logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 1
X1999

Volumi letti: 25/17 --- Voto 7
E' stato il mio primo manga. Devo dire che è molto simpatico, ma anche il manga demenziale per eccellenza. Tutta la storia ruota attorno al protagonista Kappei, un nanerottolo che sfida ogni legge della fisica e a dispetto del suo aspetto fisico finisce per primeggiare in ogni sport cui si cimenta, prima il basket, poi il ping pong ed infine la scherma.

Do solo un 7 perché la parte centrale del manga a me è parsa un po noiosa, finché appunto il nostro eroe decide di darsi ad altri sport oltre alla pallacanestro... dal quel momento il manga riprende vigore. Non c'è nulla da aspettarsi da quest'opera, però è davvero molto divertente e io lo definirei un anti-depressivo per eccellenza, in quanto molte scene ti fanno proprio sbellicare dal ridere.
Rispetto all'anime a mio avviso è inferiore, ma più lineare nella storia.
Consigliato a chiunque voglia farsi quattro risate.


 1
riko akasaka

Volumi letti: 25/17 --- Voto 5
Questo manga è incentrato su Kappei, un nanerottolo che riesce a vincere qualsiasi sfida sportiva sfidando tutte le regole della fisica, della logica e del buon senso. Oltre che per le sue inaspettate doti atletiche e il suo incredibile genio idiota, Kappei lo si ricorda per la sua dipendenza da mutandine bianche e l'amore per la pura Akane, le cui candide mutandine hanno un effetto stimolante sul nostro eroe nei momenti di crisi nera.

Questa serie altamente demenziale è dotata di un umorismo che può non piacere a tutti, le gag disgustose non si contano (cacca e vari fluidi corporei a iosa), personalmente sono ben poche quelle che mi fanno ridere e dispiace quando da una lettura ci si aspetta divertimento e questo non arriva.
Per il resto è un manga che si lascia leggere, non sono riuscita ad appassionarmici, complice la poca simpatia che provo per il protagonista, troppo esaltato e fastidioso per piacermi.

Penso che Dash Kappei o si odia o si ama, è un manga troppo sconclusionato per poter parlare con obiettività dei suoi pregi e difetti, l'unica è seguire il proprio gusto personale, per me il voto è 5 ma non mi stupisce vedere altre persone considerarlo un capolavoro.


 0
GIGIO

Volumi letti: 17/17 --- Voto 6
Credo che Dash Kappei - Gigi la trottola sia il manga demenziale per eccellenza. Tutta la trama, tutti i personaggi e gli ambienti ruotano appunto tutti attorno al personaggio Kappei, un perfetto demente.
Il divertimento è sicuramente assicurato, difficile annoiarsi, anche se alla lunga si perde interesse verso questa serie. Il protagonista è fortemente attratto dal genere femminile e dalle mutandine delle ragazze, le gag iniziali sono una sorpresa ma poi ovviamente quando solo di questo si parla alla fine si perde interesse.

Come dicevo sopra non ci si annoia. Solo si perde interesse. Il manga è incentrato sul Basket, vi è una trama che percorrerà le gesta della squadra del Seirin, ma per vincere la squadra adotterà dei metodi tra i più disparati e inventivi probabilmente mai creati. Ci si affeziona al piccolo Kappei, alla sua simpatia, genialità e passione ma alla fine è un manga che si apre e si chiude. Non vi è nient'altro. Ci sono manga che tendono alla demenza, come Dottor Slump e Arale o GTO, però hanno perlomeno una trama e altri personaggi che lo formano e riescono a farsi ricordare anche nel futuro. Qui invece come dicevo sopra vedo solo nebbia.

Interessante vedere poi nel tempo l'evoluzione dell'autore, ho letto F Motori in Pista che è un seinen molto serio, così come è molto serio Billy the Kid dello stesso autore. In Dash Kappei diciamo che voleva scrivere una storia spensierata senza impegnarsi troppo. Appena sufficiente.


 0
giovamix86

Volumi letti: 17/17 --- Voto 6
Sono i primi anni '80, quando un buffissimo personaggio rotondetto ed esuberante fa la sua prima apparizione in pubblico. L'anime è stato seguito da milioni di persone, il manga probabilmente da un po meno (ma neanche tanto).
È la storia di Kappei Sakamoto, giovane scolaretto alla perenne ricerca di mutandine femminili (la sua più grande passione) che proverà a conquistare in tutti modi, anche se questo potrebbe voler dire iscriversi ad un circolo sportivo come il basket o il ping pong.

Noboru Rokuda, leggenda fummettista e visionario incredibile, firma questa storiella dai toni allegri e spensierati. Personalmente non mi ha appassionato molto ma devo ammettere che la follia di Kappei è davvero inimitabile.
I disegni risentono pesantemente dei 30 anni di vita e probabilmente i nuovi lettori potrebbero non apprezzare appieno questa opera, peccato per loro anche perché la storia è davvero ricca di quel nonsense che non tutti riusciranno a capire. Ripeto, nonostante abbia trovato il fumetto esilarante sotto tutti i punti di vista, questo non mi ha comunque spinto a riprenderlo in mano una volta finito, e sono uno che legge fumetti da 20 anni.
Consigliato comunque a tutte le persone che possiedono un forte senso dell'umorismo e che vogliono leggere un manga leggero.


 5
Kouga

Volumi letti: 25/17 --- Voto 8
Chi non ha mai visto l'anime omonimo alzi la mano!

Caspita! Quanti siete...

Ora alzi la mano chi vedendolo non ha mai riso almeno una volta!

Ecco, qui nessuna mano alzata, eh?

Una premessa scherzosa davanti a questo titolo era d'obbligo. Dash Kappei (meglio conosciuto in patria come Gigi la Trottola), è una serie sportiva e demenziale che narra le vicende del piccolo, esuberante, talentuoso e pervertito meglio conosciuto come Kappei Sakamoto. Innamorato della bella Akane, deciderà di iscriversi al club di basket, non tanto per la sete di canestri (viste le sue tecniche strambe), ma per far breccia nel cuore della ragazza e sfamare la sua voglia di... mutandine bianche!

Questa è solo una piccolissima percentuale della trama della serie che si rinnova di volume in volume arrivando a trattare diversi sport nei modi più disparati previo tecniche al limite del ridicolo e con personaggi al di là dell'assurdo.

Lo stile di Noboru Rokuda (conosciuto anche per il manga F-Motori in Pista e il recente Billy the Kid) non fa gridare al miracolo ed, anzi, nella sua semplicità risulta immediato e gradevole a tutti i telespettatori della serie animata, potendo magari far storcere il naso ai palati fini o i giovani lettori che non hanno mai visionato l'anime... ma in che mondo vivono?!

Cosa insegna Rokuda? Che fondamentalmente che TUTTO è possibile. Se un tappo pervertito riesce a catturare l'attenzione di una ragazza bella come Akane e a riuscire a condurre la propria squadra alla vittoria, tutti possono malgrado alcuni difetti fisici e caratteriali... nonché psicologici, aggiungo io! Riuscire in qualcosa se veramente ci credono e veramente lo vogliono.
Proprio questo fa sì che una lettura così leggera e godibile diventi anche a modo suo, nel suo piccolo, educativa oltre che un ottimo rimedio contro la tristezza e il malumore generale.

Consigliatissimo ai fan dell'anime e a chiunque voglia ridere un po' trovando un nuovo modo di vedere e vivere lo sport!


 1
pippy989

Volumi letti: 17/17 --- Voto 9
<i>"Piccolo sei, o Gigi, rotondo un po', o Gigi, ma se tu vuoi sei un cerbiatto lo so..."</i>
Queste sono le parole della sigla italiana del miticissimo Gigi la trottola, titolo "italianizzato" del manga Dash Kappei. E' difficile al momento, per me, descrivere questo spettacolare titolo con cui sono cresciuta sin da bambina, perché non troverei parole adeguate per descriverlo!
E' divertentissimo, un po' perverso (molto molto soft!), romantico e soprattutto giocherellone!
Il personaggio principale, Gigi, è un ragazzino piccolissimo di statura ma dalle incredibili doti sportive, che lo rendono bravissimo in tutto quello che fa! E' innamorato della giovane Anna che, a quanto pare, non ne disdegna le attenzioni...
Manga e anime davvero spettacolari! E non può esser diversamente con un Gigi che, quando vuole fare il macho, improvvisamente cresce di altezza, o che canta <i>"ma che vita sopraffina quando c'è in giro qualche bianca..."</i> :D Voto: 9, troppo divertente!