Star Comics allarga la platea della collana Queer, inaugurata lo scorso settembre con l'uscita di Hitorijime My Hero, con la pubblicazione del suo primo yuri, ovvero, I Married a Girl to Shut my Parents Up di Naoko Kodama.

Machi Morimoto è una giovane donna in carriera che nella sua vita è sempre dovuta sottostare al volere dei propri genitori e ha trovato un impiego in un’importante azienda quotata in borsa sperando di metterli a tacere, ma vede andare in frantumi le sue convinzioni quando scopre che la loro nuova pretesa è un matrimonio con un uomo.
Machi trova tutto ciò una scocciatura, ma ben presto arriva in soccorso Hana Agaya, sua kohai che le propone di sposarla in modo da zittirli una volta per tutte.
Inizialmente titubante, Machi accetta e pian piano si renderà conto che la vita di coppia non è così male come pensava!
 

i married a girl to shut my parents up


“Prima che potessi pensarci da sola, mi è sempre stato detto cosa andava bene e cosa no”

Il punto focale di I Married a Girl to Shut my Parents Up è certamente il rapporto che si viene a creare tra Machi e Hana, come le due si sono avvicinate in passato e come ora convivono per zittire i genitori di Morimoto, ma non sono da ignorare le varie denunce sociali che si presentano all'interno della storia.
Fin dalla primissima pagina l’autrice ci vuole far capire quanto sia maschilista e patriarcale la società giapponese: un collega di Machi spiega come la propria fidanzata sia in una fase decisiva della propria carriera e di come, al momento, non sia interessata al matrimonio, mentre lui vorrebbe solo avere accanto qualcuno e, rincasando dal lavoro, sentirsi dire “Bentornato, caro! Vuoi mangiare, preferisci fare il bagno oppure è me che vuoi?”, accusando inoltre Machi di pensare unicamente al lavoro e di non curarsi di avere una figura maschile al proprio fianco. Si capisce fin troppo bene che la donna deve avere il ruolo di "angelo della casa" e non avere aspirazioni lavorative.
Per tutta la vita Machi è dovuta sottostare al volere del padre, il quale, avendo delle aspirazioni scolastiche per lei e vedendole andare in frantumi, incolpa la propria moglie di non aver adempiuto al meglio al proprio ruolo di educatrice: il fallimento non è stato quindi solo della figlia, ma anche della stessa moglie.
La madre di Machi cerca così di spronarla e aiutarla, ma chiedendo sempre di più e troppo alla figlia, la quale si mostra però remissiva a queste scelte e non ribellandosi mai.

Machi ha inoltre ottenuto un lavoro in un’azienda che i suoi genitori avrebbero approvato e che le permettesse di vivere da sola, ma non ha mai riflettuto su che tipo di lavoro le sarebbe piaciuto intraprendere o che tipo di persona diventare. Tutti questi interrogativi si presentano nella mente della protagonista quando Hana ottiene un importante incarico lavorativo, e nonostante sia un impiego che non le porterà chissà quale guadagno, è tuttavia felice poiché sa essere qualcosa che la gratificherà e che le piacerà fare.
 

I Married a Girl to Shut My Parents Up manga


“A una donna?
Se si sposasse o rimanesse incinta potrebbe licenziarsi in qualsiasi momento, lo sai?”

Se da una parte nella società giapponese il matrimonio omosessuale non è legale, Machi e Hana ottengono infatti un “certificato equivalente al matrimonio”, chiamato partnership certificate o dōsei pātonāshippu shōmei, dall’altra la figura della donna giapponese moderna è tutt’altro che emancipata.
Nonostante Machi sia un'impiegata affidabile e in grado di gestire il proprio lavoro, non le viene subito concesso di ottenere un incarico più importante perché potrebbe rimanere incinta e di conseguenza lasciare il proprio posto di lavoro. Anche in questo caso la protagonista accetta in modo passivo il volere dei colleghi, ribadendo a se stessa che lavora per guadagnarsi da vivere e non per cercare una promozione.

Come detto, sarà il rapporto con Hana che permetterà a Machi di uscire definitivamente dal suo guscio, di farsi coraggio affrontando i genitori, i quali non vedono di buon occhio il rapporto della figlia con un'altra donna, e cercando di migliorare il più possibile sul lavoro, di iniziare anche a rendersi conto dei propri sentimenti per la sua kohai. 

I Married a Girl To Shut My Parents Up manga


I Married a Girl to Shut my Parents Up è un volume unico di 168 pagine, formato 13x18, con una pagina a colori e sovraccoperta, al prezzo di 6,50€, in linea con gli altri titoli della collana Queer sia per quanto riguarda il formato che la qualità di stampa. I disegni della Kodama sono semplici, lineari e puliti e, più che sull’ambientazione circostante, l’autrice si sofferma a disegnare le espressioni dei suoi personaggi come il viso angelico e innamorato di Hana o lo sconcerto sul viso dei genitori di Machi quando rivela che si è sposata con una persona del suo stesso sesso. Per quanto riguarda la narrazione, la storia scorre veloce grazie anche alla scelta di non appesantire troppo le tavole con un numero eccessivo di dialoghi. Forse anche a causa di questa scelta stilistica, le tematiche di denuncia sociale vengono solamente raschiate sulla superficie, senza scendere troppo nei dettagli.

I Married a Girl to Shut my Parents Up è la prima opera di Naoko Kodama sbarcata in Italia, ma l'autrice è già conosciuta per Netsuzou Trap – NTR, manga che ha inoltre ricevuto un adattamento animato fruibile legalmente su VVVVID.
Rispetto al suo lavoro precedente, e come afferma l’autrice stessa al termine del volume, le due opere sono state scritte in “modalità diverse”: se NTR è stato scritto sotto l’influenza della “dark Kodama” (ovvero ricco di “amore torbido, intrighi da soap opera e gelosia”), I Married a Girl si trova sotto l’ala della “light Kodama”, caratterizzato da “amore sdolcinato, tante cose sceme e tette”. Se non amate le opere in stile dark, è probabile che lo stile light sia più nelle vostre corde essendo questa una storia più delicata e senza troppi fronzoli; se invece avete amato l’opera precedente allora può essere interessante leggere qualcosa di diverso dell’autrice. In ogni caso, I Married a Girl to Shut my Parents Up è un buon titolo con cui provare ad approcciarsi per la prima volta al genere yuri, o per iniziare a informarsi su come la società giapponese veda la figura femminile e i matrimoni omosessuali.

I Married a Girl to Shut My Parents Up 

Machi è cresciuta seguendo le regole imposte dai suoi genitori, sperando in qualche modo di soddisfarli. Con l’inizio del lavoro presso un’importante compagnia quotata in borsa, credeva di essersi finalmente liberata dalle continue pressioni, salvo poi scoprire che la loro nuova pretesa riguarda gli incontri organizzati per trovare marito. Per zittirli una volta per tutte, la ragazza decide di fingersi sposata con una kohai, Hana. Al contrario di quanto si sarebbe aspettata, la convivenza con la ragazza, che in passato le aveva dichiarato il suo amore, non le crea nessun disagio, ma si rivela anzi sorprendentemente gradevole... Un volume unico per la nuova collana Queer di Star Comics, assolutamente da non perdere!

Opera:  I Married a Girl to Shut My Parents Up
Editore: Star Comics
Nazionalità: Italia
Data pubblicazione: 01/04/2021
Prezzo: 6,50 €

Totale voti:   18  2  1


Black75

Mi è piaciuto tantissimo, offre spunti di riflessione su tematiche purtroppo ancora spinose e, per la società di tanti paesi del mondo, pesanti come macigni; il tutto mantenendo una narrazione dai toni leggeri e molto delicati.

 10/04/2021

Andrea.Mt

Via subito il sassolino dalla scarpa dicendo come tutti che la storia avrebbe meritato una vita più lunga, ma non è un motivo che possa far pentire di averlo comprato o letto. Temi importanti per un racconto dai toni piacevolmente leggeri, pollice in su

 09/04/2021

Alex85

Troppo dannatamente breve, maledizione! Ed il fatto che l'autrice sia la stessa di NT (ho ancora gli incubi..bbrrr...) non fa' che peggiorare il tutto :( Resta comunque uno Yuri (leggerissimo). 6,50€ troppi, IMHO. Machi mvp.

 08/04/2021

Goldwyne80

Pollice verde, ma cavolo se è breve... ci stava molto di più, un po’ più approfondimento e altri capitoli a mio parere. In confronto ad After Hours ad esempio non regge

 08/04/2021

filidema

Una storia molto carina e interessante, anche se un po’ breve, avrei continuato a leggere volentieri delle vicende di queste neo sposine! Mi aveva preso, nella sua semplicità mi ha coinvolto più di altre letture! Vorrei leggere altro dell’autrice!!

 05/04/2021

xAnnAx

Non male come storia, ma nulla di speciale o di troppo diverso da altre storie. Di sicuro avrei gradito un approfondimento maggiore, ma si lascia leggere tranquillamente.

 05/04/2021

Hachiko94

Davvero tenero come Hana e Machi vivono questa loro nuova vita da neo-sposine, soprattutto per Machi che era inizialmente titubante! Interessanti anche gli spunti sulla societá giapponese attuale.

 03/04/2021


Altri Voti





Titolo Prezzo Casa editrice
I Married a Girl to Shut My Parents Up € 6.50 Star Comics