Alzi la mano chi di solito compra un fumetto facendosi attrarre dalla copertina (magari dopo una velocissima lettura di trama sul retro del volume). Summer time Rendering, in tal senso parte alla grande, con una cover che più estiva non si può e promettendo da subito un'avventura in una bella località di mare accompagnati da un'affascinante ragazza, elemento da non sottovalutare per chi deve prendere un treno infuocato per andare a lavorare anche in questi giorni di luglio.
Questo manga però dimostra da subito essere qualcosa di molto diverso, ovviamente in  senso positivo, riuscendo a regalare quei brividi che, in periodo di grande calura estiva, sono sempre ben accetti.
 

Il giovane orfano Shinpei fa ritorno sull'isola natia per rendere l'ultimo omaggio alla sua amica d'infanzia Ushio, morta eroicamente per salvare in mare una bambina. Il ragazzo però si rende conto immediatamente che c'è qualcosa che non quadra e che ciò non dipende dal fatto che è da diverso tempo che non frequenta più quei luoghi.
Si sviluppa infatti da subito una concatenazione di eventi che ci lasciano immediatamente a bocca aperta. Si passa rapidamente dalla storia slice of life a quella a tinte misteriose e rigorosamente sovrannaturali, che vede come perno il personaggio di Mio, sorella della defunta, o almeno quella che sembra Mio.

È difficile raccontare per bene la storia che si dipana vignetta dopo vignetta in questo primo volume, sarebbe un peccato infatti rovinare la sorpresa anche solo con dei piccoli spoiler.
Posso dire che sicuramente non ci si ritrova di fronte a qualcosa di nuovo; i più avvezzi ad anime e manga risconteranno numerose somiglianze con altri titoli (in particolare per ambientazione e dinamiche mi ha ricordato Higurashi no Naku Koro ni) ma questo non ne svilisce il fascino, anzi! Pur partendo in quarta, la trama non perde praticamente mai il suo mordente, e anzi, ti lascia una voglia matta di avere subito il secondo volume tra le mani per poter proseguire nella lettura.

Un tipo di storia di puro intrattenimento senza nessuna velleità ma che, in un periodo vacanziero, rimane una bella boccata d'aria fresca tra una puntata di Stranger Things e una dormita sotto l'ombrellone.
In tutto questo non manca neanche il piacere per gli occhi vista la discreta bravura del mangaka nel tratteggiare i personaggi, specie quelli femminili, pur mantenendo una solida semplicità di base. Yasuki Tanaka non disdegna di far l'occhiolino al fanservice ma senza mai scadere davvero nel volgare, rischio piuttosto facile in cui cadere per ottenere il rapido consenso dei maschietti. Il nostro desiderio di evasione viene poi soddisfatto dalle ambientazioni esotiche dell'isola che fa da sfondo alla storia, la quale offre in alcune pagine, dei paesaggi disegnati davvero molto bene.

Star Comics ci porta questo fumetto nella sua collana Techno 13×18,  208 pagine con sovraccoperta, al costo di  € 5,90.
 
 
Ma chi è Yasuki Tanaka? Il mangaka nasce il 17 novembre 1982, debutta come fumettista nel 2007 con la pubblicazione del manga Hitomi no Catoblepas, serializzato sulla celebre rivista Weekly Shonen Jump. Nel 2008 pubblica Jamevu e l’anno successivo Kagijin, entrambi sempre sulla stessa rivista. Nel 2017 inizia la serializzazione di Summer time Rendering, opera alla quale sta lavorando tuttora.




Titolo Prezzo Casa editrice
Summer Time Rendering  1 € 5.90 Star Comics
Summer Time Rendering  2 € 5.90 Star Comics
Summer Time Rendering  3 € 5.90 Star Comics


Summer Time Rendering  1

Shinpei, cresciuto sull'isola di Hitogashima, vive a Tokyo da quando ha finito le scuole medie. Un giorno però riceve una triste notizia: Ushio, sua grande amica d’infanzia, è scomparsa improvvisamente per un incidente in mare. Tornato sull'isola per assistere al funerale, il giovane, a contatto con la piccola e chiusa comunità da cui si era allontanato, sarà costretto a fare i conti con le ombre che si stagliano sulla gente dell’isola. Ma circostanze misteriose cominceranno a emergere riguardo alla morte di Ushio, e – col verificarsi di inspiegabili eventi – Shinpei si troverà precipitato in una spirale oscura e drammatica. Fra colpi di scena, suspense e atmosfere inquietanti, si snoda la trama di uno dei thriller a fumetti più coinvolgenti degli ultimi anni, una storia che vi farà saltare sulla sedia a ogni pagina e che ha entusiasmato addirittura Kohei Horikoshi, il celebre autore di My Hero Academia!

Opera:  Summer time Rendering
Editore: Star Comics
Nazionalità: Italia
Data pubblicazione: 19/06/2019
Prezzo: 5,90 €

Totale voti:   17  0  2


Misugi1989

Non male. Suggestioni di Stranger Things e horror americano/scandinavo, quindi non proprio originalissimo. Tuttavia prende molto ed è una bella lettura estiva. Consigliato, aspettiamo il secondo

 10/07/2019

scarlet nabi

Bellissimo! Io mi aspettavo una tranquilla lettura estiva e mi trovo un thriller soprannaturale à la ERASED. La leggenda del doppio si trova in Itô. Adoro le ambientazioni in paesini insulari!

 09/07/2019

shinji01

Primo numero interessante, promosso. Puo' far parte della mia collezione

 09/07/2019

pippo311lp

Non si nega che alcune scelte e meccanismi sanno di già visto, ma la formula proposta anche se non originale è personalizzata e ben gestita. Gran bei disegni, mi piace proprio lo stile, ottimi sfondi.

 27/06/2019

jeffhardy80

Primo numero non male, il meccanismo alla Ricomincio da Capo funziona sempre. Vediamo come prosegue

 26/06/2019

Morteoscura

primo numero stupendo, davvero interessante nello sviluppo e trama che riesce ad incuriosire. Spero che riuscirà a tenere alta la tensione anche nei prossimi numeri.

 25/06/2019

2247

"Nell'oscurità di un futuro passato" forse si poteva dare di più. Tante citazioni, troppa fretta.

 23/06/2019

ArtiAndrea

Primo volumetto interessante non originale vedo gli altri.

 23/06/2019

Xxx aka Skorpion

Pubblicizzato come un capolavoro dalla Star, si rivela essere la solita scusa per inserire schifoso ed inutile fanservice, con un mistero da Ousama game e una base di ReZero e BokuMachi.

 23/06/2019

Hachiko94

Non l'ho trovato originale, ha una storia che sa di già visto, ma non per questo non mi ha tenuto incollata alle pagine fino alla fine. Sono curiosa di sapere che ne sarà di Mio.

 19/06/2019


Altri Voti



1