Born to be on Air! è un seinen manga di Hiroaki Samura, autore già noto nel nostro Paese per la pubblicazione di diversi manga, tra cui L'immortale da parte della Planet Manga e La ragazza ananas. Genso gynaecocracy da parte della J-POP. La serie, iniziata nel 2014 e tuttora in corso, in Italia è pubblicata a partire dal mese di maggio da Star Comics e qui di seguito trovate le opinioni dei redattori che hanno avuto il piacere di iniziare a seguirla. E voi che ne pensante? Diteci la vostra nei commenti qui sotto!

BornToBeOnAir
 
BornToBeOnAir3Minare è appena stata scaricata dal suo fidanzato e annega le sue delusioni sul bancone di un bar a Sapporo, Hokkaido. In preda ai fumi dell’alcool, si lancia in uno sproloquio sui rapporti tra uomini e donne con Mato, un uomo maturo incontrato lì per caso. I due per tutta la serata si punzecchiano sui tratti caratteriali predominanti nelle rispettive regioni di appartenenza. Il giorno dopo, la giovane riascolta la conversazione, che è stata registrata a sua insaputa, alla radio. Infuriata, si precipita negli studi di trasmissione per farsi sentire ma il direttore, lo stesso Mato, lungi dal chiederle scusa, la convince a prendere in mano il microfono e a fare un clamoroso ingresso nel mondo della radio. Egli ritiene che la sua schiettezza e la sua personalità faranno di lei una grande voce dell’etere, quindi le propone di coltivare quel particolare talento.

Questa è lo scoppiettante esordio di Born to be on Air!, un manga in cui la parlantina diventa un’arma da sfoderare al pari di una katana. Forse gli estimatori del Samura più sanguigno rimarranno un po’ delusi, ma come spiega lo stesso autore nella postfazione, in questo manga non verrà ucciso nessuno (per ora). Dopo l'epos (L'immortale), l'ero guro (La carrozza di Bloodharley), il pulp (Die Wergelder), il folklore (Genso Gynaecocracy), sembra arrivato il momento per la versatilità di Hiroaki Samura di mettersi alla prova con un manga divulgativo (joho manga). Così l’autore ci spiazza con uno strano mix di generi a metà strada tra il mediatico e il culinario che da un lato introduce al mondo del broadcasting, descrivendo accuratamente la gestione di una stazione radio e veicolando anche un certo interesse per questo ambiente, dall’altro ci fa entrare di soppiatto in un autentico ristorantino di curry, facendoci sentire l’odore delle spezie e le altre fragranze della cucina dell'Hokkaido. Sul finale di episodio la trama si tinge di rosa.
Confermando una certa predilezione di Samura per i personaggi femminili, anche Born to be on Air segue le gesta di un’eroina, nella fattispecie una vivace cameriera, dai tratti un po’comici, ma quantomai vulcanica e risoluta, sulle cui orme scopriremo i segreti della cucina gourmet e dello speaking radiofonico. Ben caratterizzati i personaggi comprimari, tra i quali spicca il volpone Mato. L’ambientazione è fortemente connotata da un punto di vista regionale e si nota una certa ricerca sul campo, ma nonostante le puntuali note a margine, molte sfumature dei dialoghi perdono inevitabilmente forza nella traduzione (per esempio, i continui riferimenti ai piatti tipici, alle usanze, agli artisti locali etc).
Il comparto grafico è come sempre di prim’ordine da parte di Samura e dei suoi assistenti. Tratto deciso e vibrante, prospettive insolite e dinamiche che fanno sentire il lettore sempre al centro dell'azione (anche se di azione vera e propria in effetti c'è ne poca), sapiente uso dei retini, grande espressività dei volti e dei corpi, personaggi femminili sexy. Insomma, un primo volume particolarmente informativo, con tanta carne al fuoco e un intreccio ambientato nel mondo della radio che promette sviluppi abbastanza originali e intriganti.
Autore: bob71

 

Se c'è una cosa di cui sono sicurissima di lodare ogniqualvolta che mi appresto a leggere una nuova opera del sensei Samura sono le figure femminili che realizza. Dunque è stato amore a prima vista con Minare, la protagonista di questa strampalata storia ambientata nel mondo della radiofonia. Lei è una ragazza tosta ed esuberante che dice le cose come stanno senza peli sulla lingua, vive la quotidianità giorno per giorno, lotta contro le ingiustizie, ma pecca in ambizione, tanto che si accontenterebbe di svolgere qualsiasi lavoro disponibile purché dignitoso affinché le assicuri la sopravvivenza. Ed è un po' la situazione dei giovani d'oggi, i quali faticano a trovare la propria strada contando solo sulle proprie forze, che devono combattere contro il lavoro precariato con ironia, dimenticare una relazione d'amore finita e riuscire a guardarne di nuove... Il tutto ha un nonché di tragicomico, dai dialoghi ai disegni, ma prima o poi arriva anche qualche lume di speranza! E che la speranza sia Mato, quell'uomo che nota il suo potenziale talento nella dialettica da volerla nella sua ala protettrice, o meglio nella sua stazione radiofonica? 
Malgrado le vignette siano piene e dai discorsi spesso logorroici, grazie anche al particolare tema che non si si vede né si legge abitualmente nei manga, è stato piacevole condividere le stesse emozioni e stupori dei personaggi. 
Autore: Melany
 
BornToBeOnAirBorn to be on Air! è l'ennesima dimostrazione di quanto Hiroaki Samura sia un autore in grado di spaziare praticamente tra qualsiasi tematica.
Questa volta abbiamo tra le mani una sorta di commedia/slice of life, che narra le quotidiane disavventure di Minare, una ragazza assai irruenta e casinista, che deve fare i conti con le sfighe sentimentali, la mancanza cronica di soldi, le difficoltà lavorative, lo scendere a patti con le proprie aspirazioni, i problemi portati dalle regolari sbornie, e tutta quella serie di ordinari ma logoranti grattacapi derivanti dal fatto che viviamo in una società che ti mette fretta ma non ti da i mezzi per correre.

A rimescolare le carte in tavola, un evento del tutto inaspettato: una "trappola" messa in atto da Mato, l'astuto direttore di una piccola stazione radio che ha intuito quali grandi doti abbia la logorroica, impulsiva e carismatica Minare.
Ma per lei non sarà affatto semplice prendere una decisione: voi mollereste tutto mettendovi in discussione per inseguire un obbiettivo, un'aspirazione, un "sogno" che sembra tutto fuorché concreto, e che potrebbe risolversi un un nulla di fatto... quando già state rischiando di finire sotto un ponte?
Un manga sicuramente interessante, non agilissimo da leggere visti anche i tanti dialoghi spesso non semplicissimi da seguire, e lo stile grafico assai istintivo di Samura. Ma sicuramente è da provare se apprezzate l'autore, le commedie, o anche solo se vi ci rivedete un po' nelle tribolazioni della protagonista di questa storia.
Autore: oberon
 
Born to be on Air

Titolo Prezzo Casa editrice
Born to be on Air!  1 € 5.90 Star Comics
Born to be on Air!  2 € 5.90 Star Comics
Born to be on Air!  3 € 5.90 Star Comics
Born to be on Air!  4 € 5.90 Star Comics
Born to be on Air!  5 € 5.90 Star Comics
Born to be on Air!  6 € 5.90 Star Comics