logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
Renton79

Volumi letti: 20/20 --- Voto 3
Questo manga di Kouji Seo narra la storia di Fuuka Akitsuki che dopo l'incontro con un ragazzo, Yuu Haruna, scopre finalmente quale sia la sua vera passione e l'obiettivo da perseguire: creare una band musicale di successo.

Partiamo dalla storia: l'inizio, per chi ha letto altre opere dello stesso autore, fa capire come non vi siano idee innovative ma ciò nonostante la storia potrebbe essere passabile senza troppe pretese, non fosse altro che accade un avvenimento importante ed ingiustificabile che farà prendere un colpo ai lettori e che, personalmente, mi ha fatto adirare come non era mai accaduto durante la lettura di un manga o la visione di un anime.

Nonostante tutto ho deciso di proseguire la lettura perché volevo proprio osservare dove si sarebbe andata ad "arenare la barca" e questo è avvenuto nel peggiore dei modi.
Il manga è un insulto all'intelligenza di chi lo legge, una presa in giro colossale, perché niente giustifica quanto accaduto. La storia è piena zeppa di fan-service, i personaggi sono poco caratterizzati ed alcuni messi a recitare (male) una parte fugace e forzata, per non parlare dell'avvento di un personaggio "fantasma"...
I personaggi principali sono discretamente caratterizzati: Yuu è una sorta di "ameba", timido, introverso, ma capace -chissà perché- di attirare e far innamorare qualsiasi ragazza, anche se il suo comportamento nei confronti del gentil sesso è inspiegabile, viene da chiedersi se davvero provi attrazione verso le donne.
Fuuka è una ragazza molto carina, energica, solare, sa farsi rispettare, insomma il miglior personaggio di questa storia, il resto dei personaggi per svariati motivi non li citerò nemmeno.

Le tavole di Seo come sempre sono ben fatte, le espressioni molto belle, ma dovrebbe limitarsi solo al disegno, in futuro è meglio che non pensi a scrivere le sue storie, in ogni caso io ho chiuso con questo autore.

Sconsiglio decisamente la lettura di questo manga, soprattutto se avete letto l'unico capolavoro di Seo e cioè "Suzuka".
Voto: 3.


 0
Sandro lo shinigami

Volumi letti: 20/20 --- Voto 8,5
Letto tutto (205 capitoli contando anche gli extra) in ventiquattro ore. Ero partito visionando prima l'anime, che comunque si era rivelato abbastanza carino, poi sono passato al manga dopo aver scoperto che fosse, per l'appunto, composto da ben venti volumi (l'anime era di soli dodici episodi) e, che dire, non solo l'anime narra proprio una storia, si puo' dire diversa, e si parla proprio di contenuti e sviluppi, ma il manga offre un qualcosa di estremamente piu' intenso,emozionante e coinvolgente. Un susseguirsi di differenti emozioni e colpi di scena.

Ho davvero ammirato quest'ennesima opera di Seo che, con maestria, ha saputo poi rendere questo mega crossover di sue opere precedenti, essendo questo in un certo senso il terzo atto di una quasi trilogia di un singolo universo che comprende nell'ordine: "Suzuka", "A Town where you live" e, appunto, "Fuuka". L'opera riesce a trasmettere appieno il carisma e la determinazione di parecchi dei personaggi nella storia.
I disegni sono godibilissimi, e nonostante questo sia un manga comunque sulla musica, seppur le "canzoni" non ci siano praticamente -visto che non vengono quasi mai manco trascritte, ma quasi del tutto lasciate all'immaginazione del lettore- il tutto non perde smalto.
Ho davvero apprezzato tanto e penso che questa possa esser davvero "LA" serie a tema "Musicale" per eccellenza, superiore anche a nomi quali "Nana", "Beck" o il piu' recente "Given".
Per me è decisamente consigliato.
Difficile non emozionarsi in piu' punti, idem non divertirsi nelle varie situazioni strambe o per i dialoghi fuori di testa.


 1
_Protector_

Volumi letti: 7/20 --- Voto 7
Yuu è un ragazzo asociale che passa il suo tempo sui social network non curandosi della vita reale. La sua monotona vita verrà però sconvolta dall'arrivo dell'esuberante Fuuka, che lo trascinerà nei suoi progetti, convincendolo a formare una band musicale, inizialmente solo per divertirsi e cantare le loro canzoni preferite degli Hedgedogs (una famosa band giapponese che ha lasciato il mondo della musica), ma col passare del tempo, la loro band diventerà qualcosa di più di un semplice passatempo.

Mi sono ritrovato a leggere questo manga per puro caso, senza sapere niente della sua trama o dei generi che avrebbe toccato. Inizialmente era la normalissima storia di due persone che si incontrano e iniziano ad avvicinarsi, a conoscersi e ad innamorarsi, finché di punto in bianco non inizia a venire messa in mezzo la musica, prima in modo occasionale, poi sempre più presente, fino a mostrare le caratteristiche di un manga di genere musicale. Non sapevo nemmeno io cosa mi spingesse a continuarne la lettura, dato che non è decisamente il mio genere, ma i personaggi così spontanei e realistici mi hanno invogliato a proseguire, nonostante continuassi a non nutrire grandi aspettative. Poi il colpo di scena.
Succede una delle cose più inaspettate. Una cosa che secondo me avrebbe segnato la fine di questa serie. Quello che mi era piaciuto fino ad ora era stato distrutto. Ma, come scoprii solo in seguito, era in realtà il vero inizio. Questo avvenimento ha dato vita a scene commoventi e la mia curiosità era implacabile, perché proprio non riuscivo a concepire come avrebbe fatto a proseguire la storia. Passano i capitoli e la storia non perde il suo fascino. I sentimenti di Yuu sono palpabili: la disperazione, la sensazione di vuoto, la paura di raggiungere quel luogo dove "era sicuro l'avrebbe sempre trovata". Poi una registrazione audio smuove il suo cuore e la determinazione di continuare per realizzare il "suo" sogno prende il sopravvento.
Da qui in poi il manga continuerà a prendersi gioco del lettore, dato che altalenerà tra momenti in cui farà perdere l'entusiasmo di leggerlo e che farà pensare che ormai non ha più nulla da offrirti, per poi smentirti poco dopo e fare di nuovo a pezzetti piccolini il tuo cuore.

Per ora la storia è ancora in corso, quindi sicuramente aggiornerò la mia recensione. Devo però muovere una lamentela generale sui capitoli, dato che spesso non ci sarà connessione tra la fine di un capitolo e l'inizio del successivo. Ci si sentirà spaesati, perché si avrà la sensazione che manca tutta la parte in mezzo, ma rimane comunque godibilissimo.