Arrivato a sorpresa nelle nostre vite un manga che ha lasciato il segno da subito. Arrivato a sorpresa anche qualche mese fa, quando J-POP Manga lo ha annunciato sul gong della chiusura del Napoli Comicon, vincendo il sondaggio di miglior annuncio della fiera. Del resto non possiamo essere sorpresi, parliamo di uno di quei pochissimi manga che fin dal primo capitolo ha reso chiari a tutti quanti che ci avrebbe accompagnato per tanto tempo.

Dandadan è un manga di Yukinobu Tatsu, iniziato nel 2021 e pubblicato su Jump+ (servizio online di Shueisha) e come detto edito in Italia da J-POP Manga

L'edizione è 12.4x18, brossurato con sovraccoperta, 192 pagine. In edizione variant e regular, entrambe al prezzo di € 6,50 e con unica differenza le cover (vedrete qui sotto la variant) e la possibilità di avere un segnalibro con la regular. J-POP ci ha anche dato l'onore di spedirci il fascicolo degli avvestimenti dei due protagonisti, dandoci modo di far parte del J-POP Occult Club.
 
Ken Takakura, uno studente di liceo che crede nei fantasmi ma non negli alieni, e Momo Ayase, sua compagna di scuola che la pensa in maniera opposta, stanno per dare corpo alla sfida più epica di sempre. Per determinare chi tra i due ci ha visto giusto, si accordano per visitare dei luoghi legati all'occulto e agli avvistamenti di UFO, certi di trovare prove sufficienti per smentire l'altro. Nelle loro mete, però, entrambi i ragazzi saranno attesi dalla stessa, sconvolgente risposta: nessuno dei due, in realtà, aveva torto!
 


Tra le serie più attese dell'anno Dandadan stava sicuramente in una posizione molto alta in qualsiasi top. Un po' come quando arrivò Kaiju no. 8 ci si chiede per quale motivo ci sia tutto questo clamore, tutto questo hype, per una serie relativamente nuova, con pochi volumi. Intanto, dobbiamo farci l'abitudine a queste cose, perché capiteranno tante altre volte, grazie a Jump+ Manga Plus (i servizi online nei quali trovate questi manga, cliccate QUI) ormai il modo di fruire delle opere si è velocizzato e globalizzato. Quindi, torniamo alla domanda: perché Dandadan?

Ormai si è abituati a sentire la cantilena dei "manga troppo uguali" e che non offrono più spunti, e a prescindere di quanto si possa essere d'accordo, Dandadan è stato un fulmine in una giornata quieta. Un manga moderno, diretto, senza mezzi fronzoli, con un'ironia non particolarmente ricercata (in questo primo volume, sia chiaro) ma che funziona dall'inizio alla fine. L'impressione, con Dandadan, è come se questo primo volume fosse il quinto o il sesto, basta un capitolo per comprendere il duo di protagonisti, captare la loro alchimia ed essere sicuri che varrà sempre tantissimo la pena di seguire le loro sventure. Non voglio anticiparvi troppo, perché non è una recensione e sono conscio che molti di voi proveranno questo manga a scatola chiusa.

Se il linguaggio narrativo di Dandadan risulta così azzeccato è perché l'autore ha lasciato che tutto venisse raccontato dalle esperienze di un duo atipico e mai scontato, anche quando vengono messi in mezzo i classici topoi del genere riescono comunque sempre a dare freschezza e a dare colore al proprio mondo. Due ragazzi che vogliono credere nell'occulto (ma di due frangie diverse), due persone estremamente opposte in tutto ma che sono accomunate dallo stesso problema, la loro estrema incapacità di trovare qualcuno che li possa accettare per quello che sono realmente e con il quale magari condividere questa vena di follia; loro due sono letteralmente una bomba che esplode appena la miccia si accende e sarà così per tutto il volume. Questo primo volume parte da un pretesto banale, quel che accade non è nulla di mai visto o incredibile ma è quella sensazione di leggere una storia iniziata non poche tavole prima ma chissà quanto tempo fa, quel riuscire a esaltare con semplicità e naturalezza un'opera bella ma anche scema quanto basta.
 




Parliamo di un autore che potremmo pure definire allievo di Tatsuki Fujimoto (Chainsaw Man), l'influenza si sente del resto, per quanto i loro lavori siano differenti e per quanto Tatsu abbia una sua identità ben definita, che possiamo scorgere già da un solo volume e non è qualcosa che a mio avviso si possa dire per molti autori. Questo primo volume è consigliato a tutti coloro che vogliono vivere uno shōnen differente ma ancora di più chi ama le mazzate, le scemenze ma anche essere tano sorpresi, in ogni senso possibile.

L'edizione J-POP è consona agli alti standard dei loro manga di questo formato, ottima qualità delle pagine a colori e del volume di per sé, la cover variant con i suoi colori sgargianti rimane comunque estremamente coerente con l'opera di per sé.

In ogni caso, è un manga che non volete perdervi.

 


Titolo Prezzo Casa editrice
Dandadan  1 € 6.50 JPOP
Dandadan Variant Edition  1 € 6.50 JPOP