logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
alucard7

Episodi visti: 51/25 --- Voto 7,5
Scrivo una veloce recensione per alzare di un voto la media a questo "povero" "00". Ho letto che anche altri, come me, lo hanno già fatto.
Credo che il piano di Aeolia Schenberg meriti una buona possibilità di essere visto, gustato e apprezzato appieno fino in fondo, fino alla degna conclusione del film, che per l'appunto sigilla la fine della storia, dal titolo "A Wakening of the Trailblazer".

Non mi dilungo sulla trama, viste le numerose recensioni già prodotte, anzi, vorrei spendere elogi sul comparto tecnico: character design e scenografie degne di una space opera definiscono e impreziosiscono questo anime ricco di colori, personaggi e una trama complessa e, a mio parere, più adulta del target adolescenziale a cui si vuole forzatamente associare. Lo testimoniano la presenza di Lockon Stratos (il più equilibrato e psicologicamente adulto dei Gundam Meister), il continuo riferimento alla realtà politica/sociale/economica attuale, pur essendo ambientato nel 2307 d.C. (credo per giustificare unicamente la presenza dei Mobile Suit), le tragedie affrontate dai vari personaggi, compresi i comprimari come il generale Smirnov e figlio, che, viste da me che ho quarantaquattro anni, riesco a comprendere in maniera diversa e più profonda rispetto a un ragazzo più giovane (o anche il me stesso di trent'anni fa). Ho fatto caso ai linguaggi del corpo, alla gestualità, ai silenzi. E' stato impiegato molto lavoro e attenzione ai risvolti psicologici di ogni personaggio, al punto che, alla fine della serie, si possono vedere risolte tutte le sotto-trame parallele alla serie principale. Non nego che, più di una volta, ho smesso di vedere una puntata per il magone per la violenza e le improvvise morti di alcuni personaggi. La guerra di Tomino, l'ingiustizia e la pazzia si citano spesso in questo "Gundam 00", non si risparmiano vittime innocenti. C'è chi, nella recensione, ha scritto che i Celestial Being ("Esseri Celestiali", quasi dei, come l'Exia che vede Setsuna scendere dal cielo prima di diventare un Meister) avrebbero dovuto attaccare direttamente i politici che pianificano e ordiscono le guerre; vero, però c'è il piano di Aeolia di cui tenere conto. Per questo bisogna vedere la serie fino al cinquantesimo episodio e concludere successivamente col film, per poter godere appieno delle intenzioni degli autori di tutta quanta la storia. L'unico neo, secondo me, è proprio il film conclusivo che, nel voler per forza presentare altri modellini da comprare e collezionare, si dilunga e annacqua la trama di un film che sarebbe potuto durare circa un'ora, invece che due.
Vorrei spezzare una lancia anche a favore delle sigle, sapientemente illustrate e animate con le parole delle canzoni che accompagnano la trama, e dell'evoluzione dei personaggi e della serie per tutti i cinquanta episodi.

In conclusione, non un capolavoro, ma una serie curata e di qualità da vedere e apprezzare.


 0
Otaku moderato

Episodi visti: 25/25 --- Voto 7,5
<b>Attenzione: la recensione contiene spoiler</b>

L'innovazione tematica della saga di "Gundam" in fatto di guerre è uno dei suoi cavalli vincenti, complice la caratterizzazione umana del cast unita al concetto delle macchine in grado di distruggersi a vicenda, i "real robot".
Ma, in ambito di tematiche, "Gundam" ne ha affrontate parecchie, dalla sete di potere alla lotta per la libertà e per gli ideali, e qualunque altra tematica all'insegna dell'emozione umana, sia positiva sia negativa; ma con i tempi che corrono nella nostra realtà serviva una serie che poteva affrontare tutte le tematiche attuali, perfino quelle controverse. E quella serie porta il nome di "Mobile Suit Gundam 00", di cui questa è la prima stagione.

La serie prende piede, nientemeno, nel nostro calendario, cioè l' "Anno Domini" (abbreviato AD), nell'anno 2037; a causa dell'esaurimento dei materiali, l'unica energia rimasta è quella solare, peccato che solo le tre grandi potenze mondiali, cioè l' "UNION", l' "Alleanza per il progresso dell'umanità" e l' "AEU", si godono tale energia ai danni dei Paesi minori, complici le contromisure nell'ombra delle tre nazioni in un'eterna partita per il potere mondiale; per farla breve, si passa alla risposta bellica, complice l'impiego delle unità antropomorfe "Mobile Suit" e la continua presenza di terroristi e fanatici.

Tutto prende una piega incredibile quando, dal cielo, spuntano quattro Mobile Suit terribilmente avanzati chiamati "Gundam", che montano sulla schiena un motore capace di convertire in energia le particelle solari e, ogni volta che un conflitto prende piede o giunge nell'aria qualunque notizia di natura bellica, loro appaiono e mettono fine al tutto sul nascere mediante l'intervento armato. Loro sono i "Celestial Being", organizzazione militare segreta fondata ben duecento anni prima da Aeolia Schenberg, che ha elaborato in modo a dir poco incredibile tutto quello che sarebbe successo nel futuro, e il loro obiettivo è l'unione mondiale di ogni nazione, in modo che non ci siano più guerre.
La situazione sembra andar bene per loro, dal momento che gli eserciti delle potenze cominciano a unire le forze, ma la presenza di terroristi e di traditori nelle file dei Celestial Being complicherà non poco la faccenda.

"Gundam 00" accomuna molte cose con altre serie, come il, più o meno, contemporaneo "Code Geass" e il futuro "Valvrave", ovvero l'assenza totale di noia per lo spettatore, la continua tensione nel corso delle puntate, il fare attenzione a quali personaggi si prendono in simpatia, perché non si sa chi potrebbe morire, drammaticità allo stato puro, temi a tratti crudi e molto altro, tra cui il fatto che sono serie divise in due stagioni.
In particolare, "Gundam 00" affronta tematiche molto attuali come la dipendenza energetica, tensioni fra nazioni, terrorismo, delirio d'onnipotenza, ingegneria genetica e guerriglia in Medio Oriente.

E, come sempre nelle serie di "Gundam", i personaggi sono il fulcro centrale dalla narrazione, da antagonisti che vanno dai pazzi assetati di sangue a umani saggi, come il gruppo "rivale" "Trinity", il tenace Graham Aker, l'ingegnere Billy Katagiri, il saggio Sergei Smirnov e la sua pupilla Soma Peries, il fortunato Patrick Colasour e la esperta di tattiche Kati Mannequin, fino a veri ritratti di negatività e crudeltà umana come Alejandro Corner, il perfetto esempio di traditore, e Ali Al-Saachez, il ritratto perfetto del terrorista assetato di sangue e conflitti.
Altri personaggi che verranno crudelmente coinvolti nel conflitto saranno la tormentata principessa Marina Ismail e, in particolare, i giovani Saji Crossroad, Kinue Crossroad e Louise Halevy, giovani vite che guardano al futuro ma che verranno gradualmente e crudelmente coinvolte nella torbida vicenda della serie.

E, per finire la carrellata dei personaggi, arriviamo ai Celestial Being, composti dall'equipaggio dell'astronave "Ptolemaios", composto dalla comandante Sumeragi Lee Noriega, esperta comandante e stratega eccezionale, l'ufficiale operatrice tattica Feldt, che da ragazza fredda muterà in una ragazza molto emotiva che vede l'equipaggio come una famiglia, Chris, Lichty e altri, e i piloti dei quattro Gundam, chiamati Gundam Maisters, ognuno con il proprio fantasma interiore che tenta di superare nel suo ruolo, ovvero Lockon Stratos, esperto nel cecchinaggio e nel combattimento a distanza, arruolatosi per trovare il terrorista che uccise la sua famiglia, Allelujah Haptism, esperto nella lotta aerea, nonché cavia di prototipo per la creazione di super soldati con un risultato inquietante, Tieria Erde, esperto nella lotta pesante, e infine il protagonista Setsuna F. Seiei, abile nel combattimento misto, in passato bambino soldato in Medio Oriente, che vede la sua missione come unica ragione di vita.

In ambito di toni la serie è, senza troppi giri di parole, pesante, e la morte, il dramma e l'orrore della guerra, salvo in pochi casi di calma, regnano sovrani per tutta la durata della serie, ma ciò la rende anche molto intensa e appassionante, in modo da convincere a continuare a guardare la vicenda per saperne l'esito.

In ambito grafico l'impatto visivo è ottimo, essendo la prima serie trasmessa in alta definizione, con un design dei personaggi molto pungente e aggressivo, e con il mecha design più duro e aggressivo mai visto in una serie mecha, per via dei colori freddi e l'aspetto pungente di qualunque altro elemento, tra cui l'acustico, che trasmette una sensazione di aggressività e durezza. In ambito sonoro non si è da meno, con musiche molto gasate e dure, arrivando perfino ai cori, e opening all'insegna del drammatico.

"Gundam 00" è una serie aggressiva, potente e attuale nel panorama mecha e nella saga del Mobile Suit bianco. E questo lo rende una garanzia per la sua visione, insieme alla sua seconda stagione.

piggod

 0
piggod

Episodi visti: 50/25 --- Voto 8
Geopoliticamente molto più credibile del previsto. E soprattutto contiene l'ossessione della guerra e delle armi di distruzione di massa, che peraltro sono pure spesso "sostenibili".

Sì, qualcosa si poteva limare, e le relazioni tra i personaggi sono sempre molto "giapponesoidi" (venire al dunque con una donna, ad esempio, ogni tanto non sarebbe un crimine). Comunque consigliato, per quanto mi riguarda.

Mi dispiace, ma non vedo tutta questa distanza dalla serie U.C., perché i contenuti, pur mancando gli "spazionoidi", restano i medesimi. Ma l'incredibile idea di tre ascensori orbitali collegati ad un enorme anello di specchi solari è geopoliticamente strepitosa.
Ricalca l'idea orwelliana dei tre macro continenti, ma lascia a se stante l'Africa ed il medio oriente, condannati ancora alle vecchie tecnologie insostenibli (e questa scelta è tutt'altro che casuale).
Paradossalmente, anche lo sfruttamento dell'energia solare può essere al servizio distopico di chi ci governa. E' un quadro che punta diritto alla sostanza politica della questione: non importa quanto siano sostenibili le fonti, ma l'uso che se ne fa sarà sempre sottoposto ad un potere impresentabile e dispotico (anche se "democratico").
Personaggi caratterizzati da percorsi problematici, ma mai esibiti eccessivamente. Se si considera che spesso questi anime annacquano il plot di derivazione manga, direi che in questo caso siamo rimasti in un contesto molto più che onesto. Alcuni episodi riescono ad avere un tasso di anfetamina molto elevato, devo dire, il "thrilling" a volte è un po' scontato, a volte non lo è affatto. Alcune strategie di attacco, sebbene talvolta siano un po' "fantasiose", danno sicuramente una bella smossa alla trama. Il concetto di "guerra alla guerra" non è che un pretesto, anche per parlare dei giorni nostri. Ed è un ottima idea, diciamocelo.
Si merita un 8 senza tante menate, da uno che il 10 lo ha dato solo a "War in the pocket" (bellissimo!).


 0
dawnraptor

Episodi visti: 25/25 --- Voto 7
13.01.2013
Si può concepire l'idea di far cessare i conflitti armati con l'uso delle armi? Si può, e non è nemmeno un concetto nuovo, nelle serie dei Gundam. Che questo possa anche avere una logica è però opinabile, non si discute. Sta di fatto che siamo nel campo della fiction, quindi escludere a priori la logicità di un assunto è prematuro.
I Celestial Being, milizia privata nata dall'ideale di un ricco ed eccentrico inventore, sono qui per dirci che i combattenti (e non chi li comanda!) devono essere dissuasi con la forza dal combattere.

Intanto, partiamo tranquillamente dal presupposto che i personaggi principali di questa tragedia, se così vogliamo chiamarla, sono praticamente tutti dei tipi "speciali". Il che vuol dire, molto semplicemente, che hanno un sacco di problemi al presente e di passato burrascoso alle spalle. La stratega del gruppo, se pur umanissima nelle sue debolezze, è un'alcolizzata e non si capisce come possa avere ancora cellule grigie con cui "strategizzare", visto il ritmo con cui beve.
I quattro piloti dei Gundam, chi più chi meno, hanno un passato terribile. C'è chi è stato plagiato da bambino e convinto a combattere per la solita guerra santa, il cui primo passo è l'uccisione dei propri genitori. C'è chi ha subito manipolazioni sperimentali nel corpo e nella mente, al punto da sviluppare una seconda, deviata, personalità. C'è chi, apparentemente, è fatto spiritualmente d'acciaio più duro di quello di una katana, peccato che abbia un aspetto efebico (e, credo si tratti di una mera svista di traduzione, in almeno una occasione, credo undicesima puntata, si rivolge a se stesso al femminile). Fortunatamente, non v'è più di un velato riferimento al blandissimo shounen-ai cui si fa troppo spesso affidamento per stuzzicare le ragazzine: non v'è nulla di peggio del suggerire larvatamente senza mai concludere nulla.
Intanto, mentre i Gundam e i loro piloti ammazzano un po' di gente tentando di impedire loro di ammazzarsi (sì, sì, lo so cosa ho detto!), ci sono vari personaggi di contorno che agiscono più o meno dietro le quinte, nei tre blocchi monolitici in cui si è suddiviso politicamente il mondo.
Qualcuno dei lettori ha letto Asimov, là dove si parla della psicostoria? Ogni volta che sentivo nominare Veda mi aspettavo di veder sbucare Hari Seldon, R. Daneel Olivaw e i membri della prima e seconda Fondazione, specie dopo la sedicesima puntata. Chi conosce questa particolare serie shi-fi sa a cosa mi riferisco!

Non mancano le ingenuità e le forzature. Terribilmente condotto l'incontro fra Marina e Setsuna: sfido chiunque a riconoscere come appartenente alla propria etnia una persona che sfreccia su una moto e che si incontra andando in auto in senso contrario. I colloqui che seguono, poi, sono delle vere chicche. Questo Setsuna non so se ucciderlo o ucciderlo: senso di opportunità zero e… ehi, ma non aveva l'obbligo della assoluta segretezza? La stessa Marina non si capisce da che uovo sia sbucata: per quanto giovane sia, per essere un capo di stato ricorda terribilmente tale Cagalli di Gundam Seed, con la differenza che lei almeno combatteva, Marina frigna e basta.
In compenso, i tre Trinity che arrivano dopo la boa di metà opera sanno sicuramente come rendersi antipatici, specie i due più giovani, talmente idioti nella loro caratterizzazione che ci si chiede come il fratello maggiore non li abbia ammazzati nel sonno. Purtroppo la caratterizzazione della maggior parte dei personaggi soffre della sindrome dell'estremizzazione di una motivazione, spesso poco plausibile e/o forzata, che costituisce la molla che li fa muovere. C'è inoltre una certa abbondanza di personaggi abbastanza inutili. Per dirne una, se Marina non ci fosse, la serie andrebbe avanti benissimo lo stesso, forse anche meglio. Lo stesso principio è applicabile ad altri, ma si capisce che Marina mi è decisamente antipatica. Setsuna, invece, non dimenticando che è di un ragazzino che stiamo parlando, viene su veramente bene. Insomma, dal punto di vista della crescita del personaggio non gli hanno fatto un disservizio.

Per fortuna, sono abbastanza piacevoli le scene di combattimento e, tutto sommato, la vicenda non conosce eccessive zone di noia, né quell'abbondanza di episodi dichiaratamente filler che caratterizzano altre produzioni. Assente non rimpianto anche il canonico episodio riassuntivo che ammorba spesso altri progetti.

La trama procede, sufficientemente spedita, verso la grande carneficina finale, ove sembra di assistere ad una tragedia shakespeariana, vogliamo citare l'Amleto? Eppure, in mezzo a tanta distruzione e tanti morti, non posso abbandonare l'idea che molti dei protagonisti, che apparentemente ci lasciano la pelle, li rivedremo nella seconda serie.

Ho trovato molto piacevoli le musiche, le due ending e la seconda opening, mentre la prima proprio non sono riuscita a farmela piacere. Piacevoli le voci che i doppiatori originali donano ai personaggi anche se, come sempre, non mancano le bamboline dalla voce superinfantile.

Tutto considerato, una serie in definitiva gradevole, che si lascia guardare senza noia, a patto di non porsi troppe domande su come funzionino, veramente, il mondo e la psicologia della gente. C'è da dire che il pubblico target è piuttosto giovane, e d'altronde tanti film sui supereroi marveliani non sono più plausibili, né meglio caratterizzati nei personaggi.


 0
Alexander

Episodi visti: 25/25 --- Voto 8
Quest'anime si potrebbe definire un po' un fratello minore di Code Geass, dal momento che le due serie hanno svariati aspetti in comune: mondo diviso in tre superpotenze in perenne lotta tra loro; apparizione di un'organizzazione che intende usare il suo enorme potere per cambiare il mondo; un costante accento sul dilemma tra il fine e i mezzi per metterlo in atto; assenza di una distinzione netta tra "buoni" e "cattivi"; alcune scene estremamente simili - ad esempio quella iniziale in cui il protagonista bambino scappa tra le rovine con il fucile in mano assomiglia molto a quella in cui il piccolo Lelouch giura vendetta contro la Britannia.

L'anime si apre con l'entrata in scena dei Celestial Being, un'organizzazione in possesso di un enorme potenziale bellico (costituito dai Gundam), con il quale intende fermare ogni guerra presente nel mondo, anche con la forza se necessario. Questa premessa è allo stesso tempo il punto forte e il punto debole di quest'anime: punto forte perché è un'idea interessante che solleva numerosi spunti di riflessione, promessa che verrà puntualmente rispettata arrivando a sfiorare anche temi d'attualità come la situazione del Medio Oriente o i possibili impatti politico/economici delle fonti energetiche alternative; punto debole perché non si capisce per quale motivo un'organizzazione dotata di un simile potere non tenti mai di estirpare la guerra alla radice concentrandosi direttamente sui responsabili delle guerre, ma si limiti ad attaccare i semplici "strumenti" di guerra: soldati, armi e quant'altro - un po' alla Yagami Light, che mai se la prende con qualche persona importante, ma solo con comuni criminali.

Dal punto di vista tecnico ci troviamo di fronte a un prodotto superlativo, tranquillamente alla pari con Code Geass se non superiore, ma con un character design molto più equilibrato e gradevole rispetto a quest'ultimo.
I personaggi sono tantissimi, forse un po' troppi per essere caratterizzati in maniera approfondita, ma in compenso tutti hanno un loro peso nello svolgersi delle vicende e la narrazione non si concentra mai solo su un pugno di elementi per poi dimenticarsi completamente di tutti gli altri come purtroppo avviene in parecchi anime.

L'anime non arriva al 10 per due motivi: il primo è quello già detto riguardo l'idea di base; il secondo sta nelle scene di battaglia: non perché siano brutte, tutt'altro, sono coreografate benissimo e spettacolari da vedere, ma sempre più spesso con il passare della serie finiscono per concludersi allo stesso modo: i nostri eroi rischiano di lasciarci le penne, ma si salvano sempre per pura e semplice fortuna, ora grazie a qualche alleato che arriva in salvataggio proprio all'ultimo minuto, ora a qualche nuova abilità segreta di cui nessuno sapeva niente, ma gelosamente custodita proprio per momenti simili.
Tirando le somme, l'impressione generale è decisamente positiva e pur non essendo certo un capolavoro "Mobile Suit Gundam 00" resta un prodotto enormemente più meritevole di quanto la media su Animeclick.it lascerebbe intendere. Se siete fan di Code Geass, o più in generale di tutti quegli anime che riescano a essere al contempo avvincenti e intellettualmente stimolanti, di sicuro apprezzerete anche questo.


 4
God87

Episodi visti: 25/25 --- Voto 7
Diciamocelo, il primo approccio a Gundam 00 non può non lasciare, almeno inizialmente, molti dubbi.

Alcune basi di partenza sono buone: forse incapace di trovare idee per mandare avanti la Cosmic Era di Gundam SEED, Sunrise decide di abbandonare la timeline a favore di un nuovo reboot, per la prima volta ambientandolo nella nostra linea temporale Anno Domini, in un realistico e credibile scenario di politica internazionale dove il mondo è spartito in tre super-potenze europee (Advanced European Union), americane (Union of Solar Energy and Free Nations) e comuniste (Human Reform League, ossia l'alleanza India/Russia/Cina). Lo sfondo rappresentato è intrigante, la trama un pochino meno: quattro ragazzi, a bordo dei loro Gundam, decidono di dichiarare guerra a tutto il globo, in modo da costringere gli stati terrestri ad allearsi contro il nemico comune e a mettere da parte rivalità. Vi ricorda qualcosa?

Se pensavate a Gundam Wing la risposta è positiva: le premesse di partenza sono identiche e, memori dei risultati di quella porcata, sicuramente questo ha rappresentato uno dei grandi motivi che hanno portato un po' tutti a presagire nefasti risultati anche per la serie di un regista altresì affermato (Fullmetal Alchemist) come Seiji Mizushima. Quasi a confermarlo, vi è un primo episodio introduttivo atroce, nel quale viene presentato tutto l'enorme cast (una trentina di elementi) in uno spazio microscopico e confusionario zeppo di terminologie tecniche incomprensibili. Dopo il primo peggior episodio di sempre, purtroppo, le cose non vanno tanto meglio: tecnicamente 00 si dimostra eccellente e il suo alto budget si vede in ogni aspetto, sia nella CG di altissimo livello (fusa talmente bene con disegni tradizionali da risultare in un'armonia perfetta) sia nell'alta definizione - 00 è il primo Gundam in assoluto a farne uso, trasmesso sia in versione normale sia in HD. Ma a fronte di ottime animazioni e fondali strepitosi, narrativamente, vi sono più stalle che stelle.

Per oltre metà serie la storia è da dimenticare tout court, rivelandosi solamente come la cronaca delle varie battaglie dei Celestial Being in diversi stati del mondo. Ogni puntata vede infatti i nostri eroi combattere e stravincere contro debolissimi, quasi pacifici, eserciti terrestri, e successivamente la cosa sarà commentata da un alto numero di personaggi senza interesse che si muovono "dietro le quinte". Ad accompagnare questo intercedere pedante e zoppicante non mancano né trovate di sceneggiatura talmente imbecilli da scivolare nel comico involontario (il primo incontro tra il protagonista Setsuna e Marina Ismail), né intermezzi inutili come pochi (i siparietti tra Saji e Louise). In questo desolante scenario l'unico motivo di esaltazione per i fan sta nelle due bellissime, davvero straordinarie, opening rock: nelle sue linee taglienti e spigolose e nelle corporature o anoressiche o obese, il mecha design moderno dei Gundam non si può vedere; le musiche di Kawai si rivelano anonime e sottotono, e infine il chara della Kouga, retaggio dei suoi manga shoujo, è generico e fastidioso nelle strizzatine semi-yaoi. Unica ancora di salvezza, a questo punto, sta nell'esaltante background politico vicinissimo a quello nostro, in questo 2307 dove ancora si combattono guerre di religione in Medio Oriente o dove nello Sri Lanka non è ancora conclusa la guerra civile tra governo e Tigri del Tamil.

A questo punto, sicuramente, in Giappone Sunrise deve aver detto qualcosa a Mizushima, contando anche il non eccellente share della serie. Non si spiegherebbe altrimenti la svolta improvvisa che coglie 00 esattamente dall'episodio 17, quando i Celestial Being per la prima volta conoscono la sconfitta ed entrano in scena, con tre fiammanti Gundam nuovi di zecca, i misteriosi fratelli Trinity. È il punto di svolta, il miracolo che riesce nell'impresa apparentemente impossibile di riscattare l'anonimato della prima parte: il preludio a ben nove episodi in successione dalla qualità altissima che, con un ritmo narrativo indiavolato, con morti inaspettate e con un colpo di scena dietro l'altro, culminano in un finale tragico, spettacolare e apocalittico denso di combattimenti emozionanti, di uccisioni tragiche e di pezzi musicali da brividi. Avvengono un cambio netto di sceneggiatura e un modo di dirigere che hanno dell'incredibile pensando alla noia sovrana iniziale e che, di chiunque sia merito, rende 00 una serie "gundamica" pienamente degna di essere vista, emozionante e coinvolgente, ma sopratutto, al contrario di quel Wing di cui può definirsi una rilettura, priva di esagerazioni o idiozie allucinanti e con personaggi credibili.

Certo, per colpa della sua parte iniziale Gundam 00 non può sicuramente definirsi completamente riuscito, ma una seconda parte, davvero emozionante, riscatta una prima noiosa e priva di guizzi. Dato che Mizushima imparerà la lezione e realizzerà la Second Season, prosieguo imprescindibile della storia (divisa in due stagioni fin da principio), fin da subito sui livelli del finale della prima serie, non c'è alcun motivo per non consigliare la visione di Gundam 00 sia a neofiti sia a fan storici.

Gianka

 0
Gianka

Episodi visti: 51/25 --- Voto 1
<b>[Attenzione, spoiler!]</b>

Ho visto molte mediocri operazioni commerciali legate al nome di Gundam prima di questa, ma 00 è la peggiore in assoluto. Ad un ragazzino, che non ha la maturità di riflettere sui semplici principi di causa-effetto, potrebbe anche piacere, ma ci sono così tante stupidaggini, incoerenze a livello di trama e di comportamento da parte dei personaggi, che viene quasi da chiedersi se ciascun episodio sia stato scritto da persone che non si parlavano tra loro.

1- La trama di fondo è molto debole: formiamo un gruppo terroristico per fare guerra alle guerre, attaccando TUTTI i soldati che si trovano su qualunque campo di battaglia nel mondo. Nessuno si pone il dubbio che forse sarebbe più rapido, più giusto e meno sanguinoso uccidere i politici che desiderano fare queste guerre.

2- I gundam hanno più sistemi d'arma dei super robot degli anni '70, ed eseguono trasformazioni altrettanto stupide. Proprio il gundam "00" per aumentare la sua energia, deve agganciarsi in volo ad un aereo. Montare direttamente il dispositivo no?

3- Nei primi episodi viene continuamente detto che i piloti dei gundam sono un gruppo scelto rigorosamente ed addestrato per anni con lo scopo combattere le guerre. Verranno quindi scelti: un bambino terrorista islamico che ha ucciso i genitori perché non volevano si arruolasse a 10 anni (non è una battuta); un ragazzo che possiede una doppia personalità omicida e instabile; il gemello di un pilota morto che non aveva mai pilotato un robot in vita sua.

4- I gundam non uccidono, e nemmeno provano a catturare i vari piloti nemici che li attaccano fino a due puntate dalla fine. Anche quando questi sono i responsabili di milioni di morti civili uccisi solo per il gusto di farlo. Persino quando un nemico ruba uno dei loro gundam, viene sconfitto, e poi lasciato gentilmente andare (col gundam rubato).

5- Il più grande scempio al nome di Gundam lo si è visto nel film, con un'invasione ALIENA: a soli 2 mesi dal primo contatto con queste creature, la Terra verrà cinta d'assedio, ma niente paura! Assieme alla nuova versione del gundam 00 (pronta il giorno prima), è stata casualmente costruita anche l'unica arma che sia efficace contro di loro:
Gundam 00 Qan: altezza 18,3 metri, peso 63,5 tonnellate.
Fortezza aliena: diametro 2500 km, peso non pervenuto.
Indovinate chi vincerà?

Mi spiace di dover esprimere il mio voto con un numero positivo, perché questa serie è davvero degna del nome che porta: doppio zero!

Io, Lui, L' Altro

 2
Io, Lui, L' Altro

Episodi visti: 25/25 --- Voto 10
In primo luogo, devo dire che questa è la seconda serie di Gundam che vedo in assoluto, anche se conosco il genere, e devo dire che, da quel che so, questa serie poteva anche chiamarsi semplicemente "00", visto che, a mio parere, è migliore di tutte le altre serie di Gundam, e comunque è ambientata in un altro universo, tra l'altro molto più simile al nostro. Di sicuro, se siete super appassionati della prima serie di Gundam, questa fareste meglio a non guardarla nemmeno, si può dire che sia una rivoluzione,e anche perfettamente riuscita, della serie.

Trama: 8/9
La storia parla di un gruppo armato "privato" (viene definito così), i Celestian Being, che si dichiara al mondo con l'obbiettivo di estirpare completamente tutte le guerre. Certo, detto così può sembrare una cavolata, o anche la solita zuppa riscaldata, ma a me non è sembrata né l'una né l'altra. Anche perché i componenti dei Celestian non sono persone qualunque che, da un giorno all'altro, decidono di rendere il mondo migliore e quindi ci provano, ma hanno tutte una vita segnata da guerre e/o terrorismo, e sanno personalmente cosa queste significhino.
La trama, comunque, non è esattamente regolare, e, nel corso della storia, ci sono vari punti oscuri, e il finale lascia lo spazio perfetto all'inizio della seconda serie.

Personaggi: 10
I personaggi sono semplicemente perfetti. Tutti, a parte alcuni, presentano nell'evolversi della situazione uno sviluppo o comunque cambiamento psicologico e mentale. A dirla tutta non sono bravo a descrivere i personaggi di una serie, e per questa è particolarmente difficile, visto il loro realismo.

Disegni: 9
La grafica è superba, i design dei mobile suit mi sono sembrati veramente innovativi.

Altro: 14 (il voto massimo sarebbe 10, ma...)
Uno dei punti di forza principali della serie è la quantità di spunti che offre per riflettere (penso che solo per questo sia da guardare), anche perché si svolge in un mondo molto simile al nostro, e presenta quindi situazioni anche molto simili alla realtà (non immaginatevi la realtà tale e quale, però).

Ora sto guardando la seconda serie, e appena possibile guarderò il film conclusivo (dovrebbe uscire a fine 2010 in Giappone). Serie consigliata a tutti, tranne che agli sfegatati della prima o delle classiche serie di Gundam.


 0
MaoMao

Episodi visti: 25/25 --- Voto 7
<B>[Attenzione, spoiler!]</B>

Premetto che per me i migliori Gundam sono stati Gundam Seed, Gundam Seed Destiny e Gundam Wing e che non sono un fanboy di Peter Rey e non ho per nulla amato la prima serie del 1979. Detto questo, non si può giudicare questa season 1 senza aver visto la season 2 perché nella prima avevano commesso degli errori e toccato argomenti mai toccati prima, come una ragazza che rimane mutilata per la guerra e vedere un cyborg, cose che per me fanno ribrezzo assolutamente anche se la mutilazione è una realtà ed i cyborg mi fanno ribrezzo e basta.

Nella seconda serie tutto questo viene risolto per la ragazza restituendole quello che aveva perso e non vengono più toccati certi argomenti. Così la storia può proseguire e continuare in maniera abbastanza lineare, con diversi colpi di scena e molto altro.
I disegni sono molto belli, le musiche carine ma nulla di più (non paragonatele alle canzoni di Lacus Clyne di Gundam Seed, in cima alle classifiche Jap ancora adesso, ci mancherebbe altro).

Come detto da altri questo anime porta un grande nome e bisogna valutarlo per quel gran nome che porta, da solo non varrebbe quel granché, ma dopo aver visto anche la season 2 gli si può dare un 6/7.


 1
jimmijax

Episodi visti: 25/25 --- Voto 8
Seppur sia stato allattato da "Mazinger" e "Daitarn 3", non ho mai provato alcuna attrazione verso robottoni verosimili, in special modo i Gundam. Tanto per non farvela lunga, non li ho mai ritenuti validi sia per preconcetto (sono sempre stato abbastanza dubbioso sulle serie di successo planetario) sia perché non ho mai avuto una vera occasione di vederlo e gli spezzoni intravisti facevano notare un confuso mix tra situazioni adolescenziali e una ridotta e stereotipata visione "bushido" della guerra.
Attirato dalla tecnica grafica utilizzata (forse il primo caso al mondo di mix di 3D di nuova generazione e disegno puro, davvero riuscito peraltro), mi sono avventurato finalmente in questo mondo e ne sono uscito tramortito. Gundam 00 spicca sia per la qualità dei disegni e del characetr design, sia per la quantità di tematiche e personaggi quasi "da togliere il respiro" (e che ad una visione annoiata diventa addirittura fuorviante).
Mi sono poi reso velocemente conto che tutto questo è parte integrante della "filosofia Gundam" ed è quindi dato per scontato dagli appassionati della saga (che, a quanto sembra, non abbiano accolto positivamente la serie 00 additandola come l'ennesimo tentativo Sunrise di accaparrarsi il mercato dei modellini attirando un pubblico giovane e sopratutto "Gundam Ignorant").
Conclusa anche questa ulteriore precisazione, mi sento finalmente di dire che trovo assolutamente ingiusta un'accusa di questo genere e, dopo aver fatto qualche veloce paragone con le altre serie, ritengo che Gundam 00 abbia dalla sua parte una struttura meno raffazzonata e "qualunquista" ponendo l'attenzione non solo sulla guerra ma sopratutto sulle sue conseguenze che non si riducono soltanto a reazioni di "orrore e odio".

Gundam 00 è l'ennesima serie legata alla saga Gundam. Creata appositamente da Sunrise per superare la crisi economica mondiale. Si dimostra subito un prodotto all'altezza, sia per qualità grafica che per fotografia, regia, colonna sonora e chi più ne ha più ne metta.
Nel calderone sono stati inseriti tutti gli stereotipi del nuovo millennio: guerra, terrorismo, ambiguità tra buoni e cattivi, schizzofrenia comportamentale, manipolazioni genetiche e addomesticamento delle masse.
In più il tratto dei disegni delinea un piacevole (a mio parere) stile "yaoi", risultando (almeno nella prima serie) come una pura e semplice scelta estetica che altro, mentre per quanto riguarda il mecha design, sono tutti ben fatti e sopratutto verosimili. Il tutto è condito da una scelta musicale davvero in linea tra trama e emozioni restituite, che ci accompagna in questo viaggio senza mai stonare (nella seconda serie tutto questo sarà ancor maggiormente espresso).
La trama risulta abbastanza semplice e lineare, almeno nei primi episodi, per poi diventare più complessa a causa delle mezze storie lasciate in sospeso che gravano sulla struttura complessiva, ma tutto questo non fa altro che dare maggior onore agli sceneggiatori che accontentano (più o meno) un po' tutti i personaggi nel proprio viaggio interiore.

L'accusa più comune portata ai danni di questo anime è stata quella di far cominciare la serie con un pretesto confuso e discutibile: "la fine di tutte le guerre". Evitando di fare spoiler il meno possibile, mi piacerebbe fare un po' di chiarezza sulla cosa e sottolineare un paio di dettagli che magari, a molti, siano sfuggiti.
1) è ovvio pensare che questo pretesto sia a dir poco stupido.
2) detto questo, porsi una semplice domanda: perché?
3) darsi una risposta: c'è qualcosa sotto.
4) i protagonisti sono dei ragazzini, spingerli a combattere per un ideale utopico è il miglior modo, e Aeolia su questo si dimostra un gran volpone.
5) a dispetto di tutto questo, anche i buoni si possono sbagliare e sopratutto i buoni non sono i buoni perché nessuno acquista, alla fine della fiera, una vera e propria posizione di fazione, quindi un pretesto stupido o utopico non intacca minimamente la struttura dell'intreccio, anzi, la rende forse più digeribile.

A mio parere, un vero appassionato Gundam potrà vedere di mal'occhio tutto questo, dal momento che anche i combattimenti tra robottoni non siano inizialmente la parte portante dell'anime (la seconda serie invece farà dei combattimenti un vero e proprio leitmotiv) lasciando più spazio alla tattica militare e gestendo con ampio respiro la drammaticità del passato che acciglia i protagonisti.
Quindi dimenticate di vedere il solito Shinji che sale sul robottone non si sa perché e ammazza i cattivi perché sono cattivi, e i cattivi uccidono i buoni perché sono cattivi, ma lasciatevi trasportare da una storia verosimile, credibile, forse non troppo originale nella veste ma originale del dipanarsi delle vicende, sia umane che politiche.
Consiglio la visione attenta e rilassata, senza voler sapere se o come o cosa succederà dopo ma godendosi piano piano i delicati dettagli e sopratutto una fotografia quasi poetica (visione in HD praticamente obbligatoria) e ho particolarmente apprezzato la quasi totale assenza dell'uso dell'effetto "teasing" di fine episodio (cosa che purtroppo verrà meno nella seconda serie).


 1
RyOGo

Episodi visti: 25/25 --- Voto 8
Premessa: se Gundam "non è un cartone animato", Gundam00 come altre serie di questo brand "non è Gundam".
Già, adoro la serie classica e i capitoli ambientati in universi alternativi slegati dalla saga storica sono molto diversi, forse troppo, per avere in comune qualcosa oltre al nome e al design dei robot. Insomma, ho visto questa serie più che altro perché era nuova, non per il nome in sé. E mi è piaciuta. Non mi ha fatto impazzire come trama, ma tutto sommato si lascia seguire come molte altre opere di fantascienza robotica.

I personaggi inizialmente sembrano poco più che dei manichini pensati per il fanservice "yaoi", ammettiamolo...
Inoltre come trama generale non è neanche molto originale, se si son viste altre serie, ma dopo si comincia a scavare nel passato di ciascuno dei piloti e a capire le motivazioni per cui combattono. L'unica cosa stonata è data forse dai personaggi, rappresentati come un contorno comico da poco, anche se pure loro in futuro avranno la loro importanza.
L'animazione è spettacolare, splendida sia nella fluidità che nella scelta dei colori; le musiche sono epiche come ci ha abituati Kenji Kawai da molti anni; la regia forse spinge troppo sull'epico e appesantisce la comprensione di alcuni scontri, ma comunque è sbalorditiva.
Insomma, una buona serie da vedere per stupirsi degli effetti speciali ma con una trama che prende il via lentamente.


 1
__Setsuna__

Episodi visti: 25/25 --- Voto 9
Premettendo che quando vidi Mobile Suit Gundam 00 ero a digiuno sia di serie robotiche che, sopratutto, di Gundam in generale. Consigliatomi da un amico appassionato, decisi di provare a vederl. Ammetto che non mi sarei mai aspettato che dietro un titolo come questo si nascondesse un capolavoro. La trama parte subito con molta azione e colpi di scena, ma il bello viene dalla metà in poi, quando i quattro personaggi principali vengono descritti magnificamente. Proprio per questo i quattro piloti di mobile suit posso definirsi tutti protagonisti. Ciascuno infatti gioca una parte fondamentale nella storia. Verso la fine della storia poi, quando si entra nel vero dramma della guerra, i sentimenti dei personaggi vengono descritti con minuzia di particolar e il sentimento di amicizia diventa l'elemento cardine.

La colonna sonora è bellissima. I disegni e le animazioni sono ottimi e curati nei particolari. Ho visto l'anime insieme ad altri tre amici e, data la profondità e la cura con cui è stato realizzato, ognuno si è immedesimato nei personaggi personaggi talmente tanto da dare la sensazione di "vivere" la storia in prima persona. Proprio per questo, non riesco a credere come si faccia a dare voti cosi bassi come son stati dati, specialmente se chi li ha dati nemmeno l'ha visto integralmente. Mobil Suit 00 non può essere paragonato con la vecchia serie e può essere visto benissimo da chiunque non abbia mai sentito parlare di Gundam. Proprio per questo consiglio di non farsi strane idee e di guardarlo fino alla fine.


 0
Blue Vertigo

Episodi visti: 25/25 --- Voto 7
Offre qualcosa di nuovo sulle basi di serie di Gundam più vecchie (ad esempio Wing).
Disegno ovviamente ottimo (nel 2007 ci mancherebbe altro xD)
come ho già detto offre poche novità, con personaggi interessanti ed ambientazione moderna (è ambientato nel XXI secolo).
Consigliato a chi ha già vissuto delle esperienze passate con Gundam, chi invece si lancia per la prima volta in questo mondo comandato da tiranni, robottoni e quant'altro... beh... meglio cominciare dalla prima serie!


 0
Horus

Episodi visti: 25/25 --- Voto 4
Gundam 00 è l’ultima incarnazione della lunga saga di Gundam creata ormai più di 25 anni addietro dal buon Yoshiyuki Tomino, rispetto ai precedenti la Sunrise opta per un formato diverso, non più un’unica serie da 50 episodi eventualmente seguita da una seconda ma due stagioni da 25 episodi l’una.

Come ogni buon appassionato di Gundam sa le varie serie che si sono succedute nel tempo sono state ambientate in timeline differenti, dall’Universal Century della serie storica alla Cosmic Era di Gundam Seed, Gundam 00 invece è ambientato nell’Anno Domini. La storia si colloca in un futuro molto lontano quando per far fronte all’esaurimento dei combustibili fossili l’umanità decide di ripiegare su una fonte energetica permanente come il sole costruendo un sistema di anelli orbitanti intorno al pianeta in grado di accumulare e trasferire energia solare. Tuttavia come vuole la tradizione gundamiana il pianeta è ben lontano dall’essere pacificato, a costruire e utilizzare questi anelli sono tre potenti blocchi politici ed economici, l’AEU ( la nuova Unione Europea ), l’Union ( America ) e l’Alleanza ( Asia ) in uno stato di costante guerra fredda che pur non palesandosi in un’ aperta guerra porta ad un continuo sviluppo di armi e allo sfoggio della rispettiva potenza, tuttavia i conflitti continuano a proliferare, per ragioni di razza, religione o per l’estromissione dall’utilizzo dell’energia solare. In questo quadro appaiono i Gundam Meister il cui compito secondo il loro fondatore Aeolia Schenberg ( defunto da oltre 200 anni ) dovrebbe essere quello di estirpare la guerra ( il condizionale è d’obbligo stando quello che dirò in seguito ) tramite l’intervento armato realizzato per mezzo dei Gundam, mobile suit avanzatissimi che non hanno rivali.

L’avvio della storia sembra buono eppure Gundam 00 è stato una delusione, il classico tema inerente la brutalità della guerra viene sovvertito, se di solito si immerge lo spettatore nel campo di battaglia allo scopo poi di far raggiungere allo stesso e ovviamente ai protagonisti una presa di coscienza sulla stessa, in Gundam 00 questo processo manca del tutto. Addirittura gli autori si spingono fino a ribaltare completamente le conclusioni di Seed dove il buon Kira giustamente definisce la guerra come una spirale senza fine, in Gundam 00 invece diventa il mezzo ottimale per la risoluzione di tutto, pur messi di fronte all’assurdità di una simile affermazione mai i protagonisti compiono quel percorso di sviluppo interiore visto in Kira e Athrun ( per citare i più recenti ), di più gli autori portano avanti la fastidiosa idea di farli passare come martiri, senza contare poi l’enorme stupidità insita nelle azioni dei Gundam Meister che attaccano e uccidono in quantità soldati, meri esecutori materiali, senza mai rivolgere le loro attenzioni a chi in effetti porta avanti e foraggia queste guerre. Tutto ciò si riflette in un’incredibile contraddittorietà della storia, se i Gundam Meister uccidono civili l’accettano come un sacrificio della loro missione ( ma a dire il vero neanche se ne curano ) se a farlo sono altri, mossi dallo stesso movente per altro, vengono considerati solo assassini.

Sui personaggi c’è molto da dire ovviamente se la storia è contraddittoria non c’è un personaggio tra i presunti “buoni” che ne non ne porti i segni, Setsuna F Seiei che in se incarna l’ideale del perfetto estremista, in sostanziale continuità con il suo passato e quanto mai distante da vari Amuro, Kamille e Kira, Lockon Stratos si salva per buona parte della serie salvo poi cadere in pieno nella fitta rete di contraddizioni di Gundam 00, un discorso non dissimile vale per Allelujah Haptism anche se nel suo caso il discorso sarebbe molto complicato e impossibile da affrontare senza spoiler, dulcis in fundo Tieria Erde, si può far pacificare il mondo ad uno che ogni episodio vuole uccidere qualcuno perché non degno? Evidentemente si. Tra gli altri personaggi una nota meritano Sumeragi Lee Noriega anche ella animata dal nobile intento di estirpare la guerra ma pronta a sfruttare indegnamente gli altri e l’amore altrui per se stessa, infine l’entità incorporea di Aeolia Schenberg , ecco lui riassume in se il concetto di contraddizione, chi avrà modo di vedere quest’anime potrà ammirare il suo complesso e folle piano, eppure come dirà lui al termine di questa prima stagione nutre fiducia nell’umanità, lì per lì mi sono chiesto cosa avrebbe fatto in caso contrario, ma è impossibile non fare un paragone con Gilbert Durandal di Seed Destiny, con la sola differenza che laddove in Destiny quest’ultimo viene giustamente catalogato tra i “cattivi” ( termine comunque riduttivo ) In 00 Aeolia viene quasi mitizzato e visti gli effetti del suo piano davvero non si capisce come questo sia possibile. Alla fine risulta palese che i vari personaggi di Gundam fanno quel che fanno non per l’ideale supremo dietro cui si mascherano ma solo per vendetta personale ( insomma quel che si direbbe il classico modo per estirpare la guerra ), risulta palese a tutti salvo che agli autori che invece, come detto, portano avanti in modo esasperato questa volontà di renderli martiri che si sacrificano per il bene di tutti. In un certo senso sembra di assistere ad una brutta copia di Code Geass con la sola differenza che Lelouch si rende ben conto della brutalità delle sua azioni, per quanto giustificata, i vari Gundam Meister invece proseguono come nulla fosse e il finale della seconda serie è proprio l’emblema di questa noncuranza.

Graficamente Gundam 00 è eccezionale e anche l’accompagnamento musicale è di ottimo livello, molto belle le due opening, la prima Daybreak's Bell realizzata da L'Arc~en~Ciel e "Ash Like Snow di The Brilliant Green.

Concludendo non saprei davvero dare un giudizio, guardabile ma veramente irritante, non è minimamente paragonabile ai suoi predecessori che batte solo per l’assenza di filler e flashback smodati, ma a livello di storia e personaggi per quanto mi riguarda non esiste confronto. Se quindi volete un anime di mecha va più che bene se però cercate i classici temi e atmosfere da Gundam, che vanno ben oltre il semplice combattere, ecco questo non è proprio l’anime giusto.


 0
OMEGA_BAHAMUT

Episodi visti: 25/25 --- Voto 7
La mia curiosità verso questa serie, non essendo mai stato un appassionato di Gundam, nacque fin dalla visione della prima opening della serie: una canzone molto bella, efficacemente accompagnata nel suo susseguirsi da una serie di immagini di pregevole fattura (soprattutto per quanto riguarda ombreggiature ed effetti vari).
Colpito da tale impressione, mi misi quindi a vedere questa serie (pur con il timore che tutte le critiche piovute sulla serie avessero un fondamento e che l’anime si rivelasse una cavolata come tante: pieno di enormi robot e le solite donzelle superdotate XD)… che dire? Un anime a mio parere strutturato in modo molto efficace e che affronta una serie di temi (sia sul piano politico che personale) molto interessanti introducendovi anche un quadro psicologico ben fatto.

A fine visione la mia mente è tornata subito a Code Geass (altro prodotto della stessa casa)… certo, paragonarlo ad esso sarebbe una bestemmia, tuttavia non esito a introdurre tale serie nella sua stessa categoria di storie, nel quale si intrecciano sia azione che psicologia dei protagonisti (anche se qui rispetto a Code geass risalta soprattutto l’azione nelle strepitose sequenze di combattimento tra gundam).

Voto: 7 e mezzo (8 però sarebbe più adatto)

Kat

 0
Kat

Episodi visti: 50/25 --- Voto 10
La mia recensione è cumulativa della prima e seconda stagione, che ho visto insieme e che non mi sento di recensire separatamente visto che una è la logica conclusione dell'altra.
Dieci pieno per me, per una serie che mi ha appassionata nonostante l'iniziale diffidenza (sì, sono una di quelle vecchie ciabatte nostalgiche della vecchia serie del '79). Eppure la storia mi ha preso tantissimo, con una prima parte ricca di trame e intrighi politici che potrà sembrare lenta a chi cerca l'azione a tutti i costi, e che invece è propedeutica a capire questo nuovo universo di Anno Domini, così simile al nostro da far sorgere per forza molte domande sugli interventi di peace-keeping, sul controllo dei mezzi di informazione, sull'uso della disinformazione come arma per controllare le masse.
A parte il background molto realistico i personaggi li ho trovati molto ben costruiti, a partire da Setsuna per finire a Tieria, passando per tutti quei personaggi che sembrano di contorno (come Louise o Ali), ma che finiscono per svolgere una funzione capitale nel corso della storia, riequilibrando il rapporto tra protagonisti e il resto del cast.
Le animazioni sono perfette, fluide e senza l'abuso di materiale di riciclo. Le musiche coinvolgenti.
Se proprio devo trovargli una pecca è il fatto di aver sprecato un po' i personaggi degli Innovator che, a partire dal loro leader, secondo me potevano essere sfruttati meglio. Ma lo considero un peccato veniale nell'economia della storia.


 0
occio

Episodi visti: 25/25 --- Voto 9
Ho deciso di scrive una recensione a 00 innanzitutto per sfatare un mito (sentito in giro) secondo il quale ogni fan UC che si rispetti (alias l'armata dei nostalgici peter ray >> ) deve sputare su 00 (e sospirare aspettando una nuova stagione di Seed).

Trama:
Anno 2035 dopo aver finito le risolse petrolifere la terra affronta una crisi profonda a tal punto da modificare gli equilibri geo-politici, per rialzarsi e supplire alla forte domanda energetica si scegliere di ricorrere all'energia solare.
Vengono costruiti 3 enormi ascensori orbitali collegati con giganteschi pannelli solari posizionati al di la dell'atmosfera.
Allo scopo di sostenerne l'ingente costo di costruzione l'umanita si trova costretta ad unificarsi almeno in parte, nascono tre nuove superpotenze, l'UNION, AEU e "l'alleanza per il progresso dell'umanità".
Al fine di portare il pianeta sotto un'unica bandiera appaiono i Celestial Beings, misterioso gruppo terroristico in possesso di una tecnologia almeno 10 anni avanti in confronto a quella terrestre.
Come desiderano riportare la pace? Ergendosi come forza di vigilanza super partes che attaccherà chiunque tenti di intraprendere azioni militari.

<b>Tolti riferimenti ad altre recensioni.</b>

In conclusione trama ricca di colpi di scena, svolte drammatiche e con momenti veramente EPICI. Poi, finita la prima c'è ne un'ottima s2, presto uscirà il film, e a mio avviso ci sono tutte le premesse per continuare con con una terza serie. Se volete iniziare un Gundam scegliete 00 promette di essere una timeline coi fiocchi ^^
Il mio consiglio per chi è nuovo del mondo di Gundam è di non prestare troppo ascolto alla massa dei nostalgici "peter ray" (traduzione italiana di "amuro ray" pilota della prima serie di gundam)
E' allucinante vedere come al momento 00 possa avere una media addirittura più bassa di G, destiny, ZZ o Wing...


 0
Pain

Episodi visti: 25/25 --- Voto 7
Parto dal presupposto che è veramente difficile riuscire a distinguere una prima da una seconda serie anche perché c'è un continuum tra le due e non possono essere scisse. Non intervengo sulla trama, onde evitare spoiler che potrebbero rovinare la visione.
Lo schema rimane pressoché invariato: da una parte i buoni, con i loro gundam, dall'altra i cattivi della situazione che fanno leva su altre associazioni per ottenere favori. La tematica politica rimane una costante delle serie, anche se qui viene affrontata in modo diverso.
Riguardo i personaggi, devo dire che sono ben caratterizzati. Come al solito, c'è un pilota che spicca maggiormente rispetto agli altri, dotato di maggiore carisma e con alle spalle un passato tutto da dimenticare. Direi che anche gli altri piloti si difendono bene, dal punto di vista psicologico. Ognuno di loro ha una propria esperienza, motivi diversi che lo spingono a combattere.
Naturalmente, ciò che colpisce maggiormente è il rinnovato parco tecnico che presenta delle novità davvero interessanti. L'animazione colpisce lo spettatore che rimane estasiato:il gn drive che muove i gundam dei celestial being rende accattivante l'anime. I combattimenti sono davvero spettacolari con alcune sequenze che sembrano essere uscite dalla mano di un pittore. Stupefacente, ad esempio, il crollo dell'ascensore.
I mobile suit sono il fiore all'occhiello di questa serie. entrambe le fazioni avversarie sono dotate di suit dell'ultima generazione, con armamenti devastanti.
Se le dosi adrenaliniche dei combattimenti non vi bastano, vi posso solo dire che a far da cornice a tutto c'è anche una bella storia, con diversi colpi di scena. La 00, come i suoi predecessori, risulterà ripetitiva per le dinamiche degli scontri e prevedibile in alcune parti. Tuttavia, consiglio la visione ai fedelissimi della serie.

MaoMao

 0
MaoMao

Episodi visti: 25/25 --- Voto 6
Dopo aver visto le altre serie, dopo aver visto gli OAV della serie Seed e Lacus Clyne, mi trovo ora a parlarvi della prima serie 00.
La storia è inizialmente interessante e prende molto, come ha sempre saputo fare il mondo Gundam, ma dopo la metà qualcosa cambia e si vedono cose mai viste prima in queste serie e cioè, oltre alla brutalità della guerra, anche un personaggio, che poi nella seconda serie (da vedere) diventerà importante, (purtroppo) menomato fisicamente e un ragazzo cyborg. Questi sono tutti fattori che non mi sono piaciuti e purtroppo sono stati toccati. Dopo la metà la storia va a rovinarsi e a calare sperando nella ripresa nella seconda serie. Ciò che più conta nella serie dei Gundam sono i Gundam stessi che un pò deludono nel loro disegno, modo di fare, potenza.
La storia è interessante e da vedere con la serie 2, ma chi come me, era abituato alla dolcezza, alle parole confortanti e sagge di Lacus capirà che è un'altra era.
Prende e merita un 6 perchè sono sempre i Gundam e sarò ben felice di dare un 10 alla seconda serie se lo meriterà, sperando che la futura serie dei gundam che uscirà dopo la 00 serie 2 non parli più di certe cose perchè son sempre anime e certi argomenti è meglio non trattarli (per me).

Koji_77

 0
Koji_77

Episodi visti: 25/25 --- Voto 7
Non mi ero accorto che per questo anime si dessero dei voti divisi tra la prima e la seconda stagione, ad ogni modo non avrei dato comunque più di 7, perchè nonostante la prima stagione a mio modesto avviso sia migliore della prima comunque il mio voto espresso su tutto l'anime non può superare il 7.

L'anime è dice certo un buon prodotto, il design e le animazioni sono degne di nota, cosa che non lo sono in particolar modo a mio avviso le sigle e la colonna sonora, fatta eccezione per la prima opening.
Anche la trama è buona considerando che ci troviamo ormai da anni in tempi di guerre, la trama e la stessa sceneggiatura, seppur in un contesto globale diverso rispetto al mondo odierno, ricalcano bene alcune vicissitudini inerenti alle guerre.
Così entrano in gioco i nostri gundam, ovvero i celestial being un gruppo di "guerrieri" che proclamano al mondo la loro volontà di estirpare le guerre nel mondo e pertanto ovunque si scateni un conflitto a fuoco arriveranno i nostri gundam a fare piazza pulita. (in realtà non è neanche una vera e propria novità come trama considerando che dancouga nova basava proprio su questo la sua trama, anche se le sfaccettature erano alquanto diverse...)

In un mondo dove la fanno da padroni e detengono il potere coloro che hanno i soldi vedranno la distruzione del loro potere con armi (i gundam) del tutto innovative almeno di 100 anni rispetto a quello di cui loro invece dispongono...

La trama ovviamente si infittisce sempre di più e non mancheranno i morti, genocidi e chi più ne ha più ne metta per giustificare una sempre più forte voglia e smania di potere di vario tipo.

(continuerò nella second season ;))


 0
Caio

Episodi visti: 25/25 --- Voto 7
E' la serie che più mira a salvare la Sunrise dal collasso commerciale. Se alcuni di voi lavorano ben capiscono cosa voglio dire, la crisi economica che colpisce l'Italia oggi è già iniziata in giro per il mondo e le grandi major come Sunrise hanno creato il reparto Gundam maggiore unità capace di ottenere risultati di vendita notevoli. Ora discutiamo del lavoro. Asashi Production ha realizzato un'ottima fotografia ricalcando tutte le tecniche di maggior impatto visivo come la nitidezza, il confuso dei colori in scene drammatiche o flash back e l'intensa luminosità (per esempio delle fornaci solari) che ha come significato l'oggetto mitico capace di risolvere il conflitto del protagonista. Insomma fotografia d'autore, colonna sonora di Kenji anche notevole, il musicista mostra tutta la sua esperienza in musiche brillanti. Storia interessante, cioè il conflitto per dominare l'energia solare a discapito del benessere delle nazioni ma poco sviluppato. Sceneggiatura estremamente commerciale che mira a vendere e l'obiettivo lo sta raggiungendo molto bene anche in USA oltre che Giappone. La sceneggiatura si avvale di un montaggio stilistico d'eccellenza però fa acqua da tutte le parti. Mischia 2 storie parallele al fine di aumentare verso la fine dell'episodio il Climax (lo stato di tensione per i non cinefili). La prima è una storia d'amore o di conflitto (uomo vuole donna, e uomo contro uomo per capire), la seconda è l'azione tra i Gundam. Azione molto veloce, superficiale, confusa, esteticamente bella perché il disegno è ottimo, il montaggio è rapido ma il risultato è: 2 robot che combattono, robot con caratteristiche umane, sono delle macchine da guerra o di difesa alla pace e devono essere degli strumenti dell'uomo, un ausilio dell'uomo, invece diventano un'armatura molto colorata e ben disegnata che ti incuriosisce tecnologicamente e visivamente senza arricchire il personaggio. Adesso i personaggi. Peccato che gli autori si soffermino così poco su Seye, un orfanello patricida e matricida che desidera diventare uno strumento di pace (lui lo definisce Gundam), lui non parla di se e neanche il narratore in terza persona lo fa parlare; Lui Urla e all'urlo dà il significato di sentimento (se ha dolore o rabbia urla in modo bestiale). Ora chi esprime bene i sentimenti di rabbia ad esempio è sensibilità diffusa che domina la rabbia ma ne parla con calma (lui non ne parla, la camera neanche, il narratore nemmeno, ma lui urla). Insomma personaggio non risolto e povero. Però i nipponici usano questo stile del tutto subito per vendere i prodotti ai più giovani (adolescenti e ragazzi) perché vendono insieme anche un modello di comportamento. Ma è sufficiente rivedere gli episodi più volte per capire che crollano (si insegna alla scuola cinematografica russa di vedere i film senza audio per comprendere se il film "parla"senza l'audio .) Ancora potrei analizzare Halleluya il più interessante , perché è uno Schizofrenico con ossessione megalomane ed ipercritica, depressiva e ossessivo compulsiva. insomma un pazzo dal quale puoi ottenere un personaggio vero. Ma qui ottieni niente, troppo poco sviluppato. E'doppia la sua personalità, però quando cambia identità varia solo la tonalità della voce, la camera è sempre la stessa e il piano filmico non varia! Che peccato. Lockon stratos il maturo e il riflessivo del gruppo è un continuo parlare di alcune riflessioni senza mostrarsi nel suo ruolo (un comandante con i suoi conflitti familiari e di scelta di vita, seguire i Celestial e la vendetta o credere nella giustizia e nella terra cosa che lui detesta) . Nella puntata in cui disarma in sogno il piccolo Sestuka è un piccolo capolavoro, mentre quello he dice in punto di morte ci dice finalmente chi è lockon (io la detesto la terra!). Infine Teiria. Identità megalomane, ossessionata dal perfezionismo di essere perfezione pura e guida del gruppo. Spunto d'identità buono ma non va vanti. Teiria è di più, nato in modo innaturale, dolore per conoscere questa verità, credo nel gundam come perfetta macchina divina per la guerra o la pace (è il senso di possedere l'atomica per la Cina ad esempio). Adesso mi fermo e vi invito alla visione dell'opera perché al pubblico adolescenziale e ai giovano ragazzi piacerà. Agli adulti a e chi ha una educazione cinematografica o narrativa troverà delle piccole perle.

Altro punto che aggiungo alla recensione è lo scorporare la storia in ogni episodio. Dunque il connubio relazione d'amore uomo-donna (Alleluya e Mari) o conflitto non risolto uomo-uomo (Seye contro il maggiore) si mostra anche nel narrato visivo: all'inizio l'episodio parte lentamente e mostra una panoramica di come si stanno instaurando i rapporti tra i personaggi. Poi verso la metà episodio c'è un breve tempo per una scena d'azione molto veloce e rapida, poi si ritorna per finire alla panoramica d'insieme e si cerca di costruire un climax, lo stato di tensione che sfocia in una azione dal ritmo veloce, spettacolare dove anche la storia dei personaggi deve risolversi. Bene il colpo di scena è assicurato ma il come è costruito il climax poco o pochino. Tuttavia questo è uno stile d'animazione notevole da rivalutare e da potenziare. Bravi

Marckus

 0
Marckus

Episodi visti: 25/25 --- Voto 8
Finalmente! Gundam 00 è certamente la miglior serie dopo le prime 3 ad emozionarmi...la Trama tratta temi molto importanti e di attualità e non è mai scontata, i disegni sono ottimi, gli sfondi potevano essere gestiti meglio ma di certo non ne riducono il valore, il sonoro è eccezionale, i combattimenti inizialmente non sono stupendi per la troppa differenze tra il gap tecnologico dei gundam e gl'altri mecha ma che vanno sempre più ad assottigliarsi col andare avanti della serie, certamente attenderò con trepidazione anche la seconda stagione che è alle porte...

Kazuma

 0
Kazuma

Episodi visti: 24/25 --- Voto 3
<b>Contiene Spoiler</b>: Un altro titolo che si discosta dal vero significato che la parola Gundam ha. Gundam è guerra. Gundam è morte. Gundam è storia tragica. Gundam è abbandono. Insomma, Gundam è Gundam. Invece 00 non è Gundam, ma solo una grande schifezza. Il maggior protagonista è un emo, e definirlo così è poco, a suo tempo guerrigliero. E qui mi puzza di FMP. Andiamo avanti col cast. Un altro, o forse meglio chiamarlo "altra" è Tiera Erde, che sia dal nome sia dall'aspetto sembra una femmina. Poi c'è uno che soffre di schizofrenia acuta nonché di doppia personalità e poi il migliore dei Meister, Lock On Stratos. Il nome è penoso, ma il personaggio è una vera perla. Che purtroppo fanno morire in un modo squallido. In ogni puntata i Celestial Being riescono sempre a spuntarla, anche se il nemico è decisamente più forte. Nella puntata 21, quando Setsuna stava per perdere, mi tirano fuori un'alternativa ai poteri newtype e coordinator. Un sistema che amplifica notevolmente la potenza del Gundam, lo fa sfrecciare a velocità incredibile e lo fa apparire dove c*** vuole. Nell'ultima puntata, però, mi sono preso la mia rivincita. Vederli tutti in fin di vita mi ha fatto felice. Era la fine che si meritavano, soprattutto Setsuna. Vederli col sangue addosso è stato una grandissima soddisfazione, visto che in manco una puntata sputano un pochettino di sangue. Tra poco inizierà la seconda stagione, e non voglio perdermela, anche se si preannuncia una schifezza alla Code Geass R2.

Elam

 0
Elam

Episodi visti: 17/25 --- Voto 4
Mi associo al "coro" di valutazioni negative, questa serie è davvero difficile da digerire per un fan della vecchia serie, nonostante disegni e animazioni molto belli.
Forse è proprio questo il problema, oramai su Gundam hanno scritto di tutto e trovare una idea nuova ed originale è davvero difficile.
Può darsi che sia al passo con i tempi e segua i gusti dei giovani Japponesi di oggi.
Non voglio spoilerare e comunque qualcuno ha già inserito alcuni riferimenti alla storia.
A favore di questa serie abbiamo l'abbandono del vecchio schema "spazionoidi/terrestri" oppure guerra tra colonie e federazione e l'inserimento dei "media" e l'opinione pubblica, le manovre dei politici e capi di governo e di temi come il terrorismo internazionale, alcune situazioni nel medioriente come curdi/armeni e le guerre per lo sfruttamento energetico (solare in questo caso).
Contro.. mamma mia da dove comincio? scrivo le più indigeste a mio parere.
1) Super gundam: indistruttibile, con scudi energetici infiniti, energia infinita, invulnerabile alle bombe, missili, botte, nessun danno nei corpo a corpo, perfino le sue armi se colpite non si distruggono, agile come una cavalletta falcia gli avversari, spara colpi laser che percorrono km e km fino all'obiettivo, oppure onde di energia come un cannone a onde moventi (l'astronave Yamato avete presente?).
2) Abbatti il terrorista col robottone: se c'è una cosa difficile da stanare è proprio una organizzazione terroristica, ma il gundam li stana, li trova tutti in due/tre accampamenti e li fa secchi tutti (Bin laden & C non hanno insegnato proprio niente) e chi si salva non compie più atti terroristici perché ha paura del robottone.
3) Le guerre diminuiscono grazie al gundam: chi ha paura del robottone invincibile? tutti e le guerre diminuiscono perché sennò arriva il gundam! Probabilmente chi ha scritto la serie non era molto bravo in storia.
4) si fa il tifo per gli avversari del gundam: spero che ora della fine schiattino tutti i gundam e i loro piloti.
Naturalmente de gustibus!!!
Ciao
Elam ;)

Tomino

 0
Tomino

Episodi visti: 25/25 --- Voto 10
<b>ATTENZIONE, PUO' CONTENERE SPOILER</b>.
Volendo potremmo inquadrare personaggi e trama di Gundam 00 con due semplici battute tipo queste: se vi è sembrato che i personaggi di Neon Genesis Evangelion avessero qualche problema dopo aver visto quelli di questa serie vi sembrerà che siano normali; Z Gundam a confronto vi apparirà un anime solare, pieno di vita e per di più con una trama lineare, nient'affatto contorta. Scherzi a parte questa prima stagione di Gundam 00 offre al suo pubblico una signora serie tv dotata di grandi qualità nient'affatto disprezzabili. Innanzitutto iniziamo con l'animazione; fluida, spettacolare, ad alta definizione e adrenalinica. La computer crafica, fatto non trascurabile, non viene usata a sproposito e si fonde perfettamente con tecniche più tradizionali. Prima di tutto devo ammettere che non amo molto le serie gundamiche ambientate negli universi alternativi; spesso e volentieri troppo infantili, inutili se non proprio di cattivo gusto. Le eccezioni però (come nel caso di Gundam Seed) non sembrano mancare. Da queste serie Gundam 00 prende l'idea di molti Gundam, ognuno diverso dall'altro e tutti pilotati da ragazzini molto "cool", molto tormentati ma anche abilissimi. I Gundam hanno prestazioni superiori ad ogni MS esistente e i nostri sono dei super-piloti contro cui i soldati regolari possono ben poco. Così, ad esempio, in Gundam Wing e così purtroppo in Gundam 00 che sembra pagare così il suo scotto di non appartenere all'Universal Century. I personaggi però, i quattro Gundam Meister e gli altri membri dei Celestial Being, non sono semplicemente dei figuranti modaioli molto, molto tristi che uccidono, combattono e fanno stragi (alla Gundam Wing) ma che rimangono comunque "all rigth" e "ok". Qui abbiamo comandanti alcolizzati, combattenti creati in laboratorio schizzofrenici, mercenari sadici e valorosi soldati, doppiogiochisti spietati, giornaliste uccise perchè colpevoli di cercare la verità, etc. Insomma una carrellata di varia umanità degna di un autentico psicodramma. Le morti poi non mancano, tutte dolorose, improvvise e struggenti. Il più normale, se così si può dire, è forse il protagonista, Setsuna, un ex-bambino soldato curdo. Quest'ultimo potrebbe far pensare al Sosuke di Full Metal Panic se non che qua si intuisce che il nostro, in nome di Dio e della jihad, ha ucciso con i propri genitori con le sue stesse mani. Il dramma dunque, come la morte d'altronde, non è una merce che viene lesinata in Gundam 00.
Una drammaticità che ricorda in più punti serie recenti come Evangelion o Full Metal Alchemist oppure classici del Gundamverse come Z Gundam. Troppe forse al dire il vero, quasi all'Emilio Salgari ci verrebbe da dire, il nostrano scrittore d'avventura (creò il Corsaro Nero e Sandokan) pure lui abituato a far morire intere legioni di personaggi. In effetti, giunti alla 25 esima puntata, lo spettatore inizia a chiedersi non tanto se questo o quel personaggio sopravviverà ma semplicemente se per davvero qualcuno scamperà a tanta ecatombe per poi riapparire nell'annunciata seconda stagione.
Tra le trovate fanta - tecnologiche introdotte segnaliamo la presenza degli ascensori spaziali e di un anello orbitale. Mega-strutture che sostituiscono le più tradizionali colonie cilindriche dell'Universal Century. Altra novità è l'inserimento nella trama dell'idea di un Piano della durata pluri - secolare concepito per cambiare la storia umana; un evidente omaggio al Piano Seldon dei romanzi della Fondazione di Isaac Asimov (1920 - 1992). Non possiamo infine non segnalare di come quest'anime sia stato segnato dall'attuale difficile congiuntura storica; travagliata dal problema del terrorismo globale e dal Medio Oriente. Gli stessi Celestial Being sono dei terroristi e le scene violente che costellano l'anime sono innumerevoli. Personalmente ho trovato particolarmente allucinante la scena in cui una ragazza pilota, alla guida del suo Gundam, spara su di un gruppo di persone che sta festeggiando un matrimonio, commettendo così una strage, per il puro piacere di farlo. Tutti insomma hanno le mani sporche di sangue e tutti pagheranno un prezzo per le loro colpe. In conclusione non è facile definire Gundam 00; serie ambientata all'inizio del 24° secolo della nostra era (A. D., Anno Domini) in cui la tragedia all'ennesima potenza, appunti sull'attualità e mecha si fondono tra loro nel tratteggiare un quadro decisamente affascinante ma anche terribilmente nero, fosco e triste. In attesa della promessa seconda stagione - e dei futuri sviluppi della serie - possiamo forse consigliare la visione di una fantascienza più allegra e scacciapensieri; basta poco d'altronde. Rispetto a Gundam 00 non solo - come dicevamo prima - Z Gundam appare come un anime gaio e spensierato ma pure Blade Runner di Ridley Scott a confronto sembra esser quasi un film sdolcinato e ottimista. Tuttavia l'altissima qualità di questo prodotto televisivo, al di là della sua eccessiva tetraggine, è al di fuor di ogni dubbio.

Sdario

 0
Sdario

Episodi visti: 25/25 --- Voto 9
Stupendo! Straziante! Capolavoro!
Un anime che coinvolge sin dall'inizio con, a mio avviso, una buona spiegazione della storia che ruota attorna a delle tematiche delicate, quali la guerra, la corruzione, i "giochi" politici, e soprattutto la supremazia dei vari Paesi dell'Union, Onu, etc. nei confronti dei Paesi dell'Oriente ormai rimasti con l'inutile petrolio, sostituito dall'energia solare.
Bellissimi i Mecha (Mobil Suit), belli anche i personaggi, caratterizzati dalle varie problematiche della crescita, causate dalla guerra.
Episodi finali con grandi rivelazioni e drammaticita', forse troppe per i miei gusti!
Buona anche l'azione e i combattimenti.
Insomma che dire di piu': aspettiamo con ansia la seconda serie!

noodles

 0
noodles

Episodi visti: 25/25 --- Voto 4
Difficile dare un voto a Gundam 00, sia perché le vicende dei Meister non finiscono qui essendo in arrivo la seconda serie, sia per l’ingombrante nome che porta. Lasciamo comunque da parte i pregiudizi visto che 00 non ha nulla in comune con i precedenti Gundam se non il nome e il design dei mobile suit protagonisti e concentriamoci su questo prodotto. Iniziamo dal lato tecnico, un aspetto che mi ha subito colpito… in negativo! Se in generale ci si aggira su una sufficienza scarsa la qualità della resa visiva cala pesantemente nei campi lunghi (i fondali sono orrendi, ce n’è uno in particolare che sono sicuro sarà nei miei incubi per anni) e nei combattimenti, cosa strana per un anime di guerra&robottoni… proprio i combattimenti meritano un discorso particolare visto che gli scontri che possono definirsi tali si contano sulle dita di una mano. Infatti per la quasi totalità della serie i suit dei Celestial Being godranno di un vantaggio tecnico incolmabile rispetto a quelli delle nazioni terrestri, vantaggio che in una certa misura manterranno anche in seguito grazie ad un escamotage squallidissimo. Il mecha design è inoltre davvero scialbo per non dire peggio. Passando alla polpa la storia, popolata da personaggi dalla caratterizzazione scontatissima (i più simpatici sono ovviamente i cattivi), si trascina stancamente (terribili i primi 16 episodi) con molti colpi di scena e vere e proprie inversioni di marcia riuscendo tuttavia a proporre qualche episodio appassionante... è comunque curioso notare che i momenti migliori sono quelli che più si discostano dalla trama principale (il piano dei CB per ottenere la pace mondiale) che con tutte le implicazioni politiche, sociologiche ed economiche che dovrebbe comportare è trattata veramente all’acqua di rose e con una superficialità disarmante… ma tutto sommato questo è un prodotto per ragazzini e non per vecchi tromboni come il sottoscritto quindi lo stronco ma senza troppo veleno.

Kikko

 0
Kikko

Episodi visti: 25/25 --- Voto 9
Eccezionale!! [...] Qui i piloti non portano i pannolini, hanno una psiche seriamente turbata e motivi reali per combattere, non sono lì per caso (Amuro, Camille e Kira docet), e non sono invincibili! C'è più realismo in un episodio di 00 che in tutto Wing o Seed!!! Solo la prima serie lo batte! E non dimentichiamo che Gundam è ultrasfruttato, e anche l'osannato Seed non è che un cammuffato remake della prima serie. Finalmente un Gundam reinventato! [...]
Unica pecca : i personaggi di Marina e di Sumeragi non convincono proprio. Vedremo se li sfrutteranno meglio nella seconda stagione.

---

Ottima serie, che richiede un approccio differente al classico e anche troppo sfruttato mondo di Gundam, con personaggi certamente tra i migliori (meglio di Seed dove erano tutti bambini). Stupendi gli ultimi episodi. Una parentesi per i detrattori : evitate confronti con le serie precedenti, in quanto, nel mondo di Gundam, si salva ben poca roba! Giusto la prima serie, Wing, gli OAV e Seed. Il resto è pattume (ZZ e U Turn in primis) banale e commerciale. 00 osa di più e ci riesce certamente da una parte, ma occorrerà aspettare la fine della seconda stagione per un parere finale.

-----

E Gundam ritorna dopo le porcherie degli anni passati che solo un bambino può riuscire a vedere. Roba come Wing, Seed o U Turn è indegna di portare il nome di Gundam. Almeno 00 lo reinventa, provando nuove vie alternative più orientate sulla drammaticità, come il mitico RX 78. Quello è Gundam, e ora lo è 00. Il resto (OAV a parte, tutti meritevolissimi) è spazzatura.
Storia : 8
Personaggi : 8 (perchè Marina vale un 3 netto)
Mecha : 10
Animazione : 9
Musiche : 10

Globale : 9

ciaca70

 0
ciaca70

Episodi visti: 10/25 --- Voto 1
Visti solo 10 episodi, il mio stomaco non è riuscito ad andare oltre; mi chiedo per quanto tempo ancora continueranno a stuprare quel poco che è rimasto (il nome) dell'unico originale e incomparabile GUNDAM, con questa rivoltante insalata di mechakazzate. Almeno, come con seed, destiny e pattume affine, hanno avuto il buon gusto di non infangare la continuity temporale dell'U.C., se avessero risparmiato pure il nome del mito e chiamato 'sta robaccia "bimbo-war" nessuno ci sarebbe rimasto male! In sintesi...un totem di inutilità.

Rx-78

 0
Rx-78

Episodi visti: 25/25 --- Voto 2
Se questa serie si fosse chiamata "Solar Wars" sarebbe stata "Carina" e grazie all'ottima colonna sonora e il design di alto livello un 7 pieno se lo prendeva.

Visto che però porta il nome pesante di Gundam il voto cala almeno a 5, a causa di una trama molto lacunosa e incoerente, personaggi troppo numerosi troppo abbozzati e troppo stereotipati per "pigliare" più gente possibile.
Per non parlare degli MS da una parte veramente troppo scarsi e dall'altra con poteri quasi divini, mancava solo che sparassero palle di fuoco dagli occhi e fulmini tonanti da C..o. E siamo solo alla prima metà della serie!
E se l'avessero finita 2 episodi prima il voto si sarebbe alzato di nuovo, lo scontro fra Ali e Lockon è in assoluto il migliore della serie con un bellissimo finale triste e drammatico che si faceva perdonare molte idiozie presenti nella serie.
Purtroppo i due episodi successivi ti riportano alla realtà con l'apparizione del MA e del MS più pacchiani della storia scene di battaglia al limite del ridicolo e l'apparizione fugace di Graham, uno dei pochi personaggi decenti della serie, giusto il tempo di prenderle da un cane di pilota come Setsuna e farsi sfigurare.
Ma il peggio arriva alla fine quando si mostra una scena di 4 anni dopo con un modello di gundam mooolto simile all'RX-78 (la "faccia" è quasi uguale) e lo si paragona all'EXIA come suo erede ideale.
MA STIAMO SCHERZANDO!!!
Paragonare le mitiche prime serie di Gundam a questo spottone pubblicitario per vendere modellini è come dire che i Take That sono gli eredi di Springsteen, solo che uno ha fatto la storia e gli altri hanno solo venduto dei dischi.
Quindi 2 come gli zeri presenti nel titolo della serie è il voto massimo che si può dare a una serie mediocre e presuntuosa come questa. Ogni amante del "Vero e unico Gundam" dovrebbe evitarla come la peste.

OgRe

 0
OgRe

Episodi visti: 24/25 --- Voto 5
Ottima grafica, ottime colonne sonore e fin qui penso che tutti siano d'accordo. Per quanto riguarda trama: spessore dei personaggi e sviluppo della storia, ad essere generosi si possono definire gravemente insufficienti.
Forse per chi ha 14-15 anni una serie così potrebbe anche andar bene, ma per chi ne ha 30-40 e ha visto la prima serie di Gundam o Gundam 0080, Gundam 0083 o il contrattacco di Char, questo Gundam 00 è completamente fuori posto, direi decisamente infantile. Peccato, un'occasione mancata. Sarò di parte ma preferisco di gran lunga i piloti "eroi" delle fazioni terrestri ai piloti dei Gundam, antipatici, isterici, viziati e presuntuosi, oltre che in possesso di armi mostruosamente superiori che rendono gli scontri semplicemente di una noia abissale.
Se le nuove generazioni prediligessero questi ultimi significherebbe che sono come loro, e che gli sceneggiatori, se non altro, avrebbero centrato l'obiettivo di far identificare gli uni con gli altri.

uruz07

 0
uruz07

Episodi visti: 24/25 --- Voto 9
[<b>contiene alcuni spoiler</b>]

Ottima serie. Certo, con qualche difetto: la prima decina di episodi è molto "pesante" (anche se... lo dirò tra poco ^^), qualche personaggio è stato dimenticato col progredire della narrazione (Marina Ismail, per esempio, ma credo che tornerà in qualche modo nella seconda serie, oltre che nelle sigle XD), qualcuno è stato tolto di mezzo subito senza neanche scalfire il suo operato (Laguna). Eppure, il fatto che tutta la serie sia ambientata nella nostra timeline, facendo emergere tematiche oggi molto "di moda" (le incessanti guerre e il problema energetico su tutte), le dona un velo di profonda drammaticità e il fatto delle continue morti e dell'elevata crudezza di molte scene può solo aumentare questa sensazione (la prima dozzina di puntate, dal mio punto di vista, ha un merito principale: contribuisce a rimarcare l'instabilità del mondo in cui viviamo, a scapito del ritmo della narrazione). "Dove sta andando a finire il nostro mondo?", "C'è qualcosa che, nel mio piccolissimo, posso fare?": queste sono le domande che mi sono posto, a una puntata dalla conclusione della prima stagione.
Tutti i personaggi, anche quelli minori, racchiudono dentro sè stessi uno o più drammi di cui sono stati protagonisti durante la loro vita, tutti provenienti dalla stessa matrice: l'odio. La bieca follia che spesso attanaglia il genere umano. Follia presente anche oggi, il che crea ancora più pathos. Questa serie può anche non piacere agli amanti dei dettagli ultrarealistici, ma penso che l'importante è che qualcosa, dentro di me, si sia mosso.
Passiamo ad altro (ah, dimenticavo, i 4 Gundam Meister sono, secondo me, quasi perfetti: il migliore è
Attenzione :: Spoiler!
o era
comunque Lockon): la grafica è curatissima, anche se in alcuni campi lunghi e medi accusa qualche imprecisione; comunque, una grafica veramente HighDef. Le opening e le ending sono anch'esse ottime (forse un po' "anonima" è la prima ending, "Wana"). E' il mio primo Gundam, quindi non so cosa dire sul mecha-design: a me, comunque, piace.
Ribadisco il concetto: questa prima stagione di Gundam 00 è davvero bella ed inserisco la recensione prima di vedere l'episodio finale proprio per dimostrare che, comunque andrà a finire, a mio giudizio si tratta di un ottima serie. Se riuscirete alla narrazione-lumaca delle prime 10 puntate, unico grande difetto, questa serie potrebbe davvero sorprendervi, in pieno Seiji Mizushima-style.
Altrimenti, pazienza, ma almeno ci avrete provato...

P.S. in questa serie credo proprio che i morti sono proprio morti... fidatevi, nessuna "resurrezione" miracolosa... ^_^ ... ç_ç

Pan

 0
Pan

Episodi visti: 24/25 --- Voto 4
Di solito si dice che non tutte le ciambelle vengono con il buco, 00 è una ciambella che non è venuta neanche a forma di ciambella.

Non sto a riassumere la trama e passo subito a spiegare il perchè del mio voto così basso (tra l'altro abbondante).

(può esserci spoiler)

1) Poca coerenze nei primi 24 episodi (quindi il 99% della prima stagione), gli argomenti quali guerre energetiche e terrorismo (tra l'altro fino a quel momento trattati piuttosto male) ad un certo vengono dimenticati in favore di episodi un po' più 'vivaci' risolvendo tutto in una serie di combattimenti più o meno cruenti tra le forze ONU e i CB

2) Combattimenti abbastanza sconclusionati se osservati con un filo d'attenzione: al posto di vedere gli assi dell'ONU sembrava di vedere dei pivellini che fossero stati mandati sul campo senza un obbiettivo preciso).

3) Stranezze inspiegabili, cerco di non fare spoiler ma posso dire che non si capisce come fa l'ONU ad avere i pezzi di ricambio di un certo Gundam rubato da un mercenario verso la fine della serie, tra l'altro pezzi di ricambio piuttosto importanti (e se anche li avesse già avuti in inventario non si capisce perchè non sono stati usati prima per potenziare gli altri MS dell'ONU), per non parlare poi di come i Gundam vengono trasportati dalla Terra allo spazio senza essere scoperti (ok, che i controlli saranno anche pochi, ma...) per poi scoprire verso la fine che avevano un sistema molto più sicuro.

3) Chara design sotto la media, i personaggi principali sono tutti piuttosto dimenticare, stranamente, a mio dire, si nota una certa cura a delineare glii antagonisti (e non tutti), tra cui Ali, Smirnon, Soma e Graham.
Tra i CB l'unico personaggio appena passabile è Lockon, che è anche l'unico personaggio che sembrava potesse tenere in piedi la questione delle guerre energetiche e terrorismo (purtroppo gli sceneggiatori hanno deciso altro destino).
Inoltre sempre parlando di personaggi non si può non notare come molti personaggi (anche interessanti) siano stati man mano dimenticati andando avanti con la storia.

4) si nota che durante la serie gli sceneggiatori hanno cambiato più volte 'rotta', inizialmente la serie era esasperantemente lenta (la prima dozzina di episodi sono stati praticamente inutili a mio avviso, in una eventuale riduzione OAV andrebbero completamente cancellati), per poi subire una brusca accelerata che però è andata a danno di quelli che dovevano essere i punti salienti della serie

5) Super-Gundam, Gundam per me è il real robot per antonomasia e se già avevo forti perplessità con Wing e con alcune parti di Seed e Seed Destiny con 00 ho assistito alla trasformazione delle serie gundamiche da real e super, inutile dire che la cosa non mi è piaciuta.

6)la serie (ancora all'episodio 24) da la sensazione di una 'navigazione a vista' cosa che si spera (ma non ci conto troppo) cambi con il secondo troncone di 25 episodi che secondo molte ipotesi dovrebbe svolgersi più in la nella linea temporale partendo con molti personaggi nuovi e con una situazione completamente diversa (chi vivrà vedrà)

7) infine questo è un difetto 'personale': la serie non ha saputo emozionarmi al contrario di molte altre serie gundamiche e di anche altre serie robotiche più o meno contemporanee all'uscita di Gundam 00 (su tutte Macross Frontier che sto trovando veramente esaltante)

Gundam 00 ha un buon punto di forza nella grafica (che comunque, verso gli episodi centrali del primo troncone da 25, ha avuto per un po' un forte calo) e nella colonna musicale (anche se non è che mi piaccia particolarmente è innegabile che sia fatta in modo discreto, in particolare si distinguono le opening e le ending).

In generale ecco i mie voti:

Grafica: 8.5
Trama: 6/7
Sceneggiatura: 3
Chara design: 4/5
Mecha design: 6 1/2
Sviluppo della storia: 4
Gradimento personale: 1 (da una serie gundamica mi aspetto molto di più, in particolare questa, per me, non dovrebbe neanche portare il nome: Mobile Suit Gundam, senza di esso probabilmente il mio voto sarebbe stato un poco più alto, probabilmente un 5 o un 6)

frankmart

 0
frankmart

Episodi visti: 15/25 --- Voto 9
Molto bello, tutto sia la trama di questi Mobil Suit che combattono per far terminare la guerra (ognuno con un passato traumatizzante e con storie diverse che s'intrecciano tra loro) e i disegni fatti molto bene. Personalmente a me tutta la serie Gundam piace in genere, ma questa è veramente bella, ho visto finora 15 puntate e non vedo l'ora di vedere la 16 dove appaiono in soccorso altri 3 nuovi Mobil Suit per proteggere i nostri 4 protagonisti, simpatico anche il fatto che si vede nel anima stessa un gruppo di civili (un ragazzo e la sua fidanzata, e una giornalista) fuori dal contesto come vivono le vicende accadute ai Gundam tramite telegiornali o notizie, i disegni sono molto limpidi e ben curati. Nient'altro da dire, spero che continui a stupirmi sempre di più proprio come sta facendo adesso.

Gisaku75

 0
Gisaku75

Episodi visti: 13/25 --- Voto 6
Anno 2307 la terra dispone finalmente di una fonte di energia illimitata e disponibile a tutti, quella del sole. questo pero non ha fermato le guerra fra le nazioni del mondo ora riunite in 3 blocchi in conflitto fra loro. In questo scenario fanno la comparsa i Celestial Being una milizia indipendente che avvalendosi di 4 Gundam, MS infinitamente superiori a quelli in dotazione ai vari blocchi, dichiara guerra al mondo con lo scopo dichiarato di far cessare tutte le guerre.
Queste le premesse della nuova serie Gundam ambientata in un nuovo universo alternativo.
Devo dire che la serie non mi ha entusiasmato per niente.
I punti di forza sono sicuramente la colonna sonora e il design veramente di alto livello.
i protagonisti nonostante abbiano un background interessante non ti coinvolgono e risultano spesso piatti mentre i personaggi secondari salvo qualche eccezione sono stereotipati e risultino fastidiosi.
la sceneggiatura degli episodi risulta ripetitiva e la storia procede a rilento e in modo confuso, ogni tanto viene lanciato allo spettatore una mollica di pane che dovrebbe indurlo a proseguire la visione con curiosità sempre crescente ma non mi pare una tecnica ben riuscita.
La parte veramente dolente riguarda i combattimenti, veramente fatti male.
Gli avversari dei 4 gundam sembrano sagome di cartone immobili e vengono falciate con vergognosa facilità, mentre i CB nonostante la superiorità schiacciante dei loro mezzi sono dei veri dilettanti per
quanto riguarda le capacità marziali e tattiche. Il risultato sono delle noiose pantomime di combattimenti fra robot.
In mancanza di alternative è un anime robotico guardabile ma non certo un capolavoro e non rende giustizia al nome che porta.

AlanCarter

 0
AlanCarter

Episodi visti: 3/25 --- Voto 8
La nuova serie appena iniziata - con 3 soli episodi è presto per dare un giudizio - è appassionante e ben costruita: molti i personaggi e le storie che si intrecciano, e i molti personaggi primari e di sfondo che alimentano una trama ancora non chiara. In un futuro non troppo lontano dal nostro mondo, 300 anni da oggi, l'umanità è ancora lontana dall'unificazione e dalla pace, nonostante l'energia solare disponibile a livello planetario. Un'organizzazione che usa l'intervento armato contro tutte le guerre? E' la possibile via per un mondo diverso? O anche questi hanno il loro lato oscuro? Su uno sfondo di tre grandi blocchi planetari che gestiscono le proprie aree di influenza e i relativi conflitti, si muovono i Celestial Beings, intervenendo con i Gundam a bloccare i conflitti. Come sono nati? da dove arriva la loro tecnologia? e i loro finanziamenti? E quali saranno le reazioni delle tre potenze mondiali al loro intervento? L'anime con lo scenario socio-politico molto realistico, per il momento promette molto.. Come fanno i Celestial Being a pianificare le missioni al secondo? E perché stanno intervenendo proprio ora? Tre soli episodi sono troppo pochi per dare una risposta ai molti quesiti...