logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 1
Schop

Volumi letti: 1/1 --- Voto 7,5
Nuova iniziativa editoriale degna di lode, quella di J-POP, che porta nel nostro paese un altro autore classico.
Baron Yoshimoto è un personaggio atipico nel suo campo, capace di far genere a sé per la peculiarità dello stile narrativo e di disegno.

A questo proposito, il libro “Seventeen” si pone come un punto di accesso alla narrativa dell’artista nipponico; in esso sono contenute storie scritte fra il 1970 e il 1975, aventi come minimo comune denominatore l’età dei protagonisti e la volontà di raccontare l’adolescenza della gioventù di quegli anni. Una generazione cresciuta troppo presto e che sopravvive tramite espedienti.
Attraverso lo sguardo dell’autore vivremo situazioni di grande miseria umana, a volte alleggerite da dei tocchi di umorismo, a volte fortemente inasprite da eventi drammatici che capiteranno ai diversi protagonisti.

I personaggi scritti da Baron sono molto verosimili nelle loro azioni e reazioni e restano facilmente impressi. Anche le sceneggiature risultano buone nel complesso, talvolta anche ottime (è il caso di “17 anni” e “La felicità di Eriko”).
L’autore mostra una forte lucidità nel raccontare le vicende che animano le storie presenti nel volume, spaziando dalla commedia al dramma con estrema facilità.
In generale però si avverte una certa discontinuità fra i vari episodi, che non appaiono ben amalgamati fra di loro, dando purtroppo l’impressione di una raccolta un po’ raffazzonata. Il risultato è che alcune storie si lasciano dimenticare troppo in fretta, mentre altre meglio congegnate permangono più a lungo, dando prova dell’assoluta maestria di questo autore, sicuramente da scoprire.

Particolare, come si diceva, è invece il tratto usato da Yoshimoto: molto ricco e dettagliato, sia negli ambienti che nei personaggi, esso tende però a rappresentare i personaggi secondari come caricature, che volutamente vanno a cozzare con il disegno dei protagonisti molto più realistico. Così facendo si va a creare un forte contrasto, che non sempre può risultare piacevole alla vista.

Nota di merito va all’apparato di appendice del volume J-POP, estremamente curato sotto ogni aspetto e ricco di contenuti speciali, tra cui una biografia di Baron Yoshimoto e un’intervista all’autore stesso, che ne chiarisce la poetica e le esperienze di vita che hanno plasmato la sua scrittura. Ottimo per farsi un’idea più chiara sul personaggio.

Aspetto, dunque, delle prossime uscite, per poter giudicare in maniera più coerente e completa l’opera di Baron, in particolare non sarebbe male poter apprezzare anche qualche suo lavoro pittorico.