Siamo alle solite. Il Mushroom Kingdom, e con esso la sua regnante, non può mai stare tranquillo, dato che viene invaso un giorno sì e l’altro pure dalle truppe del tartarugone Bowser.
Tuttavia, ci siamo mai chiesti il perché di cotanto accanimento?
Non l’avremmo mai detto, ma anche i tartarugoni hanno un cuore, e a quanto pare il buon vecchio Bowser si è davvero invaghito della principessa Peach, e vorrebbe sposarla per donare una nuova madre ai suoi sette figli, quell’assurda progenie che i giocatori di Super Mario Bros 3 e Super Mario World sicuramente ricorderanno come boss “di fine mondo”.


Proprio a Super Mario World si rifà questo Super Mario Adventures, particolarissima storia a fumetti nata da Kentaro Takekuma e Charlie Nozawa nei primissimi anni ’90.
Una cosa, salta subito agli occhi dei lettori: è un manga completamente a colori!
Questa cosa è dovuta al fatto che l’opera è stata realizzata in un primo momento per il solo mercato americano, proposta al ritmo di un capitolo al mese sulla rivista statunitense Nintendo Power Magazine, dove fu analogamente pubblicato anche un manga basato su Zelda ad opera nientemeno che di Shotaro Ishinomori, e solo successivamente raccolta in un volume pubblicato in Giappone.

Senza dubbio, il colore dà una marcia in più al tutto, rendendo Super Mario Adventures un fumetto di un’incredibile vivacità. Ai colori si accompagna uno stile di disegno che riproduce perfettamente gli artwork di Super Mario World e offre una pedissequa riproposizione di personaggi, nemici e ambienti visti nel videogioco. A tanta cura nel tratteggiare i personaggi in maniera fedele ai videogiochi, tuttavia, se ne accompagna altrettanta nel personalizzarli e nel renderli simpatici e fedeli a quelli che erano gli stilemi del manga anni ’90, con grandi occhioni luccicanti in stile shojo manga o smorfie e deformazioni alla Akira Toriyama ove richiesto dalla storia.

Se la storia di base è estremamente banale, e serviva a catapultare il giocatore in un mondo colorato e fantasioso dove vivere una grande avventura all’insegna del divertimento, i due autori del fumetto ne fanno il pretesto per raccontare il salvataggio della principessa Peach (che qui, a differenza del videogioco, non ricopre unicamente il ruolo della donzella in difficoltà ma si fa spesso e volentieri protagonista dell’azione) in maniera scanzonata e personale, infarcendo la lineare storia di base di rocambolesche avventure e di spassosissimi siparietti comici.
Nonostante la storia si sviluppi solo in un volume e in circa un centinaio di pagine, non dà al lettore la sensazione di qualcosa di affrettato e, anzi, gli lascia il sentimento di aver vissuto un’avventura in un mondo vasto e sfaccettato, di cui gli autori sono riusciti a rendere i colori, gli abitanti e gli ambienti sia pure nello spazio limitato concesso dalla storia e dalla durata del volume unico.

L’avventura di Mario ci mostrerà ampi spazi verdi, villaggi, castelli, laghi, case infestate dai fantasmi e si svolgerà attraverso fughe, salvataggi e situazioni al limite dell’assurdo, in cui spesso e volentieri i personaggi si toglieranno d’impiccio grazie a gag comiche, travestimenti, assurdi colpi di genio (basti pensare alla esilarante seduta psichiatrica di Dr. Mario al fantasma che si trova in uno degli ultimi capitoli) che non mancheranno di far ridere il lettore come non mai. Le gag sono moltissime e tutte esilaranti, i dialoghi sono brillanti, pieni di battute divertenti e giochi di parole freschi e ben congegnati.
Assieme alla storia principale, gli autori ci fanno un simpaticissimo regalo in chiusura di volume, un episodio fuori serie basato su Super Mario Land 2, che schiera contro il nostro idraulico vestito di rosso la sua nemesi vestita di giallo e più incline ai pugni che ai salti, Wario.


L'edizione italiana proposta dalla JPOP è un volume elegante e coloratissimo, con lettura alla occidentale, variopinte onomatopee in caratteri latini e un adattamento fatto di dialoghi spigliati e divertenti giochi di parole. Probabilmente, la pubblicazione italiana dell'altrettanto spassoso ma ben più lungo e impegnativo Super Mario-kun, che continua ancora oggi a narrare le deliranti avventure dell'idraulico più famoso del mondo attraverso i vari giochi di cui è protagonista, resterà un sogno impossibile, ma già la pubblicazione di questo volume unico fa contentissimi noi fan sfegatati del buon Mario.

Super Mario Adventures è un manga veloce, frizzante, un assurdo delirio di comicità a colori che si propone come una gradevolissima variazione sul tema della principessa in pericolo, del tartarugone che la rapisce e degli idraulici che devono salvarla. Una piacevolissima lettura che si farà in pochi minuti e che ci regalerà delle grasse e sane risate, da affrontare con lo spirito nostalgico di quando eravamo noi a controllare i destini e le storie di questi personaggi sui nostri Super Nintendo.
Mario e compagni, che ci divertivano allora, ci fanno divertire ancora oggi, mostrandoci quelle stesse storie sotto una nuova luce, approfondendone i personaggi e ricordandoci la spensieratezza della nostra infanzia, oltre che farci davvero ridere anche solo a guardare certe deformazioni, smorfie ed espressioni dei personaggi.
Un manga che fa davvero la gioia di molti fan dell’idraulico Nintendo, presentandosi come un fumetto colorato, allegro, spassoso e neanche troppo infantile, da leggere tutto d’un fiato col sorriso sulle labbra.
 

Titolo Prezzo Casa editrice
Super Mario Adventures € 12.90 JPOP