossibile, ognuno di loro possiede elementi caratteristici e distintivi. Le ambientazioni sono abbastanza curate essendo un manga storico che necessita di vedute talvolta panoramiche.

Consiglio di cuore questa lettura e sono estremamente positiva per il futuro sviluppo degli eventi. Chi cerca avventura, fantasy, azione, comicità, sentimenti profondi e intensi in grado di muovere e commuovere e, perché no, anche un po' di sano romance (perché sento che anche l'amore arriverà presto!), corra a leggere questo manga!