logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
CsT

Episodi visti: 12/12 --- Voto 9
Davvero stupendo.
La trama esiste in sottofondo, narrando di un viaggio in un mondo distopico di due ragazzine, ed essenzialmente sono piccoli archi narrativi con episodi autoconclusivi o al massimo della durata di due/tre episodi.
L'opera è tanto semplice quanto complessa: le due piccole protagoniste sono davvero carine e ingenue, e si mischiano perfettamente con l'altra faccia della medaglia, un mondo ormai giunto alla fine e quasi totalmente morto.
Gli scorci, i paesaggi e le ambientazioni sono fantastiche, e sono accompagnate da una colonna sonora che dona profondità ad ogni scena ed evento.
Quest'anime è un vero viaggio, soprattutto interiore, trattando con profondità molte tematiche come la morte, l'amicizia e l'altruismo. Da vedere.


 0
klauth

Episodi visti: 12/12 --- Voto 8,5
Fin dal principio, vedendo il trailer e lo stile di disegno dei personaggi, ho pensato a un anime di basso livello, per un target di età sotto i venticinque anni. Tutt'altro.

"Shoujo Shuumatsu Ryokou" narra le vicende di due sorelle/compagne (non è esplicitamente detto) che vagano in questa ambientazione molto particolare post-apocalittica, alla ricerca di qualsiasi cosa necessaria alla loro sopravvivenza. A discapito della descrizione banale, le esperienze che vivranno le due ragazze avranno una grande componente emotiva, che personalmente ha emozionato molto (cosa soggettiva), accompagnata permanentemente da una soundtrack molto piacevole. La serie ad ogni puntata tratta uno o più temi particolari, sottolineando alcuni valori che, seppur banali, vengono tirati in ballo con degli avvenimenti singolari, che mirano a far riflettere lo spettatore su dei concetti che, nonostante presenti nella vita di tutti, magari non erano mai stati considerati sotto alcuni punti di vista.

In fondo, non si vive per provare emozioni?
Qualcuno potrebbe pensare: "Che vite triste la loro". Eppure Chito e Yuri tristi non sembrano affatto, e questo dovrebbe essere il fulcro dell'anime. Anche se non si sa, anche se si vaga nel nulla, nella desolazione più totale, potrebbe esserci qualcosa, anche semplice, stupida, banale, come delle bottiglie di birra, che potrebbero farci ridere e rendere felici.

Che altro dire? Lo stile grafico è piacevole alla vista, l'ambientazione originale è ben curata e per nulla banale. Un anime che rivedrei volentieri, magari per cogliere qualcosa che mi era sfuggito.
Partite anche voi in viaggio, sulla moto, con Chito e Yuri, non ve ne pentirete.


 6
Otaku moderato

Episodi visti: 12/12 --- Voto 9
Cosa significa viaggiare? Può essere il piacere della scoperta verso l'ignoto, una esperienza vitale che ognuno finisce col vivere, una propria avventura personale e tante altre cose. Ma in ogni viaggio c'è sempre un punto di partenza e un punto di arrivo, e infine un posto dove tornare o sistemarsi, una meta. E se la meta non esistesse? Se non ci fosse un posto dove tornare? L'unica alternativa sarebbe continuare a viaggiare e trovare la propria meta. E "Shoujo Shumatsu Ryoko" ("Girl Last Tour") vuole fare proprio questo: raccontare un viaggio particolare, l'ultimo viaggio di due ragazze.

In un imprecisato periodo futuristico la Terra è diventata una terra di nessuno. Soltanto macerie, tecnologie perdute, libri e documenti di epoche passate, macchine automatiche che continuano imperterrite a funzionare, cimeli di natura bellica e tutti gli elementi di un'ambientazione post-apocalittica. E in questo scenario viaggiano Chito e Yuri, le due protagoniste e, forse, ultime sopravvissute di questo mondo. In sella alla loro moto corazzata viaggiano in questo mondo spinte dalla curiosità e dalla voglia di scoprire, sostenute dalla loro compagnia reciproca.

Due soli personaggi, così diversi, così uniti: Chito, intelligente, calma, razionale, ma con le vertigini; Yuri, ignorante, dal facile palato, ma brava fisicamente e pronta col fucile in mano in caso di problemi. Due ragazze che litigano, fanno pace e confidano nella compagnia reciproca e nel sostegno. Insieme a loro, un mondo che sa di morto, ma che è fonte di sorprese e scorci di panorami affascinanti quanto malinconici. Due ragazze che fanno cose carine e siparietti tipici di un anime con personaggi moe; ma si sa, il pericolo, formato naturale, è sempre in agguato e coglie di sorpresa. Si impara qualcosa sul mondo dove viaggiano e che manderà forti momenti di riflessione allo spettatore. Spettatore che si unirà al viaggio delle protagoniste.

Al livello grafico il titolo non è niente male e si mantiene su buoni livelli, in particolare nelle ambientazioni e nei panorami, tanto affascinanti quanto malinconici. In ambito sonoro Kenichiro Suehiro compie un lavoro magnifico sulla colonna sonora, con pezzi corali magnifici e motivetti orecchiabili sia graziosi sia malinconici. Ottimo il doppiaggio delle protagoniste (e non solo) e carine opening ed ending.

"Shoujo Shumatsu Ryoko" è un viaggio particolare. Un viaggio che merita di essere vissuto insieme a queste due ragazze.


 2
Casper1991

Episodi visti: 12/12 --- Voto 8
"Shoujo Shuumatsu Ryoko" (o più semplicemente in inglese "Girls' Last Tour") narra il viaggio di due ragazzine superstiti, Chito e Yuuri, da un qualche disastro (di cui non si sa nulla) che ha distrutto ogni forma di vita nel nostro pianeta. Si metteranno quindi in viaggio sulla loro moto alla ricerca di viveri, carburante e altre forme di vita.

Ogni episodio si mostra molto profondo, per la semplicità (ma anche ingenuità) delle due ragazzine, che poco o nulla conoscono di questo mondo. Durante il loro viaggio, il panorama che le circonda e le persone (ma non solo) che incontrano aprono spunti di riflessione su temi che per noi adulti sembrano ostici o di difficile trattazione, ma che vengono trattati in una maniera così semplice e leggera che spesso fanno addirittura commuovere.
Inizialmente non sono riuscita ad "appassionarmi" molto all'opera, forse per l'eccessiva lentezza di alcuni episodi o forse perché qualcuno di questi non mi ha colpito particolarmente, ma è valsa la pena arrivare fino alla fine. Via via che si procede con la visione degli episodi, il coinvolgimento emotivo è in continuo crescendo, per giungere negli ultimi episodi con un turbine di emozioni tra tristezza e meraviglia. L'ultimo, in particolare, mi ha commosso particolarmente, è stato davvero impeccabile. In poco più di venti minuti si risolvono tutti i dubbi incontrati finora, con l'aggiunta di colpi di scena e dando il dovuto spazio ai sentimenti delle due protagoniste, che rafforzano ancor di più il loro rapporto di amicizia; il tutto senza correre, senza forzature e con addirittura in sottofondo il "Notturno Op. 9 n. 2" di Chopin (che, personalmente, adoro).

Nota di merito va anche alle animazioni, alle ambientazioni suggestive e alle OST, veramente stupende. L'opening e l'ending hanno una vivacità che si contrappone notevolmente a ciò che vediamo nell'anime, scelta d'effetto e che ho apprezzato molto.

In conclusione, al momento do 8, ma si merita una seconda visione per analizzare e approfondire meglio l'opera (o, più semplicemente, per capirla più a fondo); mi riservo quindi di aumentare eventualmente in futuro il voto.

Paragonerei quest'opera a una rosa, di cui si apprezza la bellezza solo in piena fioritura.